PRIMO CONTATTO

Audi Q7: più leggera e più agile, ma non proprio sportiva

Già ordinabile, la nuova Audi Q7 perde fino a 325 kg rispetto al modello precedente e guadagna (tra gli optional) le ruote posteriori sterzanti. Tra le curve, però, ci sono suv più divertenti.

14 maggio 2015
  • Prezzo (al momento del test)

    € 75.230
  • Consumo medio

    13 km/l
  • Emissioni di CO2

    179 grammi/km
  • Euro

    6
Audi Q7
Audi Q7 3.0 TFSI quattro tiptronic Business Plus
Forme slanciate
 
Rispetto al vecchio modello (che in quasi 10 anni ha venduto oltre mezzo milione di esemplari in tutto il mondo), la nuova Audi Q7 è di soli quattro centimetri più corta, ma le linee tese e le forme slanciate la fanno apparire più compatta di quanto le sue dimensioni (505 cm di lunghezza, 197 di larghezza, specchietti esclusi, e 174 di altezza) comporterebbero. Ma è soprattutto nella “prova bilancia” che l’ultima generazione della suv di Ingolstadt ha fatto registrare i progressi maggiori, perdendo fino a 325 kg. La dieta ha interessato ogni dettaglio: dalla struttura (quasi interamente in alluminio) ai sistemi elettrici ed elettronici, passando per i motori. Senza dimenticare gli interni: soltanto nei sedili sono stati risparmiati 19 kg.
 
Interni di gran lusso
 
Grazie ai due posti a scomparsa nel baule, l’abitacolo può ospitare fino a sette persone: sono cari (1.660 euro), ma dotati di sistema di ripiegamento elettrico e ben rifiniti (anche perché abbinati ai rivestimenti in pelle, altro optional da 1.375 euro in su). Non sono però granché comodi: lo spazio sopra la testa e in larghezza non è male, ma la seduta ad appena 25 cm da terra costringe a viaggiare con le gambe rannicchiate, mentre le guide delle poltrone in seconda fila limitano lo spazio per i piedi. I sedili centrali, per parte loro, possono scorrere di 13 cm e si richiudono per formare un tutt’uno col piano di carico quando si viaggia solo in due: in questo modo si riescono a caricare oggetti lunghi anche oltre due metri. Ma la nuova Audi Q7 non è un’auto da trasloco: soprattutto quando, come nell’auto del nostro test (dotata del pacchetto Pelle Ampliato, 6.430 euro), caricare oggetti voluminosi comporta il rischio di danneggiare le pelli che rivestono persino la parte interna delle porte. 
 
Supertecnologica
 
Gli interni della nuova Audi Q7 spiccano anche per l’abbondanza di sistemi elettronici: dal cruscotto virtuale, facilmente configurabile (anche se fin troppo ricco di informazioni), al costoso head-up display (1.660 euro), fino alla interfaccia che gestisce navigatore e sistemi multimediali. A proposito, tra le opzioni ci sono pure due tipi di impianto hi-fi: se il Bose da 558 watt con suono tridimensionale può sembrare costoso (1.375 euro), che dire del Bang & Olufsen da 1920 watt a 7.335 euro? Tra i sistemi di sicurezza, invece, spicca il Traffic Jam Assistant (2.255 euro): nella marcia in coda, fino a 65 km/h, accelera e frena l’auto e la mantiene in corsia. Per i tecnici tedeschi è il passo immediatamente precedente alle vetture a guida automatica. Altri sistemi riguardano la gestione dello sterzo nelle manovre di retromarcia con un rimorchio agganciato (questa funzione è abbinata al gancio di traino, 1.610 euro) e il dispositivo contro l’investimento di pedoni (quest’ultimo è di serie).
 
Ci mettiamo alla guida
 
Saliti a bordo della nuova Audi Q7, non è difficile trovare la posizione più comoda, specie se come nella Business Plus (che ha anche il “clima” quadrizona) del nostro test la regolazione del sedile è elettrica. Quanto alla registrazione del volante, quella elettrica (395 euro) dell’auto provata aveva una buona escursione in profondità (circa 7 cm), ma non altrettanto (solo 3) in altezza. Avviato il nuovo 3.0 TFSI a benzina da 333 cavalli (il test della 3.0 TDI lo trovate sul prossimo numero della rivista alVolante), subito ne apprezziamo la silenziosità e la fluidità alle prime accelerate. Premendo con decisione il pedale dell’acceleratore i 440 Nm di coppia si fanno sentire, e l’allungo è entusiasmante. A fine test, questo V6 non si è rivelato neppure troppo assetato: quasi 10 km/litro il consumo indicato dal computer di bordo (non pochi, considerato il tipo di vettura, per quanto la casa dichiari una percorrenza media di 13).
 
