PROVATE PER VOI

Honda CR-V: ha due motori, ma ama il relax

Prova pubblicata su alVolante di
ottobre 2019
Pubblicato 13 marzo 2020
  • Prezzo (al momento del test)

    € 45.250
  • Consumo medio rilevato

    15 km/l
  • Emissioni di CO2

    126 grammi/km
  • Euro

    6d-TEMP
Honda CR-V
Honda CR-V 2.0 Hev Elegance Navi eCVT AWD

L'AUTO IN SINTESI

La Honda CR-V 2.0 HEV AWD è un suv ibrida 4x4, molto spaziosa e ospitale. L’abbinamento fra il 2.0 a benzina da 145 CV a ciclo Atkinson e il motore elettrico garantisce prestazioni vivaci, una grande fluidità di risposta e quasi 20 km/litro in città; in autostrada, però, i risultati sono meno entusiasmanti. Il comfort è valido (pur con sospensioni a volte saltellanti) se non si chiede il massimo; altrimenti, il quattro cilindri si fa sentire abbastanza, e con un rumore monotono. Non male la guidabilità, e la dotazione di serie è molto ricca, anche tenendo conto del prezzo.

Posizione di guida
4
Average: 4 (1 vote)
Cruscotto
4
Average: 4 (1 vote)
Visibilità
3
Average: 3 (1 vote)
Comfort
4
Average: 4 (1 vote)
Motore
4
Average: 4 (1 vote)
Ripresa
4
Average: 4 (1 vote)
Cambio
4
Average: 4 (1 vote)
Frenata
3
Average: 3 (1 vote)
Sterzo
4
Average: 4 (1 vote)
Tenuta di strada
3
Average: 3 (1 vote)
Aiuti alla guida
4
Average: 4 (1 vote)
Qualità/prezzo
4
Average: 4 (1 vote)

PERCHÈ COMPRARLA

Il brio non le manca

La Honda CR-V 2.0 HEV AWD è la versione ibrida e 4x4 della recente (e molto spaziosa) suv nipponica. Costa circa 2.000 euro in più della 1.5 turbo a benzina 4x4 da 193 CV (qui la prova) ma, grazie alle minori emissioni di anidride carbonica, non paga il malus statale sulle emissioni di € 1.100. Inoltre, in base alle nostre rilevazioni, percorre mediamente 15 km/l invece di 11,3: bastano 30.000 km per pareggiare i conti, e oltre questa percorrenza si inizia a risparmiare. L’ibrido, piuttosto particolare, alterna automaticamente due modi principali di funzionamento, alla ricerca costante dei minori consumi. Quando si marcia a velocità approssimativamente costante, fra gli 80 e i 120 km/h, è il 2.0 a benzina da 145 CV a ciclo Atkinson (più efficiente del classico ciclo Otto) a muovere direttamente l’auto. Negli altri casi, una frizione scollega dalle ruote il quattro cilindri, che provvede invece a far girare un generatore.

Quest’ultimo fornisce energia alla batteria agli ioni di litio da 1 kWh posta sotto il bagagliaio (non è prevista una ricarica dall’esterno, tramite cavo), che a sua volta alimenta il motore elettrico (184 CV) di trazione. A differenza di alcune rivali, poi, la trazione 4x4 non prevede un altro motore elettrico al retrotreno; la versione AWD della Honda CR-V ha un albero di trasmissione, che trasmette fino al 60% delle potenza alle ruote posteriori. Niente cambio: non serve. Su strada, il risultato è uno sprint più che apprezzabile e una marcia molto fluida e silenziosa (la HEV ha un’insonorizzazione più accurata). Solo accelerando a fondo, la rapida impennata nel regime del 2.0 causa una sgradevole rumorosità, “tipo scooter”. Gli svantaggi rispetto alla 1.5 turbo stanno nell’ingombro della batteria, che obbliga a rinunciare al ruotino di scorta e limita un po’ la capienza del baule (497 litri, 64 in meno) e nella capacità di traino che cala da 1500 a 750 kg.

La guida della Honda CR-V è precisa, ma il rollio limita un po’ l’agilità fra le curve. La trazione 4x4 aiuta parecchio sui fondi viscidi. L’Executive ha una lunga lista di accessori, head-up display incluso. Ma già la Elegance  Navi (molto meno costosa) propone di serie il “clima” bizona, la retrocamera, i fari full led e il cruise control adattativo. Il parere dell’Euro NCAP è positivo: cinque stelle globali, con un 96% nella protezione degli adulti in caso di crash (ci sono addirittura gli airbag per le ginocchia di chi sta davanti); e anche il 77% degli aiuti elettronici alla guida sono un buon valore.

