PRIMO CONTATTO

Nissan Micra: più sprint col nuovo 1.0 turbo

La Nissan Micra 1.0 N-Sport è un’auto divertente da guidare: l’inedito tre cilindri da 117 CV è fluido e vivace e lo sterzo preciso. Belli i cerchi neri di 17”, ma il comfort sullo sconnesso ne risente un po’.

29 gennaio 2019
  • Prezzo (al momento del test)

    € 19.100
  • Consumo medio

    20 km/l
  • Emissioni di CO2

    114 grammi/km
  • Euro

    6d-Temp
Nissan Micra
Nissan Micra 1.0 DIG-T 117 CV N-Sport
È la versione di punta

Abbandonato il vecchio 0.9 turbo a benzina da 90 CV (a eccezione della nuova versione a Gpl, da 16.450 euro), ora ad affiancare la Nissan Micra 1.0 da 71 CV (con il tre cilindri aspirato), sono disponibili la 1.0 turbo da 100 CV (anche automatica, col cambio CVT a variazione continua di rapporto, da 16.700 euro) e la 1.0 DIG-T turbo a iniezione diretta di benzina da 117 CV, nella versione N-Sport (con lo sterzo rivisto, per renderlo più preciso, le sospensioni irrigidite e l’assetto ribassato di 1,1 cm), oggetto del nostro test. All’esterno questa variante è riconoscibile per i cerchi neri di 17”, i gusci degli specchi retrovisori con un disegno che simula la fibra di carbonio e alcuni dettagli in nero lucido (modanature nella parte bassa delle porte e dei paraurti), mentre all’interno ci sono i sedili sportivi in Alcantara e inserti in finta pelle, le bocchette dell’aria bianche, il bracciolo tra i sedili anteriori e la retrocamera a distinguerla dalle altre versioni. Sempre comodo per due il divano (il posto centrale offre poco agio), mentre l’accesso ai posti dietro non è dei più agevoli, per via della forma delle porte e delle maniglie integrate nei montanti.Di serie gli alzavetro posteriori elettrici (oltre a quelli anteriori), come per la N-Connecta e la Tekna.

Non più solo Apple…

Ad eccezione dei rivestimenti e di alcuni particolari, comunque, gli interni sono quelli degli altri allestimenti della Nissan Micra: davanti lo spazio non manca e lo stile è giovanile, con tinte vivaci e gradevoli accostamenti a contrasto. I sedili, accoglienti, hanno ampie regolazioni (precisa quella, a rotella, dello schienale) e offrono un valido sostegno in curva. Il divano è abbastanza largo, ma al centro la seduta, rigida e rialzata, è scomoda. La porta che risale verso il montante posteriore e il finestrino piccolo aumentano il senso di protezione per chi siede dietro, ma tolgono un po’ di luce. La plancia, ben rifinita, ha la parte centrale morbida rivestita in Alcantara e lo schermo di 7” del navigatore; che adesso è più sensibile al tocco e rende possibili le “zoomate” sulle mappe “pizzicando” lo schermo. Migliorato il sistema multimediale NissanConnect: nell’ultima versione, oltre ad Apple CarPlay comprende pure Android Auto. Anche per i comandi comandi vocali c’è stata un’evoluzione, con una migliore comprensione del linguaggio; inoltre, sono state aggiunte nuove funzioni, come quella che permette di cercare una destinazione dal computer o dallo smartphone e inviarla poi al navigatore satellitare dell’auto. Da notare, poi, che le mappe del Gps sono aggiornabili gratuitamente da internet. Peccato che non sia stato migliorato il cassetto di fronte al passeggero anteriore: è di aspetto economico, in plastica rigida e sottile e non ha la discesa frenata (aprendolo, “cade” sulle ginocchia).

Pochi cavalli che contano

La Nissan Micra è estremamente maneggevole in città, grazie allo sterzo leggero e al 1.0, pronto ai bassi regimi, fluido e poco rumoroso. L’utilitaria giapponese è piacevole da guidare anche nei percorsi ricchi di curve, dove si fa apprezzare per l’elevata tenuta di strada e lo sterzo preciso; il piccolo tre cilindri spinge bene, sale di giri con una buona progressione e con i suoi 117 CV, pur non avendo un temperamento sportivo, riesce a dare sprint alla vettura, che ha un bello spunto in partenza e risponde bene anche in ripresa. La rumorosità del motore è sotto controllo ad andatura costante, un po’ meno nelle accelerate decise e agli alti giri. Per contro, in autostrada si avverte il rotolamento dei pneumatici di 17” della DIG-T N-Sport, che fanno sentire anche le irregolarità del fondo, limitando un po’ il comfort. Quanto ai consumi, alla fine del test il computer di bordo segnava circa 15 km/litro (contro un dato di omologazione di 20). Scarsa la visibilità posteriore; in manovra, tuttavia, a metterci una pezza c’è (di serie) la telecamera posteriore, che riprende l’area dietro la vettura quando si inserisce la retromarcia.

