PRIMO CONTATTO

Dacia Duster: il cambio è nuovo, la verve la stessa

L’abbinamento cambio robotizzato EDC-1.5 turbodiesel da 109 CV non modifica il brio della Dacia Duster, e ne rende anzi ancor più semplice la guida. Lo sterzo, però, rimane poco preciso.

6 dicembre 2016
  • Prezzo (al momento del test)

    € 16.550
  • Consumo medio

    22,2 km/l
  • Emissioni di CO2

    116 grammi/km
  • Euro

    6
Dacia Duster
Dacia Duster 1.5 dCi Lauréate 110 CV EDC 4x2
In arrivo

Dalla primavera del 2017 la crossover “low cost” Dacia Duster, nella versione a trazione anteriore mossa dal 1.5 turbodiesel da 109 CV, sarà disponibile anche con il cambio robotizzato a doppia frizione EDC: si tratta della stessa moderna trasmissione utilizzata da molte Renault (con cui le Dacia condividono la meccanica). Così equipaggiata, la vettura costerà circa 1.000 euro in più rispetto a una Duster identica, ma con cambio manuale: il listino, quindi, dovrebbe partire da circa 15.350 euro per l’allestimento Ambiance (radio di serie). La Lauréate (climatizzatore, navigatore e ruote in lega di 16”) dovrebbe costare invece 16.550 euro. Per il resto, l’auto resta identica alle altre e conserva il gradevole aspetto sobrio ma muscoloso, con la mascherina rinnovata a fine 2013.

Corta, ma non piccola

Anche se la Dacia Duster non è ingombrante (432 cm la lunghezza), ha interni spaziosi: l’ampio abitacolo ospita comodamente quattro persone, e anche in cinque non si viaggia troppo sacrificati. Le finiture sono semplici, ma non povere, e la disponibilità di portaoggetti più che soddisfacente. La posizione di guida della vettura provata è abbastanza comoda. Il sedile (non molto avvolgente) è morbido, ma non offre molte regolazioni: la seduta non è registrabile in altezza e il volante non lo è in profondità. Non granché pratici (sono collocati troppo in basso nella consolle) pure il navigatore (valido, sotto il profilo della funzionalità) e i comandi del climatizzatore. Il baule, facilmente accessibile per essere quello di una crossover, è grande e di forma regolare; manca però un vano sotto il fondo, il cui spazio è occupato dalla ruota di scorta, agganciata sotto il pianale della vettura. 

Stress addio

L’accoppiata cambio a doppia frizione-motore a gasolio è convincente: senza velleità sportive, la trasmissione della Dacia Duster è dolce e abbastanza rapida nell’inserire i sei rapporti facendo lavorare sempre al regime più congeniale i 109 CV del 1.5, che sfoderano una certa  brillantezza (oltre che una certa rumorosità in accelerazione). Il cambio dispone anche della modalità manuale: i rapporti si possono inserire muovendo avanti e indietro la lunga leva fra i sedili. Meno soddisfacente la risposta dello sterzo: il servocomando elettrico appesantisce eccessivamente il volante quando ci si muove a bassa velocità (per esempio, nelle manovre di parcheggio), per poi alleggerirlo notevolmente a velocità più elevate. A risentirne è la precisione, non eccezionale. La taratura solida degli ammortizzatori favorisce l’agilità, tutt’altro che disprezzabile, senza imporre rinunce in fatto di comfort, mentre i freni si sono dimostrati efficaci. Nel test, su percorsi extraurbani poco trafficati, il computer di bordo ha calcolato l’apprezzabile media di 16 km/l.

Secondo noi

Perché sì
> Cambio. Svolge bene il suo lavoro: è abbastanza rapido e dolce nel selezionare le marce.
> Look. Anche se è un’auto low cost, l’aspetto e le finiture non sono misere.
> Spazio. Sia nel baule sia nell’abitacolo è abbondante.

Perché no
> Comandi. Quelli del climatizzatore e del navigatore non sono molto comodi.
> Rumore. In accelerazione la “voce” del 1.5 è… decisa.
> Sterzo. Poco omogeneo nella risposta.

