PROVATE PER VOI

Dacia Duster: fa risparmiare e guadagna sprint

Prova pubblicata su alVolante di
marzo 2022
Pubblicato 23 gennaio 2023
  • Prezzo (al momento del test)

    € 18.850
  • Consumo medio rilevato

    11,1 (14,7)
  • Emissioni di CO2

    124 (137)
  • Euro

    6d
Dacia Duster
Dacia Duster 1.0 TCe Eco-G Prestige 4X2

L'AUTO IN SINTESI

La Dacia Duster è una suv low cost che nel 2021 è stata aggiornata negli interni e nella meccanica. In particolare, la versione a Gpl ha ottenuto l’omologazione Euro 6d, il cambio a sei marce (contro le cinque di prima) e un serbatoio del gas più capiente, con un vantaggio importante per l’autonomia. I consumi sono pressoché invariati rispetto alla versione precedente, ma grazie alla sesta marcia diminuisce la rumorosità in autostrada, e la diversa rapportatura del cambio rende l’accelerazione un po’ più vispa.

Posizione di guida
3
Average: 3 (1 vote)
Cruscotto
4
Average: 4 (1 vote)
Visibilità
4
Average: 4 (1 vote)
Comfort
3
Average: 3 (1 vote)
Motore
3
Average: 3 (1 vote)
Ripresa
3
Average: 3 (1 vote)
Cambio
3
Average: 3 (1 vote)
Frenata
5
Average: 5 (1 vote)
Sterzo
3
Average: 3 (1 vote)
Tenuta di strada
3
Average: 3 (1 vote)
Aiuti alla guida
2
Average: 2 (1 vote)
Qualità/prezzo
4
Average: 4 (1 vote)

PERCHÉ COMPRARLA

UN MIX INTELLIGENTE TRA PREZZO, QUALITÀ E COSTI DI GESTIONE

La suv low cost Dacia Duster sarà sostituita nel 2024 dal nuovo modello, ma nel frattempo ci sono stati più aggiornamenti. L’ultimo risale alla seconda parte del 2022, quando sono state introdotte la mascherina con il nuovo marchio e la plancia con le bocchette di aerazione rettangolari invece che tonde. L’abitacolo, spazioso, rimane rifinito senza concessioni al lusso, ma in maniera più che dignitosa. Questa prova si riferisce alla versione immediatamente precedente, che era stata rivista (in maniera ben più sostanziosa) nel 2021: da allora, la Eco-G a Gpl adotta un nuovo cambio, a sei marce invece di cinque, che garantisce un abbassamento del regime nella marcia autostradale (migliora il comfort acustico) e un pizzico di brio aggiuntivo in accelerazione.

L’aumento della capacità del serbatoio del gas da 33,6 a 49,8 litri eleva invece il raggio d’azione dell’auto: secondo i nostri rilevamenti, l’autonomia media passa da 380 a 568 km, pur se i consumi rimangono sostanzialmente gli stessi di prima. La Dacia Duster è disponibile anche solo a benzina. In questo caso si risparmia al momento dell’acquisto, ma non molto: il supplemento per la versione a gas è ridotto, tanto che già dopo circa 15.000 km si recupera la spesa aggiuntiva. E in più, andando a Gpl si guadagnano dieci cavalli (da 91 a 101). Il prezzo dell’auto è senz’altro interessante, ma va rimarcata l’assenza dell’avviso del cambio involontario di corsia e della frenata automatica d’emergenza. 

VITA A BORDO

4
Average: 4 (1 vote)
ACCOGLIE BENE E CARICA PARECCHIO

Plancia e comandi
Le plastiche sono dure e di aspetto economico, ma migliori di quanto ci si potrebbe aspettare in base al prezzo della Dacia Duster. Riuscite le modifiche. Il tasto che permette di passare dal Gpl alla benzina (e viceversa) è ora bene integrato, con un tasto alla sinistra della plancia, e il pur semplicissimo cruscotto mostra anche la quantità di gas presente nella bombola. Nuovo è pure il sistema multimediale, con display di 8” invece che di 7, e ci sono due comode prese Usb nella consolle. Più pratico anche il tasto per attivare il cruise control, ora in una razza del volante invece che nel tunnel fra i sedili. La posizione di guida è comoda, dominante (con sedile regolabile in altezza) e assicura un visibilità corretta.

Abitabilità
Si sta bene sia davanti sia dietro, dove lo spazio è buono per due adulti ma, all’occorrenza, si può viaggiare anche in tre senza grandi sacrifici, perché il rilievo centrale del divano e quello del tunnel sul pavimento sono poco pronunciati. Nemmeno chi è alto tocca il soffitto con la testa.

Bagagliaio
La Dacia Duster vanta uno dei vani di carico più capienti della sua categoria, con 445 litri che salgono a 1478 quando si abbatte lo schienale posteriore. I 53 cm tra fondo e cappelliera e al profondità di 93 cm consentono di caricare anche più valigie di grandi dimensioni. La soglia di carico, invece, è alta da terra: 78 cm.

COME VA

3
Average: 3 (1 vote)
PIÙ BRILLANTE COL GAS

In città
Si apprezzano lo sterzo molto leggero, la buona visibilità (di serie la retrocamera) e la prontezza del motore a tre cilindri. Non dei più fluidi l’inserimento delle marce, mentre il pedale della frizione richiede uno sforzo minimo; sul pavé le sospensioni trasmettono qualche scossone. Nel nostro test, la Dacia Duster ha percorso 10,2 km con un litro di gas: un buon risultato.

Fuori città
La regolarità del motore si presta bene alle andature rilassate. In quelle brillanti risponde con più vivacità se alimentato a Gpl, mentre il rollio in curva, pur avvertibile, non incide più di tanto sull’agilità. Migliorato lo sterzo: è un po’ più consistente e preciso. Oltre che ben modulabili, i freni sono anche potenti e fermano l’auto in pochissimo spazio. A Gpl abbiamo percorso 13,2 km/litro.

In autostrada
Rimangono il rumore di rotolamento dei pneumatici e qualche fruscio aerodinamico. Grazie alla sesta, però, a 130 km/h il motore ha abbassato la “voce”: lavora a 3100 giri, 400 in meno del precedente modello a cinque marce, e permette di coprire 9,7 km con un litro di Gpl. La stabilità nei curvoni è soddisfacente e la ripresa dopo i rallentamenti discreta.

