PRIMO CONTATTO

Smart fortwo cabrio: brillante e “alla spina”, dà il meglio in città

La versione elettrica della Smart cabrio è vivace e scattante, ma adatta soprattutto all’uso urbano: l'autonomia reale, di circa 120 km, ne preclude infatti l’utilizzo a lungo raggio.

22 giugno 2017
  • Prezzo (al momento del test)

    € 28.713
  • Autonomia

    155 km
  • Emissioni di CO2

    0 grammi/km
  • Euro

    -
Smart fortwo cabrio
Smart fortwo cabrio electrive drive prime
Un tocco “green”

La versione cabrio della Smart Fortwo Electric Drive conserva i tratti che la differenziano dalle versioni a benzina: la sigla “ED” sulle fiancate e gli elementi distintivi (gli specchi retrovisori, i cerchi e la cellula Tridion che costituisce “l’ossatura” della carrozzeria) in colore verde. Per i più sportivi, è disponibile il pacchetto di personalizzazioni Brabus (spoiler anteriore, “minigonne” sottoporta e pedaliera in alluminio). Come nelle altre Smart cabrio della gamma, la capote è in tela, a comando elettrico, e può essere aperta solo sopra i due sedili oppure ripiegata per intero, fin sopra il baule. Resta anche la possibilità di rimuovere manualmente gli archi sopra i finestrini e di riporli nella ribaltina posteriore (operazione davvero rapida e intuitiva). Come nelle varianti a motore termico, la trazione è sulle ruote posteriori, ma il propulsore è elettrico (sviluppa 82 cavalli) e alimentato da un pacco batterie da circa 200 kg alloggiato sotto il pavimento. Inoltre, al posto del bocchettone di rifornimento, c’è una presa di corrente

Non “perde” un centimetro

Le batterie della Smart Fortwo Electric Drive, collocate sotto il pianale della vettura, non penalizzano l’abitabilità, uguale a quella delle altre Smart. I posti disponibili sono due, ma ci viaggiano comodi anche i più alti; le poltrone (in pelle nella ricca versione Prime che abbiamo guidato), con poggiatesta integrato e ben profilate, accolgono comodamente anche i più robusti. Immutato pure il vano di carico, piuttosto capiente. La plancia, originale e colorata, cambia in alcuni dettagli: la strumentazione ha indici specifici; al posto del contagiri c’è l’indicatore di carica della batteria; lo strumento che mostra quanta potenza si usa in accelerazione e quanta se ne recupera in frenata ha preso il posto dell’orologio a lancette. La leva sul tunnel (ricoperto in plastica dura e un po' troppo economica) mostra le stesse funzioni dei cambi automatici tradizionali, a convertitore di coppia, ma selezionando la D innesta un rapporto fisso, che collega direttamente il propulsore elettrico alle ruote.

 “Aperti” e in silenzio

Girata la chiave d’avviamento della Smart Fortwo Electric Drive, si apprezza la quasi totale assenza di rumore e vibrazioni, particolarmente apprezzabile a capote aperta (si viaggia senza fastidiosi vortici almeno sino a 90 km/h). A tetto chiuso, invece, la tela che ricopre la Smart fortwo cabrio già da 80 all'ora cessa di isolare in modo efficace dai fruscii, resi ancor più evidenti dall’assenza di rumore del motore, che per parte sua si fa sentire con un lieve sibilo e solo nelle accelerazioni più vigorose. Nonostante i rinforzi necessari alla scocca abbiano incrementato (di 40 kg) il peso della vettura, lo spunto da fermo è davvero vivace: i 5,1 secondi per raggiungere da fermo i 50 km/h paiono alla sua portata. Per disimpegnarsi rapidamente in città la Smart fortwo cabrio ED è ideale, anche perché nella cerchia urbana non pesa l’autonomia limitata a circa 120 km effettivi. In ogni caso, anche fuori porta la macchina si disimpegna bene (la velocità massima è di 130 km/h). Il “pieno” costa solo qualche euro, ma richiede circa otto ore: i clienti che hanno già acquistato la vettura (per il 2017 gli ordini sono stati bloccati perché la produzione prevista è già tutta assegnata, le vendite riprenderanno a inizio 2018) hanno avuto in omaggio una wall box che consente la ricarica delle batterie in circa tre ore.

Secondo noi

PREGI
Maneggevolezza. La vettura ha l'agilità delle “sorelle” a benzina ed è poco affaticante nella guida (in particolare, si parcheggia “in un fazzoletto”.
> Motore. Silenziosissimo, pronto ed ecologico. Per la guida cittadina, è un ottimo alleato.
Spazio. Nonostante le dimensioni “mini”, è un’auto comoda per due adulti.

