PRIMO CONTATTO

Hyundai i30: punta a fare goal

In occasione dei prossimi europei di calcio la Hyundai, sponsor della manifestazione, ha lanciato i nuovi ricchi allestimenti Go! e Go! Plus. Abbiamo provato quest’ultimo per la i30 con il 1.6 a gasolio da 136 CV

29 maggio 2016
  • Prezzo (al momento del test)

    € 25.200
  • Consumo medio

    25 km/l
  • Emissioni di CO2

    104 grammi/km
  • Euro

    6
Hyundai i30
Hyundai i30 1.6 CRDi 136 CV Go! Plus
Non è da sola

Passata l’euforia per la finale di Champions League, nei prossimi giorni prenderà il via in Francia il campionato europeo di calcio. La Hyundai, che non è nuova a sponsorizzare questo genere di eventi (aveva già fatto da “madrina” anche al mondiale del 2014 in Brasile), ha lanciato per le sue i20 e i30 un nuovo allestimento Go! che punta su una dotazione ricca a un prezzo competitivo (mentre per la i10 è un pacchetto a prendere questo nome). Queste versioni resteranno in vendita fino a tutto l’autunno e sono riconoscibili dall’esterno grazie al logo sui montanti tra i finestrini anteriori e posteriori. Siamo saliti sulla Hyundai i30 Go! Plus col motore turbodiesel più potente. Vi raccontiamo com’è. 

Che dotazione!

A bordo, si ritrovano i punti forti della berlina coreana: buona abitabilità, finiture curate, materiali di qualità (fanno eccezione le plastiche rigide alla base della consolle) e uno stile moderno. Ma la Hyundai i30 Go! aggiunge dettagli ricercati, come le cuciture blu per i sedili e il volante, e i loghi i30 dello stesso colore ricamati sui poggiatesta anteriori. Ma soprattutto una dotazione ancora più ricca. Infatti, a parità di motore, rispetto alla “base” Classic (che già ha di serie 6 airbag, l’antifurto e il “clima” manuale) la Go! costa 2.520 euro in più ma offre i vetri posteriori scuri, gli specchietti ripiegabili elettricamente, gli alzavetro posteriori, il “clima” bizona con ionizzatore, i sensori di parcheggio dietro, il Bluetooth, il cruise control e persino il navigatore. La Go! Plus (altri 1.930 euro) aggiunge anche l’airbag per le ginocchia del guidatore, i fari bixeno ad orientamento automatico, il freno a mano elettronico, la poltrona del guidatore regolabile elettricamente e il tetto panoramico apribile. Inoltre, monta ruote di 17 pollici (anziché di 16” come la Go!). Non cambia invece la garanzia, già “extra-large” per tutta la gamma: 5 anni senza limite di chilometri. Nello stesso lasso di tempo si ha pure diritto ai controlli gratuiti e all’assistenza stradale.

Come va la turbodiesel più potente

Come accennato, abbiamo provato la nuova Hyundai i30 Go! Plus con il motore 1.6 a gasolio da 136 CV  e con il cambio a doppia frizione DCT a sette marce, conveniente visto che che fa salire il prezzo di soli 1.500 euro. Il quattro cilindri a gasolio è vivace e risulta ben assortito col cambio di recente concezione: seleziona rapidamente le marce, anche in modalità manuale. Per quest’ultima, però, avremmo gradito delle pratiche palette dietro al volante, anziché dover agire sulla leva tra i sedili. Il comfort è buono: le sospensioni filtrano bene le asperità e lo spazio non manca. Tuttavia, a 130 km/h, quando il motore in settima marcia lavora a 2200 giri (senza farsi sentire troppo), si avvertono dei fruscii dai montanti ai lati del parabrezza. Sia nell’uso autostradale sia in città emerge un’altra pecca, la frenata poco modulabile. Quando si vuol rallentare dolcemente spesso non ci si riesce, frenando più del voluto. Occorre un piede di velluto per evitarlo. Va usato in punta di dita anche il volante, che non è dei più diretti e precisi soprattutto quanto il ritmo con cui si affrontano le curve sale. In compenso, ha di serie il sistema Flex Steer, ovvero il servosterzo elettrico ad assistenza variabile: basta premere un tasto tra le razze per selezionare una delle tre modalità, Comfort, Normale o Sport.

Secondo noi

Pregi
> Comfort. Lo spazio a bordo è buono e le sospensioni isolano bene dalle asperità.
> Dotazione. Questo nuovo allestimento è davvero ricco. Ha persino il navigatore, i fari bixeno e il tetto apribile.
> Garanzia. Cinque anni di copertura senza limite di chilometraggio sono una bella tranquillità. Per lo stesso periodo si hanno assistenza stradale e controlli gratuiti.
 