PERCHÉ SÌ

FRENI
Ben modulabili, “mordono” a dovere, arrestando la vettura in poco spazio.

IMPIANTO GPL
Il serbatoio è più grande, mentre il tasto per commutare l’alimentazione e l’indicatore del livello del gas sono ben integrati nella plancia.

SPAZIO
Considerate le dimensioni della vettura, è abbondante sia per i passeggeri sia per i bagagli.

SPESA
Il prezzo dell’auto è competitivo. E il prezzo del Gpl fa  ancora risparmiare sui costi di gestione.

PERCHÉ NO

CAMBIO
Non è dei più manovrabili: l’inserimento delle sei marce è un po’ duro.

COMFORT
Le buche non vengono sempre ben filtrate. A velocità autostradali i fruscii sono avvertibili.

SISTEMI DI SICUREZZA
Nemmeno a richiesta sono disponibili l’allarme dell’involontario cambio di corsia e la frenata automatica d’emergenza.

VASCHETTE
Quelle nella plancia non servono: poco profonde, non riescono a trattenere gli oggetti.

SCHEDA TECNICA

Carburante Gpl/benzina
Cilindrata cm3 999
No cilindri e disposizione 3 in linea
Potenza massima kW (CV)/giri a Gpl 74 (101)/4400-4900
Potenza massima kW (CV)/giri a benzina 67 (91)/4400-4900
Coppia max Nm/giri a metano 170/2000-3500
Coppia max Nm/giri a benzina 160/2200-3750
Emissione di CO2 grammi/km 124 (137 a benzina)
No rapporti del cambio 6 (manuale) + retromarcia
Trazione anteriore
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori tamburi
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 434/180/169
Passo cm 267
Posti 5
Peso in ordine di marcia kg 1252
Capacità bagagliaio litri 445/1478
Pneumatici (di serie) 215/60 R 17
Serbatoio Gpl litri 49,8
Serbatoio benzina litri 50

I NOSTRI RILEVAMENTI

VELOCITÀ MASSIMA   Rilevata Dichiarata
in 5a a 5100 giri   171,2 (166,5) km/h 168 (166) km/h
       
ACCELERAZIONE Secondi Velocità di uscita Dichiarata
0-100 km/h 12,8 (13,7)   13,8 (15,1) secondi
0-400 metri 18,7 (18,4) 119,2 (119,8) km/h non dichiarata
0-1000 metri 34,6 (35,4) 148,1 (144,9) km/h non dichiarata
       
RIPRESA Secondi Velocità di uscita Dichiarata
1 km da 40 km/h in 5a 37,9 (38,1) 142,2 (139,9) km/h non dichiarata
1 km da 60 km/h in 6a 36,9 (37,0) 130,1 (127,9) km/h non dichiarata
da 40 a 70 km/h in 5a 10,4 (10,1)   non dichiarata
da 80 a 120 km/h in 6a 20,4 (22,0)   non dichiarata
       
CONSUMO   Rilevato Dichiarato
In città   10,2 (14,5) km/litro non dichiarato
Fuori città   13,2 (17,5) km/litro non dichiarato
In autostrada   9,7 (12,0) km/litro non dichiarato
Medio   11,1 (14,7) km/litro 15,4 (16,4) km/litro
       
FRENATA   Rilevata Dichiarata
da 100 km/h   35,5 metri non dichiarata
da 130 km/h   58,8 metri non dichiarata
       
ALTRI VALORI   Rilevati Dichiarati
A 130 km/h effettivi il tachimetro indica   133 km/h non dichiarata
Diametro di sterzata tra due marciapiede   10,4 metri non dichiarato

 

Tra parentesi le prestazioni nel funzionamento a benzina.

