PRIMO CONTATTO

BMW Serie 2 Active Tourer: facile da guidare, non carica tanto

La BMW Serie 2 Active Tourer, tutta nuova, ha uno stile grintoso. Questa versione ibrida leggera da 218 cavalli si guida bene e promette di non consumare molto, ma il baule non è grande.
Pubblicato 23 febbraio 2022
  • Prezzo (al momento del test)

    € 43.760
  • Consumo medio (dichiarato)

    16,7 km/l
  • Emissioni di CO2 (dichiarate)

    137 grammi/km
  • Euro

    6d
BMW Serie 2 Active Tourer
BMW Serie 2 Active Tourer 223i MSport DCT
Tutta nuova, è più grintosa

Giunta alla seconda generazione, la monovolume BMW Serie 2 Active Tourer si rinnova completamente, compiendo netti passi in avanti sul piano tecnologico e della sicurezza rispetto al modello del 2014. Disponibile in quattro varianti, con trazione anteriore e integrale, cambio a doppia frizione a 7 marce e potenze da 136 a 218 CV (e a partire dal luglio 2022 anche con due versioni ibride plug-in a quattro ruote motrici), mantiene sostanzialmente le proporzioni e le dimensioni del primo modello. Lunga 439 cm, 4 in più, larga 182 e alta 158, appare più moderna e anche sportiva, con i montanti anteriori del tetto più inclinati e i finestrini allungati; aggressivo il frontale, dove spiccano la grande mascherina con la caratteristica forma “a doppio rene” (più alto e largo, in linea con quello visto negli ultimi modelli della casa tedesca), i fari più sottili e le prese d’aria laterali più in alto sul paraurti, contornate da elementi cromati verticali. Anche dietro c’è più grinta, per effetto dei nuovi fanali orizzontali, più larghi e bassi, dello spoiler sopra il lunotto e del muscoloso paraurti. 

Si ispira alla lussuosa iX

Ancor più evidente è il cambiamento negli interni della BMW Serie 2 Active Tourer, che riprendono lo stile pulito e razionale della serie 4 Gran Coupé e della iX, con il lungo pannello curvo che attraversa tutta la plancia, composto dal cruscotto digitale di 10,25” affiancato dal display tattile di 10,7” del sistema multimediale sempre connesso alla rete e con Apple CarPlay e Android Auto. Allineato alle nuove tendenze stilistiche del marchio anche il bracciolo anteriore che sembra galleggiare su un ampio vano aperto sottostante; nella parte superiore ospita l’elegante levetta del cambio automatico (di serie) e un pannello di controllo, con i comandi della radio, delle modalità di guida, il tasto delle frecce d’emergenza e il pulsante di avviamento.

Pratico l’ampio vano per la ricarica senza fili nella consolle (optional) che può ospitare un cellulare in verticale, ben visibile da entrambi gli occupanti anteriori (col rischio, però, che attiri l’attenzione del guidatore durante la marcia). La qualità delle finiture è elevata, con materiali gradevoli al tatto e assemblaggi curati. E anche lo spazio è soddisfacente: quattro persone viaggiano comode a bordo della BMW Serie 2 Active Tourer (solo chi occupa la posizione centrale posteriore “soffre” un po’, per via del tunnel alto sul pavimento). Il baule ha una capienza di 415 litri: non tanti (e 55 in meno rispetto alle versioni col solo motore termico, a causa della presenza della batteria a 48 V del sistema ibrido sotto il fondo), ma facili da sfruttare visto che la bocca d’accesso è ampia e il pavimento regolare; non manca il divano scorrevole (per 13 cm, nel pacchetto Travel a 2.000 euro). Il portellone ad apertura elettrica è di serie per tutta la gamma.

L’ibrido è regolare e silenzioso

Ma veniamo all’analisi dinamica della BMW 223i Active Tourer MSport automatica, con tecnologia mild hybrid a 48 volt. La potenza è di 218 CV, generata dal 2.0 turbo a benzina da 204 CV e dall’unità elettrica da 19 CV (ma c’è pure la 220i, con il tre cilindri 1.5 da 156 CV abbinato al motore “a pile” da 19 CV, per 170 combinati). Nel sistema ibrido leggero il piccolo motore elettrico integrato nel cambio a doppia frizione sostituisce alternatore e motorino di avviamento, e dà una mano al 2.0 in accelerazione e ripresa. In questo modo, rende lo spegnimento e la relativa riaccensione del motore termico più fluidi; nelle frenate agisce come generatore di corrente e va a ricaricare la batteria a 48 volt che lo alimenta nelle successive riprese, quando fornisce fino a 19 CV per sostenere la spinta del motore a benzina, riducendo i consumi. Inoltre, consente anche di disconnettere il 2.0 rendendo possibile il “veleggiamento” quando l’auto viaggia a velocità costante. In effetti, pur non procedendo mai con la sola trazione elettrica, l’auto mantiene sempre una rumorosità molto contenuta, e appare estremamente fluida nel funzionamento, senza strappi o fastidiose vibrazioni. E anche l’accensione e lo spegnimento del 2.0 (quando ci si ferma al semaforo o in rilascio e a velocità costante) non genera sussulti, ed è quasi inavvertibile.

