PRIMO CONTATTO

Renault Clio: voce bassa, scatto ok e qualche “rumorino”

La Renault Clio si aggiorna: più curati gli interni (non eliminati, però, gli scricchiolii). Il 1.2 TCe da 120 CV spinge bene e in silenzio: su strada, l’auto convince per agilità.

22 luglio 2016
  • Prezzo (al momento del test)

    € 17.850
  • Consumo medio

    18,9 km/l
  • Emissioni di CO2

    120 grammi/km
  • Euro

    6
Renault Clio
Renault Clio 1.2 TCe Intens
Fari a led

Squadra che vince non si cambia: a quattro anni dal lancio, la Renault Clio è l'utilitaria più venduta d'Europa e, per l'aggiornamento di metà carriera, alla Renault sono intervenuti solo dove serviva. Fuori, cambiano il paraurti anteriore e (in maniera impercettibile) quello posteriore (la parte colorata ai lati scende più in basso). Nuovi anche i fari (sulla Intens del test, la versione più ricca, sono di tipo bi-led, con luci diurne “a uncino” integrate e non più “a listello” nella griglia); dietro, i fanali sono invece bordati di nero. Invariata la meccanica (anche per la sportiva R.S. proposta con 200 e 220 CV): le uniche novità sono il 1.5 dCi a gasolio da 110 CV (di cui troverete il primo contatto su alVolante in edicola dal 10 agosto) e, per la 1.2 TCe da 120 cavalli da noi guidata, il cambio manuale (prima era disponibile solo con il robotizzato a doppia frizione EDC). Con l'aggiornamento, però, non sono stati introdotti i più recenti sistemi di sicurezza, già disponibili su alcune rivali, come la frenata automatica di emergenza. Inoltre, come prima, gli airbag a tendina (che si aggiungono a quelli frontali e a quelli laterali) proteggono solo i passeggeri anteriori e non  (come su quasi tutte le concorrenti) anche la testa di chi siede dietro. Già ordinabile, la Clio ha prezzi a partire da 13.350 euro e arriverà nelle concessionarie a settembre.

Dentro, nuovi materiali

Il tallone d’Achille della Renault Clio erano le finiture, e alla Renault hanno lavorato bene per migliorarle: dalla versione intermedia Zen la plancia ha un rivestimento morbido, che si estende ai pannelli porta e ai poggiabraccia (prima parzialmente in plastica lucida e rigida, oggi integrano inoltre nuovi comandi per gli specchietti). I profili in plastica con effetto cromato sono poi stati sostituiti con eleganti elementi che imitano in maniera più convincente il metallo satinato. Il volante è meno “giocattoloso”, grazie all'eliminazione degli inserti in plastica lucida nelle razze laterali e a un più esteso uso di pelle di migliore qualità. Nuovi anche i rivestimenti, mentre i sedili (di tipo sportivo per la Intens) contengono meglio il busto. In più, gli specchietti nelle alette sono ora illuminati, mentre quello centrale è autoanabbagliante sulle versioni più ricche. Infine, un bel pomello tondo con effetto-metallo ha sostituito quello profilato con finta cromatura sulla sommità usato anche nelle Dacia (il marchio low costo della Renault). Le modifiche interessano anche la famigliare Sporter, in listino a 800 euro in più.

Ma certi montaggi ancora no...

Se i materiali convincono (anche se le migliori rivali della categoria fanno ancora meglio), lo stesso non si può dire dei montaggi. Nelle vetture guidate gli scricchiolii non mancavano: durante la marcia dalla plancia, e più in generale appoggiando il gomito sul pannello porta o toccando con la gamba la consolle centrale. Bene, invece, il sistema multimediale R-Link Evolution: introdotto circa otto mesi fa sulla Renault Clio in via di pensionamento, ha uno schermo ben definito e sensibile al tatto e risponde rapidamente ai comandi impartiti. Integra un navigatore che segnala anche la possibile presenza di autovelox, ma che ha solo le mappe dell'Italia: quelle europee costano 150 euro.

Spinge in silenzio

La taratura di sterzo e sospensioni non è cambiata e, in marcia, si apprezza l'equilibrio della Renault Clio: agile nelle curve, ha una elevata tenuta di strada e un retrotreno che non si rivela mai “nervoso”, neppure forzando il ritmo. Anche con i cerchi di 17'' con gomme 205/45 (da 350 euro) l'assorbimento rimane di buon livello: solo sulle asperità più marcate si “balla” un po'. Il 1.2 TCè è un quattro cilindri turbo a benzina dall'erogazione molto regolare: spinge con vigore dai bassi regimi fino a quasi 6000 giri e, complice anche la sua silenziosità, dà quasi l'impressione che l'auto vada meno di quanto il tachimetro in realtà riveli. E non pare neppure assetato: a fine test, su scorrevoli strade provinciali, il computer di bordo indicava 14,7 km/l in media. A 130 km /h il propulsore lavora a 3000 giri in ultima marcia, pronto ad allungare senza indecisioni; come già sulla Clio del 2012, però, i fruscii si fanno notare. Il cambio manuale a sei marce è gradevole da usare, dalla corsa ben definita e non lunga, la cui leva richiede però un po' di forza per essere azionata e dagli innesti un po' contrastati. Critica, in manovra, la visibilità (il lunotto è una feritoia e i montanti sono massici). In questa edizione aggiornata, però, la Clio può ora avere sia la telecamera di retromarcia sia il sistema di parcheggio semi-automatico (l'auto usa i sensori di parcheggio per capire se uno spazio è sufficiente e manovra lo sterzo per entrarvi, il guidatore deve pensare solo ai pedali): sono nel pacchetto Intens (1.200 euro, con “clima” automatico e retrovisori ripiegabili elettricamente).

