PRIMO CONTATTO

Renault Scénic X-Mod: famigliare dal carattere “duro”

È la versione più corta della nuova Scénic (ha 5 posti anziché 7, e 22 cm di lunghezza in meno). Si tratta di una monovolume grintosa, la cui eccellente abitabilità contrasta con un assetto sin troppo rigido e sportivo. Tanto da compromettere il comfort.

21 agosto 2009

Listino prezzi Renault Scénic X-Mod non disponibile

  • Prezzo (al momento del test)

    € 22.750
  • Consumo medio

    19,2 km/l
  • Emissioni di CO2

    136 grammi/km
  • Euro

    5
Renault Scénic X-Mod
Renault Scénic X-Mod 1.5 dCi 110 CV Dynamique
Originale davanti e dietro

Il frontale è aggressivo, con inserti color alluminio ai lati e generose prese d’aria, mentre dietro ci sono inedite luci “a boomerang”. La X-Mod è la versione “corta” della Scénic (434 cm e 5 posti, anziché 456 cm e 7 posti): è l’ideale per chi cerca una monovolume grintosa – come viene ben sottolineato dalle ruote di 17” con gomme ribassate – ma anche relativamente compatta come pure generosa in termini di abitabilità.

Il motore della versione da noi testata è un 1.5 turbodiesel da 110 CV (è disponibile anche in versione da 106 CV, ma è omologato Euro 4 anziché Euro 5 ed è sprovvisto di filtro antismog). Il prezzo è inferiore alla media della categoria, ma la dotazione di serie è piuttosto completa: comprende anche il navigatore, il cruise-control, il climatizzatore bizona e i sensori di parcheggio posteriori.

Tanto spazio, ma alcuni comandi fuori posto

La plancia è moderna, con una grande “palpebra” che ospita la strumentazione digitale, e i materiali utilizzati trasmettono una gradevole sensazione di qualità. L’abitacolo è luminoso e l’abitabilità davvero notevole: c’è spazio per cinque adulti, senza sacrifici per chi siede dietro.

Ampio anche il bagagliaio. Apprezzabile l’abbondanza di vani portaoggetti, mentre è criticabile la posizione dei comandi del navigatore e del pulsante che attiva il freno a mano elettronico, seminascosta dal cambio. Scomodo il bracciolo fra i sedili anteriori.

Grande tenuta di strada, ma scarso comfort

Le sospensioni rigide e le ruote con gomme ribassate, assieme a uno sterzo (servoassistito elettricamente) molto rapido e preciso la rendono divertente da guidare, oltre che efficace e sicura. Tuttavia, le buche si sentono troppo e il comfort è più da sportiva che da famigliare.

Il motore è sufficientemente brillante, però non impressiona per grinta: chi “ha fretta” farà bene a orientarsi sui più potenti 1.9 e 2.0 (fino a 160 CV). Secondo la Casa può spingere la Scénic fino a 180 km/h e farla passare da 0 a 100 km/h in 12,3 secondi: sono dati realistici. È comunque molto fluido nel funzionamento e anche piacevolmente silenzioso, oltre ad apparire abbastanza parco nei consumi (19,2 km/l dichiarati).

Secondo noi

> PREGI
Navigatore. Fornisce indicazioni chiare ed è di serie già per la versione "base".
Spazio. Non manca né davanti né dietro, dove ci sono tre poltrone singole: si viaggia comodi in cinque.
Sterzo. Era un punto debole della versione precedente: ora è rapido e preciso.

> DIFETTI
Bracciolo. È scomodo perché si trova all’altezza dell’anca: troppo in basso per appoggiarci il gomito.
Comandi. Il freno a mano a pulsante è mal posizionato, e i comandi del navigatore sono poco intuitivi.
Comfort. Con la taratura sportiva delle sospensioni si è ricercata la massima guidabilità, ma si paga pegno sui fondi sconnessi.

 

 

SCHEDA TECNICA
Cilindrata cm3 1461
No cilindri e disposizione 4 in linea
Coppia max Nm/giri 240/2000
Potenza massima kW (CV)/giri 81 (110)/4000
Emissione di CO2 grammi/km 136
Distribuzione 2 valvole per cilindro
No rapporti del cambio 6 + retromarcia
Trazione anteriore
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori dischi
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 434/185/164
Passo cm 270
Peso in ordine di marcia kg 1419
Capacità bagagliaio litri 437-522/1637
Pneumatici (di serie) 205/55 R 17
Alla base c’è la 1.6 16V a benzina da 110 CV (costa 19.500 euro). Più potente e sofisticata la 1.4 TCe, una turbo da 130 CV (e da 22.000 euro). Le diesel “partono” dalla 1.5 dCi, disponibile in versione da 106 CV (attenzione, è l’unica Euro 4 della famiglia: le altre sono tutte Euro 5) e da 110 CV. Salendo di cilindrata ci sono un 1.9 da 131 CV e un 2.0 da 150 CV (installato nella versione Proactive con cambio automatico, da 28.750 euro) e da 160 CV. Gli allestimenti partono dal più semplice Confort passando al già completo Dynamique, ma dalla 1.5 dCi in su si può avere anche il più raffinato Luxe.
Versione Prezzo Alim cm³ CV/kW km/h 0-100 km/l CO2 kg
1.4 TCe Comfort 22.000 B 1.397 130/96 190 10,5 14,1 168 1379
1.4 TCe Dynamique 23.250 B 1.397 130/96 190 10,5 14,1 168 1379
1.6 16V Confort 19.500 B 1.598 110/81 185 11,7 13,3 174 1362
1.6 16V Dynamique 20.750 B 1.589 110/81 185 11,7 13,3 174 1362
1.5 dCi Confort 21.500 D 1.461 106/78 180 12,4 20,4 130 1420
1.5 dCi Confort 21.500 D 1.461 110/81 180 12,3 19,2 136 1419
1.5 dCi Dynamique 22.750 D 1.461 110/81 180 12,3 19,2 136 1419
1.5 dCi Luxe 24.000 D 1.461 110/81 180 12,3 19,2 136 1419
1.9 dCi Dynamique 24.000 D 1.870 131/96 195 n.d. 18,2 145 1468
1.9 dCi Luxe 25.250 D 1.870 131/96 195 n.d. 18,2 145 1468
2.0 dCi Luxe Proactive 28.750 D 1.995 150/110 200 9,7 14,3 184 1577
2.0 dCi Luxe 26.545 D 1.995 160/118 205 9,1 15,2 173 1547
VIDEO
Aggiungi un commento