VITA A BORDO

4
Average: 4 (1 vote)
Spazio da vendere e qualche neo

Plancia e comandi
L’abitacolo della Honda CR-V è, in gran parte, quello delle versioni solo a benzina: arioso, ampio e con sedute alte. La differenza più evidente si nota nella consolle, dove al posto della leva del cambio ci sono tasti e levette (non così pratici) per scegliere se andare avanti o indietro. I rivestimenti in pelle (di colore nero o beige) innalzano il tono, mentre gli inserti in finto legno nella plancia e nelle porte sono un po’ fuori luogo; più eleganti quelli in alluminio (optional da richiedere alla concessionaria). I portaoggetti sono numerosi e gli assemblaggi precisi, ma alcune plastiche sono rigide e un po’ troppo “leggere”. Non dei facili da consultare il cruscotto digitale, mentre l’impianto multimediale ha sì il navigatore, Apple CarPlay e Android Auto, ma anche uno schermo di soli 7”, con interfaccia lenta nella risposta e menu macchinosi da usare. Sotto il bracciolo centrale trova posto un portaoggetti con quattro prese (una a 12 V, una Hdmi e due Usb).

Abitabilità
È un punto di forza della Honda CR-V: anche in cinque si viaggia bene. Dietro, in particolare, si apprezzano il pavimento piatto e l’abbondante spazio per testa e gambe. Molto comodi i sedili; quello sinistro ha tutte la regolazioni elettriche, e c’è un largo bracciolo centrale. Il divano ha lo schienale che si reclina di alcuni gradi all’indietro e, come anche i sedili anteriori, è riscaldabile. Non mancano, neppure qui, le bocchette del “clima” e due prese Usb (solo per la ricarica dei dispositivi elettronici).

Bagagliaio
La capienza è di 497/1638 litri. Pur se questa versione ibrida della Honda CR-V perde 6 cm in altezza, il vano resta ampio e si sfrutta con facilità: è un attimo caricare tre valigioni e un trolley. Il portellone elettrico si apre e chiude anche solo spingendo un piede sotto il paraurti. Abbassando il divano (ci sono anche due levette vicine al portellone) il piano è privo di scalini, che darebbero fastidio durante il carico dei colli più lunghi e pesanti. Tutto rivestito in moquette, il bagagliaio è illuminato da due plafoniere.

COME VA

4
Average: 4 (1 vote)
Scatta decisa e beve abbastanza poco

In città
Il sistema ibrido della Honda CR-V 2.0 HEV AWD garantisce prontezza e fluidità di risposta; se si preme poco l’acceleratore spesso il 2.0 resta spento, e lo si nota pure dai bassi consumi (ben 18,5 km/litro, invece dei 9,7 della 1.5 turbo). Lo sterzo è diretto ma non molto leggero, e sullo sconnesso a volte si sobbalza; utili, nelle manovre e in fase di parcheggio, i sensori di distanza e la telecamera di retromarcia.

Fuori città
Nella guida decisa il rollio non manca, ma la tenuta di strada non va in crisi; pronte e rapide le riprese, anche se, chiedendo il massimo, il rombo monotono del 2.0 può dare noia. In discesa tornano utili le palette al volante: aumentando il recupero di energia, consentono al contempo di rallentare senza usare i freni. E comunque, i consumi di questa Honda CR-V restano interessanti: 17,2 km/l.

In autostrada
Qui il vantaggio economico dell’ibrido si riduce, ma anche nel nostro test effettuato a 130 km/h il consumo è comunque discreto: 11,9 km/l, invece dei 10,3 misurati con la 1.5 turbo. Inoltre, quanto meno fino alle velocità concesse in Italia, la Honda CR-V 2.0 HEV AWD è molto silenziosa, e piuttosto stabile. Valido il supporto degli aiuti alla guida, cruise control adattativo incluso.

Nel fuori strada
La distanza da terra (19,2 cm) è nella media per una suv, e la trazione 4x4 distribuisce con rapidità la coppia motrice fra le ruote: a patto di avere delle gomme M+S, la neve e il fango si affrontano con una certa disinvoltura. Mancano, però, a differenza di altre vetture similari, delle modalità di guida specifiche per i diversi tipi di fondo e il controllo di velocità in discesa.

PERCHÈ SÌ

Abitabilità
Si distingue anche fra le suv: dietro si sta in tre senza problemi, e anche chi è di statura alta ha abbastanza spazio per distendere le gambe.

Dotazione
Sfiziosi o utili, sono davvero tanti gli accessori di serie.

Fluidità di marcia
Il motore elettrico e quello a benzina lavorano sempre con regolarità.

Silenziosità
L’abitacolo è ben isolato: nella marcia tranquilla, la rumorosità è davvero contenuta. 

PERCHÈ NO

Effetto scooter
Nelle accelerate decise, il 2.0 va a un regime elevato e costante: il rumore non è forte, ma dà noia.

Impianto multimediale
Il sistema è superato per facilità d’uso, grafica e dimensioni del display. 