Dacia Duster
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
127
87
83
53
92
VOTO MEDIO
3,2
3.235295
442
Aggiungi un commento
Ritratto di Truman200
23 gennaio 2023 - 19:04
Piena di problemi leggendo i forum
Ritratto di Giocatore1
23 gennaio 2023 - 19:09
2
Non la conosco, può essere, ma di solito i forum sono pieni di gente che lamenta problemi. Vale per tutti i modelli, giustamente se la macchina va bene uno cosa scrive :)
Ritratto di Fra2003
23 gennaio 2023 - 19:09
Sono solo invenzioni di chi ha i suv premium con molti più problemi e vuole denigrare un ottimo prodotto fatto per persone che guardano la sostanza e non l'apparenza.
Ritratto di pokemon64
24 gennaio 2023 - 15:15
3
Ottimo prodotto! Diciamo che a voler essere gentili possiamo definirlo "onesto" ma generalmente si ha quello che si paga.
Ritratto di Alfiere
23 gennaio 2023 - 21:00
2
Le notizie cattive viaggiano sempre piu velocemente. E sempre bene soppesare quello che si legge sui forum.
Ritratto di andrea10
24 gennaio 2023 - 16:15
Mi scusi , non perché le vendo ... ma rispetto a vetture molto più blasonate tutti questi problemi non li ho riscontrati. Come ovvio che sia ogni vettura ha i suoi problemi , ma posso affermare con fermezza che trattasi della vettura col miglior rapporto/prestazioni e doti off road sul mercato. Specie col dCi
Ritratto di Gordo88
24 gennaio 2023 - 16:43
1
Ma gli rispondete pure a quel cretin@ di truman??
Ritratto di Fra2003
23 gennaio 2023 - 19:09
Finalmente un auto concreta da veri uomini con un motore adeguato e non inutilmente potente. Prestazioni più che sufficienti e prezzo super competitivo, dovessi ora sostituire la mia C2 e avessi già famiglia la prenderei subito, alla faccia dei sbruffoni con i suv da mille rate e tanta potenza per compensare la micropenia.
Ritratto di Maurino004
23 gennaio 2023 - 19:44
1
Sicuramente una macchina semplice ed interessante, ma da veri uomini è la battuta del secolo
Ritratto di Fra2003
23 gennaio 2023 - 19:49
Perchè mai sarebbe una battuta? Una vera macchina per persone concrete va meglio?
Ritratto di Maurino004
24 gennaio 2023 - 08:08
1
Così va meglio
Ritratto di Mauro1971
25 gennaio 2023 - 05:18
Infatti spero fosse ironico .considerato i poracci romeni e marocchini la fanno.io non ci andrei in giro mai..neanche loro la comprano ..negli 80 si comprava l auto per i veri uomini .credevo..sto schema non esistesse più..le case ci marciano da anni...vi ricordate la rivista starter? Belle gnocche sulle auto..evolvetevi diobono..
Ritratto di Quello la
23 gennaio 2023 - 22:29
Grandissimo, il caro Fra2003, per me nuovo troll dell'anno, alla faccia di LORENZ e Alvolantino: questo ha classe!
Ritratto di Bacca
24 gennaio 2023 - 12:19
verissimo
Ritratto di NeuroToni
24 gennaio 2023 - 11:40
Concordo con te, ma prenderei la versione classica senza gpl.
Ritratto di Giocatore1
23 gennaio 2023 - 19:11
2
Sono rimaste in poche a proporre auto a gpl, eppure è un'alimentazione interessante per chi vuole spendere meno, soprattutto ora che il diesel è sempre più costoso
Ritratto di BZ808
23 gennaio 2023 - 19:19
Vista la proliferazione dei motori a iniezione diretta e il raddoppio (quando va bene) del prezzo del metano, direi che il gpl è la soluzione più sensata, almeno al momento.
Ritratto di ilariovs
23 gennaio 2023 - 19:19
In città con 10,2 Km/L siamo a 7,85€/100 Km. Fuori città a 6€/100Km. Co siderando che costa 18000€ é una buona alternativa, economica ad una BEV. ... ... ... Non c'é fretta ma alla fine credo che preponderò per l'uso dell'energia casalinga. Non ho garanzie che fra tre anni il GPL non costa 1,20/L.
Ritratto di Fra2003
23 gennaio 2023 - 19:34
Un SUV elettrico costa cinque volte di più e non va bene per la povera gente come noi ma al massimo per qualche evasore fiscale. Le auto concrete per gente normale che tira avanti questo Paese devono costare massimo 20k. Spero introdurranno il superbollo sulle elettriche al più presto così da frenare questa assurdità di gente che evade le tasse e ha anche il privilegio di non pagare il bollo con auto ipercavallate per compensare le altre mancanze fisiologiche che hanno i proprietari.
Ritratto di ilariovs
23 gennaio 2023 - 19:43
In realtà io faccio il confronto con la MG4 che mi costerebbe 25000€ contro i 18 e fischiandi questa Duster. Ed alla fine in 10 anni mi costerebbe uguale. Con la garanzia che nella BEV ci metto per 1/3 la mia energia e questa é una sicurezza. Anche il piacere di guida traz posteriore , 170 CV, 0-100 7,8S, silenziosità assoluta é tutta un'altra cosa di questa. Però questa é più spaziosa ha una bella autonomia anche solo a GPL... Concretezza VS confort a pari prezzo. Prima faccio montare la colonnina poi decido.
Ritratto di Fra2003
23 gennaio 2023 - 19:48
Ecco ilario, senza offesa ma questa e proprio il senso di compensazione del quale parlo. Cosa caspita te ne fai di 170 cv, cos'hanno che non vanno i 101 della Duster? Devi farci le sparate ai semafori, far vedere come sei un duuro al volante? 7,8 secondi fino a cento e poi, come fa un pedone a vederti e attraversare la strada? Fosse per me le auto dovrebbero essere autolimitate a 15 secondi nello zero-cento in modo da fermare gli sbruffoni che pensano che tutto gli è concesso solo perchè hanno comprato il macchinone. Prenditi la Dacia e risparmia settemila euro, ci guadagnerai sia in immagine sia in sicurezza, altro che 170 cavalli da pirata della strada.
Ritratto di ilariovs
23 gennaio 2023 - 19:56
Se la spring estreme 69CV la vedessero a 19900€ l'avrei già prenotata. Ma a 23200€ NO meglio la MG4. Non sono quel tipo di autista ho 30 punti di patente e ne vado fiero. Ho preso un eccesso di velocità in vita mia 56 dove dovevo andare a 50 in una strada montana. Ma, anche per convinzione oltre che per convenienza questa volta la prendiamo elettrica. Perché non siamo mai da soli nel mondo c'é sempre qualcuno che ci guarda, fossero anche solamente i nostri figli. E bisogna che lo si sappia che é possibile, non é utopico e che qualcuno deve fare un passo avanti verso una mobilità sostenibile a basse emissioni ed a basso costo. La facessero almeno PHEV (ma non come la capture a 34000€) la prenderei la Duster. Perché io non produco petrolio, né metano produco corrente.