Non tralascia la sicurezza

La dotazione della Nissan Micra 1.0 DIG-T N-Sport, particolarmente improntata alla sportività, comprende i cerchi in lega di 17”, lo spoiler sul tetto, i vetri posteriori scuri, ma non prevede il “clima” automatico, il poggiatesta posteriore centrale e la telecamera perimetrale, presenti, invece, sulla Tekna. Curata la sicurezza, con la frenata automatica d’emergenza e, a pagamento (nel Safety Pack Plus, 600 euro), il mantenimento in corsia, la telecamera per il riconoscimento dei segnali stradali, gli abbaglianti automatici e i sensori di pioggia. L’impianto hi-fi della Bose, con altoparlanti anche nel poggiatesta del guidatore, e il sistema multimediale NissanConnect, sono nel Tech Pack, a 550 euro.

Secondo noi

PREGI

> Guida. L’auto ha un assetto equilibrato che la rende sicura tra le curve; inoltre, si fa apprezzare per lo sterzo leggero e preciso.
> Motore. Il 1.0 turbo a tre cilindri, vibra poco e regala il giusto brio alla vettura.
> Personalità. La carrozzeria, segnata da evidenti nervature e con una linea grintosa, convince e rende originale la vettura.

DIFETTI
 
> Accessibilità posteriore. La forma delle porte obbliga ad abbassare la testa per accedere al divano, e le maniglie alte, nei montanti, non sono comode.
> Posti dietro. Il divano è comodo solo per due adulti e mancano le maniglie al soffitto. 
> Ruote di 17”. Hanno un look che rende più sportiva la vettura, ma peggiorano il comfort, anche a livello acustico (il rumore di rotolamento sull’asfalto si fa sentire nell’abitacolo).
 

SCHEDA TECNICA
Carburante benzina
Cilindrata cm3 999
No cilindri e disposizione 3 in linea
Potenza massima kW (CV)/giri 86 (117)/5250 giri
Coppia max Nm/giri 180/1750-4000
Emissione di CO2 grammi/km 114
Distribuzione 4 valvole per cilindro
No rapporti del cambio 6 + retromarcia
Trazione anteriore
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori tamburi
   
Le prestazioni dichiarate  
Velocità massima (km/h) 195
Accelerazione 0-100 km/h (s) 9,9
Consumo medio (km/l) 20
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 400/174/146
Passo cm 253
Peso in ordine di marcia kg 1020
Capacità bagagliaio litri 300/1004
Pneumatici (di serie) 205/45 R17
Nissan Micra
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
52
68
53
20
21
VOTO MEDIO
3,5
3.51402
214
Aggiungi un commento
Ritratto di Fra977
29 gennaio 2019 - 16:23
Un mille di questa potenza con i cerchi da 17 non mi sembra molto affidabile col tempo,sia per il motore troppo spinto che per la durata dell'auto e degli assemblaggi con tali cerchi. Con le strade che ci sono a 50000 chilometri quest'auto potrebbe smontarsi da sola. Secondo me le utilitarie od auto cittadine sia di segmento A che di B,non necessitano ne di queste potenze ne di questi cerchi fatti solamente per apparire. Tutto sommato non è male quest'auto,piacevole ed odierna. La preferirei con un motore meno potente e cerchi standard,che per la città è il massimo.
Ritratto di Fabri54
29 gennaio 2019 - 16:55
1
Dietro ha ancora i finestrini a manovella o finalmente sono passati ai vetri elettrici? E le casse? sempre e solo davanti?
Ritratto di HaldeX
30 gennaio 2019 - 09:27
1
Chissà me lo chiedevo anche io, mille dotazioni poi mancano quelle di base...
Ritratto di Boys
3 febbraio 2019 - 14:11
1
Concordo Fabri ..e niente clima automatico a oltre 19.000 euro?? a meno che di scontissimi sembra quasi fuori mercato...
Ritratto di manuel1975
29 gennaio 2019 - 16:57
CONSUMI REALI DA VERIFICARE
Ritratto di carmelo.sc
29 gennaio 2019 - 17:32
20km/l dichiarato....e menomale con il ciclo WLTP i dati sarebbero stati più realistici!!!
Ritratto di mika69
30 gennaio 2019 - 11:57
La Suzuki di mio figlio, 1.0 turbo automatica, fa esattamente quanto dichiarato dalla casa. Ok, non fa molta città, ma siamo lì.
Ritratto di PETROLHEAD_08
29 gennaio 2019 - 18:37
Sempre la più bella del segmento sta micra. Peccato per gli assurdi e obsoleti tamburi. Che risparmi risibili fanno (filosofia made by Renault).
Ritratto di marcoveneto
29 gennaio 2019 - 18:41
Interessante come linea esterna, dentro non è malvagia anche se scivola su più di un dettaglio.. Sarebbe bello capire se finalmente hanno messo i 4 vetri elettrici.. Ma davanti ha fari normali alogeni o a led? Dalle foto sembrerebbe non monti i soliti fari delle altre micra.. Però non c è scritto alcunché..
Ritratto di Gwent
29 gennaio 2019 - 19:19
Sta macchina numme piace e non mi comunica nulla, neanche giapponese sembra. Questo naturalmente imho e con rispetto parlando. Un saluto. Gwent.
Pagine