PRIMO CONTATTO

Volkswagen Passat Alltrack: sempre accogliente, più tecnologica

La Volkswagen Passat si rinnova con sistemi di guida e di infotainment evoluti. La versione tipo suv Alltrack è la più versatile, ma il cambio è migliorabile.

Pubblicato 27 giugno 2019
  • Prezzo (al momento del test)

    € 44.900
  • Consumo medio

    15,6*
  • Emissioni di CO2

    133 grammi/km
  • Euro

    6d-TEMP
Volkswagen Passat Alltrack
Volkswagen Passat Alltrack 2.0 TDI SCR 190 CV DSG 4Motion

* in base al ciclo WLTP

Con fari “super”

A quattro anni dal lancio, per le Volkswagen Passat berlina e wagon (Variant) è il momento di un aggiornamento. Le modifiche estetiche non cambiano la sobrietà delle vetture e si concentrano nel frontale: la mascherina è leggermente modificata e ingrandita, i paraurti sono più elaborati, con un profilo “a onda” a dividere i fendinebbia dalla presa d’aria. Debuttano i sofisticati fari a matrice di led (€ 2.400 nel pacchetto Light): spengono automaticamente alcuni diodi luminosi, creando un cono d’ombra per non abbagliare gli altri guidatori senza dover passare dagli abbaglianti agli anabbaglianti. A led pure i fanali. L’allestimento Alltrack del test (solo per la wagon) è ispirato alle suv e si distingue per le estese protezioni in plastica nera nella zona inferiore della carrozzeria (oltre a quelle nel sottoscocca), per una quinta modalità di guida (oltre a Normal, Eco, Sport e Individual) specifica per il fuori strada e per le sospensioni rialzate di 2 cm: portano al “luce” al suolo a 17 cm. La trazione, naturalmente, è 4x4.

Va quasi da sola

Le novità più importanti per le Volkswagen Passat sono “sotto la pelle”, con il sistema Traffic Assist (di serie): premuto il tasto nella razza sinistra del volante e se le condizioni della strada lo consentono, muove in semiautonomia la Volkswagen Passat (fino a 210 km/h), mantenendola al centro della corsia, accelerando e rallentando (fino all’arresto). Nel test in autostrada (con molto traffico) ha funzionato correttamente e il guidatore deve solo tenere almeno una mano sul volante (altrimenti il dispositivo si disattiva). Altra novità, il moderno impianto multimediale con schermo fino a 9,2”, Sim integrata per la connessione internet, collegamento wireless per Apple CarPlay; ai perfezionati comandi vocali (nel test hanno risposto abbastanza bene) si aggiungono anche le funzionalità del sistema We Connect: per esempio, permette di utilizzare alcuni telefonini come chiave di avviamento dell’auto, di pagare il parcheggio e, con un comando a distanza, di consentire a terzi di accedere all’auto. 

Anche ibrida

La rinnovata Volkswagen Passat è già in vendita con prime consegne a settembre 2019. Al momento, la gamma comprende motori diesel col cambio a doppia frizione DSG: il 1.6 da 120 CV e i 2.0 da 190 o 240 CV. Entro la fine del 2019 si aggiungerà un duemila da 150 CV, il 1.5 a benzina di pari potenza e la versione ibrida plug-in GTE. A muoverla è un 1.4 turbo a benzina e un’unità elettrica per complessivi 218 CV. Secondo la casa, con la batteria agli ioni di litio (di 13 kWh contro i precedenti 9,9) al 100%, si possono percorrere fino a 56 km soltanto a corrente. Energia che si può scegliere come utilizzare, impostando (tramite lo schermo nella consolle) il sistema ibrido per, ad esempio, conservarne un certa percentuale da utilizzare in un secondo momento, magari per attraversare un centro abitato giunti a destinazione. Collegando il cavo in dotazione alla presa nella mascherina e a una domestica, la casa dice che in poco più di cinque ore l’accumulatore si rigenera completamente.

I prezzi della Volkswagen Passat sono compresi fra 36.350 euro per la 1.6 TDI Business berlina (di serie, fra l’altro, l’accesso senza chiave, il navigatore con schermo di 8” e i servizi We Connect per un anno) e 50.000 euro per la 2.0 BiTDI BMT DSG 4Motion Executive (240 CV), che aggiunge: il cruscotto digitale e lo schermo di 9.2” per il Gps (stessa dotazione per la Alltrack). La wagon costano 1.000 euro in più. 

