PRIMO CONTATTO

Nissan Juke: punta su comfort e consumi

Agile e rilassante, la Nissan Juke ibrida full è una originale crossover compatta che sfrutta il sistema già sperimentato su alcuni modelli della Renault. I consumi sembrano bassi, ma perde un po’ di bagagliaio.
Pubblicato 10 giugno 2022
  • Prezzo (al momento del test)

    € 31.500
  • Consumo medio (dichiarato)

    20 km/l
  • Emissioni di CO2 (dichiarate)

    118 grammi/km
  • Euro

    6d
Nissan Juke
Nissan Juke 1.6 HEV N-Design
Maneggevole

Sempre personale, la Nissan Juke in questa seconda edizione arrivata nel 2019 offre anche parecchio spazio in un abitacolo ben rifinito e moderno. E ora c’è anche ibrida. Alla 1.0 turbo a benzina da 114 cavalli si affianca infatti la 1.6 HEV, full hybrid. La meccanica è quella già adottata nelle Renault Captur, Clio e Arkana, con cui la crossover compatta giapponese condivide anche la piattaforma (i due marchi compongono un’alleanza). La nuova Juke 1.6 HEV ha 143 CV complessivi, ottenuti sommando i 94 cavalli del 1.6 che funziona secondo il ciclo Atkinson ai 49 del motore elettrico. Entrambi sono di origine Nissan, mentre la trasmissione robotizzata MultiMode nasce in Renault e ha la particolarità di disporre di due marce per l’unità motrice elettrica (l’unica attiva nelle fasi di partenza) e di quattro per il propulsore a benzina. Nella guida tranquilla il sistema ibrido si dimostra fluido e reattivo, oltre che efficiente.    

Consumi: promette bene

Dopo la nostra prima presa di contatto, durante la quale abbiamo percorso un centinaio di chilometri su strade statali, il computer di bordo indicava 5,2 litri ogni 100 km, ovvero 19,2 km/litro: in attesa di verifiche più precise, è comunque un risultato niente male. Inoltre, secondo la casa, il massimo risparmio di benzina (circa il 40% in meno rispetto alla 1.0) si ottiene in città, nel traffico, dove il 1.6 sta spento per la gran parte del tempo; finché la batteria è abbastanza carica, e accelerando con grande dolcezza, la Nissan Juke 1.6 HEV può arrivare a 55 km/h senza che intervenga il motore termico. In questo tipo di percorso, l’auto rimane sempre rilassante e facile da guidare.   

La riconosci dalla mascherina

La Nissan Juke 1.6 HEV si riconosce dalle 1.0 turbo per le mostrine identificative nel portellone e nelle porte anteriori, nonché per la mascherina specifica, con griglia attiva (si apre solo quando occorre il massimo raffreddamento del motore, per ridurre la resistenza aerodinamica nelle altre circostanze). Equipaggiata solo con cerchi in lega di 19” dal disegno specifico, la Nissan Juke 1.6 HEV è agile e reattiva fra le curve pur mantenendo un buon comfort sulle dissestate strade cittadine.

La retromarcia non ha un ingranaggio specifico; la funzione è svolta dall’invertitore applicato alla prima marcia. Per evitare di sorprendere qualche pedone o ciclista facendo manovra, quando il 1.6 è spento, all’inserimento della “retro” l’auto emette una sorta di “soffio” amplificato che rende percettibile anche acusticamente la presenza della Nissan Juke 1.6 HEV in movimento. Sempre di origine Renault è il secondo motore elettrico che funge da starter-generatore e che ha il compito di portare il motore termico all’esatto regime di rotazione per effettuare i passaggi di marcia in assenza di sincronizzatori e frizione. In effetti, la transizione dal funzionamento elettrico a quello ibrido, e viceversa, è praticamente inavvertibile. 

Più rilassante che grintosa

Nella guida brillante della Nissan Juke Nissan  1.6 HEV si nota però, a volte, qualche incertezza nei passaggi di rapporto. Del resto, è un’auto che invita al relax piuttosto che a cercare le massime prestazioni; per esempio,  la modulazione della frenata rigenerativa può essere gestita solo tramite il tasto E-Pedal. Una volta premuto, si attiva una decelerazione maggiore quando si solleva il piede dall’acceleratore, tanto che in pratica si può guidare senza toccare il pedale del freno (se non nelle emergenze e per fermarsi, perché il sistema non è attivo sotto i 5 km/h); su altre vetture, ci sono palette al volante per gestire istante per istante e a livelli diversi l’entità del rallentamento, aumentando il coinvolgimento del guidatore. Sono previste comunque tre modalità di guida (Eco, Normal, Sport) che variano la risposta della vettura, e non mancano certo gli assistenti alla guida: qui si raggiunge il Livello 2 della guida autonoma, con un efficace sistema di mantenimento della traiettoria e della velocità in base al traffico antistante (optional a 1.000 euro). 

