PRIMO CONTATTO

Volkswagen Sharan: chi più spende, meglio viaggia

La Volkswagen Sharan si rinnova: più tecnologia per sicurezza e multimedialità, e turbodiesel più potenti. Su strada convince per il comfort, ma la dotazione di serie non è priva di “buchi”.

19 giugno 2015
  • Prezzo (al momento del test)

    € 44.350
  • Consumo medio

    19,2 km/l
  • Emissioni di CO2

    136 grammi/km
  • Euro

    6
Volkswagen Sharan
Volkswagen Sharan 2.0 TDI Highline BlueMotion Technology
Ora, solo a 7 posti
 
A cinque anni dal lancio, la Volkswagen Sharan (una delle poche maxi monovolume in vendita) si aggiorna: con novità principalmente “di sostanza”, visto che fuori cambiano solo i fari (ora con luci diurne a led) e il disegno dei cerchi. Data la scarsa personalità delle forme della carrozzeria, è probabile che molti tra i possibili clienti si aspettassero, in proposito, qualcosa di più… Tutti i motori sono ora Euro 6, mentre i 2 litri a gasolio hanno guadagnato qualche cavallo: 150 anziché 140, e 184 in luogo di 177 per la versione più potente. In Italia i primi esemplari arriveranno prima di settembre, e solo in versione a sette posti. Anche per questa ragione, i prezzi sono lievitati (di circa 1.500-2.000 euro, a seconda dell'allestimento): prima, i due sedili della terza fila, a scomparsa nel fondo del baule, si pagavano a parte.
 
Anche il vivavoce è optional
 
Di serie, la nuova Volkswagen Sharan offre in più il cruise control (adattativo con funzione di frenata di emergenza anche alle basse velocità dalla Highline), il sistema che avvisa di un possibile colpo di sonno e il sistema anti collisione multipla (dopo un primo urto, i freni si azionano da soli per evitare che l'auto prosegua e possa colpire cose o persone). A dispetto dell'aumento di prezzi, però, alcuni accessori “importanti” rimangono a pagamento: i sensori di distanza (anteriori e posteriori) e il navigatore sono di serie solo sulle Business e le ricche Exclusive (sulle altre si pagano rispettivamente 630 e almeno 1.130 euro), così come gli airbag laterali per la seconda fila di sedili (395 euro, su tutte) e il vivavoce Bluetooth (di serie solo dalla Highline). Anche il sistema di mantenimento della corsia è optional, in un costoso pacchetto da 2.330 euro assieme ai fari bixeno adattativi. Volendo, si possono avere anche le porte posteriori scorrevoli ad azionamento elettrico (830 euro) e il gancio di traino a scomparsa (1.090 euro).
 
Dialoga con i cellulari
 
Anche all'interno della Volkswagen Sharan i cambiamenti sono di dettaglio: lo spazioso abitacolo è curato fin nelle parti più nascoste (tutti i vani, compresi quelli nelle portiere, sono rivestiti), mentre materiali e montaggi sono di qualità. Di nuovo ci sono i comandi del climatizzatore (ripresi, al pari del volante, dalla Golf) e i sistemi multimediali, con uno schermo di 6,5'' nitido e ben definito. Sono integrate le funzioni tipiche degli smartphone, come la possibilità di sfogliare i menù passando un dito da una parte all'altra o aumentare o diminuire lo zoom della cartina (se si sono spesi i 1.130 euro per il navigatore) avvicinando o allontanando due dita sul vetro. I sistemi supportano infine l'integrazione completa con i cellulari Apple (grazie al sistema CarPlay) e quelli con sistema operativo Android (Android Auto); inoltre, non manca la funzione MirrorLink per vedere le schermate dei cellulari compatibili sul monitor della consolle.
 
Promossa in comfort
 
Il 2 litri a gasolio da 150 CV della Volkswagen Sharan ha un discreto tiro e non si rivela mai rumoroso; l'efficiente (e molto rapido) cambio robotizzato a doppia frizione è dotato di piccoli comandi dietro al volante per selezionare manualmente la marcia. Grazie anche alle sospensioni elettroniche (1.150 euro) presenti sull'esemplare provato, il comfort è di buon livello anche con pneumatici a spalla ribassata 225/45 R18 (920 euro). Curata l'insonorizzazione (a 130 km/h, il 2 litri lavora in sesta marcia a 2100 giri): i fruscii non sono molti, considerando la mole della vettura. 
 
Secondo noi
 
PREGI
> Abitabilità. Lo spazio abbonda in ogni direzione.
> Comfort. Si viaggia senza scossoni e in un discreto silenzio.
> Finiture. Materiali e assemblaggi sono di qualità.
 
