PRIMO CONTATTO

Ford C-Max: brillante e tecnologica. La funzionalità? Così così

La nuova Ford C-Max è facile da guidare, vivace e piena di dispositivi elettronici che la rendono più sicura. Manca ancora, però, il divano scorrevole (presente nella sette posti), indispensabile per una monovolume.

10 aprile 2015
  • Prezzo (al momento del test)

    € 26.000
  • Consumo medio

    16,4 km/l
  • Emissioni di CO2

    139 grammi/km
  • Euro

    6
Ford C-Max
Ford C-Max 1.5 EcoBoost 150 CV Titanium X
Ha più carattere 
 
Davanti è più “cattiva”, dietro più… morbida: la Ford C-Max si aggiorna riprendendo lo stile delle ultime Ford, come la Focus e la nuova S-Max (in concessionaria dopo l'estate: leggerete presto il nostro primo contatto). È il frontale arrotondato e prominente a caratterizzare maggiormente la rinnovata monovolume, grazie alla grande mascherina trapezoidale cromata, ai fari appuntiti che si allungano sui passaruota, al paraurti bombato e al cofano segnato da profonde nervature e rialzato al centro. Gli stessi cambiamenti contraddistinguono la sette posti, che mantiene le due porte scorrevoli posteriori e i 14 cm in più da un paraurti all’altro (le dimensioni esterne non cambiano: 438 cm di lunghezza per la C-Max e 452 per la C-Max7). 
 
Comoda davanti, meno dietro
 
Qualche importante differenza rispetto alla versione precedente la si nota anche all’interno della Ford C-Max: la consolle centrale ora è meno affollata di tasti e tastini (che disorientavano, specie all’inizio, togliendo concentrazione nella guida quando si doveva cercare il comando desiderato). Anche la plancia cambia leggermente e somiglia a quella della nuova Focus. Il rivestimento in plastica della parte superiore è morbido e di qualità; meno gradevoli le plastiche sottili della parte bassa dell'abitacolo e del tunnel centrale. Inedito pure il bracciolo scorrevole, nel quale è ricavato un portaoggetti più ampio e che può ospitare una bottiglia d’acqua da 1 litro e una più piccola; all'interno è diviso in un ripiano superiore e in un vano centrale, ed è dotato di porta Usb per la connessione e la ricarica di smartphone e tablet. Come nella versione precedente, lo spazio non manca nei due posti anteriori, mentre dietro si è un po’ scomodi al centro del divano (che, purtroppo, non è scorrevole): meglio viaggiare in quattro.
 
Tecnologia in primo piano
 
Nella rinnovata Ford C-Max sono stati aggiunti dispositivi elettronici che rendono più facile e sicura la guida. Si va dal sistema di parcheggio semiautomatico, anche in parallelo, col monitoraggio dei veicoli in arrivo in fase di retromarcia, al cruise control adattativo (mantiene la distanza di sicurezza dal veicolo che precede), alla chiave programmabile MyKey, con la quale si può limitare la velocità o il volume dell’impianto audio. Sono previsti pure il sistema di frenata automatica in città, che adesso è attivo fino ai 50 km/h contro i precedenti 30 km/h, e l’apertura automatica del portellone (tenendè inserito un sensore che attiva il dispositivo). Da segnalare, inoltre, il sistema multimediale Sync 2 con schermo tattile di 8” e comandi vocali avanzati per la navigazione, l’intrattenimento e le funzioni di bordo (climatizzatore compreso).
 
Un motore fluido e progressivo
 
Sostanzialmente invariato, il comportamento dinamico della Ford C-Max si segnala per la buona tenuta di strada, il contenuto coricamento laterale dell'auto in curva, le sospensioni un po’ rigide e una discreta maneggevolezza in città, ma anche per qualche fruscio di troppo (a velocità autostradale) proveniente dai grandi retrovisori. Il nuovo 1.5 turbo a benzina eroga i suoi 150 CV in modo lineare, privilegiando la dolcezza alla risposta brusca (tanto che, sotto i 2000 giri, appare quasi un po’ pigro). Quando incomincia a spingere lo fa gradualmente, ma senza incertezze, assecondando la guida rilassata e facendo intuire che, comunque, se serve basta premere l’acceleratore per recuperare velocità con prontezza. Adeguata la risposta dello sterzo e discreti i consumi (alla fine del nostro test, con tratti in salita e una guida poco votata al risparmio, il computer di bordo indicava una percorrenza di 9,9 chilometri con un litro, lontani dai 16,4 km/l di omologazione).
 