Manca la ciliegina sulla torta…
 
Tra le curve, lo sterzo della nuova Audi Q7 non si rivela dei più piacevoli quanto a prontezza e precisione: proviamo a “giocare” con le varie funzioni del sistema Audi Drive Select che consente di scegliere fra sei modalità di guida (All-road, Efficiency, Dynamic, Individual, Comfort e Auto) agendo sui vari componenti, dalla risposta dell’acceleratore a quella del servosterzo e del cambio, passando per l’altezza delle sospensioni pneumatiche (2.445 euro). Anche nella modalità Dynamic, però, la Q7 non mostra la sportività di altre suv di pari categoria. Molto rapido, invece, il cambio automatico a otto rapporti (di serie, come la trazione integrale). Efficaci anche le quattro ruote sterzanti (1.375 euro): in manovra e nelle curve a bassa velocità quelle posteriori ruotano fino a 5 gradi per favorire l’agilità, mentre ad andature sostenute favoriscono la stabilità. 
 
Secondo noi
 
Pregi
> Finiture. Ogni dettaglio è davvero molto curato. E per la Business Plus gli interni in pelle e il “clima” quadrizona sono di serie.
> Quattro ruote sterzanti. Sono un optional che migliora di parecchio l’agilità in curva e nelle manovre. Non sembra di guidare un’auto di oltre 5 metri…
> Tecnologia. Tanti i sistemi elettronici, di serie o a richiesta: da quelli per la sicurezza, ai dispositivi di intrattenimento.
 
Difetti
> Cruscotto. Il quadro strumenti virtuale è davvero ricco di informazioni. Fin troppo: sulle prime può disorientare.
> Regolazione del volante. L’escursione (elettrica) in altezza è piuttosto limitata. Ok, invece, quella in profondità.
> Terza fila di sedili. Oltre a non essere granché comoda è cara e obbliga a ordinare anche gli interni in pelle (di serie solo nella Business Plus). 
SCHEDA TECNICA
Cilindrata cm3 2995
No cilindri e disposizione 6 a V di 90°
Potenza massima kW (CV)/giri 245 (333)/5500 giri
Coppia max Nm/giri 440/2900-5300
Emissione di CO2 grammi/km 183
Distribuzione 4 valvole per cilindro
No rapporti del cambio 8 (autom.) + retromarcia
Trazione integrale
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori dischi
   
Le prestazioni dichiarate  
Velocità massima (km/h) 250 (autolim.)
Accelerazione 0-100 km/h (s) 6,1
Consumo medio (km/l) 13
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 505/197/174
Passo cm 299
Peso in ordine di marcia kg 1970
Capacità bagagliaio litri 295/770/1955
Pneumatici (di serie) 255/55 R19

 

VIDEO
loading.......
Audi Q7
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
77
28
49
62
160
VOTO MEDIO
2,5
2.468085
376
Aggiungi un commento
Ritratto di giuggio
14 maggio 2015 - 11:52
mamma mia! Impressionante. Nel senso che fa impressione. Un panzer mi sembra più gradevole. Se ne vedo una di sera, mi sa che non dormo. Ma chi cappero si compera un catafalco simile?
Ritratto di Stefano97
14 maggio 2015 - 14:39
parla quello che elogia la Multipla o quel cesso della 147
Ritratto di giuggio
15 maggio 2015 - 11:22
Multipla: macchina praticissima 147: macchina eccezionale nella guida e nella linea, anche se ormai è vecchia Invidia: magari sì, non so, vedi tu. Dico solo che una Range Rover è centomila volte più aggraziate e gradevole all'occhio di sto panzer...otto
Ritratto di emanuel99
15 maggio 2015 - 14:39
Anche la Volvo xc 90,la Jeep Grand Cherokee e la Nissan Patrol sono piú aggrazziate di questa
Ritratto di supermax63
16 maggio 2015 - 01:48
bisogna aggiungere a questo punto la nuova Cayenne ma soprattutto quello che a mio parere è il SUV Premium da anni sul mercato ovvero il mastodontico (anche se non sembra) Infiniti FX oltre alla già menzionata Range Rover
Ritratto di Boys
15 maggio 2015 - 21:10
1
Condivido pienamente..
Ritratto di MatteFonta92
14 maggio 2015 - 12:06
3
Gli interni sono belli, ma fuori questa nuova Q7 fa spavento, è non è un modo di dire! Già l'auto è molto grande, poi con questa linea così squadrata sembra proprio un carro armato! E anche come peso... siamo lì! Se ci mettiamo un cannone sul tetto e la vernice mimetica sfido chiunque a notare la differenza!
Ritratto di giuggio
14 maggio 2015 - 12:19
secondo me optional la mimetica c'è. Il cannone invece mi sa che è vietato dal codice della strada :-)
Ritratto di MatteFonta92
14 maggio 2015 - 16:39
3
Beh peccato, perché secondo me ci starebbe benissimo! XD
Ritratto di NF1991
21 giugno 2015 - 11:36
Ci penserà il calciatore tamarro pieno di sé di turno, con un po' di car wrapping. Mio Dio che abominio, vedendola credo di aver perso qualche grado di vista... Prenoto una visita oculistica al più presto. Davvero, è il suv più brutto che abbia mai visto in vita mia.
Pagine