PRIMO CONTATTO

Citroën C5 Aircross: comoda e vispa, “cade” sull’infotainment

Il restyling della Citroën C5 Aircross non riguarda la meccanica: vivace la versione plug-in, che promette 55 km in elettrico, e ottimo il comfort. Ma il sistema multimediale meritava un aggiornamento più profondo.
Pubblicato 09 giugno 2022
  • Prezzo (al momento del test)

    € 47.100
  • Consumo medio (dichiarato)

    78,6 km/l
  • Emissioni di CO2 (dichiarate)

    29 grammi/km
  • Euro

    6d
Citroën C5 Aircross
Citroën C5 Aircross 1.6 Hybrid 225 Shine Ë-EAT8
Che gran sedili!

Con il restyling, questa crossover a trazione anteriore nata nel 2018 guadagna luci dal nuovo disegno, paraurti più squadrati e nuovi cerchi. Piccoli ritocchi, che comunque donano della Citroën C5 Aircross un aspetto più “deciso”, e si abbinano a lievi modifiche all’interno. Invariati i motori, tutti turbo: 1.2 a benzina con tre cilindri, 1.5 a gasolio (entrambi da 131 CV) e 1.6 con tecnologia ibrida plug-in (ha 181 CV ma, col contributo del motore elettrico, si arriva a 224 CV combinati). Ibrida è l’auto che abbiamo guidato, nella più ricca e costosa versione Shine Pack (47.100 euro); i prezzi delle plug-in partono dai 43.350 euro della Feel, con una dotazione comunque generosa.

Per una Citroën C5 Aircross col 1.2 a benzina possono già bastare 29.700 euro, e 31.200 per la diesel. Ma attenzione: stiamo parlando della versione Live (non prevista per la plug-in) che dentro è rimasta come le C5 Aircross pre-restyling: con la “vecchia” plancia, il sistema multimediale con schermo di 8” anziché 10, il cruscotto a lancette anziché digitale (di 12,3”) e finiture meno curate. Consigliamo quindi almeno la versione Feel Pack (32.700 euro per la 1.2, 34.200 per la 1.5 diesel e 44.100 per l'ibrida): da questo allestimento sono di serie i sedili Advanced Comfort, che usano un secondo strato superiore più morbido e spesso 1,5 cm. Il risultato è che la seduta è soffice in superficie, e quindi più gradevole, senza però risultare troppo cedevole.

Multimediale migliorato, ma…

Dentro, le modifiche alla Citroën C5 Aircross sono di dettaglio: plastiche più scure, nuovi rivestimenti e un inedito sistema multimediale, con lo schermo di 10” montato a sbalzo più vicino agli occupanti. Il display è brillante, abbastanza reattivo e ben definito ma il suo software è “solo” un aggiornamento di quello montato da anni sulle auto dell’ex gruppo PSA. Ha quindi poche funzioni (ma almeno Android Auto e Apple CarPlay sono di serie), menù poco intuitivi e, soprattutto, sfrutta male lo spazio dello pannello: circa un terzo della superficie è costantemente occupata da due larghe fasce laterali che riportano la temperatura del “clima”, quella esterna, l’ora e niente altro. Inoltre, dallo schrmo si gestiscono anche i comandi del “clima”, che si richiamano con un ulteriore tasto a sfioramento sottostante (ce ne sono di simili anche per il lento navigatore e altre funzioni): una soluzione macchinosa e fonte di distrazione alla guida. Col restyling è arrivata una seconda presa Usb anteriore, mentre dietro ce n’è sempre una.

