PRIMO CONTATTO

Kia Stinger: gran turismo a cinque porte

La Kia Stinger ha un look grintoso, una dotazione di serie completa e, con il 3.3 turbo da 370 CV, nella guida diverte. Bene anche il comfort, ma per chi siede dietro lo spazio non è molto.

3 ottobre 2017

Listino prezzi Kia Stinger non disponibile

  • Prezzo (al momento del test)

    € 55.000
  • Consumo medio

    11,8 km/l
  • Emissioni di CO2

    244 grammi/km
  • Euro

    6
Kia Stinger
Kia Stinger 3.3 T-GDI GT
Arriva l’anno prossimo

Filante, bassa e con un frontale da aggressiva coupé, la nuova maxi berlina (483 cm la lunghezza) Kia Stinger si fa notare. In vendita da febbraio 2018, sarà disponibile soltanto con il cambio automatico a otto rapporti, abbinato a due motori: il 2.2 turbodiesel da 200 CV (con la trazione posteriore o integrale) oppure il 3.3 sei cilindri turbo a benzina con 370 cavalli (in combinazione soltanto con la trazione integrale). I prezzi dovrebbero essere compresi fra i circa 49.000 euro della 2.2 CRDI GT Line con le ruote motrici posteriori, e gli almeno 55.000 euro della 3.3 T-GDI GT del test. Completa la dotazione di serie di tutte le Kia Stinger: include i fari full led, l’impianto d’infotainment con il navigatore, i sedili in pelle a regolazione elettrica e riscaldabili, oltre a sistemi di aiuto alla guida come il cruise control adattativo (funziona fino a 180 km/h e può anche arrestare l’auto), l’avviso di uscita involontaria dalla propria corsia (in grado di agire sul volante per riportare l’auto in traiettoria) e la riproduzione nel cruscotto dei segnali con i limiti di velocità. Inoltre, come per tutte le Kia, la garanzia è di sette anni (o 150.000 km). L’unico optional è il tetto apribile (circa 1.000 euro).

Attenti all’altezza

L’abitacolo della Kia Stinger è sportivo, ben fatto, ma meno originale della carrozzeria: dalle bocchette circolari per la ventilazione alla forma dei panelli per le porte, sono molti i dettagli che ricordano le rivali già affermate. La lavorazione dei materiali plastici (morbidi al tatto nella parte superiore dell’abitacolo), come della pelle che riveste i sedili, è accurata, e il tunnel fra i posti anteriori è rivestito di alluminio. Comoda la posizione di guida bassa, distesa, e con il volante verticale come si conviene a una sportiva. I comandi ordinati sono di semplice utilizzo, al pari del sistema multimediale, completo di schermo tattile di 8” al centro della plancia e delle funzionalità Android Auto e Apple CarPlay. Più che apprezzabile la disponibilità di portaoggetti, ma l’unico con rivestimento antirumore è il cassetto nella plancia e nessuno è refrigerato. Per chi viaggia sui sedili anteriori lo spazio non manca affatto; viceversa, una persona più alta di 175 cm seduta sul divano (omologato per tre passeggeri, ma adatto per due) sfiora con la testa il soffitto. Anche per le gambe, in rapporto alla lunghezza della Kia Stinger, ci saremmo aspettati maggiore agio. Il baule è facilmente accessibile grazie all’estesa apertura del portellone (bassa la soglia di carico a 69 cm da suolo) e non molto capiente: 406/1114 litri.

Veloce e confortevole

Con ben 370 cavalli e 510 Nm di coppia massima già disponibili a 1300 giri, la Kia Stinger offre progressioni consistenti a ogni regime, ma questa non è una berlina “tutta cattiveria”, quanto una veloce e confortevole gran turismo. Il 6 cilindri è  morbido nel funzionamento e ben accordato al cambio automatico, fluido nel selezionare le marce. Ai viaggi in relax contribuiscono anche l’insonorizzazione efficace e gli ammortizzatori a controllo elettronico (di serie): incassano a dovere buche e tombini, soprattutto scegliendo la modalità di guida Comfort delle cinque (più o meno sportive) selezionabili con la manopola fra i sedili (intervengono anche sulla risposta di motore, cambio e sterzo).  Nonostante il peso elevato (1834 kg) e il passo lungo (291 cm), nella guida brillante su strade tortuose la Kia Stinger non manca di agilità e si fa apprezzare per la compostezza nelle risposte (anche grazie alla trazione integrale) e la buona rapidità del cambio nello scalare le marce (specie nella funzione manuale con le levette dietro il volante). Lo sterzo della Kia Stinger è piuttosto preciso e offre un valido compromesso fra comfort (è leggero e non troppo diretto) e sportività: è abbastanza pronto e, nella modalità Sport, si appesantisce leggermente. Forzando l’andatura, tuttavia, i freni hanno mostrato segni di affaticamento: modulabilità del pedale e spazi di arresto sono peggiorati. Altro aspetto poco convincente: la ridotta visibilità posteriore dovuta alla forma affusolata della carrozzeria. Fortunatamente la retrocamera è di serie. Quanto ai consumi, considerate le caratteristiche dell’auto, con una guida accorta è difficile far meglio di 8 km /l (9,4 km/l il dato dichiarato).

