PRIMO CONTATTO

Suzuki Swace: punta sullo spazio, e sui bassi consumi

La nuova wagon Suzuki Swace, “sorella” della Toyota Corolla Touring Sports, ha interni e baule spaziosi, fa viaggiare comodi e promette di consumare poco. Scarse, però, le possibilità di personalizzazione.
29 gennaio 2021
  • Prezzo (al momento del test)

    € 32.000
  • Consumo medio (dichiarato)

    22,2 km/l
  • Emissioni di CO2 (dichiarate)

    103 grammi/km
  • Euro

    6d
Suzuki Swace
Suzuki Swace 1.8 Hybrid Top
Esaurita la versione lanciata sul web

Dall’accordo (del 2019) tra la Suzuki e la Toyota, pochi mesi fa da una “costola” della Rav4 è nata la suv ibrida plug-in Across (leggi qui il primo contatto). Ora è la volta della Suzuki Swace, una famigliare full hybrid dalla linea filante e con interni spaziosi e ben fatti. In buona parte la carrozzeria è uguale a quella della Corolla, dalla quale si differenzia nel frontale per la diversa forma della mascherina, con il marchio spostato più in alto, vicino al cofano, e per il paraurti, più elaborato. In concessionaria da febbraio (precisamente dal fine settimana del 13/14) a partire dai 29.500 euro della base Cool, la Swace ha già ottenuto un piccolo successo: assegnati in un batter d’occhi “a scatola chiusa” tutti i 15 esemplari della Web Edition (27.500 euro), prenotabile solo su internet.

Una dote niente male

Anche l’abitacolo della Suzuki Swace, moderno e curato, ricalca lo stile di quello della “sorella”, e offre parecchio spazio, sia per chi siede nei due posti anteriori sia per gli occupanti dei sedili posteriori: anche chi sta al centro non soffre troppo. La 1.8 Top ha poltrone riscaldabili  e avvolgenti, pur senza stringere eccessivamente il corpo; apprezzabile la registrazione lombare elettrica per il guidatore, e anche le altre regolazioni (manuali) sono precise, eccetto quella d’inclinazione dello schienale, che avviene a scatti, agendo su una leva piccola e in una posizione scomoda da raggiungere. Ricca la dotazione di serie, che comprende la chiave elettronica, il “clima” automatico bizona col sistema S-Flow (ha il rilevatore di presenza del passeggero, per distribuire meglio i flussi d’aria), la piastra di ricarica dei cellulari e il volante riscaldabile in pelle. Fanno parte dell’equipaggiamento anche la strumentazione parzialmente digitale, con il display centrale di 7” e il sistema multimediale con lo schermo a sfioramento di 8”, Apple CarPlay, Android Auto e Mirror Link, che consentono di collegare lo smartphone, anche per visualizzare le mappe del navigatore, accessorio non presente a listino. Ampio il baule (che ha una capacità minima di 596 litri e massima di 1606), specie per una full hybrid lunga 466 cm.

Promette di bere poco

La Suzuki Swace 1.8 Hybrid Top può contare sullo stesso collaudato sistema ibrido della Corolla: al “cambio” con ingranaggi a planetario e satelliti sono collegati il 1.8 a benzina con funzionamento a ciclo Atkinson (rispetto al più diffuso ciclo Otto, tiene aperte più a lungo le valvole d’aspirazione, riducendo lo sforzo dei pistoni nelle fasi di risalita) e un’unità elettrica principale, che dà una mano in accelerazione e, per brevi tratti (circa 1 km) a bassa velocità, può muovere l’auto in modalità EV a zero emissioni. Nelle decelerazioni viene “trascinato” dalle ruote, assieme a una seconda unità a corrente (che fa da motorino d’avviamento), rigenerando così la carica delle batterie agli ioni di litio. Con una levetta nella consolle si possono impostare le tre modalità di guida: Eco, per la massima efficienza; Normal e Sport, per ottenere le migliori prestazioni. Il sistema ibrido (che ha 122 CV combinati) è pronto nella risposta e regolare e grazie alla trasmissione a ingranaggi epicicloidali E-CVT rende facile e poco faticosa la guida. Peccato che, come sulla “sorella” Toyota, nello spunto e in salita il cambio fa impennare i giri del 1.8 (anche se non si accelera a fondo), aumentando la rumorosità in modo piuttosto evidente, così da rendere questa wagon poco adatta alla guida spigliata (nonostante lo sterzo preciso e la buona agilità della vettura). Ottime notizie, invece, sul piano delle percorrenze: a fine test, in un percorso in gran parte cittadino e in parte in collina, abbiamo visualizzato sul computer di bordo una media di 20 km/l. 

