PRIMO CONTATTO

Mini Countryman: una Mini che non è più mini

La Mini crossover ha cinque porte e misure parecchio “gonfiate”. Spazio e praticità adesso sono buoni, mentre la guida è comunque piuttosto divertente. Ma il comfort non è granché.

20 luglio 2010
  • Prezzo (al momento del test)

    € 28.950
  • Consumo medio

    14,9 km/l
  • Emissioni di CO2

    157 grammi/km
  • Euro

    5
Mini Countryman
Mini Countryman Cooper S ALL4
Crossover, non più sbarazzina

La Countryman nasce per porre rimedio ai principali punti deboli della Mini: lo spazio e la praticità, inseguendo al contempo l’ultima moda: quella delle crossover, cioè vetture simili alle suv (alte da terra e aggressive) e con discreta capacità di muoversi in fuori strada e sui fondi difficili. Il risultato è un’auto particolare. I tratti generali (parabrezza piuttosto “in piedi”, forma di muso e coda) restano quelli delle altre Mini, ma le dimensioni abbondantemente cresciute in ogni direzione (41 cm in più solo in lunghezza), i fari e la mascherina più squadrati e la presenza delle cinque porte fanno svanire l’aria simpatica e sbarazzina del modello di origine. La Countryman è più seriosa e massiccia. Motori e cambi sono quelli delle versioni più piccole, mentre la scocca e le sospensioni sono nuove, sviluppate apposta. E in più, c’è la possibilità di avere la trazione 4x4 (versoni ALL4) sulla Cooper D a gasolio, da 111 CV, e sulla Cooper S da 184. Quella del nostro test.

Davanti è Mini, dietro è “media”

La seduta è decisamente più alta, si entra meglio e c’è più spazio, ma per il resto la parte anteriore dell’abitacolo è quasi uguale a quella, inconfondibile, delle altre Mini. La plancia, originale e gradevole anche per la bontà dei materiali utilizzati, è dominata dall’enorme “oblò” centrale con la lancetta del tachimetro che scorre sul bordo, e che al centro ospita lo schermo per la radio e il valido navigatore satellitare (circa 2.500 euro; il prezzo degli optional non è ancora stato comunicato). Questa presenza ingombrante ha però obbligato a rimpicciolire i tasti del “clima”, e a porre altri comandi troppo in basso; per esempio, le levette cromate degli alzavetro elettrici (perché non metterle sulle porte?). È scomoda pure la leva del freno a mano, dalla strana forma a “L”. E i posti dietro? Sono finalmente “veri”? La risposta è sì: l’accessibilità è buona, e anche degli adulti piuttosto alti hanno spazio sufficiente per gambe e testa. A pari prezzo si possono avere un divanetto unico (in tre parti reclinabili) che rende l’auto una cinque posti (non comodi, perché la larghezza è limitata), oppure due poltroncine singole, come sulla vettura che abbiamo guidato. In questo caso, tra i sedili ci sono due piccole rotaie in alluminio dove è possibile posizionare e far scorrere (ma a fatica) dei portabicchieri, o portaoggetti vari. Il bagagliaio è dignitoso: da 350 a 450 litri, in base alla posizione dei sedili posteriori, che possono scorrere per 13 cm, lasciando più spazio nel baule, a discapito di quello per le gambe di chi siede ai posti dietro. C’è da precisare che la capacità dichiarata include il vano supplementare sotto il pavimento (alto 20 cm).

Brillante e “diretta”. Ma non silenziosa

Il peso è cresciuto parecchio (1.380 kg, ben 250 più di una Mini Cooper S “normale”) e la carrozzeria è molto più alta; logico che il comportamento sia meno vivace e “nervoso”. Ma non di molto: il 1.6 turbo a iniezione diretta si conferma brillante, oltre che regolare fin da regimi molto bassi, mentre il cambio a sei marce è preciso, “secco”, senza essere duro. E la guida è pronta e diretta, con poco rollio e una tenuta di strada elevata; inoltre, le quattro ruote motrici aiutano a ridurre la tendenza del muso ad allargare la traiettoria nelle curve quando si viaggia forte sul “misto”. Lo sterzo, però, è fin troppo diretto oltre i 100-120 orari, quando si vorrebbe una risposta più “rilassante”. Il comfort è discreto: le sospensioni non sono troppo dure, ma in autostrada il rumore di motore, gomme e aria è evidente, e alla lunga fastidioso. Abbiamo anche affrontato brevi tratti sterrati, che però poco hanno potuto dire sulla capacità fuoristradistica della Countryman; di certo, i 15 cm di altezza da terra (invece dei 12 delle altre Mini) e la trazione integrale consentono di affrontare con più tranquillità i fondi viscidi e le strade di campagna molto dissestate. Ma non molto di più.

