PRIMO CONTATTO

Hyundai Kona: inconfondibile e brillante. Ma le levette?

Look originale per la nuova crossover Hyundai Kona che, con i 177 cavalli del 1.6 turbo, ha anche una bella verve. Il cambio a doppia frizione, però, dovrebbe avere i “paddle” dietro il volante.

19 ottobre 2017
  • Prezzo (al momento del test)

    € 30.650
  • Consumo medio

    13,7 km/l
  • Emissioni di CO2

    169 grammi/km
  • Euro

    6
Hyundai Kona
Hyundai Kona 1.6 T-GDI Style 4WD DCT
Maxi sconto

Luci su più livelli e inglobate in estesi fascioni di plastica scura, forme muscolose, tinta bicolore: l’aspetto della nuova Hyundai Kona è giocato su contrasti che rendono subito riconoscibile questa mini crossover. Anche se tutto questo ha richiesto qualche compromesso sulla praticità d’uso: fari e fanali, così in basso e agli angoli della carrozzeria, sono più esposti ai piccoli urti, magari di parcheggio. Lunga poco più di un’utilitaria (417 cm), la Hyundai Kona sarà nelle concessionarie dal prossimo 23 ottobre. Al lancio, con due motori a benzina: il 1.0 turbo a tre cilindri da 120 CV, con cambio manuale a sei rapporti, e il 1.6 turbo con 177 (quello del test), in abbinamento alla trasmissione robotizzata a doppia frizione a sette marce e alla trazione integrale. Queste versioni sono già pronte alla consegna, mentre arriveranno nel giugno 2018 (al momento si possono solo ordinare) quelle a gasolio, le Hyundai Kona 1.6 CRDi da 115 o da 136 CV (quest'ultima anche 4x4 e con la trasmissione a doppia frizione). I prezzi includono una dotazione completa, specie per quanto riguarda la sicurezza: vanno dai 18.450 euro della 1.0 T-GDI Classic (di serie gli avvisi anti-colpo di sonno e di involontario cambio di corsia, il climatizzatore manuale, il cruise control e la radio col Bluetooth) e i 31.000 della 1.6 CRDi 4WD DCT Style da 136 CV (fari full led, navigatore con schermo di 8”, sedili in pelle e sistemi di sicurezza quali la frenata automatica di emergenza attiva fino a 180 km/h). Fino al prossimo dicembre, tutte le Hyundai Kona sono in promozione con 3.500 euro di sconto; nell’estate del 2018 si aggiungerà il modello elettrico, che promette fino a 500 km di autonomia con una solo ricarica. Non previsti, invece, i motori a Gpl. 

A tutto colore

Moderno e spazioso, l’abitacolo della Hyundai Kona è vivacizzato da dettagli di rossi, arancione o verde lime, in alternativa a quelli tipo alluminio. Curati gli assemblaggi; le plastiche sono lavorate con attenzione (poche, però, quelle morbide). Razionale la disposizione dei comandi, con tasti ben visibili nella consolle e un sistema multimediale al passo con i tempi: nella Style del test è completo di radio Dab e delle funzioni Android Auto e Apple CarPlay, e basta poco per imparare ad utilizzarlo. Lo schermo tipo tablet di 8”, in alto, al centro della plancia, si può consultare senza distogliere troppo lo sguardo dalla strada. Allo stesso scopo, la Style ha di serie l’head-up display (una rarità fra le mini crossover), che replica in un piccolo monitor sopra il cruscotto alcune in funzioni, come la velocità; la strumentazione, comunque, è chiara e completa. Tanti e capienti i portaoggetti (nessuno, però, refrigerato): quello davanti alla leva del cambio è completo di ricarica wireless per i telefonini predisposti. Il divano, largo, ospita agevolmente due adulti, ma pure in tre non si viaggia così stretti. Facilmente accessibile (non eccessivi i 69 cm fra la soglia di carico e il terreno), il baule ha una capienza paragonabile a quella della maggior parte delle concorrenti. Sotto il fondo, posizionabile su due altezze rimuovendo la vasca portaoggetti in polistirolo, c’è un ulteriore vano ricavato al posto della ruota di scorta, sostituita dal kit ripara e gonfia.

Buon divertimento

Con 177 cavalli, la Hyundai Kona 1.6 T-GDI 4WD DCT Style non nasconde le sue velleità sportive. Sempre disponibile e progressivo nella risposta, il motore spinge con decisione (non delle più gradevoli, però, la sua “voce”): alla portata i 7,9 secondi dichiarati per coprire lo “0-100” e i 205 km/h di velocità massima. Anche nella modalità più sportiva delle tre selezionabili col tasto fra i sedili, il cambio robotizzato a doppia frizione è dolce nei passaggi di marcia, ma non fra i più puntuali. E nella guida brillante si sente la mancanza delle levette dietro il volante per selezionare manualmente i sette rapporti: si può utilizzare la leva sul tunnel, che però è meno comoda. Favorita dalla trazione integrale e ben aggrappata all’asfalto con i larghi pneumatici 235/45 R 18, la Hyundai Kona è agile e infonde fiducia; la frenata si modula facilmente e lo sterzo (che, in Sport, si appesantisce leggermente) è preciso, anche se non troppo pronto. Nonostante le caratteristiche sportive, la vettura è confortevole: la taratura delle sospensioni non è eccessivamente rigida. Inoltre, l'auto è in grado di affrontare un fuori strada non troppo impegnativo, grazie ai 17 centimetri che separano il fondo della Hyundai Kona da terra e alla dotazione di serie, che include il regolatore della velocità nelle discese, oltre al bloccaggio del differenziale centrale. Non così contenuti i consumi calcolati dal computer di bordo durante il test, su strade extraurbane percorse con brio e nel traffico di Barcellona: 11 km/l, a fronte dei 13,7 dichiarati.