Nei saloni a giugno
 
L'arrivo in concessionaria della nuova Ford C-Max è previsto per giugno. I prezzi partiranno dai 20.000 euro della 1.0 EcoBoost da 101 CV. Quattro gli allestimenti: Plus, Titanium e Titanium X, più il Business per le flotte. I motori sono cinque: 1.0 EcoBoost da 101 o 125 CV; 1.6 a Gpl da 120; 1.5 EcoBoost da 150 CV; 1.5 TDCi da 95 o 120 CV; 2.0 TDCi da 150 o 170 CV. Il cambio automatico Powershift costa 1.750 euro.
 
Secondo noi
 
PREGI

> Comandi. Plancia e consolle sono più libere: ora ci sono meno tasti, quindi è inferiore rispetto al vecchio modello il rischio di distrarsi.
> Motore. Il 1.5 a benzina è ben accordato alla macchina, tanto da assicurarle il giusto brio senza essere ruvido.
> Tecnologia. Sono davvero tanti i dispositivi elettronici che aumentano la sicurezza a bordo.
 
DIFETTI
 
> Dettagli. Certe plastiche non sono all’altezza della buona qualità costruttiva generale. 
> Divano fisso. Peccato che non ci sia il sedile posteriore regolabile in senso longitudinale (presente nella sette posti): si perde di praticità.
> Visibilità in manovra. È scarsa, per via del tetto che scende verso il lunotto e dei grandi montanti triangolari (e i sensori di distanza posteriori costano 250 euro).

 

SCHEDA TECNICA
Cilindrata cm3 1499
No cilindri e disposizione 4 in linea
Potenza massima kW (CV)/giri 110 (150)/6000 giri
Coppia max Nm/giri 240/1600-4000
Emissione di CO2 grammi/km 139
Distribuzione 4 valvole per cilindro
No rapporti del cambio 6 + retromarcia
Trazione anteriore
Freni anteriori dischi autoventianti
Freni posteriori dischi
   
Le prestazioni dichiarate  
Velocità massima (km/h) 204
Accelerazione 0-100 km/h (s) 9,4
Consumo medio (km/l) 16,4
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 438/183/161
Passo cm 265
Peso in ordine di marcia kg 1319
Capacità bagagliaio litri 471/1723
Pneumatici (di serie) 215/50 R17

 

Ford C-Max
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
42
60
51
26
29
VOTO MEDIO
3,3
3.28846
208
Aggiungi un commento
Ritratto di Mattia Bertero
10 aprile 2015 - 15:00
3
Una buona piccola monovolume, costruita con una certa cura ad un prezzo abbordabile per la dotazione. Personalmente la prenderei diesel se si deve portare sovente la famiglia in giro altrimenti anche il 1.0 ecoobost va più che bene per muoversi con disinvoltura. Una pezza grave l'assenza del divanetto posteriore scorrevole su una vettura di questo tipo.
Ritratto di mariocarmelo
10 aprile 2015 - 17:36
Hai rovinato quella che se condo me era tra le più belle monovolume
Ritratto di mirko.10
10 aprile 2015 - 20:16
2
Adesso alla ford va di moda una forzatura trasformistica stravolgente sullo stesso progetto, naturalmente verso il brutto. Come una bella modella stravolta dalla chirurgia plastica. Chi si ricorda tampo fa' della fiesta pro?
Ritratto di M93
10 aprile 2015 - 21:23
La ricordo la Fiesta Pro: era un tentativo grossolano di modernizzare (temporaneamente) la Fiesta 3a serie, con un risultato non molto armonico: in alcuni mercati era nota come Fiesta Magic. Più o meno lo stesso è accaduto con la Scorpio SW 2a serie: rispetto alla berlina, conservava il corpo vettura della versione precedente, con modifiche al frontale, paraurti, interni e altri dettagli. Un saluto.
Ritratto di M93
10 aprile 2015 - 21:06
Il recente restyling trovo che le abbia giovato, sia dentro che fuori. Rimane una monovolume media piuttosto valida anche se, vista la categoria, l'assenza del divano scorrevole è molto limitante in termini di fruibilità e praticità di utilizzo.
Ritratto di Boys
13 aprile 2015 - 20:51
1
La domanda a al Volante è: quante auto di questo settore a cinque posti ha il sedile posteriore regolabile longitudinalmente? è un difetto? io rispondo di si!! ma questo DEVE valere per TUTTE le auto del settore e non solo per alcune....quindi senza differenze di marca. Cordiali saluti.
Ritratto di da0a100
14 aprile 2015 - 10:46
ottimo rapporto qualità/prezzo
Ritratto di jodel_ricola_rulez
22 aprile 2015 - 04:02
Mi piace molto l'idea di alvolate di mettere in evidenza una bella scheda tecnica delle auto sotto le varie recensioni. Magari con l'aggiunta di una bella rubrica dedicata alla tecnica dei motori...:) Forse molti giovani potrebbero anche cominciare ad appassionarsi al mondo automotive .. SAREBBE UNA COSA FANTASTICA! NO? Questa volta meritate un plauso di incoraggiamento! bravi!