PRIMO CONTATTO

Fiat Tipo: piacevole anche nel prezzo

Spaziosa, comoda e resa briosa dal suo 1.6 turbodiesel, la nuova Fiat Tipo non costa molto in rapporto alla ricca dotazione. Anche se, su alcuni dettagli, qualche risparmio c’è.

30 novembre 2015
  • Prezzo (al momento del test)

    € 19.990
  • Consumo medio

    23,8 km/l
  • Emissioni di CO2

    110 grammi/km
  • Euro

    6
Fiat Tipo
Fiat Tipo 1.6 Multijet 120 CV Opening Edition Plus
Unica
 
Torniamo a parlare della Fiat Tipo in questo test, più approfondito, dopo una prima presa di contatto con un esemplare di preserie, non ancora del tutto definitivo nei dettagli (leggi qui la news). Questo nuovo modello di medie dimensioni (453 cm la lunghezza) fa parte di una categoria (quella delle classiche berline a quattro porte) che, in Italia, non incontra un favore diffuso: dalla sua, però, la nuova Fiat Tipo ha la mancanza di concorrenti dirette (altri modelli simili come architettura sono di dimensioni maggiori) e un interessante rapporto dotazione/prezzo. L’aspetto sobrio, gradevole e con un certo slancio (grazie al lunotto molto inclinato che, però, riduce la visibilità) è moderno e mostra dettagli ricercati: per esempio, la mascherina frontale con la puntinatura della griglia in rilievo (crea un effetto visivo “3D”), i fanali “ad arco” e le due gobbe sul tetto, che offrono più spazio nell’abitacolo e irrigidiscono la struttura della vettura.
 
Ricca dote di serie
 
Già in vendita, la Fiat Tipo è proposta con il 1.4 a benzina da 95 CV e con il 1.6 turbodiesel da 120 (quello del test). Due anche gli allestimenti, caratterizzati da una dotazione completa e da un prezzo interessante. La Opening Edition (14.500 euro a benzina, 18.700 per quella a gasolio) ha di serie sei airbag, i cerchi in lega di 16”, il climatizzatore automatico, i fendinebbia, la radio mp3/Bluetooth con le prese Aux e Usb, i retrovisori a regolazione elettrica e il sedile di guida registrabile in altezza. La Opening Edition Plus del test (19.900 per la turbodiesel) aggiunge il cruise control, il navigatore (che mostra le sue indicazioni anche nel monitor del cruscotto), la retrocamera e le ruote di 17”. Peccato che, nemmeno a pagamento, sia previsto il lettore di cd. Per tutte le versioni è in corso una promozione che, in caso di permuta o rottamazione, accorda uno sconto di 2.000 euro.
 
Avanti, c’è posto
 
Ben accessibile l’abitacolo della Fiat Tipo è spazioso: quattro adulti stanno comodi e una quinta persona al centro del divano può contare su una seduta piatta, non ha intralci fra i piedi e (a meno di avere una statura che supera i 180 cm) non rischia di toccare il soffitto con la testa. Ok anche la posizione di guida, con i comandi disposti come si deve: lo schermo del navigatore, in alto alla stessa altezza del cruscotto, è ben visibile, e le “manopolone” del climatizzatore si individuano subito. Il volante si regola anche in profondità e il sedile prevede pure la registrazione lombare, a comando elettrico. Peccato che lo schienale presenti una poco pratica regolazione a scatti. Nulla da ridire sulla disponibilità di portaoggetti: sono numerosi e capienti (soprattutto quello alla base della consolle, completo di prese Aux e Usb). Nelle finiture, tuttavia, qualche risparmio è inevitabile. Se la zona superiore della plancia, rivestita in materiale morbido al tatto, è gradevole, non altrettanto si può dire dei pannelli delle porte, decisamente più rigidi. E c’è un’altra scomodità, non trascurabile per un’auto da famiglia: gli attacchi Isofix, annegati alla base dello schienale del divano, sono poco accessibili (una cornice in plastica sarebbe bastata per migliorarne l’accessibilità). Apprezzabili, invece, certe accortezze quali il rivestimento morbido degli attacchi delle cinture di sicurezza (regolabili in altezza), per evitare che facciano rumore urtando contro il tunnel o i sedili. Il bagagliaio è facilmente accessibile (la bocca è larga fino a 1 metro e alta 50 cm) e capiente. Inoltre, il divano può essere ripiegato in due sezioni, ottenendo un piano di carico lungo ben 212 cm.
 
Facile facile
 
Nella guida, la Fiat Tipo 1.6 16V Multijet Opening Edition Plus è intuitiva e per nulla affaticante. Lo sterzo è preciso e della giusta consistenza, mentre il cambio si manovra agevolmente. approfittando della vivacità dei 120 cavalli del poco rumoroso “1600” turbodiesel e dell’agilità dell’auto (favorita dalle sospensioni piuttosto solide), ci si più anche divertire. Del comfort in generale non ci si può lamentare, gli unici fastidi per i passeggeri (fruscii aerodinamici generati dai retrovisori e rumore di rotolamento delle gomme) si avvertono alle andature autostradali. Alla fine del test, condotto su strade dall’andamento poco scorrevole, il computer di bordo ha registrato una media soddisfacente: circa 14 km/l.
 
Secondo noi
 
Pregi
> Guida. Facile e gradevole.
> Motore. Ha brio e non alza la voce.
> Prezzo. Allettante in relazione alla dotazione di serie.
> Spazio. Persone e bagagli hanno tutto l’agio necessario.
 