Ritratto di alveolo
23 gennaio 2023 - 20:15
In verità, biologicamente parlando, è il metano che lo produciamo di sicuro tutti, chi più chi meno (dipende dall'alimentazione, anche; ma comunque fra 0.5 e 1,5 litri al dì, pare, mediamente) se è una motivazione di tale tipo a motivare la scelta...
Ritratto di ilariovs
23 gennaio 2023 - 20:52
Si, il biometano é interessante. C'era un consorzio che si chiamava Baltic Biogas Bus che raccoglieva i rifiuti organici e ne producevano biometano per farci andare i bus cittadini. Io sono favorevole ma NON mi risulta che in Italia esista nulla del genere. Noi il massimo che promuoviamo é "togliete le accise dalla benzina". Mi spiace ma in natura le specie che non si adattano si estonguono. E noi italiani purtroppo sembriamo da fuori i più capricciosi sempre pronti al lamento ma poi le batterie devono caricarsi in 5 min, il FV dev'essere continuo ed andare di notte, il nucleare senza scorie. Sapete che c'é? Arrangiatevi verrebbe da dire. Pagare il petrolio 80$ a barile e se sale pazienza vuoldire che o a piedi o sganciare. D'altra parte se si pretende di usare energia fornita da altri é chiaro che si pagherà il prezzo chiesto da altri oppure si lascia la macchina a casa.
Ritratto di alveolo
23 gennaio 2023 - 21:11
Vabbé pure la batteria dell'auto che prenderesti poi non è nemmeno made in EU (figurati made in Italy), come pure i pannelli del fotovoltaico... Purtroppo il concetto di autarchia oggi più che mai è inapplicabile = meglio impegnarsi in un proficuo e funzionale do ut des commerciale col resto del mondo (che tanto è utopico sperare altrimenti). Considera in aggiunta, per dirla tutta, che se anche lasciando l'iva, basta che togliessi le accise, poi non è che che ci si rovinerebbe con la benzina; ripeto, per dirla tutta.
Ritratto di ilariovs
23 gennaio 2023 - 21:25
Però i miei pannelli A) possono essere prodotti in EU, se non lo si fa é perché in Cina costano meno NON perché non sappiamo farli. Basta sovvenzionarli ed il gioco é fatto. B) una volta montati funzionano per trenta anni e questo indipendentemente dai rapporti fra UE e Cina o Italia e Cina. Non mi possono dire o fai così o te li chiudiamo. E questa é una bella differenza a dispetto di un gasdotto o di una petroliera che parte o meno a comando. Le accise le hanno ripristinate le avevano tolte ma 1mld€/mese si vede che servivano.
Ritratto di alveolo
23 gennaio 2023 - 21:50
Infatti poi se vedi quello che è successo con i chip....
Ritratto di ilariovs
23 gennaio 2023 - 21:59
Infatti l'UE ha varato il "chip act" e Intel andrà in Germania (GloFo con FAB 36 c'é già). Dovrebbe venire in Italia a fare packaging MA per noi é ancora in dubbio la cosa. In Germania ci andranno sicuro mentre da noi sono ancora in dubbio. O siamo sfigati oppure dovremmo decidere quali sono le priorità e puntare. Premesso che per me era meglio TSMC (per motivi geopolitici) che invece di X86 potremmo concentrarci su RISC-V e fare CPU proprietarie (come fa la Cina). Resta il fatto che in Germani Intel ci andrà, come ci é andata Tesla a fare la Gigafactory a Berlino. NOI siamo sempre quelli del FORSE. É un caso? Ai posteri l'ardua sentenza
Ritratto di CR1
24 gennaio 2023 - 05:33
BUona notizia x te https://www.enel.com/it/media/word-from/news/2022/07/storia-3sun-fabbrica-pannelli-fotovoltaici
Ritratto di realista
24 gennaio 2023 - 23:05
1
A) Le tue ipotetiche sovvenzioni alla produzione di pannelli solari da dove provengono? Dalle tasse che tutti pagano. Non vedo il vantaggio. B) I pannelli fotovoltaici hanno una vita media di 10 anni, poi il loro rendimento decade drammaticamente. Inoltre, l'inverter che consente di trasformare la corrente continua prodotta dal pannello in corrente alternata, ha una durata madia di 5 anni poi lo devi sostituire. Fatti due conti: investimento rispetto a risparmio e vedrai che rinunci ai pannelli e alle BEV. - I giacimenti di petrolio e di gas sono ancora enormi e ancora se ne devono scoprire e il loro sfruttamento (fortunatamente) non è in mano ad una sola entità, lo dimostra la fluttuazione dei prezzi. Anche i russi pensavano di compensare la vendita di petrolio in UE con quella a Cina e India, ma il prezzo a cui lo vendono non copre i costi. Informarsi no?
Ritratto di ilariovs
24 gennaio 2023 - 23:17
A) I 21 mld messi in finanziaria per le bollette dove pensi che li abbiano presi sugli alberi dei soldi? B) i miei pannelli sono garantiti 25 anni 80% per cui nel 2046 produrrò ancora 5200 KWh/anno ALMENO. C) L'inverter é garantito 10 anni. Qui di durerà almeno 10 anni (o me lo cambiano loro a gratis). D) vuoldire che sei più contento di pagare 50cent a KWh la corrente e 10€ per fare 100KM. Contento te contenti tutti.
Ritratto di Oxygenerator
26 gennaio 2023 - 11:21
@ ilariovs concordo con lei.
Ritratto di realista
29 gennaio 2023 - 00:04
1
Scusa ilariovs ma tu ti fidi di quello che ti dicono? 21 mld per le bollette? E i 200 mld della Germania? Informati. Pannelli garantiti 25 anni all'80%??? ma hai mai letto qualcosa di tecnico riguardo ai pannelli fotovoltaici che non sia le balle che ti raccontano quelli che te li vendono? Inverter garantito 10 anni.. e poi? Ammettendo che ci arrivi a 10 anni (ho forti dubbi ma non io, ma i tecnici seri) poi lo devi cambiare, a gratis??? sono dei benefattori? Informati bene. Hai fatto qualche conto? Sai cosa significa break even? O, detto in italiano, punto di ammortamento? Fatti due conti, e scoprirai quanti soldi hai buttato.
Ritratto di ilariovs
29 gennaio 2023 - 05:10