Spazio a volontà

Invariato il resto dell’abitacolo, che è pieno di vani (profondo e refrigerato quello fra i sedili) e arioso: ci sono crossover più lunghe della Citroën C5 Aircross che offrono molto meno spazio per persone e bagagli. Rispetto alle versioni diesel e a benzina, la plug-in perde 120 litri di capacità carico a causa dell’ingombro delle batterie (che stanno sotto il divano ma “sbordano” nel bagagliaio), della batteria dei servizi e delle più voluminose sospensioni multilink (le non ibride montano invece un più semplice e meno efficace ponte torcente). Lo spazio in meno è però solo nel doppiofondo, che infatti si riduce ad appena 10 litri (praticamente come una grande scatola da scarpe, utile giusto per i cavi di ricarica), mentre il vano principale (di 450 litri) è invariato. In ogni caso, facendo avanzare il divano si guadagnano altri 140 litri, per arrivare a ben 600 totali (720 sulle non ibride).

Rapida e comoda

Alla guida della Citroën C5 Aircross 1.6 Hybrid, la prima cosa che si nota è il comfort: le sospensioni assorbono con efficacia le irregolarità della strada, anche per merito dei tamponi di fondo corsa idraulici delle sospensioni, di serie su tutte le versioni: gli elementi in gomma sono in parte sostituiti da “mini-ammortizzatori” che assorbono in maniera progressiva le buche più profonde. Guidando con brio in curva si nota un iniziale rollio, ma poi l’auto si stabilizza seguendo fedelmente la traiettoria impostata. Anche i vetri stratificati, di serie sulle Shine, aiutano il comfort: lasciano fuori dall’abitacolo gran parte dei rumori. Apprezzabile anche lo sterzo, che è leggero (aiuta in manovra) e preciso quanto serve. La spinta dei motori è energica, progressiva e costante: perfino viaggiando solo in elettrico (fino a 135 km/h e con un’autonomia media dichiarata di 55 km) lo scatto non manca. Il 1.6 si rivela silenzioso anche quando la batteria è scarica, e il quattro cilindri deve “lavorare” di più; inoltre, è ben accordato alla trasmissione  automatica con otto marce, che ha cambiate inavvertibili. 

Freni da mettere a punto

Migliorabile invece la frenata della Citroën C5 Aircross 1.6 Hybrid: a bassa velocità e poco prima dell’arresto della vettura, è ben avvertibile lo “scalino” del passaggio fra il sistema di recupero dell’energia e l’azione dei dischi. Il risultato è che l’intensità della frenata varia anche se la pressione del piede rimane costante. Inoltre, il pedale è un po’ “spugnoso” e va premuto a fondo perché la velocità diminuisca rapidamente: un problema che, invece, non affligge la 1.2 turbo a benzina da 131 CV (il cui primo contatto sarà sul numero della rivista in edicola dal 10 luglio).

Secondo noi

PREGI
> Comfort. Efficace l’assorbimento dello sconnesso e curata l’insonorizzazione. Comodi, specie per chi apprezza l’“effetto poltrona”, i sedili.
> Guida. I due motori lavorano bene insieme e spingono con vivacità. A punto sospensioni e sterzo.
> Spazio. A dispetto dei “soli” 450 cm di lunghezza e degli ingombri della “pila”, c’è tanto posto per persone e bagagli.

DIFETTI
> Comandi tattili. Gestire in particolare il “clima” dagli scomodi comandi a sfioramento è fonte di distrazione alla guida.
> Modulabilità della frenata. Il pedale ha una corsa lunga e a bassa velocità i freni non si dosano con precisione.
> Sistema multimediale. Ha poche funzioni e una grafica scarsamente intuitiva; non sfruttata al meglio l’area del display.