Difetti
> Dettagli. Alcune finiture e l’insonorizzazione dell’abitacolo potevano essere meglio curati.
> Lettore di cd. Non è previsto, neppure a pagamento.
> Sedili. La regolazione a scatti dello schienale è scomoda.
> Visibilità. Dietro è difficoltosa, per fortuna la telecamera è di serie.
SCHEDA TECNICA
Cilindrata cm3 1598
No cilindri e disposizione 4 in linea
Potenza massima kW (CV)/giri 88 (120)/3750 giri
Coppia max Nm/giri 320/1750
Emissione di CO2 grammi/km 110
Distribuzione 4 valvole per cilindro
No rapporti del cambio 6 + retromarcia
Trazione anteriore
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori dischi
   
Le prestazioni dichiarate  
Velocità massima (km/h) 199
Accelerazione 0-100 km/h (s) 9,7
Consumo medio (km/l) 23,8
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 453/179/150
Passo cm 264
Peso in ordine di marcia kg 1270
Capacità bagagliaio litri 520/n.d.
Pneumatici (di serie) 225/45 R17

 

VIDEO
Fiat Tipo
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
180
132
81
43
72
VOTO MEDIO
3,6
3.600395
508
Aggiungi un commento
Ritratto di IloveDR
30 novembre 2015 - 11:54
4
invece di stare a gridare le meraviglia di quest'auto, che della essenzialità fa da biglietto di visita, valutate meglio la sua provenienza e le auto che va sostituire (Punto, Bravo, Delta) tutte prodotte in Italia, valutate le strategie del Gruppo FCA che con una mano da agli stabilimenti italiani una Jeep e dall'altra toglie due/tre modelli storicamente fondamentali della produzione nazionale...non è il caso di gridare meraviglie di questa auto, ma di gridare le meraviglie che era la Tipo del 1988
Ritratto di Sepp0
30 novembre 2015 - 12:04
Se fosse prodotta in Italia il prezzo non potrebbe essere quello. Non è colpa di FCA se la manodopera da noi costa un botto. Ma è un così fan tutti, anche gli altri produttori assemblano i loro modelli meno costosi in paesi dove il costo della manodopera è più amico che in madrepatria.
Ritratto di IloveDR
30 novembre 2015 - 12:14
4
quindi mi confermi che è una low-cost come Dacia???
Ritratto di Sepp0
30 novembre 2015 - 13:26
E' qualche spanna sopra Dacia, ma nasce evidentemente come world car a prezzi abbordabili e per avere prezzi abbordabili deve essere poco costosa da produrre. Non capisco davvero dove stia il problema se la fanno in Turchia, ripeto, TUTTI i costruttori generalisti delocalizzano, nessuno escluso.
Ritratto di TommyMichi
30 novembre 2015 - 18:54
Ma gli state pure a rispondere? viene prodotta in uno degli stabilimenti premiati proprio per la precisione della produzione a liv mondiale, storico partner Fiat. E' un bel prodotto, dichiaratamente mondiale e poco costoso (probabile che la versione europea a 5p avrà dettagli migliori insieme alla sw), a mio parere è molto carina, potevano osare un pò di più per la plancia ma va bene così. A quel prezzo ormai quasi non mi viene una segmento B, figuriamoci una auto da 4,54 m con quelle caratteristiche..
Ritratto di IloveDR
30 novembre 2015 - 19:20
4
tutti gli stabilimenti FCA sono premiati, mentre le altre aziende hanno stabilimenti grigi e fumosi, con gli operai legati fra loro con le catene alla caviglia, sta di fatto che il Made in Italy tanto decantato dai fiattari qui va a farsi friggere e non sapete dove appellarvi
Ritratto di TommyMichi
30 novembre 2015 - 19:33
è stata progettata e disegnata qui a Torino dal centro stile. Per caso consideri l'Audi Q7 un'auto slovacca? o l'Audi TT ungherese? l'audi A3 belga? o la Polo un'auto spagnola? o il Tuareg slovacco? o addirittura la bella New Beetle un'auto messicana??? dai su non essere ridicolo. Non è più possibile per un'azienda mondiale produrre solo in patria, cosa diversa è la progettazione, la produzione deve rispettare gli standard della casa. Stop. Non esistono altri discorsi, e non sta tirar fora il discorso della sede legale ecc perchè vuol dire che non sai più dove appigliarti. Anche la Panda è prodotta in Polonia e mi pare che più simbolo della Fiat di quella non esiste.
Ritratto di marian123
30 novembre 2015 - 20:51
nel precedente articolo sulla tipo dicevano che è stata disegnata a Torino e sviluppata dalla Tofas quindi in Turchia. Ed è comprensibile dato il costo relativamente basso del prodotto.
Ritratto di francyluc4
2 dicembre 2015 - 14:49
@Tommy quando gli sottoponi altri esempi dello stesso tipo, scusate il gioco di parole, non risponde più. Se fai notare che è stata progettata in Italia, tira fuori il discorso della produzione in Turchia, se gli dici che in quel modo possono tenere bassi i prezzi, tira fuori il discorso del made in Italy. Possiamo continuare all'infinito... :D
Ritratto di Ahorn
27 febbraio 2016 - 14:04
Avevo optato, dovendo comprare una nuova macchina, di cambiare segmento, comprare la Jeep Renegade, ma dopo averla provata per ben tre volte in un mese, ed aver fatto la configurazione di quello che avrei voluto, escludendo i sedili in pelle, nel vedere il prezzo il prezzo che si avvicinava ai 38 mila e rotti, per avere una motorizzazione di 140 PS, ci ho rinunciato, sulla nuova tipo ci sto facendo un pensierino, sarei contento se tra un anno o al massimo due, la potessi avere con un motore diesel 2000 cc, 140- 150 PS , magari con il cambio automatico,disponibile a spenderci tra i 26-28 mila €uro.
Pagine