I latini dicevano "verba volant scripta manent". Io NON mi fido di quello che mi dicono mi fido di quello che leggo ed i miei pannelli sono GARANTITI 80%25 ANNI e non sono nemmeno il TOP. In commercio esistono pannelli 30 anni 80% (TRENTA ANNI 80%). L'inverter é garantito dieci anni, per cui se si rompe prima me lo cambiano gratis. Non é che me lo hanno detto é proprio scritto così sulla documentazione tecnica dell'impianto. Come la mia macchina che aveva l'estensione garanzia a 5 anni. Non é che me lo hanno detto, dopo tre anni ho avuto un problema e me lo hanno sistemato gratis. Sa quella cosa chiamata GARANZIA? Quella insomma. I 21 mld valgono fino al 31 MARZO infatti dal 1° Aprile cambiano gli sconti sulle bollette verranno fatti su soglie di consumo. Qui di sono 21 mld X 4 (84mld X 1 anno). Il mio punto di guadagno é SOTTO I 10 ANNI consumano 3300 KWh/anno se aggiungo la BEV non spendendo 1200€ di gasolio, 180€ di bollo e altri 100€ di tagliandi mi ripago l'impianto 7/8 anni. 22 anni a guadagno insomma. Questo ai prezzi attuali, se poi aggiungo che dal 5 Febbraio il diesel dovrebbe aumentare e dal 30 Giugno TUTTI i contratti elettrici possono essere rimodulati. Credo che l'ho scampata bella.
Ritratto di realista
29 gennaio 2023 - 23:55
1
Cosa intende per "punto di guadagno"? Se intende il break even dell'investimento deve considerare alcune voci che probabilmente le sono sfuggite. Per prima cosa, il costo dell'impianto FV, delle batterie di accumulo etc... Per seconda cosa, il costo di acquisto della BEV. Inoltre, sicuramente pagherà un'estensione di garanzia per pannelli e inverter (oltre che per la BEV). Infatti, da che so io, nessuna azienda fa il benefattore. Deve anche considerare la perdita di valore della BEV e, oltre a tagliandi (probabilmente a costi minimi all'inizio, poi si vedrà), gomme etc... Metta tutto insieme ed il suo punto di break dell'investimento va come minimo a 15 anni. Un vero affare.
Ritratto di realista
29 gennaio 2023 - 23:59
1
E comunque anche se il break even fosse veramente, come dice lei (ma dubito) a 7-8 anni, non sarebbe comunque un grande affare rispetto ad una ICE, sempre che le tariffe elettriche non aumentino di nuovo.
Ritratto di ilariovs
30 gennaio 2023 - 07:33
Partiamo da un presupposto il punto di guadagno di una ICE e di una bolletta elettrica NON ESISTE. So o solo una spesa continua. Analizziamo invece un impianto FV. Produzione 6500KWh/anno, costo 11000€ (il 50% lo hai indietro) una MG4 25800€. Totale 37000€. Bollette 1000€/anno (3300 KWh/30cent), gasolio 1200€ (666l X 12000 Km/anno a 1,85€/L), 180€ bollo, 200€/anno di tagliandi. Diciamo che la ICE la compriamo a 20.000€. Dopo 10 anni: A) FV + BEV consuma circa 2000 KWh/anno a 30cent sono 600€/anno X 10= 6000€ + 500 di tagliandi + 5anni al 25% di bollo 250€ Tot 7350€ (+37000€). B) ICE + Bolletta 33000kWh/anno a 30cent sono 1000€/anno cioè 10.000€ + 1200€ di carburante/anno cioè 12000€ + 1500€ bollo + 1000€ di tagliandi. Totale 24500€ (+20.000). Siamo a pari ins SOLI 10 anni. Il FV ne dura 30 e non ho nemmeno considerato il contributo GSE. Perché se produco 6500 e ne uso 3300 vuoldire che 3200 vanno in rete ed anche pagati pochi cent in 10 anni sono soldini. Non é un buon investimento é un OTTIMO investimento che a proposito di garanzia ti da la garanzia che pure che la corrente raddoppia nei prox 10 anni tu stai al sicuro perché una bella fetta é tua.
Ritratto di realista
30 gennaio 2023 - 22:45
1
Mah... credo che lei non sappia proprio costruire un business plan. Se vuole glielo faccio io (visto che ne ho fatti anche per centrali di produzione elettrica a biomasse per la Magnus società del gruppo Magneti Marelli). Sono a sua disposizione.
Ritratto di ilariovs
30 gennaio 2023 - 22:47
Me lo scriva qui, così serve anche per tutti gli altri.
Ritratto di realista
2 febbraio 2023 - 00:37
1
Lei dimostra una notevole ignoranza (non è un'offesa, ma ignorare significa non conoscere e tutti noi non conosciamo tutti). Un business plan serio e correttamente fatto non si può sicuramente postare in un blog come questo. Mi mandi, se ha voglia, un messaggio privato e le posso mandare un esempio. A sua disposizione
Ritratto di Bacca
24 gennaio 2023 - 12:18
d'accordissimo con te fra2003
Ritratto di pokemon64
24 gennaio 2023 - 14:58
3
Quindi secondo te basterebbe limitarsi a fare e comprare questi cassoni ed eliminare il 70% del restante parco auto. Complimenti non avevo ancora letto un analisi così approfondita e motivata. Venendo all'auto in questione è tralasciando i deliri da TSO non mi piace per niente, ma costa poco o nulla è a qualcuno serve ed eventualmente se la fa piacere. Degustibus....
Ritratto di alveolo
23 gennaio 2023 - 20:03
In tal caso appoggio l'idea della Mg4, fra le 2, per chi si ritrovasse in condizioni simili, ovviamente sempre con una seconda auto in famiglia per le situazioni più seriose / ad ampio raggio. Si ritorna alla Duster, però in tutti gli altri svariati casi: da chi non ha né il box e né tanto meno FV a gogò, a chi sarebbe l'unica auto di famiglia (necessariamente tuttofare, il massimo fruibile e flessibile possibile), e non di meno a chi poi sganciare subito 25k (minimo 25k se si acchiappa la combo di situazioni favorevoli altrimenti magari fanno più 28k) anziché 19k non è che sia proprio uguale altrimenti ""forse"" invece che in Dacia sarebbe passato in concessionaria Peugeot o VW
Ritratto di ilariovs
23 gennaio 2023 - 20:32
Le dico di più sono favorevole al bolle alle auto elettriche. Esenzione da 0 a 50KW Da 51 a 100 KW 1,26€/KW Da 101 a 150 KW 2,52 €/KW Da 151 a X 5,02€/KW. A patto che si istituisce un fondo per finanziare colonnine o un aumento di 2000€ agli incentivi per BEV con ISEE sotto 25000/3000. Bisogna aiutare chi oggi non può comprare un'elettrica perché chi lo fa aiuta l'indipendenza energetica del paese e ne abbassa le emissioni. Rinnovabili e auto elettriche sono un toccasano per questo paese ed ognuno, se economicamente capiente e idealmente orientato a maggior ragione può dare una mano. Per me possono farlo domani.
