PRIMO CONTATTO

Renault Captur: nel traffico senza stress

La Renault Captur full hybrid viaggia fluida e silenziosa, soprattutto in città, e promette consumi contenuti. Ma l’ingombro del sistema ibrido riduce la capacità del bagagliaio.
Pubblicato 08 luglio 2021
  • Prezzo (al momento del test)

    € 28.700
  • Consumo medio (dichiarato)

    20 km/l
  • Emissioni di CO2 (dichiarate)

    121 grammi/km
  • Euro

    6d
Renault Captur
Renault Captur 1.6 Hybrid 145 R.S. Line E-Tech
Ecco la terza ibrida

Lanciata alla fine del 2018, la seconda generazione della Renault Captur è una crossover compatta ma anche ospitale, oltre che moderna nello stile. Non c’è diesel, ma in compenso si può scegliere con motori a benzina, a Gpl oppure ibridi, addirittura di tre diversi tipi. Alla 1.3 TCe mild hybrid e alla 1.6 E-Tech plug-in, infatti, ora si aggiunge questa versione intermedia: la 1.6 E-Tech full hybrid, con la stessa meccanica che abbiamo già provato filante crossover-coupè Arkana (qui il primo contatto) e nella piccola Clio.

Si tratta di un sistema sofisticato, che combina un 1.6 a benzina da 94 CV a due motori elettrici: il più potente (da 49 CV) muove le ruote, da solo o insieme al 1.6, l’altro (da 20 CV) fa da motorino d’avviamento e da sincronizzatore della trasmissione. Il cambio, a quattro rapporti e dal funzionamento automatico, entra in funzione solo quando la vettura è già in movimento, dato che la Renault Captur E-Tech parte sempre in modalità elettrica, sfruttando la batteria agli ioni di litio da 1,2 kWh che si ricarica durante i rallentamenti (ancora di più se si utilizza la modalità “B” del cambio). Il sistema eroga una potenza combinata di 143 CV e, secondo la casa, permette alla crossover francese di accelerare da 0 a 100 km/h in 10,6 secondi.

Parola d’ordine, fluidità

Guidando tranquilli, della Renault Captur E-Tech si apprezzano la silenziosità e la fluidità di marcia. In città, per la gran parte del tempo si viaggia solo in elettrico, e anche quando il 1.6 si avvia e inizia a distribuire potenza alle ruote non si avvertono scossoni. Rimandiamo una misurazione più precisa a una prossima prova su strada, ma già in questa prima presa di contatto svolta prevalentemente su strade di città e statali, la Renault Captur E-Tech 145 ci è parsa economa: alla fine del test, il computer di bordo segnava 19,6 chilometri con un litro, un valore non lontano dai consumi dichiarati. Si può anche selezionare la modalità di guida Sport: il motore a benzina resta in funzione molto più spesso e l’andatura si fa più briosa, ma insistendo sull’acceleratore la rumorosità diventa evidente. Leggero, diretto e abbastanza preciso lo sterzo, mentre gli ammortizzatori non troppo morbidi e i cerchi da 18” dell’allestimento R.S. Line della prova lasciano filtrare nell’abitacolo le asperità più “secche”.

Spaziosa sì, ma si perdono litri

Curato tanto nello stile quanto negli assemblaggi, l’abitacolo della Renault Captur ospita comodamente anche chi siede dietro grazie allo spazio e alla presenza delle bocchette del “clima” e di due porte Usb per ricaricare smartphone e tablet. Moderna la plancia, che integra due display, uno da 7” per il cruscotto digitale - di buona leggibilità ma non molto personalizzabile nelle schermate - e l’altro, posizionato a sbalzo al centro, per il sistema multimediale. Di serie è disposto orizzontalmente e ha una diagonale di 7”, ma per 300 euro si può avere un display più grande, a sviluppo verticale e di 9”3.

Abbastanza rapido e intuitivo da utilizzare in entrambe i casi, offre su questa versione il navigatore e i protocolli di connessione agli smartphone via Apple CarPlay e Android Auto. Tutti i comandi sono a portata di mano, inclusi quelli del climatizzatore automatico (che, però, è solo monozona). Per riporre gli oggetti si può contare su capienti tasche nelle porte e sull’ampio vano sotto la leva del cambio, e anche il bagagliaio si fa apprezzare per la praticità: ha una forma regolare, un ampio portellone e il divano scorrevole. Ma la soglia di carico dista ben 78 cm dal suolo e, a causa dell’ingombro della batteria, rispetto alle versioni solo a benzina o alle ibride leggere perde 115 litri: la capienza minima (a divano tutto indietro) è di 305 litri, anziché 420. 