Secondo noi

PREGI
> Guida. Anche forzando il ritmo la Clio ispira confidenza e non ha mai reazioni brusche. E non è neppure scomoda.
> Materiali. Il passo avanti è evidente: le plastiche morbide e la pelle sono di buona qualità, mentre i profili che imitano il metallo spazzolato sono ben realizzati.
> Motore. Il 1.2 TCe spinge bene e in silenzio. E non pare neppure assetato.

DIFETTI
> Fruscii. In velocità l'aria che scorre sulla carrozzeria (specialmente attorno agli specchietti) si fa notare.
> Montaggi. Non tutto quello che si tocca dà l'idea di essere fissato saldamente; sulle auto guidate non mancavano scricchiolii durante la marcia.
> Sistemi di sicurezza. Anche sulle versioni più ricche c'è il minimo indispensabile: sei airbag, cruise control ed Esp. Alcune rivali offrono sistemi di sicurezza più evoluti, come la frenata automatica d'emergenza.

SCHEDA TECNICA
Cilindrata cm3 1197
No cilindri e disposizione 4 in linea
Potenza massima kW (CV)/giri 87 (120)/5500 giri
Coppia max Nm/giri 205/2000
Emissione di CO2 grammi/km 120
Distribuzione 4 valvole per cilindro
No rapporti del cambio 6 + retromarcia
Trazione anteriore
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori tamburi
   
Le prestazioni dichiarate  
Velocità massima (km/h) 199
Accelerazione 0-100 km/h (s) 9
Consumo medio (km/l) 18,9
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 406/173/145
Passo cm 259
Peso in ordine di marcia kg n.d.
Capacità bagagliaio litri 300/1146
Pneumatici (di serie) 195/55 R16
Renault Clio
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
127
146
79
48
56
VOTO MEDIO
3,5
3.526315
456
Aggiungi un commento
Ritratto di manuel1975
22 luglio 2016 - 17:04
1.2 4 cilindri turbo . il 900 ha 90 cv
Ritratto di herm52
22 luglio 2016 - 13:25
Non so se è per efficienza o per risparmio, forse è più credibile la seconda ipotesi, ma non ho ancora capito la motivazione di mantenere i freni a tamburo al retrotreno.
Ritratto di nicktwo
22 luglio 2016 - 13:32
sono varie piccole cose che permettono di limare il costo di produzione e proporre una vettura nel complesso accettabile a un prezzo vantaggioso... la clio, almeno nella motorizzazione 1.2 benzina da 75 cv, e' chiavi in mano fra le piu' economiche del segmento... oltre tutto col surplus di essere anche disponibile come sw... saluti
Ritratto di autolog
22 luglio 2016 - 15:04
La Clio è un po la Tipo della Renault... io trovo che sia un'auto riuscita e con un buon rapporto qualità prezzo. Solo gli interni erano indecorosi, ma ora pare che il grosso lo abbiano sistemato. Basta non alzino i prezzi..... quello indicato qui nella prova mi sembra da fuori di testa, anche se sarà sicuramente una versione pluriaccessoriata.
Ritratto di nicktwo
22 luglio 2016 - 16:41
sul prezzo e' da capire perche' trattasi comunque di 120cv e onestamente presumendo un prezzo reale chiavi in mano di 14-14.5 mila euro non mi sembra per niente un prezzo fuori luogo visto anche che per tale motore l'allestimento dovrebbe essere il top... alla fine mantenendo praticamente lo stesso prezzo del pre restilyng hanno migliorato gli interni ma le hanno tolto il cambio automatico... insomma la macchina sta vendendo e in qualche modo ne hanno sfruttato il fattore successo risparmiandosi un po' di soldi dell'automatico... saluti
Ritratto di nicktwo
22 luglio 2016 - 16:43
inoltre penso sara' un errore il fatto che la gamma partirebbe da 15.350 euro... quelli dovrebbero servire per lo 0.9 tce, mentre alla base della gamma ci sarebbe il 1.2 aspirato 75 cv che dovrebbe stare di listino sotto i 14 mila... saluti bis
Ritratto di autolog
22 luglio 2016 - 20:30
Che son cmq tantini se pensi che una Tipo parte da circa 13.000.... o no?
Ritratto di nicktwo
23 luglio 2016 - 07:13
he lo so.... e' il dramma di quando si chiede qualche cavallo in piu' e un motore turbo invece che aspirato, subito rincarano il prezzo, e non poco... come avevo gia' detto sopra il modello della clio, che segue un po' la filosofia della tipo benzina aspirata 95 cv, e' la versione d'ingresso appunto anche lei benzina aspirata della clio da 75 cv, che si porta a casa a meno di 11 mila euro... anche se concordo con te che, per le mie esigenze, anche io ci metterei poco piu' di un migliaio di euro in aggiunta e punterei decisamente sulla tipo che appunto per poca spesa in piu' è piu' spaziosa, piu' potente (anche se piu' pesante), meglio allestita... inoltre della tipo ancora non si conoscono i consumi reali del benzina ma poco male perche' a prescindere il 75 cv della clio non offre niente di straordinario in tali termini ed e' risaputamente pure abbastanza spompato quindi difficilmente la tipo fara' peggio e quindi riconfermata la preferenza per la tipo... saluti
Ritratto di autolog
23 luglio 2016 - 15:31
Però meno di 11.000 euro sarebbe anche accettabile come prezzo di partenza per l'aspirato. Speriamo rimanga così la cosa!
Ritratto di Claus90
22 luglio 2016 - 14:39
Quest'auto non mi ha mai fatto impazzire, forse è molto venduta perchè praticano sconti consistenti, però se equipaggiata col 1.5 dci da 110 cv è bell'affare.
Pagine