Ben fatta, perde un po’ di baule

Per il resto, la Nissan Nissan Juke 1.6 HEV cambia poco. L’abitacolo non è molto luminoso e il volante è un po’ troppo inclinato in avanti, ma i sedili sono accoglienti, lo spazio abbondante anche dietro e le finiture curate; di serie ci sono rivestimenti in tessuto ed ecopelle, ma si può avere la vera pelle (abbinata anche all’Alcantara) per 1.000 euro. Personale e sportiva la plancia, con cinque piccole bocchette tonde del “clima” inserite in una fascia di materiale morbido e l’alto tunnel centrale arrotondato. Invece del classico contagiri, nel grande cruscotto c’è ora un indicatore della potenza fornita o recuperata dal sistema ibrido. Fra i due strumenti a lancetta, ben leggibili, c’è un display di 7 pollici; a centro plancia, lo schermo a sfioramento di 8” dell'impianto multimediale, abbastanza reattivo. La presenza della batteria agli ioni di litio da 1,2 kWh del sistema ibrido limita un po’ il volume del bagagliaio, che cala di 68 litri: da 422 a 354 litri con il divano posteriore eretto e da 1305 a 1237 litri in configurazione a due posti. Il valore non è comunque male per un’auto simile; peccato solo per l’accessibilità, non delle più agevoli.

Da 30.300 euro

La Nissan Juke 1.6 HEV è già ordinabile, con consegne previste a partire da settembre. La gamma si compone degli allestimenti N-Connecta (30.300 euro), N-Design (quello dell’auto guidata, proposto a 31.500 euro) e Tekna (32.860 euro). Sono 2.700 euro in più rispetto alle Juke 1.0 con cambio robotizzato a doppia frizione: non pochi. E qualcuno potrebbe apprezzare una versione meno ricca, ma con prezzo d’attacco minore. In fase di lancio è disponibile anche la Premiére Edition che presenta rivestimenti interni specifici con impunture argentate, cerchi neri e carrozzeria bianco perla con tetto nero, a listino a 32.300 euro.

Secondo noi

Pregi
> Abitabilità. L’auto è molto comoda per quattro adulti.
> Finiture. L’abitacolo è curato e rivestito con materiali gradevoli.
> Sicurezza. Tenuta di strada e stabilità sono di buon livello, e ci sono molti aiuti alla guida.

Difetti
> Accesso al bagagliaio. La soglia di carico è alta, e il portellone non si solleva molto.
> Guida sportiva. Sfruttando al massimo la potenza, la trasmissione mostra qualche limite.
> Vetri posteriori. Sono piccoli, e limitano un po' la luminosità interna e la visuale.

SCHEDA TECNICA

Motore termico  
Carburante benzina
Cilindrata cm3 1598
No cilindri e disposizione 4 in linea
Potenza massima kW (CV)/giri 69 (94)/5600 giri
Coppia max Nm/giri 148/3600
   
Motore elettrico  
Potenza massima kW (CV)/giri 36 (49)/n.d.
   
Potenza massima complessiva kW (CV) 105 (143)
   
Emissione di CO2 grammi/km 118
No rapporti del cambio 4 +2 (robotizzato) + retromarcia
Trazione anteriore
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori dischi
   