Per nulla “impacciata”

Maneggevole in città e non troppo scomoda sul pavé e sulle rotaie (anche grazie alle sospensioni attive montate di serie nella versione MSport del test, assieme allo lo sterzo sportivo e un altezza da terra inferiore di 1,5 cm), la BMW 223i Active Tourer se la cava piuttosto bene anche nei percorsi ricchi di curve. Certo, da una monovolume a trazione anteriore non ci si può aspettare una guida da sportiva. Tuttavia l’auto si è dimostrata gradevole, con un assetto ben calibrato, che non fa piegare molto di lato la carrozzeria anche nella guida veloce. Lo sterzo è preciso e “consistente”, oltre che leggero in manovra, e la frenata potente. Apprezzabile in ogni condizione di utilizzo il sistema ibrido, che fa viaggiare rilassati nel traffico e a bassa andatura, ma sa anche essere vivace quando si chiede un po’ di sprint alla vettura, specie in accelerazione e in ripresa, situazioni in cui l’apporto del piccolo motore elettrico si fa sentire maggiormente. Chi è al volante, però, deve fare i conti con il montante sinistro del tetto molto inclinato, che limita la visibilità nelle svolte a sinistra e agli incroci. E i consumi? Alla fine del test, svoltosi tra il centro di Milano e la Franciacorta, quindi in parte nel traffico urbano e in parte su statali e in autostrada, il computer di bordo indicava un media di 14 km con un litro di benzina, non troppo lontani dai 16,7 dei dati di omologazione: un buon risultato per una brillante auto da famiglia.

Tanti accessori, troppi a pagamento

Con la nuova generazione della BMW Serie 2 Active Tourer è migliorata anche la dotazione, in particolare quella che riguarda i sistemi di ausilio alla guida. La 223i MSport ha di serie i fari a led (quelli a orientamento automatico costano 170 euro), il cruise control, l’allarme anti-colpo di sonno, la frenata automatica d’emergenza che riconosce i pedoni, anche quelli in arrivo quando si svolta a sinistra o a destra, oltre alla retrocamera. Va anche detto che molti dispositivi di sicurezza sono a pagamento, come il monitoraggio dell’angolo cieco e l’avviso del traffico laterale in “retro” con funzione di frenata (nel pacchetto Driving Assistant, a 600 euro), il mantenimento in corsia e il cruise control adattivo con funzione Stop&Go (nel pacchetto Driving Assistant Plus, a 770 euro), il cruise control adattativo con la guida semiautonoma di livello 2, con la frenata e la ripartenze automatiche in coda e il centraggio in corsia (nel pacchetto Driving Assistant Professional, a 2.000 euro) e l’head-Up display (650 euro). Si pagano a parte anche optional come la piastra di ricarica senza fili dei cellulari (solo nel pacchetto Premium, che costa ben 2.000 euro) e il sedile del guidatore elettrico con memoria (700 euro). La 223i da 218 CV è a listino a partire da 40.000 euro (anche 4x4, per 2.100 euro in più). Ma con 36.500 si acquistare una 220i ibrida leggera da 170 CV. Le altre versioni disponibili sono la 218i a benzina da 136 CV, la 218d a gasolio da 150 CV.

Secondo noi

PREGI
> Interni. L’abitacolo è ampio e luminoso e le finiture sono curate. Gradevoli i materiali dei rivestimenti.
> Guida. Questa monovolume a trazione anteriore è precisa e piuttosto rapida tra le curve. Elevata anche la sensazione di sicurezza . 
> Motori. Il 2.0 turbo è ben abbinato al piccolo motore elettrico e al cambio a doppia frizione a sette marce: brioso e pronto nella risposta, il sistema ibrido leggero è fluido quando si guida senza fretta. 

DIFETTI
> Baule. Non è molto grande, anche perché i componenti del sistema ibrido tolgono 55 litri al vano. 
> Dotazione. Fa pagare a parte molti importanti sistemi di aiuto alla guida e accessori come il caricabatterie wireless, nel costoso pacchetto Premium.
> Visibilità. In curva e agli incroci è ridotta, a causa dei lunghi e molto inclinati montanti anteriori del tetto.

