PRIMO CONTATTO

Audi A6 Allroad: confortevole, e si guida meglio

La nuova edizione dell’Audi A6 Allroad si conferma un’elegante e accogliente “tuttoterreni”. Con i 286 cavalli del 3.0 diesel è anche gradevole nella guida. Al prezzo elevato, però, non corrisponde un’adeguata dotazione.

Pubblicato 17 ottobre 2019
  • Prezzo (al momento del test)

    € 69.300
  • Consumo medio

    13,5 km/l
  • Emissioni di CO2

    152 grammi/km
  • Euro

    6d-TEMP
Audi A6 Allroad
Audi A6 Allroad 50 TDI 3.0 quattro Tiptronic
Un classico

In concomitanza con i venti anni dal lancio della prima Audi A6 Avant Allroad nel 1999, arriva la quarta generazione. La “formula” resta sempre la stessa: si tratta della versione “tipo suv” della A6 Avant, che è una grande, filante e lussuosa wagon. Le modifiche riguardano l’aspetto tecnico e quello estetico, reso più muscoloso da estese protezioni in plastica per la zona inferiore della carrozzeria e per gli archi dei parafanghi; essendo però verniciate anziché grezze, rischiano di graffiarsi più facilmente. Per affrontare meglio i terreni difficili (neve e strade molto sconnesse) l’Audi A6 Avant Allroad ha di serie la trazione integrale e le sospensioni pneumatiche, che consentono di aumentare la distanza fra il fondo dell’auto e il suolo. Agendo sui tasti dell’Audi drive select nella consolle, si possono selezionare due modalità specifiche per il fuori strada, che si sommano a quelle per la marcia su asfalto (Auto, Comfort, Dynamic, Efficiency e Individual). La prima è la Allroad, che può restare inserita fino a 80 km/h, e aumenta la luce a terra dai 13,9 cm standard a 16,9. Nell’altra, la Off road, l’altezza cresce ulteriormente fino a 18,4 cm (un valore equiparabile a quello di una suv) e funziona finché non si oltrepassano i 35 km/h. Inoltre, in caso di forti pendenze, il regolatore di velocità mantiene costante l’andatura impostata, che può andare da 2 a 30 km/h: così, chi guida può concentrarsi sulla scelta delle traiettorie.

Ibrida leggera

La nuova Audi A6 Avant Allroad è già in vendita; tutte le versioni hanno il cambio automatico a otto marce, che si abbina al 3.0 turbodiesel, disponibile con potenze di 231, 286 (quello del test) o 349 CV. La vettura è omologata come ibrida, anche se la parte elettrica non contribuisce a trasmettere direttamente il moto alle ruote. Il sistema “mild hybrid” a 48 volt promette un piccolo risparmio sul consumo di gasolio (la casa dichiara fino a 0,4 litri ogni 100 km); il vantaggio si ottiene con un’unità a corrente che, oltre a ricaricare durante i rallentamenti la batteria agli ioni di litio che alimenta i servizi di bordo, fa da motorino di avviamento rapido e silenzioso. Questo serve per ottenere, senza rumore o vibrazioni aggiuntive, la modalità di “veleggio”: se si rilascia l’acceleratore fra i 55 e i 160 km/h, il cambio inserisce la folle e il 3.0 si spegne (per un massimo di 40 secondi). Questa funzione si attiva anche quando si scende sotto i 22 km/h. 

Non tutto è di serie

Già in vendita, con prime consegne entro la fine dell’anno, l’Audi A6 Avant Allroad ha prezzi compresi fra 67.550 euro per il modello meno potente e 75.500 euro per quello con maggior cavalleria. Sono di serie i fari full led, il navigatore con schermo di 8,8” e il portellone ad apertura elettrica. Tuttavia, nonostante i prezzi elevati, la dotazione di serie non include accessori utili per la sicurezza, come il monitoraggio dell’angolo cieco dei retrovisori (1.100 euro, con anche il controllo del traffico laterale in retromarcia), il cruise control adattativo (1.630 euro, nel pacchetto assistenza Tour con il riconoscimento dei segnali stradali) e la retrocamera (570 euro). Inoltre, dato il genere di auto, è difficile rinunciare al valido cruscotto digitale configurabile di 12,3” (di serie c’è quello analogico), che costa 2.420 euro insieme all’impianto multimediale più evoluto, con il raffinato monitor di 10,1” nella consolle. Fra gli altri optional, il retrotreno sterzante (2.320 euro) che favorisce al contempo agilità e stabilità, presente nell’auto del test.

Comoda per quattro

Rifinito con cura certosina, l’abitacolo è confortevole e trasmette una sensazione di lusso, specialmente se personalizzato come quello dell’Audi A6 Avant Allroad che abbiamo guidato. È completo del pacchetto interni Allroad (2.930 euro) con inserti di alluminio per plancia e porte (di serie sono di colore argento), pedaliera in metallo, sedili sportivi con supporto per le gambe allungabile e rivestimento in pelle e Alcantara (invece che in tessuto ed ecopelle). I due ampi schermi tattili nella consolle per l’impianto multimediale (in alto) e, più in basso, per i servizi di bordo (come il climatizzatore) sono moderni, hanno una grafica accattivante e s’impara abbastanza presto ad utilizzarli al meglio. Apprezzabile la disponibilità di portaoggetti, ma le tasche nelle porte sono prive di rivestimento anti rumore: c’è soltanto il fondo gommato. Quanto allo spazio, in quattro si viaggia bene, mentre un quinto passeggero al centro del divano ha fra i piedi il tunnel per l’albero di trasmissione. Il baule è ben accessibile e realizzato con cura. Il vano, rivestito di morbida moquette, è ampio, ha una forma regolare e una buona capienza (565/1680 litri).