DIFETTI
> Linea. Non era granché originale già cinque anni fa, alla presentazione…
> Dotazione. Quello che serve c'è, ma alcuni optional quasi “obbligatori” (come i sensori di distanza) si pagano a parte.
> Prezzo. La vettura provata costa quasi 45.000 euro senza accessori: le (poche) rivali costano meno.

 

SCHEDA TECNICA
Cilindrata cm3 1968
No cilindri e disposizione 4 in linea
Potenza massima kW (CV)/giri 110 (150)/3500 giri
Coppia max Nm/giri 340/1750-3000
Emissione di CO2 grammi/km 136
Distribuzione 4 valvole per cilindro
No rapporti del cambio 6 (automatico dopp. friz.) + retromarcia
Trazione anteriore
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori dischi
   
Le prestazioni dichiarate  
Velocità massima (km/h) 198
Accelerazione 0-100 km/h (s) 10,8
Consumo medio (km/l) 19,2
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 485/190/172
Passo cm 292
Peso in ordine di marcia kg 1718
Capacità bagagliaio litri 300/711/2297
Pneumatici (di serie) 225/50 R17

 

Volkswagen Sharan
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
12
15
28
23
66
VOTO MEDIO
2,2
2.194445
144
Aggiungi un commento
Ritratto di Mattia Bertero
19 giugno 2015 - 15:58
3
Classico aggiornamento "tedesco": poco all'esterno ma molto all'interno. Di linea non mi fa impazzire ma non è nemmeno brutta, una via di mezzo. Per il resto questa Sharan è un'auto molto valida: rifinita a dovere, abbondante nelle dimensioni interne che per la categoria è importante, e si guida bene. Come sempre prezzo un po' altino e una dotazione di serie da integrare, tipicamente tedesco anche questo.
Ritratto di Chiamatemi Ugo
19 giugno 2015 - 17:25
bravo ma sinceramente hai copiato le cose che ha gia detto il primo contatto insomma non hai aggiunto niente di utile mi dispiace nessuno dovrebbe leggerti
Ritratto di Mattia Bertero
20 giugno 2015 - 13:09
3
Perché sono i tedeschi a fare aggiornamenti del genere, tutto qua, è così da sempre. Vero, con la 500 la Fiat ha fatto lo stesso ma già con la Punto l'ha mezza cambiata se rimaniamo in casa FCA.
Ritratto di PongoII
19 giugno 2015 - 16:42
7
Auto di sostanza: linea ed abitacolo non fanno impazzire, paragonate al segmento, ovviamente. Il prezzo, sensibilmente più alto della concorrenza che nasce già da tempo a 7 posti, spero sia giustificato da tecnologia e sicurezza, anche se non credo.
Ritratto di M93
19 giugno 2015 - 17:07
Per quel che attiene spazio, versatilità e finiture nulla da dire. Lo stesso non si può dire in merito alla dotazione di serie, corretta ma gutt'tro che ricca e al prezzo di listino, piuttosto impegnativo.
Ritratto di Chiamatemi Ugo
19 giugno 2015 - 17:27
eccolo di nuovo ho letto girando nel sito che ti chiami marco sembri molto esperto puoi aiutarmi nel forum ti ho scritto ancora ,, ciao
Ritratto di Moreno1999
19 giugno 2015 - 17:30
4
Ok va bene tutto....ma sul serio voi spendereste 45.000€ per una Sharan? A meno c'è la nuova Espace che è molto più riuscita e ha una dotazione da auto di lusso come ben avete scritto nel test. Ad ancora meno c'è l'Alhambra che è identica a questa ma ha un marchio che come dire...se la tira meno.
Ritratto di PongoII
19 giugno 2015 - 17:42
7
C'è anche il nuovo Galaxy.
Ritratto di Moreno1999
19 giugno 2015 - 17:45
4
Comunque il nuovo Galaxy che tra l'altro ti da la versione più ricca con 10.000 € in meno di questa. E aggiungi così una Panda come seconda auto, oppure parti per una lunga vacanza ai caraibi
Ritratto di PongoII
19 giugno 2015 - 17:50
7
Ciao Moreno, si, finalmente è sparito il bug... non ho messo l'oggetto in molti commenti ed adesso hanno tutti l'incipit del post... vabbè. Per l'auto, come ho scritto nel primo commento, il prezzo fuori segmento spero, ma non credo, sia giustificato da una "superiore tecnologia", ma perchè non dovrebbero averla anche le altre? Sulle tue opzioni, scelgo la Panda: in 6 non so se basterebbero 10k per i Caraibi...
Pagine