Ritratto di alveolo
23 gennaio 2023 - 20:41
Io non ho capito perché non fare un referendum sull'esenzione bollo (totale poi) da parte di certe tecnologie motoristiche. Alla fine sono soldi di tutti...
Ritratto di realista
30 gennaio 2023 - 00:03
1
Mi scusi, ma come potrebbero le BEV aiutare a raggiungere l'indipendenza energetica del Paese? Soltanto il 40% dell'energia prodotta in Italia deriva da fonti rinnovabili, e comunque in modo non costante. Significa che senza il gas ed il carbone, tutto si fermerebbe, comprese le BEV. Il gas lo compriamo no? Il carbone anche. La soluzione per l'autarchia energetica è solo il nucleare, ma è stato bocciato ben due volte. Quindi non vedo davvero alcun vantaggio a guidare una BEV, solo svantaggi nei tempi di ricarica, scarsa autonomia e costi iniziali proibitivi. Poi ognuno la pensi come vuole.
Ritratto di ilariovs
30 gennaio 2023 - 07:05
Intanto purtroppo solo il 27% dell'energia che consumiamo é da fonti rinnovabili. Il suo ragionamento però pecca di un ingrediente AVERE POCHE RINNOVABILI É UNA COLPA, ED UNA SCELTA (SBAGLIATA). Non avere petrolio, carbone e gas é una condizione. Cosa vuoldire? Che per le rinnovabili si può cambiare, invece la mancanza di petrolio é permanente. Il nucleare é una scelta che più avanti si può rifare ma non OGGI perché servono 15 anni e l'Italia 15 anni così non li ha. Ma lo si capirà dal 1° Aprile, quando cambieranno gli aiuti alle bollette e dal 1° Luglio qua do tanti contratti elettrici verranno rimodulati. Non esiste altra via che prodursi l'energia in casa, almeno una bella fetta. Se i tedeschi se ne producono il 47% da rinnovabili dove sarebbe il problema di farlo anche noi? Il nucleare lo ha la Francia, paese UE e nostro partner da qui al 2025 dovrebbero sistemare buona parte dei loro 56 reattori w torneranno a vendere energia a basso costo perché il nucleare é poco modulabile. Ed é sempre molto meglio che comprare petrolio e gas.
Ritratto di realista
30 gennaio 2023 - 22:54
1
Il rinnovabile in Italia pesa per il 40% circa, non per il 27%. Ma ha un piccolo problema: non è costante nella sua produzione. Pertanto è impossibile sostituire petrolio, gas e carbone con le rinnovabili. Non hanno una produzione costante che è una caratteristica imprescindibile. Quindi avere poche rinnovabili non è una scelta sbagliata, ma una scelta obbligata. La mancanza di petrolio non è permanente, anzi, si continuano a trovare nuovi giacimenti. Ne avremo per chissà quanti anni, così come per il metano. E' importante, semmai, avere fonti diversificate per evitare di dipendere da un solo fornitore (vedi Russia), ma questo è l'ABC di ogni azienda seria che però non sembra sia stato seguito dalla Germania (la loro economia così fantastica è dovuta essenzialmente al basso costo del gas, ora da dimenticare, ed all'Euro) che infatti ora si trova nelle peste. Al contrario dell'Italia che fortunatamente ha l'ENI che ci sta togliendo dai guai. Riguardo alla Francia, ha puntato tutto (sbagliando) sul nucleare che ha il brutto vizio di necessitare di manutenzione costante e spesso straordinaria che blocca la produzione. Insomma, tutto questo per dire che c'è bisogno di un giusto mix di fonti energetiche che deve essere scelto in base alla tecnologia disponibile, alle esigenze energetiche e alla consapevolezza che le fonti rinnovabili non sono costanti e sono poco efficienti. Se poi li parla di FTV individuali, allora il discorso cambia, ma non sono alla portata di tutti e soprattutto sono inefficienti, costosi e dalla vita corta.
Ritratto di ilariovs
30 gennaio 2023 - 23:01
L'Italia nel 2022 ha coperto im 26,9% con fonti rinnovabili. Nemmeno il 27%. La Germania il 47% della domanda (254TWh). Se noi avessimo la capacità produttiva rinnovabile tedesca copriremmo l'80% della domanda. Il Portogallo arriva al 60%. Bene quindi se l'unica é il fossile buona benzina a 2€/L e buon metano a 1€ e fischia a m3. Personalmente per il mio caso il fossile é sconveniente a me conviene girare in elettrico perché mi costa meno in primis. In secundis emetto molto memo ed essendo una condizione win/win NON riesco a immaginare motivo per cui dovrei usare derivati del petrolio.
Ritratto di ilariovs
30 gennaio 2023 - 23:04
ERRATA CORRIGE. 26,9% A Dicembre 2022. In tutto il 2022 siamo a 31,1%. É sempre poca roba, ma é giusto dare i dati corretti.
Ritratto di realista
1 febbraio 2023 - 00:11
1
Contento lei della sua bev, ma moltissimi altri non possono permettersela. Beato lei che può.
Ritratto di realista
4 febbraio 2023 - 00:57
1
Chissà perché la Germania è alla ricerca spasmodica di gas e ha riattivato numerose centrali a carbone? Mah? Se lo è mai chiesto? Lo sa che le fonti rinnovabili sono incostanti e non potranno MAI sostituire quelle derivate da font fossili? Perché non va a leggere fonti attendibili? Magari lei crede anche che la co2 prodotta dall'uomo è la causa del riscaldamento globale (inesistente)? Complimenti. Lei è l'archetipo dell'uomo che il WEF vuole. Ignorante, green e disposto a suicidarsi per il pianeta. A mai più commentarla.
Ritratto di ilariovs
4 febbraio 2023 - 01:12
Non tutti i processi sono switchabili e la Germania é la prima manifattura d'EU ed una delle più grandi del mondo. Grazie alle rinnovabili ed al loro carbone la Germania produce abbastanza corrente da cedere alla Francia (SI quella con 56 reattori nucleari) in cambio la Francia gli cede gas. Strano che non lo hanno chiesto a noi, forse perché sanno che ne abbiamo si e no per noi. Detto ciò le rinnovabili hanno DUE enormi vantaggi: 1) sono proprietà di chi li usa e non sono bloccabili/modificabili. Non si può fare l'embargo al vento o al sole. 2) sono economiche. E già questo basta ed avanza a preferirle a qualunque altra forma di produzione di energia. Perché ti rende indipendente e competitivo. Purtroppo il limite di leggere qua e la qualcosina e pensare che per questo si é esperti porta a queste conclusioni errate e superficiali.