Un bel guidare

Con 286 cavalli e, soprattutto, con 620 Nm di coppia massima, l’Audi A6 Avant 50 TDI 3.0 quattro tiptronic Allroad spinge con veemenza (alla portata le prestazioni dichiarate, con lo “0-100” coperto in soli 5,9 secondi e la velocità massima di 250 km/h), ma in modo vellutato, nonostante il peso prossimo ai 2000 kg. Una massa elevata che si fa presto a dimenticare, grazie alla leggerezza e all’agilità con cui l’auto si muove. Merito, anche, delle sospensioni ad aria a controllo elettronico e del retrotreno sterzante: fino a 60 km/h gira le ruote nel senso contrario a quelle anteriori, accentuando la risposta ai movimenti del volante, mentre oltrepassata questa soglia fa il contrario: le ruote svoltano nella stessa direzione di quelle davanti, a vantaggio della stabilità nei cambi di direzione. Lo sterzo è leggero, ma preciso, mentre il cambio automatico, completo di levette dietro il volante, è morbido e abbastanza rapido negli inserimenti degli otto rapporti. Elevato il comfort: l’insonorizzazione è efficace (il piacevole rombo del motore si avverte solo nelle accelerazione più decise) e le sconnessioni della strada sono assorbite a dovere. Alla fine del test, svolto in gran parte su strade extraurbane affrontate con brio, il computer di bordo ha calcolato una media intorno a 11 km/l (13,5 km/l il valore dichiarato).

Secondo noi

Pregi
> Agilità. Pur lunga e pesante, l’auto è maneggevole.
> Comfort. Elevato: le irregolarità della strada restano fuori dall’abitacolo.
> Finiture. I materiali sono di qualità e gli assemblaggi precisi.

Difetti
> Dotazione. Nonostante il prezzo, accessori come il cruise control adattativo e il monitoraggio dell’angolo cieco dei retrovisori richiedono un supplemento.
> Protezioni. Quelle per la zona inferiore della carrozzeria sono verniciate. Fanno un figurone, ma si possono rigare facilmente.
> Quinto posto. Al centro del divano si sta scomodi.

SCHEDA TECNICA
Carburante gasolio
Cilindrata cm3 2967
No cilindri e disposizione 6 a V di 90°
Potenza massima kW (CV)/giri 210 (286)/3500-4000 giri
Coppia max Nm/giri 620/2250-3000
Emissione di CO2 grammi/km 152
Distribuzione 4 valvole per cilindro
No rapporti del cambio 8 (automatico) + retromarcia
Trazione integrale
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori dischi autoventilanti
   
Le prestazioni dichiarate  
Velocità massima (km/h) 250
Accelerazione 0-100 km/h (s) 5,9
Consumo medio (km/l, ciclo Wltp) 13,5
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 495/190/150-154
Passo cm 292
Peso in ordine di marcia kg 1945
Capacità bagagliaio litri 565/1680
Pneumatici (di serie) 235/55 R18
VIDEO
Audi A6 Allroad
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
13
12
6
5
11
VOTO MEDIO
3,2
3.234045
47
Aggiungi un commento
Ritratto di Sepp0
17 ottobre 2019 - 11:59
"Al prezzo elevato, però, non corrisponde un’adeguata dotazione.". Che strano. Non succede mai coi marchi crucchi.
Ritratto di nik66
17 ottobre 2019 - 12:16
concordo
Ritratto di ziobell0
17 ottobre 2019 - 12:19
bella linea, interni SPETTACOLARI ma.......cosa le hanno messo sulla mascherina anteriore? Direi Audi A6 Allroad versione HANNIBAL THE CANNIBAL
Ritratto di Fr4ncesco
17 ottobre 2019 - 14:38
2
L'assetto rialzabile nella modalità fuoristrada, permettendo di affrontare percorsi più tecnici, è sicuramente notevole.
Ritratto di ziobell0
17 ottobre 2019 - 15:04
@francesco: è una funzione molto utile perchè la usi solo in determinate occasioni (io l'avrei usata quest'estate su alcuni sterrati niente male in sardegna) poi per il resto si viaggia ad assetto basso ottimizzando il cx
Ritratto di Fr4ncesco
17 ottobre 2019 - 18:46
2
Infatti, un'escursione di 5 cm tanto da poter essere una normale A6 in autostrada quanto adatta alle mulattiere la rende la "cross country" più trasversale.
Ritratto di Andrea Zorzan
17 ottobre 2019 - 16:22
Gran macchina. Altro che i Suv!
Ritratto di Sepp0
17 ottobre 2019 - 17:40
Se ne fanno una versione da 25k invece che da 70, la prendo pure io al posto del suvvetto. /facepalm ci manca anche che a quella cifra non sia una gran macchina.
Ritratto di MaiMai
17 ottobre 2019 - 19:54
Al prezzo di tre octavia sw...! ;=(
Ritratto di Andre_a
18 ottobre 2019 - 09:59
Perché, Audi fa suv da 25k? Se la confronti con i suv Audi di pari dimensioni, il prezzo piú o meno é quello. Se sei alla ricerca di una "tuttoterreni" per meno di 25k, dai un'occhiata alla Subaru XV.
Pagine