Solo per portafogli ben forniti

Le Mini non sono mai state a buon mercato, e la Countryman non fa eccezione. Circa 29.000 euro sono tanti per una “quattro metri”, sia pur potente e raffinata. Anche perché non è difficile far salire il conto pescando dal listino degli accessori, che si preannuncia tradizionalmente “quasi infinito”; per conoscere la dotazione di serie definitiva, però, occorre aspettare ancora qualche settimana.

Secondo noi

PREGI
> Agilità. Non sarà come una Mini a tre porte, ma tra le crossover è certamente una delle più maneggevoli e divertenti da guidare.
> Motore. Molto regolare a ogni regime, ha una potenza elevata per un “1600”.

DIFETTI
> Comandi. La maggior parte richiede un apprendistato, e comunque non sono comodi.
> Comfort. Sulle buche non è un “asse”, ma neppure morbida. E in velocità non si viaggia certo nel silenzio.

 

SCHEDA TECNICA
Cilindrata cm3 1598
No cilindri e disposizione 4 in linea
Potenza massima kW (CV)/giri 135 (184)/5500
Coppia max Nm/giri 240 (260)/1600-5000
Emissione di CO2 grammi/km 157
Distribuzione 4 valvole per cilindro
No rapporti del cambio 6 + retromarcia
Trazione integrale
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori dischi
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 411/179/156
Passo cm 260
Peso in ordine di marcia kg 1380
Capacità bagagliaio litri 350-442/1170
Pneumatici (di serie) 205/55 R 17
La Mini Countryman è proposta con gli stessi motori delle altre Mini, ad eccezzione della "cattivo" JCW da 211 CV. Tutti i motori sono 1.6 di cilindrata, hanno un cambio manuale a sei marce e sulle versioni ALL4 sono abbinati alle quattro ruote motrici: le altre hanno la sola trazione anteriore. Quelli a benzina sono disponibili in tre livelli di potenza: 98 CV (One), 122 CV (Cooper) e 184 CV (Cooper S). Due i diesel: 90 CV (One D) e 111 CV (Cooper D).
Versione Prezzo Alim cm3 CV/kW km/h 0-100 km/l CO2 kg
One 21.000 B 1598 98/72 173 11,9 16,9 137 1265
Cooper 23.000 B 1598 122/90 190 10,5 16,4 142 1265
Cooper S 27.400 B 1598 184/135 215 7,6 16,4 143 1310
Cooper S ALL4 28.950 B 1598 184/135 210 7,9 14,9 157 1380
One D 22.650 D 1598

90/66

170 12,9 23,3 113 1310
Cooper D 24.700 D 1598 111/82 185 10,9 22,7 116 1310
Cooper D ALL4 26.400 D 1598 111/82 180 11,6 21,7 121 1380
VIDEO
Mini Countryman
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
44
45
24
16
55
VOTO MEDIO
3,0
3.038045
184
Aggiungi un commento
Ritratto di RENAULT
20 luglio 2010 - 13:41
alla faccia dei marchi low cost!!! 29.000 euro per una 4 metri!!!sarà anche Mini però...
Ritratto di Knives_90
20 luglio 2010 - 13:50
per me è una macchina assurda in tutto e per tutto
Ritratto di carloleader
20 luglio 2010 - 15:08
Mi chiedo ma cosa hanno in testa sterco forse???Mhaaa..... Non è brutta non è bella ma spendere 28.950 euro per un auto che non si capisce cosa sia è allucinante e poi solo a pensare che per avere dei cerchi in lega dignitosi ti fanno spendere un botto......come dice vasco sono "senza parole"......
Ritratto di bubu
20 luglio 2010 - 17:22
se non ti piace a te non è detto che la gente che la comprerà sarà assurda...a me piace...e poi le mini sono sempre costate molto(le berline) ti pare che il crossover adesso lo svendano??
Ritratto di carloleader
21 luglio 2010 - 11:13
non ho detto che sia brutta ho soltanto detto che mi sembra una follia spendere tutti quei soldi.....
Ritratto di bubu
21 luglio 2010 - 11:31
leggi anche tu... io infatti ho parlato del prezzo...
Ritratto di carloleader
21 luglio 2010 - 12:33
ti riferisci al prezzo e al fatto che a me piaccia o no.....Quindi ribadisco l'auto non ho detto che sia brutta ritengo che sia assurdo il prezzo....
Ritratto di alecsxss
23 luglio 2010 - 10:38
ma non è che a te le mini piacciono indirettamente perchè fanno parte del gruppo bmw?? comunque costa troppo.... una scarpa di macchina può costare quasi 30mila euro??
Ritratto di bubu
23 luglio 2010 - 12:11
no io le mini non le sopporto... questa in versione crossover però mi piace!
Ritratto di emy82vts
24 luglio 2010 - 12:43
è veramente assurda la cosa!!
Pagine