PROVATE PER VOI

Honda Jazz: dentro è grande, ma il cambio…

Prova pubblicata su alVolante di
dicembre 2015
  • Prezzo (al momento del test)

    € 17.550
  • Consumo medio rilevato

    16,1 km/l
  • Emissioni di CO2

    114 grammi/km
  • Euro

    6
Honda Jazz
Honda Jazz 1.3 i-VTEC Elegance Connect CVT
L'AUTO IN SINTESI

Poche altre utilitarie offrono un abitacolo grande e un baule capiente quanto quelli della Honda Jazz. Altro asso nella manica della vettura (almeno, in questa ricco allestimento), la completa dotazione di sicurezza, che comprende, fra l’altro, l’avviso di mancato rispetto della distanza di sicurezza. Facile da guidare, l’auto ha un brioso e poco assetato 1.3 a benzina accoppiato, però, a un poco efficiente cambio automatico a variazione continua di rapporto (optional da 1.350 euro al momento del test). 

Posizione di guida
3
Average: 3 (1 vote)
Cruscotto
3
Average: 3 (1 vote)
Visibilità
4
Average: 4 (1 vote)
Comfort
3
Average: 3 (1 vote)
Motore
4
Average: 4 (1 vote)
Ripresa
4
Average: 4 (1 vote)
Cambio
2
Average: 2 (1 vote)
Frenata
3
Average: 3 (1 vote)
Sterzo
4
Average: 4 (1 vote)
Tenuta di strada
4
Average: 4 (1 vote)
Qualità/prezzo
4
Average: 4 (1 vote)
PERCHÉ COMPRARLA
PICCOLA FUORI, GRANDE DENTRO

In rapporto alla carrozzeria, lunga quattro metri esatti, gli interni della Honda Jazz sono (oltre che ben accessibili) molto spaziosi e anche pratici: di serie tanti portaoggetti e la seduta del divano sollevabile in verticale per caricare oggetti alti e stretti. Nel complesso, le finiture non deludono e sono arricchite di finezze come il pannello nero laccato della consolle, o i tasti a sfioramento per il climatizzatore. La plancia, però, presenta qualche caduta di tono, come i poco riusciti inserti in finto alluminio e le false cuciture “tipo pelle” stampate nella plastica. Intuitiva e ben salda sulle quattro ruote, l’auto si guida volentieri: i 102 cavalli del 1.3 sono vispi e richiedono poca benzina. Peccato che il cambio automatico a variazione continua di rapporto (CVT) sia afflitto dallo sgradevole “effetto scooter”: anche accelerando dolcemente, fa salire eccessivamente di giri il motore (che diventa rumoroso), senza che a ciò corrisponda uno scatto proporzionato. Alla fine, a rimetterci è il comfort. Elevata, invece, la protezione per i passeggeri: nei test dell’Euro NCAP la Jazz ha ottenuto il massimo punteggio (cinque stelle). A ciò si aggiungono i sistemi di aiuto alla guida forniti di serie, come quello che può attivare da solo i freni (fino a 32 km/h) per evitare un urto.

VITA A BORDO
4
Average: 4 (1 vote)
AVANTI, C’È POSTO

Plancia e comandi
La strumentazione della Honda Jazz è abbastanza completa, però manca del termometro del liquido refrigerante (rimpiazzato da una spia); l’indicatore digitale (con barrette luminose) per il livello della benzina nel serbatoio è poco leggibile e altrettanto poco preciso. Inoltre, il volante è troppo affollato di tasti: ben 18. La posizione di guida è ben regolabile, ma il sedile ha due limiti: la seduta corta e l’imprecisa regolazione (a scatti) per lo schienale.

Abitabilità
Si viaggia decisamente larghi: lo spazio abbonda in ogni direzione. Il divano può accogliere con pochi sacrifici anche tre adulti.

Bagagliaio
Ben fatto, è alquanto capiente e ben accessibile (ampia la bocca di carico). A divano ripiegato non si formano gradini.