SCHEDA TECNICA

Motore a benzina  
Cilindrata cm3 1998
No cilindri e disposizione 4 in linea
Potenza massima kW (CV)/giri 150 (204)/5000-6500 giri
Coppia max Nm/giri 320/1500-4000
Motore elettrico  
Potenza massima kW (CV)/giri 14 (19)/n.d.
Coppia max Nm/giri 55/n.d.
   
Emissione di CO2 grammi/km 137
No rapporti del cambio 7 (robotizz. doppia friz.) + retromarcia
Trazione anteriore
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori dischi
   
Le prestazioni dichiarate  
Velocità massima (km/h) 241
Accelerazione 0-100 km/h (s) 7,0
Consumo medio (km/l) 16,7
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 439/182/158
Passo cm 267
Peso in ordine di marcia kg 1545
Capacità bagagliaio litri 415/1405
Pneumatici (di serie) 205/60 R 17

VIDEO

BMW Serie 2 Active Tourer
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
22
16
23
19
41
VOTO MEDIO
2,7
2.661155
121
Aggiungi un commento
Ritratto di Challenger RT
23 febbraio 2022 - 00:22
Tutto sembra tranne che una BMW
Ritratto di Porsche_Panamera
23 febbraio 2022 - 06:16
Non deve sembrare una BMW difatti. Deve essere una valida alternativa a VW Touran, Mercedes Classe B, C4 Picasso, ecc... Chi cerca un auto che sembra una BMW prenderà Serie 8, Serie 7, Serie 5, Serie 4, Serie 3 e ci metterà sotto al cofano un V8 o almeno un sei cilindri in linea.
Ritratto di deutsch
23 febbraio 2022 - 12:02
4
è una carrozzeria che sta sparendo anche perchè i suv spesso rubano le idee funzionali che erano tipiche delle monovolume. l'active tourer già aveva un baule piccolino rispetto alla concorrenza, ora ancora di più. gli acquirenti gli preferiranno la x1
Ritratto di nano75
23 febbraio 2022 - 22:34
si si certo, anch'io preferisco la BMW X1 che però costa almeno 10k in più ...e magari pure la X3 che costa anche 30k in più...dipende sempre da quanti ne hai
Ritratto di deutsch
24 febbraio 2022 - 11:10
4
i listini dicono x1 s18d automatica 37200, active tourer 218d automatica 37900. entrambi in allestimento base. non so dove hai letto 10k di differenza. inoltre la x1 ha pure più bagagliaio, sia coi sedili su che giù
Ritratto di nano75
24 febbraio 2022 - 17:48
è in arrivo il nuovo modello x1 che andrà paragonato a questa nuova serie 2 e considerando entrambi i modelli con un'allestimento "medio" che potrebbe essere quello maggiormente venduto vedrai che ci si avvicina molto alla differenza indicata
Ritratto di deutsch
24 febbraio 2022 - 18:02
4
io ho paragonato i due modelli vecchi, quindi non quello dell'articolo col mild hybrid, usando il listino di alvolante on line. si prezzi sono uguali. dubito che la nuova x1 aumenti di 10000, anche perchè la x3 18s diesel automatica costa 47000, ovvero circa 10000 in più dell'attuale x1 s18d automatica
Ritratto di bangalora
28 febbraio 2022 - 13:49
Costa un botyo la X3 parte da 560000euro e con optional e ammenivoli vari ti partono piu' di 60.000 mi sembra alquanto esagerato e sproporzionato e poi solo una Bmw.
Ritratto di fiat131
24 febbraio 2022 - 20:24
Anonima monovolume a tre cilindri spudoratamente cara. Il prezzo sarebbe giustificato se sotto il cofano ci fosse un 6 cilindri La concorrenza offre qualcosa di simile a 9000 euro in meno ed un cilindro in più.
Ritratto di deutsch
25 febbraio 2022 - 09:59
4
veramente ne ha 4 di cilindri. se si vuole bmw non ci si può certo aspettare che sia economico
Pagine
Annunci

Bmw Serie 2 active tourer usate

Prezzo minimoPrezzo medio
Bmw Serie 2 active tourer usate 201615.90019.1305 annunci
Bmw Serie 2 active tourer usate 201718.90021.4303 annunci
Bmw Serie 2 active tourer usate 201817.70021.96019 annunci

Bmw Serie 2 active tourer km 0 per anno

Prezzo minimoPrezzo medio
Bmw Serie 2 active tourer km 0 201719.89019.8901 annuncio
Bmw Serie 2 active tourer km 0 201834.80034.8001 annuncio
Bmw Serie 2 active tourer km 0 201935.50037.7003 annunci