SCHEDA TECNICA

Motore a benzina  
Cilindrata cm3 1598
No cilindri e disposizione 4 in linea
Potenza massima kW (CV)/giri 133 (181)/6000 giri
Coppia max Nm/giri 300/3000
   
Motore elettrico  
Potenza massima kW (CV)/giri 81 (110)/n.d.
Coppia max Nm/giri 320/500-2500
   
Potenza massima complessiva kW (CV) 165 (224)
   
Tipo batteria ioni di litio
Capacità batteria 13,2 kWh
Emissione di CO2 grammi/km 29
   
No rapporti del cambio 8 (automatico) + retromarcia
Trazione anteriore
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori dischi
   
Le prestazioni dichiarate  
Velocità massima (km/h) 225
Accelerazione 0-100 km/h (s)8 ,9
Consumo medio (km/l, ciclo WLTP) 78,6
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 450/184/169
Passo cm 273
Peso in ordine di marcia kg 1770
Capacità bagagliaio litri 460-600/n.d.
Pneumatici (di serie) 225/55 R 18

VIDEO

Citroën C5 Aircross
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
87
70
51
32
68
VOTO MEDIO
3,2
3.246755
308
Aggiungi un commento
Ritratto di giulio 2021
9 giugno 2022 - 19:14
Molto migliorata nel frontale, ma con un prezzo che è quello che è, leggendo commenti australiani sulla famosa prova dell'Haval dove la Jeep ha piegato il telaio, a proposito la Jeep Wrangler si è ribaltata di nuovo nel crash test USA e i manager di Stellantis avevano giuratp che l'avevano talmente migliorata che non sarebbe potuto accadere di nuovo... Insomma leggendo i commenti degli australiani si legge che le auto di Stellantis sono auto di scarsa qualità e loro non caccerebbero i soldi lì. Insomma 47.000 uno anche in Europa li destina ad altre marche.
Ritratto di alvola2023
9 giugno 2022 - 19:33
Stupendo che almeno la prima frase sei riuscito a spendercela sull'oggetto dell'articolo. Mai disperare, insomma.
Ritratto di Flynn
9 giugno 2022 - 21:21
Perfetto !!! Jeep ha piegato il telaio e tu hai raddrizzato un paio di banane. Nel mondo c’è equilibrio.
Ritratto di Tu_Turbo48
10 giugno 2022 - 13:14
@Flynn concordo effettivamente c'è un buon equilibrio. :-)))
Ritratto di Volpe bianca
9 giugno 2022 - 22:47
Che crush test hanno fatto per riuscire a far ribaltare una Wrangler? Magari la Haval l'ha superato a pieni voti...
Ritratto di Alex1111
10 giugno 2022 - 12:34
1
e poi non sei settario nei giudizi. che la aircross è un baraccone goffo e caro si può dire?
Ritratto di Freedom7
10 giugno 2022 - 22:27
Posso capire cosa c'entra la Wrangler con la C5 Aircross? Di molto più goffe e care ce ne sono di Suv in giro. Qui hai il massimo confort della categoria, probabilmente una delle migliori come modulabilità dello spazio, 5 comodi posti.
Ritratto di alvola2023
9 giugno 2022 - 19:17
Curioso il fatto che nel momento culmine in cui tutti, dalla quasi completa produzione chinese e per arrivare perfino sulla nuova serie 7, adottano i fanali anteriori alla Citroen (che con la Cherokee li lanciò), loro con questo modello se ne distaccano nella sostanza e passano oltre. Ma chi ce lo doveva dire che potessero essere maestri di stile&design nel terzo millennio.
Ritratto di giulio 2021
9 giugno 2022 - 19:22
ha parlato Giorgetto Giugiaro.
Ritratto di alvola2023
9 giugno 2022 - 19:33
Ringrazio per il complimento, e contraccambio.
Pagine
Annunci

Citroen C5 aircross usate

Prezzo minimoPrezzo medio
Citroen C5 aircross usate 201919.90024.84067 annunci
Citroen C5 aircross usate 202023.20026.15029 annunci
Citroen C5 aircross usate 202126.50029.96015 annunci
Citroen C5 aircross usate 202237.00037.0001 annuncio

Citroen C5 aircross km 0 per anno

Prezzo minimoPrezzo medio
Citroen C5 aircross km 0 202027.10030.9305 annunci
Citroen C5 aircross km 0 202126.60033.49015 annunci
Citroen C5 aircross km 0 202229.20034.70011 annunci