Ritratto di realista
5 febbraio 2023 - 01:03
1
Purtroppo il limite di non sapere con si sta dialogando porta a sottovalutare la persona stessa. Lei si tenga le sue idee, quelle si che sono superficiali, io mi tengo i miei fatti concreti. Quello dell'energia è un mondo dove lavoro da almeno 20 anni. Se permette lo conosco molto bene e, a giudicare da quello che lei scrive, molto meglio di lei. Approfondisca meglio, vada oltre a quello che raccontano in venditori e forse, ma dico forse perché purtroppo ho idea che lei sia una persona veramente superficiale, scoprirà un mondo nuovo. Auguri.
Ritratto di Ziopolpettone
23 gennaio 2023 - 21:11
Va bene la MG4, soprattutto se uno ha i pannelli fotovoltaici e l’elettricità se la produce per conto suo. Però non sono molto paragonabili. La Dacia ha un bagagliaio molto più capiente e anche lo spazio interno è maggiore.
Ritratto di ilariovs
23 gennaio 2023 - 21:33
Si sono d'accordo. Però io ho il timore che dal 5 Febbraio saranno dolori. Entrerà in vigore l'embargo sui prodotti petroliferi raffinati e quindi il gasolio andrà su (ho due macchine a gasolio) e pian piano si tirerà dietro la benzina. Ora, posso sbagliarmi ma mi aspetto che pagherò sopra i 2€/L da qui a Marzo per un litro di diesel questo farà calare le vendite di macchine diesel (come sono crollate quelle a metano) e co seguentemente aumenteranno le benzina/mild con aumento di domanda di benzina ergo su anche quella. Il tutto mi fa pensare che la scelta più sicura é la BEV e la carico con la mia energia, al max una PHEV. Ma lo scoprirò da qui a 60gg. Se il gasolio si impenna prendo la MG4 e se non altro so che una fetta del carburante lo produco io.
Ritratto di alveolo
23 gennaio 2023 - 21:58
Ti manca però l'ultimo tassello, che pure viene giù abbastanza automaticamente nella rocambolesca cascata di eventi che hai fatto: se pure la benzina non è/sarà conveniente (oltre a metano, diesel e perché no gpl?) a sto punto traslano tutti verso l'elettrico = si sovraccarica il sistema di richiesta = continui black out, oltre che kWh alle stelle = ti toccherà minimo fortificare casa per non rischiare il saccheggio del tuo accumulatore fv => invece che per la MG magari ti converrebbe tener da parte i soldi se non per un carrarmato (ev ovviamente), almeno per una torretta fortificata con tanto di mitra per tener testa alla situazione.
Ritratto di ilariovs
23 gennaio 2023 - 22:03
Spero che in qualche anello avvenga un'interruzione ma di certo il gasolio salirà non so di quanto, perché la risalita sarà autolimitante (calerà il consumo) però mi aspetto di vederlo sopra i 2€L. Per cui a me comunque conviene eliminare il vecchio TD e se passo ad un'elettrica ho la sicurezza che 1/3 della percorrenza é di provenienza autoctona. 4000 Km/anno sono garantiti dal FV. Ma ripeto da qui a 60gg saprò con certezza se mi sono sbagliato o meno.
Ritratto di alveolo
24 gennaio 2023 - 06:58
Che dire, il 5 febbraio è vicino, vediamo questa nuova armageddon annunciata poi che ci porterà. Magari col diesel in impennata riabbatteranno le accise e visto che viaggio solo a benzina, chissà a trovare un prezzo addirittura più vantaggioso nel mio caso.
Ritratto di JC
24 gennaio 2023 - 07:31
in questi commenti ritorna ciclicamente la questione dei pannelli solari con cu icaricare l'autovettura senza evidentemente avere i rudimenti sul tema: per caricare i 28 kwh della spring con un impianto dedicato dipotenza standard ci vorrebbero in media più di 3 giorni con il bel tempo, in primavera e auto sempre attaccata e comunque i ragi del sole sono gratuiti ma le spese di installazione, manutenzione eallacciamento alla rete elettrica o per gli eventuali accumulatori vanno invece pagate e quindi anche quei KW non sono gratuiti.
Ritratto di ilariovs
24 gennaio 2023 - 07:47
Io invece continuo a leggere CICLIACAMENTE delle spese per l'impianto come se la corrente a chi NON ha il FV la regalassero. Ebbene ogni 2 mesi arriva la bolletta. Personalmente ho speso circa 1/3 del 2021 mentre dal 30 Giugno tutte le clausole di rimodulazione possono essere usate. Da questo se ne deduce A) che a me anche se rimodulato NON mi prendo certo di panico. B) l'impianto ormai c'é é devo decidere SE cedere l'eccesso per pochi cent e spendere 10€/100Km con la diesel oppure pagare MENO della metà con l'elettricità (oltre bollo e tagliandi). C) si continua a ragionare con una BEV come una ICE. La BEV la parcheggio sotto casa e la metto sotto carica anche con la batteria al 50% non é che devo aspettare di essere al 10%, come col diesel, perché fare gasolio é una perdita di tempo. La BEV si carica mentre sta lì ferma a differenza della mia diesel.
Ritratto di JC
24 gennaio 2023 - 09:03
compliementi ridurre la boletta dle 70 % è considerato il migliore risultato possibile ma di solito il risparmio medio è molto inferiore (fra il 30% e il 70 % come si legge sul sito di chi è serio e anche se vuole venderti gli impianti ) comunque non puoi comportati come se te lo avessero regalato l'investimento iniziale e la manutezione successiva vanno considerati (con un costo fra i 10 e i 15 Cent per ogni Kwh prodotto) e comunque ne dovresti comprare un altro solo per l'auto: o lo usi per la casa o lo usi per l'auto . poi facciamo un esempio pratico : La bev la parcheggi di solito di notte quando sole non c'è e quindi o hai investito molto per avere anche un accumulatore da 12 kwh (sono considerati già i più grandi e di conseguenza costosi) oppure la carica con la rete elettrica e quindi arrivano le bollette lo stesso e come tu stesso ai riconosciuto la corrente che cedi viene pagata poco (anche perchè è stata prodotta con incentivi)
Ritratto di ilariovs
24 gennaio 2023 - 09:19