SCHEDA TECNICA
Cilindrata cm3 1461
No cilindri e disposizione 4 in linea
Potenza massima kW (CV)/giri 80 (109)/4000 giri
Coppia max Nm/giri 250/1750
Emissione di CO2 grammi/km 116
Distribuzione 2 valvole per cilindro
No rapporti del cambio 6 robotizzato + retromarcia
Trazione anteriore
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori tamburi
   
Le prestazioni dichiarate  
Velocità massima (km/h) 169
Accelerazione 0-100 km/h (s) 11,8
Consumo medio (km/l) 22,2
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 432/182/163
Passo cm 267
Peso in ordine di marcia kg 1349
Capacità bagagliaio litri 475/1636
Pneumatici (di serie) 215/65 R16
Dacia Duster
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
91
118
72
56
96
VOTO MEDIO
3,1
3.12009
433
Aggiungi un commento
Ritratto di MAXTONE
6 dicembre 2016 - 12:00
Davvero ottima questa versione della Duster, contenuti da auto.di livello e prezzo nettamente superiori e una buona qualità costruttiva. Sempre molto piacevole la linea bella muscolosa e personale ormai divenuta un classico. A questo prezzo è impossibile trovare di meglio se si vuole un crossover che non si trovi a disagio in off road.
Ritratto di Anonimo
Anonimo (non verificato)
6 dicembre 2016 - 12:14
Commento rimosso a seguito della cancellazione dell'utente dal sito.
Ritratto di MAXTONE
6 dicembre 2016 - 12:39
Dci, cambio, infotainment funzionale e finiture di buon livello non si trovano facilmente sulle low cost. In verità non si trovano proprio le low cost fatta eccezione per Dr che non vedo a livello di Duster.
Ritratto di Anonimo
Anonimo (non verificato)
6 dicembre 2016 - 14:12
Commento rimosso a seguito della cancellazione dell'utente dal sito.
Ritratto di MAXTONE
6 dicembre 2016 - 14:23
È proprio quello il bello dell'essere il braccio low cost di un grande gruppo: Con poco, attingendo alla banca organi principale, si fa un figurone. Restando assai competitivi nei prezzi.
Ritratto di Anonimo
Anonimo (non verificato)
6 dicembre 2016 - 14:34
Commento rimosso a seguito della cancellazione dell'utente dal sito.
Ritratto di MAXTONE
7 dicembre 2016 - 20:24
La "povera" Seat? Per avere un Ateca tdi e accessoriata come questa Duster ci vogliono 30.000€! (Che io non spenderei mai per una Seat vista la tenuta del valore dell'usato). Seat NON è un marchio low cost, i suoi prezzi sono perfettamente allineati a Opel, Renault,Ford, Toyota, Fiat, Nissan e PSA.
Ritratto di WolfRam
6 dicembre 2016 - 15:06
3
Ma davvero parlate di qualità su quest'auto? O.O Ha le peggiori plasticacce sul mercato, finiture pessime che manco la CINQUECENTO. Lavorateci sopra prima di dire che sia un auto di qualità. A livello meccanico nulla da dire, ma per il resto lasciamo perdere.
Ritratto di MAXTONE
7 dicembre 2016 - 20:29
Il discorso qualità è sempre molto relativo quando si parla di low cost. Non puoi pretendere di trovare le plastiche morbide di VW a questi prezzi. Ma ciò che c'è è solido e durevole ed è cio che davvero conta per l'utente Dacia. Io conosco avvocati e medici che hanno Duster fior fiore di persone che potrebbero permettersi tranquillamente di girare in Mercedes-Benz ma sono contentissimi della loro Duster che anzi ostentano anche con disinvoltura. E se va bene a loro, buona Dacia a tutti.
Ritratto di Anonimo
Anonimo (non verificato)
6 dicembre 2016 - 12:19
Commento rimosso a seguito della cancellazione dell'utente dal sito.
Pagine