Sulla sicurezza nessun compromesso

La Suzuki Swace 1.8 Hybrid Top ha una ricca dotazione di sicurezza, con i fari full led, sette airbag (compreso quello per le ginocchia del guidatore) e gli abbaglianti automatici. Non mancano gli aiuti alla guida, fra cui la frenata automatica con il riconoscimento dei pedoni e dei ciclisti, l’avviso del cambio involontario di corsia, il monitoraggio degli angoli ciechi, il cruise control adattativo con lo Stop&Go, la frenata automatica in retromarcia e il sistema che riproduce nel cruscotto i segnali stradali. E, per la prima volta su una Suzuki, c’è pure il sistema di parcheggio semiautomatico: una volta selezionata l’area in cui si desidera parcheggiare, parallela o perpendicolare alla direzione di marcia, l’auto rileva lo spazio disponibile e gestisce il volante in manovra, dando indicazioni al guidatore (attraverso lo schermo a sbalzo del sistema multimediale) su come azionare acceleratore, freno e cambio. Inoltre è in grado di gestire anche le manovre di uscita da un parcheggio parallelo. Già prenotabile, ha solo i due allestimenti citati (Cool e Top), entrambi poco personalizzabili: non ci sono optional, se non la vernice metallizzata (€ 650) e il tetto a contrasto (€ 1.300), solo per la più ricca.

Secondo noi

PREGI
> Abitabilità. A bordo c’è parecchio spazio, sia davanti sia dietro: si viaggia bene in quattro e pure il quinto passeggero al centro del divano non è scomodo.
> Baule. È facile da sfruttare, ha una capacità minima e massima di tutto rispetto e ha la soglia non molto alta da terra (61 cm).
> Sicurezza. La dotazione di serie è ricca, specie sul piano degli aiuti alla guida.

DIFETTI
> Gamma. C’è solo l’ibrida, con un motore e non ci sono optional (eccetto la vernice metallizzata) per poter personalizzare la vettura.   
> Regolazione sedile. Quella a scatti dello schienale è poco precisa. E la leva è scomoda da raggiungere.
> Trasmissione. Come per le Toyota, l’E-CVT mostra ancora un effetto tipo scooter, con il motore che sale molto di giri quando si chiede tutta la potenza.

SCHEDA TECNICA

 

Motore a benzina  
Cilindrata cm3 1798
No cilindri e disposizione 4 in linea
Potenza massima kW (CV)/giri 72 (98)/5200
Coppia max Nm/giri 142/3600
   
Motore elettrico anteriore  
Potenza massima kW (CV)/giri 53 (72)/n.d.
Coppia max Nm/giri 163/n.d.
   
Potenza max complessiva kW (CV)/giri 90 (122)/n.d.
   
Emissioni CO2 gr/km 103
N° rapporti del cambio automatico E-CVT + retromarcia
Trazione anteriore
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori dischi
   
Le prestazioni dichiarate  
Velocità massima (km/h) 180
Accelerazione 0-100 km/h (s) 11,1
Consumo medio (km/l) 22,2
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 466/179/146
Passo cm 270
Peso in ordine di marcia kg 1400
Capacità bagagliaio litri 596/1606
Pneumatici (di serie) 205/55 R16
Suzuki Swace
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
15
11
15
15
25
VOTO MEDIO
2,7
2.703705
81


Aggiungi un commento
Ritratto di Lorenz99
29 gennaio 2021 - 20:00
VISTI I 60000€ DELLA RAV4, ADESSO CI RIPROVANO CON 32000€ PER UNA SW TOYOTA CON BADGE MENO PRESTIGIOSO, MI SEMBRANO L'OPERAZIONI DI MERCATO INCOMPRENSIBILI. LA SUZUKI HA UNA BUONA REPUTAZIONE PER LE PICCOLE, NON È CHE PER MAGIA SI CAMBIA LA CLIENTELA DALL'OGGI AL DOMANI.ORMAI SONO POCHI I BRAND CON UNA COERENZA E CREDIBILITÀ SUL MERCATO.
Ritratto di desmo3
29 gennaio 2021 - 20:43
6
sì ok, ma qual è il bisogno di URLARE?
Ritratto di Voltaren
29 gennaio 2021 - 22:17
è sordo, tutti i suoi post sono scritti in maiuscolo. Qualcuno,, però, dovrebbe insegnargli la netiquette.
Ritratto di Friulino
31 gennaio 2021 - 02:55
COSAAA? POTETE SCRIVERE UN PO' PIU' IN GRANDE??? NON SENTOOOO!!!!
Ritratto di MS85
30 gennaio 2021 - 13:24
Quando vuoi capire una strategia di prodotto ma ancora non hai capito come togliere il caps lock.
Ritratto di Voltaren
30 gennaio 2021 - 16:55
LOL :-D LOL
Ritratto di nodep
30 gennaio 2021 - 15:50
Abbassa il tono che ci sentiamo lo stesso ...
Ritratto di Danza
30 gennaio 2021 - 17:26
Di incomprensibile c'è solo l'accordo che ha portato a Stellantis. Non si è mai visto che due malati facciano una persona sana.
Ritratto di otttoz
29 gennaio 2021 - 20:08
con l'impianto gpl after market si spende e inquina veramente poco...meno ancora con le toyota auris sw
Ritratto di NITRO75
30 gennaio 2021 - 10:31
Anche andando a piedi s'inquina poco...se poi devo spendere 32000 euro (ma a 26000 con ecoincentivi viene via) e poi farci mettere 1500 d'impianto che l'abbassa e la mortifica ancora di più nelle prestazioni.........a questo punto non è più guidare è solo spostarsi da un punto A ad un punto B.
Pagine