Secondo noi

Pregi
> Cambio. La trasmissione automatica è dolce e anche abbastanza rapida. 
> Comfort. Anche se sportiva, questa berlina tiene lontano rumori esterni e sconnessioni della strada.
> Dotazione. Di serie c’è praticamente tutto, compresi sette anni di garanzia.  

Difetti
> Abitabilità posteriore. Per i più alti lo spazio non è molto.
> Freni. Tendono ad affaticarsi con una certa rapidità.
> Portaoggetti. Strano che per un’auto di questa categoria siano quasi tutti privi di rivestimento antirumore e che nemmeno uno sia refrigerato.

SCHEDA TECNICA
Carburante benzina
Cilindrata cm3 3342
No cilindri e disposizione 6 a V di 60°
Potenza massima kW (CV)/giri 272 (370)/6000 giri
Coppia max Nm/giri 510/1300-4500
Emissione di CO2 grammi/km 244
Distribuzione 4 valvole per cilindro
No rapporti del cambio 8 (automatico) + retromarcia
Trazione integrale
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori dischi autoventilanti
   
Le prestazioni dichiarate  
Velocità massima (km/h) 270
Accelerazione 0-100 km/h (s) 4,9
Consumo medio (km/l) 9,4
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 483/187/140
Passo cm 291
Peso in ordine di marcia kg 1834
Capacità bagagliaio litri 406/1114
Pneumatici (di serie) 225/40 - 255/35 R19
Kia Stinger
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
55
35
13
10
9
VOTO MEDIO
4,0
3.959015
122
Aggiungi un commento
Ritratto di twinturbo
3 ottobre 2017 - 20:17
Penso che con questo macchina finalmente con molti, che generalmente ci troviamo in contrapposizione, concorderemo. Una piacevole e sportiva coupè con la quale fregandosene dei primati da circuito andarsene beatamente in giro e volendo togliendosi belle soddisfazioni alla guida in un ambiente confortevole e col surplus della garanzia settennale. Il tutto oltremodo a una cifra più che umana . Penso che oggi la preferirei a "quasi" tutte le europee
Ritratto di twinturbo
3 ottobre 2017 - 20:21
Unico neo imho lo schermo touch così in alto. Una rotella sul tunnel glie la potevano mettere
Ritratto di Racing 75
3 ottobre 2017 - 20:40
1
"Una piacevole e sportiva coupè" ma dove? Ma come si fa a dire questo, ed è pure una berlina, non una coupe, la prossima volta comprati degli occhiali prima di esprimere pareri, poi fregarsene dei tempi in pista su una sportiva, ma dove? Ma cosa stai dicendo? Il tempo in pista è importantissimo e non è un caso se l'unica che fa i temponi in pista sono le Abarth, una semplice Biposto da 190 cv si lascia dietro berline ben più blasonate con ben 280 cv e trazione integrale. Per fare un esempio di circuito noto ai più, ad esempio a Vairano la 500 Abarth proprio in versione 190 Cv girò in 1:22.56, mentre ad esempio una Giulia 2.0 T Q4 da 280 cv e trazione integrale ha girato in 1:23.35, nonostante l'Alfa abbia avuto un motore con quasi 100 cv in più e un motore 2.0cc contro il 1.4cc dell'Abarth, il che è tutto dire su chi sa fare le vere sportive e chi invece deve aggiungere cilindrata e potenza per provare ad eguagliare la regina.
Ritratto di twinturbo
3 ottobre 2017 - 21:33
Coupè dovrebbe arrivare ad inizio anno prossimo e praticamente tolti 2 sportelli riprende molto dalla presente (anche se esteticamente è ancora più gradevole). La berlina non potrei mai prenderla in considerazione per un eventuale acquisto nel momento in cui il mercato è presenziato dalla casa del biscione
Ritratto di twinturbo
3 ottobre 2017 - 21:38
Idem ha poco senso confrontare a seppur validissima 500 Abarth che avendo 2(+1) porte è una coupè con la Giulia che invece è una berlina (5 porte). Al limite se vuoi restare sulle dimensioni della Giulia dovresti considerare i tempi delle varie A5, serie 4, C-coupè e raffrontarli con la 500 Abarth
Ritratto di Stego81
3 ottobre 2017 - 22:52
Ma che paragoni fai????? Una 500 abarth (una macchina di 3,5mt pronto pista) con una berlina come la Giulia!! Mah!!!
Ritratto di Leonal1980
4 ottobre 2017 - 13:14
@racing75 anche te ne dici èh, hai una visione dell'automobile che si capisce che a te l'auto non serve, per te è un gioco.... Quindi evita certi commenti per tamarri fanatici per favore, poi l'articolo della 500 è da una parte, il che tempo fa per portarti al bar non c'è ne importa nulla nell'articolo della stinger
Ritratto di flavio84
4 ottobre 2017 - 17:44
Quindi la regina è la 500 abarth?e poi l importanza del tempo sul giro nella vita quotidiana a cosa serve, se il gra è sempre intasato e io con un utilitaria ci metto lo stesso tempo di una ferrari se tanto siamo in coda??? Povera italia....
Ritratto di GranNational87
5 ottobre 2017 - 09:09
3
LOL sei l'emblema del fiattaro, e non aggiungo altro, screenshottato al volo ti rivedrai da altre parti
Ritratto di GranNational87
5 ottobre 2017 - 09:10
3
ovviamente parlo a racin75
Pagine