Posso dirti che SENZA accumulo sono arrivato a -51% in un semestre. Chiaro che devi usare qualche piccolo accorgimento tipo una presa oraria sullo scaldino altrimenti i tuoi 100KWh/mese te li mangi solo con quello. Ma facendolo funzionare solo di giorno vedi proprio la differenza. 10/15 cent a KWh? E chi li ha oggi? Ne pagavo 19 con in contratto vecchio di 6 anni. Per fare i miei 12000 Km/anno mi servono 2000Kwh. A 30 cent a KWh sono 600€/anno contro i 1100/1200 di solo gasolio +180€ di bollo +200€ di tagliandi. Conti fatti e rifatti e tutti mi hanno portato alla conclusione che ci risparmio almeno 600/700€ anno. Con una media di 30€cent a KWh NON di 10/15. L'impianto produce di più di quel che mi serve ed é stato pensato così proprio in previsione di un allargamento dei consumi con piano induzione, auto elettrica. Fin'ora non l'ho fatto (da un anno ho il FV) perché non c'erano auto come la MG4 ed é difficile trovare un professionista che ti venga a fare l'impianto. É da due mesi che sto dietro a tre elettricisti finalmente settimana scorsa uno é venuto a casa a fare una stima e gli altri due, se tutto va bene, fra questa e prox settimana passano. Inoltre aspettavo sto benedetto contributo per le colonnine. É da Agosto che manca il decreto attuativo. Non vorrei farlo a spese mie ed una settimana dopo esce il decreto e magari vale solo dalla data dell'attuazione in avanti. Fatti così gli incentivi sono più deleteri che utili.
Ritratto di Mauro1971
25 gennaio 2023 - 05:20
Guarda che già spendere oltre i 15 è solo spreco..idem l auto nuova..22 per cento di sole tasse..2200 euro su 10000 euro fanno 4400 su 20000 ..da pazzi..
Ritratto di JC
23 gennaio 2023 - 20:04
ognuno sceglie quello che vuole. ma se il gpl arrivasse a costare 1,2 euro/litro allora 1 kilowat sarebbe almeno ad 1 euro,
Ritratto di ilariovs
23 gennaio 2023 - 20:54
A parte che il GPL NON si usa per produrre elettricità. Noi usiamo Il metano (che sono due robe diverse). Ma resta il fatto che sui miei KWh non aumenta nulla.
Ritratto di CR1
24 gennaio 2023 - 05:41
Bèh QUI hai torto NON son 2 cose diverse ,, guarda ,,,,..,Carburante Gpl/benzina Cilindrata cm3 999 No cilindri e disposizione 3 in linea Potenza massima kW (CV)/giri a Gpl 74 (101)/4400-4900 Potenza massima kW (CV)/giri a benzina 67 (91)/4400-4900 Coppia max Nm/giri a metano 170/2000-3500 Coppia max Nm/giri a benzina 160/2200-3750 Emissione di CO2 grammi/km 124 (137 a benzina) No rapporti del cambio 6 (manuale) + retromarcia Trazione
Ritratto di Alfiere
23 gennaio 2023 - 21:01
2
Il GPL è un prodotto di scarto di tutta l'industria petrolifera-plastica, quindi c'è buona offerta. Se si alzerà lo farà a ritmi molto piu lenti della benzina e del gasolio.
Ritratto di ilariovs
23 gennaio 2023 - 21:36
Dipende da quanto ne chiedi. Attenzione al 5 Febbraio é una data importante. Comunque il GPL (gas di petrolio liquefatto) NON é usato per la corrente. Infatti col metano a 340€/megawattora si compravano le bombole di GPL a meno di 30€/15Kg. Pochi € in più dell'anno prima. Ma le turbine a gas che usiamo per produrre elettricità vanno a metano NON a GPL.
Ritratto di Alfiere
24 gennaio 2023 - 09:56
2
Mhmhh lo so, sono nell'industria di generazione.
Ritratto di alex_rm
24 gennaio 2023 - 19:27
I turbo generatori vanno anche ad idrogeno
Ritratto di Alfiere
25 gennaio 2023 - 08:56
2
Non dalla sera alla mattina, anche usando la miscela di idrogeno-metano che già scorre in alcuni metanodotti sono necessarie modifiche anche estese ai sistemi a turbina.
Ritratto di manuel1975
23 gennaio 2023 - 23:27
e sulla sandero quanto consuma col gpl?
Ritratto di Tistiro
24 gennaio 2023 - 13:24
Sentendo in giro sembra che la prossima auto per un sacco di gente sarà la duster. Passati dal concessionario renault e presentato il preventivo di 24k per la clio ibrida c'è da chiedersi come si faccia a non prendere la duster. Per qualche accessorio inutile in meno ma molto di più per spazio e risparmio.
Ritratto di Mauro1971
25 gennaio 2023 - 05:22
Semplice..perché è un auto marocchina o romena..in pratica contadini che assemblano auto..preferisco un diplomato tecnico dell' est..dove viene assemblata un auto conta più di tutto!!
Ritratto di pokemon64
24 gennaio 2023 - 15:11
3
Non mi piace, ma sicuramente a tanta gente invece si, oppure se la fa piacere. Poi se uno cerca un mezzo per poter caricare e che costi una pietra questo è l'ideale. Come auto primaria in famiglia mi convince poco, visto la motorizzazione sottodimensionata, gli interni basici e una linea vecchia e decisamente brutta. Diciamo che è un mezzo che vale quello che costa, (forse meno).
Ritratto di CB400four
24 gennaio 2023 - 16:39
6
Frena come una Porsche!
Ritratto di AZ
24 gennaio 2023 - 19:24
Ormai vecchiotta.
Ritratto di Il bue
25 gennaio 2023 - 12:39
6
Ci sto pensando seriamente. Base, rigorosamente gpl, con clima e fendinebbia. Il resto non mi serve, a partire dalle sciocchezze elettroniche. Anche dello schermo non saprei cosa farmene: basta e avanza l'autoradio, da integrare con casse di buona fattura, ovviamente post vendita
Ritratto di Oxygenerator
26 gennaio 2023 - 11:46
Come negli anni 70
Ritratto di alex_rm
25 gennaio 2023 - 13:26
Attualmente é il top che l’italiano medio può permettersi
Ritratto di Oxygenerator
26 gennaio 2023 - 11:48
Scarna. Rumorosa. Vecchia. Per quel che riguarda gli Interni, erano più futuribili quelli della fiat uno. Peró costa niente. GPL assolutamnete no.
Annunci

Dacia Duster usate

Prezzo minimoPrezzo medio
Dacia Duster usate 201710.99013.75062 annunci
Dacia Duster usate 201812.30015.26064 annunci
Dacia Duster usate 201910.60016.470200 annunci
Dacia Duster usate 202012.95017.14076 annunci
Dacia Duster usate 202114.70018.95095 annunci
Dacia Duster usate 202216.55019.76032 annunci

Dacia Duster km 0

Prezzo minimoPrezzo medio
Dacia Duster km 0 202118.90022.7205 annunci
Dacia Duster km 0 202215.79021.14061 annunci
Dacia Duster km 0 202320.80021.6502 annunci