La dotazione è buona

La Renault Captur E-Tech 145 è già ordinabile. I prezzi partono da 25.750 euro per la Zen che comprende, tra l’altro, il climatizzatore manuale, il cruise control, i fari full led, la frenata di emergenza automatica con riconoscimento di pedoni e ciclisti, il sistema di mantenimento in corsia, l’accesso senza chiave e gli specchietti ripiegabili elettricamente. La R.S. Line che abbiamo guidato costa 2.950 euro in più e aggiunge, oltre agli accessori già citati (sistema multimediale con navigatore e “clima” automatico), i vetri posteriori scuri, la retrocamera e i sensori di parcheggio anche anteriori, nonché diversi elementi sportivi: i cerchi di 18”, paraurti più grintosi nello stile, rivestimenti specifici con cuciture rosse. Rispetto alla versione ibrida plug-in E-Tech 160 - con un sistema ibrido simile, ma con una batteria da 9,8 kWh ricaricabile via cavo, per un’autonomia dichiarata in solo elettrico di 50 km - con questa E-Tech 145 si risparmiano (a parità d’allestimento) circa 6.000 euro.

Secondo noi

PREGI
> Impianto multimediale. Piacevole nella grafica e di facile utilizzo, offre anche numerose funzionalità .
> Interni. L’abitacolo è moderno e ispira una sensazione di qualità: gli assemblaggi sono precisi e i comandi facili da raggiungere. Buona l’abitabilità.
> Sistema ibrido. Ha un funzionamento fluido e silenzioso, e a basse velocità fa viaggiare molto spesso in elettrico: realistici i bassi consumi dichiarati per il 1.6.

DIFETTI
> Bagagliaio. Si sfrutta bene grazie al divano scorrevole, ma la capienza non è un granché. E la soglia di carico è alta da terra.
> Climatizzatore. Ha comandi riusciti e la regolazione automatica è efficace. Ma non c’è, neppure a pagamento, una versione bizona.
> Comfort. Sullo sconnesso, i cerchi di 18” della R.S. Line usano qualche saltellamento sulle asperità più “secche”.

SCHEDA TECNICA

Motore termico  
Carburante benzina
Cilindrata cm3 1598
No cilindri e disposizione 4 in linea
Potenza massima kW (CV)/giri 69 (94)/5600 giri
Coppia max Nm/giri 148/3600
   
Motore elettrico 1  
Potenza massima kW (CV)/giri 36 (49)/n.d.
   
Motore elettrico 2  
Potenza massima kW (CV)/giri 15 (20)/n.d.
   
Potenza massima complessiva kW (CV) 105 (143)
   
Emissione di CO2 grammi/km 111
No rapporti del cambio 4 +2 (robotizzato) + retromarcia
Trazione anteriore
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori dischi
   
Le prestazioni dichiarate  
Velocità massima (km/h) 170
Accelerazione 0-100 km/h (s) 10,6
Consumo medio (km/l, cliclo WLTP) 20,0
Autonomia max in elettrico (km, cliclo WLTP) 3 km circa
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 423/180/158
Passo cm 264
Peso in ordine di marcia kg 1364
Capacità bagagliaio litri 305-421/11149
Pneumatici (di serie) 225/55 R18
Renault Captur
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
62
61
40
29
31
VOTO MEDIO
3,4
3.421525
223


Aggiungi un commento
Ritratto di 19andrea81
8 luglio 2021 - 16:35
Macchina perfetta per fare il taxi se non fosse per il bagagliaio piccolo
Ritratto di Volpe bianca
8 luglio 2021 - 16:45
Tra le prime due foto c'è scritto "plug-in hybrid", mentre è full hybrid
Ritratto di Alfiere
8 luglio 2021 - 18:56
1
Saranno le foto della plug, tanto sono uguali esternamente
Ritratto di gt3mc12
8 luglio 2021 - 16:54
In strada macchina bella e proporzionata anche le basic con prezzo allettante ovvio serve amante del genere. A parte il prezzo eccessivo comode le ricaricabili per chi ha il box e il casalavoro a portata
Ritratto di 82BOB
8 luglio 2021 - 17:52
Questo sistema ibrido Renault è molto interessante. Sarebbe bella una comparativa tra Renault Captur e Honda Jazz.
Ritratto di Dr.Torque
9 luglio 2021 - 08:56
L'auto in sé non mi esalta ma sono d'accordo nel ritenere la via dell'ibrido di Renault come la soluzione più interessante attualmente disponibile sul mercato. Resta solo da verificarne l'affidabilità.
Ritratto di demarchig
12 luglio 2021 - 13:26
Ma non hanno già fatto la comparativa ful Hybrid Clio/Jazz/Yaris ?
Ritratto di Pintun
8 luglio 2021 - 20:25
Interessante ma non comprerei una Csptur per avere il baule di una Clio, che poi rispetto alla Clio consuma pure di più. Finché non risolvono il problema delle batterie che uccidono il baule niente ibride
Ritratto di Meandro78
8 luglio 2021 - 20:34
Oppure pensano a vetture immaginate con tali motorizzazione e le si disegna razionalmente partendo da quelli.
Ritratto di Roomy79
8 luglio 2021 - 21:39
1
Questa formula tecnica pensando All' affidabilita' dai 4 -5 anni in su fa salire i brividi
Pagine