Le prestazioni dichiarate  
Velocità massima (km/h) 172
Accelerazione 0-100 km/h (s) 10,8
Consumo medio (km/l, cliclo WLTP) 20,0
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 421/180/160
Passo cm 264
Peso in ordine di marcia kg 1282
Capacità bagagliaio litri 354/1237
Pneumatici (di serie) 225/45 R 19
Nissan Juke
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
50
43
55
25
41
VOTO MEDIO
3,2
3.168225
214
Aggiungi un commento
Ritratto di alvola2023
10 giugno 2022 - 15:27
Mi sa che mi sono salvato per giusto qualche anno nel comprare auto a prezzi ancora sensati. Non lo so gli altri, ma per me 30k su una B rialzata da 0-100 in 11 secondi (per dire, fosse almeno un'auto prestazionale), bah...
Ritratto di america
10 giugno 2022 - 15:40
6
Fortunato te! Non capisco nemmeno io tanto bene la cosa perché sembra essere molto europea come cosa. Qui negli stati uniti non ho visto grandi aumenti. anzi, costano sempre uguale le auto. Da 15 a 20 mila dollari hai le berlinette semplici. da 20-25 i piccoli suv (che per voi sono i medi). Tipo la Kicks o la Rogue (che per voi è l'x-trail) per finire sui 35 mila per una Murano o una Pathfinder. Vedendo alvolante in pratica se voi potete girare con una Juke, con gli stessi soldi da me si può girare in pathfinder....tutt'altra auto.....(al di la di consumi, motori ecc)
Ritratto di Sdruma
10 giugno 2022 - 15:59
3
Ma dai listini devi poi metterci su le tasse dello stato in cui risiedi. Alcuni ragazzi che sento in USA lamentano comunque aumenti, stato Texas e uno Montana.
Ritratto di america
10 giugno 2022 - 16:14
6
La tassazione in arizona è del 5,6% ma non la considero perché chi è residente (quindi esclusi green card, visti e simili) a fine anno le tasse te le fai ridare indietro. In pratica ogni residente è come se avesse una sua partita iva in cui poi versa le tasse solo su quando hai accumulato. Per questo i prezzi esposti non hanno iva (oltre a variare di stato in stato) e del perché gli americani sono iper consumistici e non risparmiatori: è il sistema che li fa "lavorare" così. Aumenti non ne nego, ma nell'ordine dei 500/1.000 dollari. Non prezzi raddoppiati nel giro di 2/3 anni
Ritratto di alvola2023
10 giugno 2022 - 16:17
Se non ricordo male la media continentale è attorno al 5%. Oltre che, non avevo certezze ma in un precedente commento di altro articolo anticipavo "va a finire che tanto lì poi la recuperano pure in detrazione".
Ritratto di america
10 giugno 2022 - 16:19
6
Esatto, a grandi linee funziona proprio così
Ritratto di Sdruma
11 giugno 2022 - 17:51
3
ma infatti si parlavo di quel tipo di aumenti, gli USA se hai una stabilità economica / voglia di lavorare sono uno ei top paesi in assoluto, livello sociale vabbè l'Europa non si può battere, ma come economia anni luce più in là.
Ritratto di alvola2023
10 giugno 2022 - 16:12
Concordo che leggere o peggio vedere il video della prova di un'auto attualmente proposta qui, arrivando poi il momento in cui si parla di prezzi, e fare lo stesso ma per un Suv (spesso di quelli così mastodontici che qui nemmeno ce li portano come il Toyota Sequoia) o Pick Up e MPV in vendita negli USA, fa cascare le braccia. E ciò, metto le mani avanti, anche già includendo nella considerazione il discorso iva. Cioè non è un solo fattore, tipo quale potrebbe essere gli stessi contenuti ma in un mezzo di dimensioni e abitabilità maggiori, bensì è proprio su tutto l'arco della proposta: il segmento (come hai detto tu si salta anche di un paio di grandezze), e le motorizzazioni (i V6 si buttano), ma poi anche finiture e tecnologia di bordo (cose che qui ci aspetteremmo sulle triade si alta gamma, là si portano via se non al prezzo di questa Juke ma quasi). Veramente noi europei mi sa che l'originale sta al Louvre ma la scritta Giocondi in fronte ci lampeggia a tutti quanti quando osservati da parte dei costruttori di auto.
Ritratto di MRJPINK
10 giugno 2022 - 23:39
Concordo in pieno.. questi costruttori hanno perso completamente il cervello.. 30k sembrano normali per un auto di segmento b
Ritratto di deutsch
12 giugno 2022 - 16:58
4
La Nissan fa un'altra B, la Micra e costa quasi la metà.
Pagine
Annunci

Nissan Juke usate

Prezzo minimoPrezzo medio
Nissan Juke usate 20168.80013.45041 annunci
Nissan Juke usate 201712.50014.02054 annunci
Nissan Juke usate 201813.50015.34030 annunci
Nissan Juke usate 201913.15015.57059 annunci
Nissan Juke usate 202018.99021.88029 annunci
Nissan Juke usate 202118.80022.47025 annunci
Nissan Juke usate 202221.10023.6905 annunci

Nissan Juke km 0 per anno

Prezzo minimoPrezzo medio
Nissan Juke km 0 202121.99922.9502 annunci
Nissan Juke km 0 202219.90023.9908 annunci