Difetti
> Frenata poco modulabile. È difficile rallentare dolcemente: la risposta del pedale è poco omogenea.
> Fruscii in velocità. A 130 km/h si avverte un sibilo dai montanti ai lati del parabrezza.
> Sterzo. Non è dei più diretti e in velocità perde di precisione. Pratico invece il servosterzo ad assistenza regolabile su tre livelli.

SCHEDA TECNICA
Cilindrata cm3 1582
No cilindri e disposizione 4 in linea
Potenza massima kW (CV)/giri 100 (136)/4000 giri
Coppia max Nm/giri 280/1500-3000 (300/1750-2500*)
Emissione di CO2 grammi/km 104 (109*)
Distribuzione 4 valvole per cilindro
No rapporti del cambio 6 + retromarcia
Trazione anteriore
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori dischi
   
Le prestazioni dichiarate  
Velocità massima (km/h) 197 (200*)
Accelerazione 0-100 km/h (s) 10,2 (10,6*)
Consumo medio (km/l) 25 (23,8*)
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 430/178/147
Passo cm 265
Peso in ordine di marcia kg 1429 (1456*)
Capacità bagagliaio litri 378/1316
Pneumatici (di serie) 225/45 R17

 

*Valori con il cambio robotizzato a doppia frizione a sette marce (1.500 euro) dell’auto del test.

Hyundai i30
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
57
89
53
18
28
VOTO MEDIO
3,5
3.52653
245
Aggiungi un commento
Ritratto di Flavio Pancione
29 maggio 2016 - 15:24
7
Ecco, prima dell'avvento di questo doppia frizione nella lunga lista dei difetti andava inserito. Purtroppo, su quesa tipologia di auto non lavora bene
Ritratto di panda07
29 maggio 2016 - 16:20
1
Pensa che il 1.6 tdi vag fa ancora più schifo come coppia! Pochi superano i 300nm.
Ritratto di panda07
29 maggio 2016 - 20:35
1
si, se il 1.6 tdi vag con 120cv lo confronti con il 1.6 mtj da 120 cv (predo il mtj fiat non per fare i soliti tifi da stadio, ma solo perchè è il 1.6 monoturbo che ha il valore più alto di coppia della categoria) si evince che il vag ne produce circa 260nm e quindi è una cagata pazzesca, ho potuto provare da passeggero la nuova golf mk7 1.6 tdi 105 cv e no cammina un cavolo, il doblò del 2012 che abbiamo con il 1.6 mtj da 105cv sembra un ferrari in confronto, comunque diffido dai motori coreani, in special modo dal 1.4 crdi. Ciao :)
Ritratto di Claus90
29 maggio 2016 - 17:24
MI ci compro una mercedes A con quei soldi non voglio agiungere altra benzina sul fuoco
29 maggio 2016 - 19:34
A mio avviso fai molta più figura con la generalista allestita a doverenche con la premium finto-ricco-con-le-pezze-al-cool ma è solo un mio personalissimo punto di vista.
29 maggio 2016 - 19:36
Nel senso che a questo prezzo puoi prendere solo una C premium alogeno, DRL manco a parlarne e cerchi da 15/16 che sulle auto di oggi paiono da 14.
29 maggio 2016 - 21:23
I quali non saranno certo di ammirazione in quel caso ma di autentico scherno, vedere le premium in allestimenti basic provoca sempre in me forti attacchi d'ilarità.
Ritratto di torque
30 maggio 2016 - 12:30
Concordo sia con te Maxtone che con Boss: non ho mai considerato la i30 e preferirei sicuramente la Mazda 3, ma in ogni caso la Classe A 160 rigorosamente bianco pastello, coi cerchi di plastica, i fari alogeni, i sedili base, la radio base e manco mezzo optional bucato non la vorrei neanche regalata. Inutile voler fare il cliente Mercedes a tutti i costi se poi devi lesinare sul cerchio in lega o i sensori di parcheggio, che poi quando arriva il tagliando non dormi la notte.
Ritratto di Claus90
30 maggio 2016 - 13:43
Maxtone dove sta scritto che una premium di pari segmento debba avere i led i cerchi da 18,interni in pelle navigatore ecc ecc, io ad esempio valuto solo la struttura della carrozzeria e penso alla tedesca, non mi piace un'auto infarcita di optional mi serve solo il clima anche manuale e la radio, poi del volante che sia in pelle o meno che abbia i fari alogeni che abbia i cerchi da 16 non me ne può FREGARE DI MENO
Ritratto di panda07
29 maggio 2016 - 20:40
1
Se dovessi andare su una generalista, prenderei la tipo 1.6 mtj 120cv che cammina di più, consuma di meno e la trovo migliore alla vista e risparmierei buoni 4000 euro avendo in più uno sterzo migliore e una frenata migliore, se dovessi andare nella stessa fascia di prezzo assolutamente una Giulietta con il 1.6 mtj, la golf no perchè il 1.6 vag è un bidone e la sceglierei solo 2.0 tdi ma il prezzo lievita e di molto!
Pagine