Plastiche interne
Qualche pannello è realizzato con gli stessi materiali usati nelle utilitarie.

Sospensioni sullo sconnesso
Per un’auto che punta sul comfort, la risposta è un po’ “secca”.

SCHEDA TECNICA

Motore a benzina  
Cilindrata cm3 1993
No cilindri e disposizione 4 in linea
Potenza massima kW (CV)/giri 107 (145)/6200
Coppia max Nm/giri 175/4000
   
Motore elettrico  
Potenza massima kW (CV)/giri 135 (184)/n.d.
Coppia max Nm/giri 315/n.d.
Tipo batteria ioni di litio
   
Potenza massima complessiva kW (CV) 135 (184)
   
Emissione di CO2 grammi/km 126
Cambio assente
Trazione integrale
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori dischi
Capacità di traino kg 750
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 460/186/169
Passo cm 266
Posti 5
Peso in ordine di marcia kg 1672
Capacità bagagliaio litri 497/1638
Pneumatici (di serie) 235/60 R18
Serbatoio litri 57

I NOSTRI RILEVAMENTI

VELOCITÀ MASSIMA   Rilevata Dichiarata
    180,6 km/h 180 km/h
       
ACCELERAZIONE Secondi Velocità di uscita Dichiarata
0-100 km/h 8,7   9,2 secondi
0-400 metri 16,6 137,3 km/h non dichiarata
0-1000 metri 30,4 168,1 km/h non dichiarata
       
RIPRESA Secondi Velocità di uscita Dichiarata
1 km da 40 km/h 28,2 163,7 km/h non dichiarata
1 km da 60 km/h 27,1 166,4 km/h non dichiarata
da 40 a 70 km/h 2,5   non dichiarata
da 80 a 120 km/h 6,1   non dichiarata
       
CONSUMO   Rilevato Dichiarato
In città   18,5 km/litro 11,9 km/litro
Fuori città   17,2 km/litro 15,9 km/litro
In autostrada   11,9 km/litro non dichiarato
Medio   15,0 km/litro 13,5 km/litro
       
FRENATA   Rilevata Dichiarata
da 100 km/h   38,6 metri non dichiarata
da 130 km/h   64,7 metri non dichiarata
       
ALTRI VALORI   Rilevati Dichiarati
A 130 km/h effettivi il tachimetro indica   132 km/h non dichiarata
Diametro di sterzata tra due marciapiede   11,4 metri 11,0

 

Honda CR-V
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
67
37
25
26
27
VOTO MEDIO
3,5
3.5
182
Aggiungi un commento
Ritratto di otttoz
13 marzo 2020 - 20:08
per evitare l'effetto scooter basta buttare tutta la parte termica e farla tuttelettrica...
Ritratto di hamtaro
13 marzo 2020 - 20:27
15
La quarantena ti sta facendo malissimo...
Ritratto di Temaki
13 marzo 2020 - 20:18
Per violazione della policy del sito.
Ritratto di nsx
14 marzo 2020 - 12:02
Infatti loro i Jappi ne hanno vendute oltre 13.000.000 (tredicimilioni) i tedeschi 27.
Ritratto di ELAN
16 marzo 2020 - 15:54
1
Invece la "quattro" con Haldex spacciata per Torsen non è fake neppure un pò.
Ritratto di supermax63
18 marzo 2020 - 11:55
Pasquale Ametrano imperversa con le sue pirlate di saggezza alla guida di una rombante RS5 sfrecciando dalla Svizzera in direzione Gallarate con i suoi Jeans Armani e Mocassini Prada.Consiglio anche sosta in Autogrill e munirsi di Provola per dare l'ultimo tocco di eleganza e finezza personale in linea con il personaggio.
Ritratto di Temaki
13 marzo 2020 - 20:19
Per violazione della policy del sito.
Ritratto di Blablabla
14 marzo 2020 - 07:29
No, questa non ha proprio il cambio. Infatti nella scheda c'è scritto: cambio assente.
Ritratto di Elix69
13 marzo 2020 - 20:26
@redazione, per caso al capitolo consumi avete invertito le voci "dichiarato" "rilevato"?
Ritratto di Gabry9424
13 marzo 2020 - 21:23
Non penso, hanno scritto anche nella prova che i consumi sono migliori rispetto al dichiarato, strano ma vero.
Pagine
Annunci

Honda Cr v usate

Prezzo minimoPrezzo medio
Honda Cr v usate 201411.50013.9407 annunci
Honda Cr v usate 201513.90018.37016 annunci
Honda Cr v usate 201615.95017.8908 annunci
Honda Cr v usate 201717.00018.2903 annunci
Honda Cr v usate 201820.50027.4303 annunci

Honda Cr v km 0 per anno

Prezzo minimoPrezzo medio
Honda Cr v km 0 201931.50033.9005 annunci
Honda Cr v km 0 202026.00026.0002 annunci