Nissan
Juke

da 25.000

Lungh./Largh./Alt.(cm)

421/180/160

Posti

5

Bagagliaio (litri)

354-422/1237-1305

Garanzia (anni/km)

3/100.000

In sintesi

Basata sulla piattaforma dell'alleanza Renault-Nissan usata (fra l'altro) per la Clio e la Captur, la Nissan Juke è una crossover compatta a trazione anteriore che punta a distinguersi con uno stile fuori dal comune, pur vantando una buona praticità. Più lunga di 7,5 cm rispetto al vecchio modello, ha linee tese ed elaborate, ricche di nervature, e il tetto che digrada verso la parte posteriore. Nel frontale spiccano i grandi fari tondi a metà altezza (con una grafica che ricorda un'elica) e le luci diurne orizzontali; la mascherina è contornata da uno spesso e vistoso profilo “a V”. Dietro, il lunotto è molto inclinato e i fanali sono orizzontali. Come prima, le maniglie delle porte posteriori sono celate nel telaietto dei piccoli finestrini: non sono molto comode, ma l'accessibilità e lo spazio sono ora di buon livello. Il divano è morbido anche al centro, pur se la larghezza non eccezionale limita un po' il comfort se si vuole viaggiare in cinque. Il bagagliaio è ampio nelle 1.0 (un po' meno nelle HEV) e vanta un'altezza notevole; scomodo, però, l'accesso. L'abitacolo è poco luminoso ma ben rifinito e ricco di portaoggetti; moderna la plancia, con cinque bocchette tonde del "clima", un alto tunnel a separare i due sedili e un cruscotto classico e ben leggibile. A partire dall’allestimento Acenta, l'impianto multimediale ha uno schermo di 8”. Due le scelte per i motori. Il piccolo 1.0 turbo a benzina e a tre cilindri vibra poco, non esagera con il rumore e offre una spinta progressiva e abbastanza corposa; un po' gommosi, ma comunque facili, gli innesti del cambio manuale, mentre quello robotizzato a doppia frizione è fluido nella guida tranquilla e se la cava anche in quella sportiva. C'è poi la versione ibrida full HEV, con un 1.6 a benzina, un motore elettrico e un particolare cambio robotizzato; dà il massimo in città, dove spesso il quattro cilindri sta spento (con ottimi risultati dal punto di vista dei consumi), lo spunto è rapido e la trasmissione automatica è un bell'antistress. Sugli altri percorsi, l'ibrida è fluida ma non molto adatta a una guida grintosa. La Nissan Juke offre una buona aderenza in curva e un'ottima stabilità, mentre il comfort sullo sconnesso dipende dalle misure delle gomme: con quelle di 19", sulle buche si "balla" un po'. 

Versione consigliata

Una 1.0 N-Connecta col pacchetto di optional che aggiunge gli aiuti elettronici alla guida, e con il cambio DCT se la si usa molto nel traffico. Oppure, un'ibrida HEV se ci sono incentivi all'acquisto e agevolazioni (di vario tipo) nei comuni che frequentate più spesso.

Perché sì

Abitabilità Lo spazio è molto cresciuto rispetto al vecchio modello.

Finiture I passi avanti sono notevoli: ora, la Juke è una crossover ben realizzata. 

Motore Il piccolo 1.0 turbo si adatta bene al tipo di auto: è fluido e abbastanza prestante. Ancor più economa (soprattutto nel traffico) l'ibrida.

Perché no

Accesso al bagagliaio La soglia di carico è distante da terra e il portellone non si solleva molto.

Comfort con le ruote di 19" Le versioni con i cerchi più grandi faticano un po' ad assorbire morbidamente lo sconnesso.

Vetri posteriori Le dimensioni ridotte limitano la visuale e l'ariosità dell'abitacolo.

SALIAMO A BORDO

Nissan Juke
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
64
55
67
34
49
VOTO MEDIO
3,2
3.18959
269

Photogallery

Le promozioni attive
Nissan Juke N-Connecta Hybrid da € 199 al mese
Nissan Juke N-Connecta Hybrid a € 25.000 con finanziamento, permuta o rottamazione
Prezzo scontato a € 25.000 €
Prezzo di listino € 31.000 €
-19%