DIFETTI
Autonomia. I 155 km omologati (130 nel nuovo ciclo di guida europeo) non sono molti, se si intende fare un della macchina fuori dalle mura cittadine. 
Prezzo. Elevato: i 28.713 euro della versione guidata non sono pochi per una vettura così piccola e con importanti limitazioni d'uso.
> Finiture. Considerando il prezzo della vettura, le plastiche rigide ed economiche della consolle sono difficili da “digerire”.

SCHEDA TECNICA
Motore elettrico
Potenza massima kW (CV)/giri 60 (82)
Coppia max Nm/giri 160
Emissione di CO2 grammi/km 0
Trazione posteriore
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori dischi
   
Tipo batteria ioni di litio
Capacità kWh 17,6
Tempo di ricarica 6 ore (all’80%, da una presa domestica)
   
Le prestazioni dichiarate  
Velocità massima (km/h) 130
Accelerazione 0-50 km/h (s) 5,1
Autonomia (km) 155
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 270/166/155
Passo cm 187
Peso in ordine di marcia kg 1040
Capacità bagagliaio litri 260/340
Pneumatici (di serie) ant. 165/65 R15 post. 185/60 R15
Smart fortwo cabrio
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
9
13
10
13
66
VOTO MEDIO
2,0
1.972975
111
Aggiungi un commento
Ritratto di C200
22 giugno 2017 - 12:47
"per il 2017 gli ordini sono stati bloccati perché la produzione prevista è già tutta assegnata" sarei curioso di sapere di quanti esemplari stiamo parlando.
Ritratto di Dirk
22 giugno 2017 - 13:00
A 30.000 euro ci comprerei altro sinceramente. Sfiziosa, troppo sfiziosa e costosa.
Ritratto di Vincenzo1973
22 giugno 2017 - 14:30
probabilmente la Leaf o la Zoe sono piu auto, ma se abiti a Milano o Roma e lavori in centro (e te la puoi permettere), trova un senso
Ritratto di cicciosalciccio
23 giugno 2017 - 08:56
3
30,000 euro di birre alla spina !!!! poi giro in auto blu piuttosto che sto bagaglio da sfigati.
Ritratto di puccipaolo
22 giugno 2017 - 17:32
5
se abiti in città come Roma rimpiangi la prima serie che era più corta......due posti comodi avanzano e se poi hai accesso a zone a traffico limitato, per chi vive nelle grandi città dove hai tutto e le "gite" fuori porta sono occasionali è perfetta. Piuttosto il problema è capire come caricarla, visto che chi abita a Roma spesso non ha un garage......
Ritratto di GranNational87
22 giugno 2017 - 17:52
3
aspetto nicktwo che si chieda dove sia la concorrente fca... aspetto!
Ritratto di AyrtonTheMagic
23 giugno 2017 - 11:31
2
Beh l'autonomia ridotta è anche dovuta al fatto che l'auto è piccola, quindi manca fisicamente lo spazio per le batterie. Comunque come prezzo è ancora per fasce benestanti che vogliono il giocattolo sfizioso e alla moda
Ritratto di querelle61
23 giugno 2017 - 17:03
Per 30.000 euro una macchinetta così è improponibile. Gingillo sfizioso per ricchi radical-chic ecologisti. Costasse la metà, magari ci si potrebbe fare un pensierino, avendo un garage. E' vero che la Smart è troppo costosa già in normale motorizzazione benzina e diesel, ma picchiarci dentro ulteriori 10.000 euro è davvero troppo.
Ritratto di Boys
23 giugno 2017 - 21:23
1
Beh...dai costa poco...per sole 30000 euro...non ci sono alternative....le altre auto costano molto di più...bisogna comprare subito...sta cosa qui..
Ritratto di AMG
24 giugno 2017 - 11:49
Ovviamente il costo è salato, ma in parte compensato vista la soluzione elettrica nuova sul modello e i costi maggiori di produzione, tra i quali pesano in modo significativo i costi delle batterie. In una grande città, ha senso, come seconda auto magari pratica ed efficacie nelle vie, con accesso alle zone a traffico limitate. Il prezzo ne limita la possibilità di acquisto ma come soluzione è sensata. Dopotutto avrà anche una bassa autonomia ma hanno deciso di non diminuire l'abitabilità e il bagagliaio.