Secondo noi

Pregi
> Dotazione di sicurezza. Sistemi come l’avviso di involontario cambio di corsia sono di serie per tutte le versioni.
> Facilità di guida. La Kona ha un comportamento sano, che difficilmente può mettere in difficoltà.
> Personalità. Il design distingue questa Hyundai dalle altre crossover.

Difetti
> Cambio. Nella guida brillante lo si vorrebbe più pronto nel selezionare le marce e dotato di levette al volante.
> Proiettori. Così in basso e agli angoli della vettura, sono esposti agli urti.
> Rumore. Quello del motore in fase di accelerazione non è molto gradevole. 

SCHEDA TECNICA
Carburante benzina
Cilindrata cm3 1591
No cilindri e disposizione 4 in linea
Potenza massima kW (CV)/giri 130 (177)/5500 giri
Coppia max Nm/giri 265/1500-4500
Emissione di CO2 grammi/km 169
Distribuzione 4 valvole per cilindro
No rapporti del cambio 7 (robotizz. doppia friz.) + retromarcia
Trazione integrale
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori dischi
   
Le prestazioni dichiarate  
Velocità massima (km/h) 205
Accelerazione 0-100 km/h (s) 7,9
Consumo medio (km/l) 13,7
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 417/180/155
Passo cm 260
Peso in ordine di marcia kg 1401
Capacità bagagliaio litri 361/1143
Pneumatici (di serie) 235/45 R18
VIDEO
loading.......
Hyundai Kona
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
60
49
28
25
47
VOTO MEDIO
3,2
3.239235
209
Aggiungi un commento
Ritratto di anarchico2
19 ottobre 2017 - 11:50
Orribile è dire poco.
19 ottobre 2017 - 12:10
Per te, per me è davvero bellissima, Kona e CH-R sono, a mio avviso le proposte più belle e interessanti del 2017.
Ritratto di GIOVANNI888
20 ottobre 2017 - 10:03
1
Da FELICE proprietario di Ch-R nn posso che condividere quanto scritto.
Ritratto di Stefano PD
24 ottobre 2017 - 11:31
Anche io preferivo la Kia alla Hyundai ma dopo averle viste in concessionario ho ribaltato completamente il mio giudizio. La Kia mi ha dato una sensazione di essere su una "trappolina" . La Kona dal vivo rende nettamente di più e anche i fari incassati non sono così male. Inoltre ha una serie di dispositivi elettronici niente male. Ho fissato una prova per il 1.0 con 120 CV vediamo come andrà
Ritratto di Vincenzo1973
19 ottobre 2017 - 11:53
apprezzabile lo sforzo di differenziare, stilisticamente, l'auto rispetto alla gemella Kia, pero' il risultato finale la trovo un'accozzaglia senza stile. vista anche dal vivo la trovo semplicemente brutta
19 ottobre 2017 - 12:14
A mio avviso devi dare tempo al tempo, è un oggetto molto particolare con stilemi talvolta esasperati e in questo caso è affine al CH-R, sulle prime può mettere in soggezione ma dopo averla vista in giro per un po' non si può fare a meno di apprezzarla a dovere. È come una canzone di non facile ascolto che poi conquista mentre viceversa un brano facile ti prende subito ma ti stufa abbastanza presto.
Ritratto di Vincenzo1973
19 ottobre 2017 - 12:41
anche questo e' vero. vedremo se magari incomincia a piacermi :)
Ritratto di fedevidrik93
20 ottobre 2017 - 08:45
Io avrei invece osato di più sul design degli interni. Mi spiego: fai una macchina particolare esternamente ma dentro la lasci "insipida"? Togliendo il display centrale mi sembra una qualunque utilitaria come strumentazione e plancia...
Ritratto di Fr4ncesco
20 ottobre 2017 - 20:40
Paragone azzeccato, lol. A me sulle prime non piaceva, anche io avevo le stesse perplessità, poi più la guardo più mi prende. La parte che mi piace di più sono i fanali e le luci di tutta la macchina e come si raccordano la presa sulla mascherina, i led e le nervature sul cofano. Ha anche un telaio molto valido e mi piace quell'HUD lì sul quadro.
Ritratto di galleo_85
22 novembre 2017 - 09:51
Sono due auto completamente diverse sotto ogni punto di vista. Non sono parenti. Partono da due pianali differenti. La Kia Stonic è "costruita sul pianale della Rio la Hyundai Kona su di un pianale inedito che verrà sfruttato con molta probabilità sulla prossima generazione di Kia Soul.
Pagine