Sempre accolgiente

L’abitacolo della Volkswagen Passat Variant Alltrack 2.0 TDI BMT DSG 4Motion ha finiture accurate (morbida al tatto la maggior parte delle plastiche e nelle tasche per le porte non manca il rivestimento antirumore). Nuovo il nitido cruscotto digitale (di 11.7”) con tre configurazioni a scelta (anche con la mappa del navigatore a tutto schermo). Altra modifica: sparisce l’orologio analogico al centro della plancia, rimpiazzato dalla scritta Passat retroilluminata: un peccato, era utile e caratterizzava l’interno. Lo spazio non manca affatto (come anche nel pratico baule) e quattro adulti (pure corpulenti) viaggiano comodi. Un quinto al centro del divano non ha agio per le gambe: il rigonfiamento di 20 cm nel pavimento per il tunnel della trasmissione è invadente. 

In relax

I 190 cavalli della Volkswagen Passat Variant Alltrack 2.0 TDI BMT DSG 4Motion spingono in maniera progressiva, con consistenza e senza far sentire molto la loro voce. In questo, sono ben supportati dal cambio robotizzato a doppia frizione con 7 marce che, però, nella modalità Normal non è molto pronto nelle scalate. Limite che scompare selezionando la funzione Sport e in quella manuale con le levette dietro il volante. Piuttosto agile e con uno sterzo preciso (oltre che leggero) la Volkswagen Passat si guida senza impegno e, grazie anche alle quattro ruote motrici e alla taratura poco cedevole delle sospensioni, la tenuta di strada è elevata e il rollio ridotto. Ok anche il comfort: oltre che accogliente, l’abitacolo isola bene da buche e rumori. Quanto al consumo, nel test in parte in autostrada e in parte su strade extraurbane, il computer di bordo ha calcolato circa 13 km/l (15,6 km/l il dichiarato in base al ciclo WLTP).

Secondo noi

Pregi
> Comfort. Anche quattro adulti di corporatura robusta viaggiano comodi.
> Finiture. Sono di qualità.
> Versatilità. Questa Alltrack è a suo agio su asfalto, ma può affrontare anche fondi accidentati.

Difetti
> Cambio. In Normal il DSG non è sempre pronto nello scalare rapporto.
> Orologio. Quello analogico nella plancia è stato eliminato. Un peccato, era utile e caratterizzava l’interno.
> Quinto posto. Chi sta al centro del divano non ha abbastanza spazio per i piedi.

SCHEDA TECNICA
Carburante gasolio
Cilindrata cm3 1968
No cilindri e disposizione 4 in linea
Potenza massima kW (CV)/giri 140 (190)/n.d. giri
Coppia max Nm/giri 400/1900-3300
Emissione di CO2 grammi/km 133
Distribuzione 4 valvole per cilindro
No rapporti del cambio 7 (robotizzato) + retromarcia
Trazione integrale
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori dischi
   
Le prestazioni dichiarate  
Velocità massima (km/h) 223
Accelerazione 0-100 km/h (s) 7,7
Consumo medio (km/l) 15,6*
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 478/183/151
Passo cm 279
Peso in ordine di marcia kg 1650
Capacità bagagliaio litri 639/1780
Pneumatici (di serie) 215/55 R18

 

* in base al ciclo WLTP

VIDEO
Volkswagen Passat Alltrack 2.0 TDI SCR 190 CV DSG 4Motion
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
0
0
0
0
0
VOTO MEDIO
0,0
0
0
Aggiungi un commento
Ritratto di littlesea
27 giugno 2019 - 12:49
2
Buona vettura. Peccato solo per il simbolo sulla calandra...
Ritratto di remor
27 giugno 2019 - 12:53
Niente da ridire sull'auto nel complesso ma le preferirei, se pure non alltrack, la cugina Superb che per aspetto-immagine dà l'impressione come se fosse un mezzo segmento sopra, pur presumibilmente costando meno. Solo in caso di effettiva utilità però ricorrerei a un mezzo configurato in tal maniera, 45 mila euro e 13 km/litro di cdb per una diesel iniziano a richiedere una intenzione convinta di acquistarla a sfruttarla a dovere
Ritratto di remor
27 giugno 2019 - 12:55
diesel generalista, e nemmeno suv intendevo *
Ritratto di ELAN
27 giugno 2019 - 15:04
1
Bisogna capire se i materiali nascosti sono di medesima qualità (pannelli fonoassorbenti ecc..) per il resto condivido.
Ritratto di emergency
1 luglio 2019 - 08:19
Trucciolato e polistirolo altro nun ce.
Ritratto di MegaMauro
27 giugno 2019 - 12:57
una bara con le ruote. orrenda come tutte le VW
Ritratto di Sprint105
27 giugno 2019 - 13:09
Un classico. Per me è sempre un'auto di sostanza
Ritratto di FOXBLACK
27 giugno 2019 - 13:31
Mi fanno sorridere alcuni commenti. ..comunque sempre notevole come auto. .....
Ritratto di tramsi
27 giugno 2019 - 14:55
Fanno sorridere anche me.
Ritratto di ELAN
27 giugno 2019 - 15:03
1
Rido anch'io. P.S. notevole in cosa?
Pagine