COME VA
3
Average: 3 (1 vote)
PECCATO PER IL CAMBIO

In città
Nel traffico con la Honda Jazz ci si muove con disinvoltura e, inserendo manualmente (con le levette dietro il volante) le sette marce “virtuali” (nel cambio CVT è il diametro delle due pulegge collegate da una cinghia a determinare il cambiamento di rapporto, che avviene in maniera continua e non con marce definite come negli altri cambi) l’“effetto scooter” si attenua. Non sempre puntuale l’assorbimento delle buche. 

Fuori città
Agile, con uno sterzo preciso e un motore pronto, l’auto ha un bel piglio ed è anche stabile. Tuttavia, la fastidiosa risposta del cambio consiglia andature rilassate. I freni mordono bene, ma è meglio non abusarne: non sono dei più resistenti. Nelle svolte, i montanti anteriori del tetto molto inclinati tolgono visuale.

In autostrada
A velocità costante (senza continue variazione di rapporto da parte della trasmissione) si viaggia bene, l’abitacolo fa valere il suo comfort e l’avviso per involontario cambio di corsia (di serie) è utile. A 130 km/h il motore lavora a 3500 giri e si fa sentire poco. Dopo un rallentamento non serve molta pazienza per riguadagnare velocità.

PERCHÉ SÌ

CONSUMI
Il motore è arzillo, ma poco “affamato” di benzina. 

PRATICITÀ
Le porte hanno un ampio angolo di apertura per facilitare l’ingresso nell’auto. L’abitacolo è ricco di portaoggetti e la seduta del divano è sollevabile.

SICUREZZA
Sono di serie molti aiuti alla guida, come la riproduzione nel cruscotto di alcuni segnali stradali letti dalla telecamera frontale.

SPAZIO
Risulta abbondante sia per i passeggeri sia per i bagagli. 

PERCHÉ NO

CAMBIO
Ha un funzionamento sgradevole e tende inutilmente a far girare il motore nella zona alta del contagiri. 

INDICATORE DELLA BENZINA
Le barrette luminose, piccole e ravvicinate, si confondono e non sono sempre precise nel “misurare” la quantità effettiva di carburante nel serbatoio.

POSIZIONE DI GUIDA
La seduta è corta e lo schienale si reclina a scatti. E i 18 tasti nel volante sono eccessivi.

VISIBILITÀ IN AVANTI
Viene ostacolata dai montanti anteriori del tetto spessi e fortemente inclinati.

SCHEDA TECNICA
Cilindrata cm3 1318
No cilindri e disposizione 4 in linea
Potenza massima kW (CV)/giri 75 (102)/6000
Coppia max Nm/giri 123/5000
Emissione di CO2 grammi/km 114
Distribuzione 4 valvole per cilindro
No rapporti del cambio automatico CVT a 7 rapporti + retromarcia
Trazione anteriore
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori dischi
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 400/170/155
Passo cm 253
Peso in ordine di marcia kg 1092
Capacità bagagliaio litri 354/1314
Pneumatici (di serie) 185/55 R16

 

I NOSTRI RILEVAMENTI
VELOCITÀ MASSIMA   Rilevata Dichiarata
in Drive a 6000 giri   183 km/h 183 km/h
       
ACCELERAZIONE Secondi Velocità di uscita Dichiarata
0-100 km/h 11,7   12,0 secondi
0-400 metri 18,5 127,4 km/h non dichiarata
0-1000 metri 33,3 159,3 km/h non dichiarata
       
RIPRESA IN DRIVE Secondi Velocità di uscita Dichiarata
1 km da 40 km/h 31 159,3 km/h non dichiarata
1 km da 60 km/h 28,9 160,3 km/h non dichiarata
da 40 a 70 km/h 4,5   non dichiarata
da 80 a 120 km/h 8   non dichiarata
       
CONSUMO   Rilevato Dichiarato
In città   13,9 km/litro 18,2 km/litro
Fuori città   19,2 km/litro 22,2 km/litro
In autostrada   14,1 km/litro non dichiarato
Medio   16,1 km/litro 20,4 km/litro
       
FRENATA   Rilevata Dichiarata
da 100 km/h   36,8 metri non dichiarata
da 130 km/h   66,9 metri non dichiarata
       
ALTRI VALORI   Rilevati Dichiarati
A 130 km/h effettivi il tachimetro indica   134 km/h non dichiarata
Diametro di sterzata tra due marciapiede   10,7 metri 10,4

 

Honda Jazz
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
58
36
47
27
30
VOTO MEDIO
3,3
3.328285
198
Aggiungi un commento
Ritratto di honda forever
31 agosto 2016 - 20:13
Sono di parte,come proprietario di una Honda,ma io la trovo bella e pratica e la qualità e affidabilità non si discutono
Ritratto di Magnificus
31 agosto 2016 - 20:18
Per dire che è' bella devi essere x forza di parte.quanto a qualità e affidabilità sono d'accordo
Ritratto di fiattaro
18 settembre 2016 - 16:20
Abbastanza brutta.
Ritratto di MAXTONE
1 settembre 2016 - 02:52
1
Anche a me garba parecchio a livello estetico: Dietro può ricordare le ultime Volvo per le spalle larghe tuttavia questa impostazione le dona presenza e robustezza visiva. Bello anche il frontale tipicamente Honda.
Ritratto di 52armando
31 agosto 2016 - 21:24
1
Si ha l'impressione che AlVolante abbia scelto la versione peggiore per dare cattivi voti. Infatti è la versione per chi non sa guidare con quel cambio CVT orribile. S l'avessero provata senza il cambio automatico ci sarebbero state parecchie 5 stelle nella votazione. Sul consumo, il confort, l'accelerazione, ripresa , cambio e rapporto qualità/prezzo. E' stata sempre la migliore del suo segmento almeno per parecchie voci. L'unico difetto è stata la mancanza storica di un buon motore diesel del quale ne è sempre stata priva. Saluti
Ritratto di Zot27
31 agosto 2016 - 22:48
Il fatto che manca il diesel è un vantaggio (per la salute di tutti). Il cvt dà il meglio di se con cilindrate/potenze/coppie elevate ..
Ritratto di nicktwo
1 settembre 2016 - 08:41
effettivamente... magari questa un po' messa peggio a causa del cambio andava provata dopo aver fatto il test di una col cambio normale... saluti
Ritratto di manuel1975
31 agosto 2016 - 23:37
la parte meno bella è l'anteriore con i montanti, poi io avrei inserito un 1.0 turbo da 80 cv e 160 Nm
Ritratto di honda forever
1 settembre 2016 - 07:45
Il punto e' che se guidi per un certo periodo una jazz o Civic poi non riesci più a cambiare marca.io mi sono avvicinato ad Honda nel 2009 con la civic 8 per l'estetica fuori dal coro ed ho scoperto che è un auto furba sotto molti punti.comunque per farla breve finché mi continueranno ad offrire un bagagliaio enorme e sfruttabile e interni con sedili magici e la possibilità di accavallare le gambe anche con il sedile anteriore tutto dietro io non cambierò mai marca e riuscirò a digerire anche qualche particolare estetico che non mi fa impazzire
Ritratto di nicktwo
1 settembre 2016 - 08:40
ok il fatto dei sedili ma se non ricordo male e' vero che la civic ha un bagagliaio record per la categoria pero' sostanzialmente perche' le manca del tutto il vano ruota di scorta... ricordo male? saluti
Pagine
Annunci

Honda Jazz usate

Prezzo minimoPrezzo medio
Honda Jazz usate 20127.5008.2002 annunci
Honda Jazz usate 20137.5008.5002 annunci
Honda Jazz usate 20146.5006.5001 annuncio
Honda Jazz usate 20159.50010.0002 annunci

Honda Jazz km 0 per anno

Prezzo minimoPrezzo medio
Honda Jazz km 0 201613.50013.9409 annunci