Honda

Honda
Jazz

da 22.500

Lungh./Largh./Alt.

404/169/153 cm

Numero posti

5

Bagagliaio

298-304/1199-1205 litri

Garanzia (anni/km)

3/100.000

In sintesi

Tutta nuova, la quarta edizione della Honda Jazz mantiene le forme da monovolume compatta e la grande praticità che l’hanno sempre contraddistinta, ma rispetto alla terza serie ha uno stile molto più semplice. L’abitacolo, con plancia lineare, cruscotto digitale e finiture curate seppure non lussuose, è molto arioso e continua a disporre del sistema Magic Seats: la seduta del divano può ruotare di novanta gradi, posizionandosi contro lo schienale: dietro i sedili anteriori si crea così un ampio vano che va dal pavimento al soffitto, adatto per caricare oggetti piuttosto alti, come una pianta in vaso o una bicicletta. Ma questa non è l'unica particolarità della Honda Jazz. Anche la tecnologia la distingue dalle altre utilitarie. La Jazz è solo ibrida, con ricarica automatica durante i rallentamenti, e utilizza un quattro cilindri a benzina 1.5 e due unità elettriche. Tre le modalità di funzionamento: in EV Drive, la batteria agli ioni di litio (alloggiata posteriormente) alimenta il motore elettrico che muove le ruote anteriori, garantendo (a bassa velocità e per brevi tratti) la trazione a zero emissioni; nella Hybrid Drive, che si attiva a batteria quasi scarica, il 1.5 a benzina (dal rombo evidente) fa girare un generatore, che invia la corrente al motore elettrico. Nella maggior parte delle condizioni di guida, la Honda Jazz passa di continuo fra questi due modi. Solo a velocità costante medio-alta interviene la modalità Engine Drive, col solo 1.5 a spingere la vettura. Il risultato sono riprese fluide e vigorose, consumi contenuti e la comodità della trasmissione automatica. I prezzi non sono bassi, ma la dotazione è notevole, soprattutto per quanto concerne la sicurezza. Ci sono ben dieci airbag, incluso quello fra i due sedili anteriori, per evitare che le teste dei due occupanti cozzino violentemente fra loro in caso di urto laterale, e si possono avere il cruise control adattativo, il sistema per il mantenimento in corsia e il controllo dell’angolo cieco dei retrovisori. La Jazz c'è anche nella versione Crosstar, "stile suv", con assetto leggermente rialzato, barre sul tetto, verniciatura bicolore e profili di protezione in plastica nella parte bassa della carrozzeria.

Versione consigliata

Una Elegance, che è ben equipaggiata. O una Crosstar se vi interessa lo "stile suv".

Perché sì

Abitabilità Fuori, è un'utilitaria. Dentro, ha lo spazio di un'auto molto più grande.

Consumi Sono bassi, soprattutto in città.

Guida in città Comoda e scattante, va molto spesso in modalità solo elettrica. 

Perché no

Bagagliaio Di per sé è nella media come capienza, ma rispetto al vecchio modlelo ha perso molto. 

Comandi al volante Mancano i tasti per il vivavoce, e quelli per gestire il cruscotto sono poco intuitivi.

Frenata L'impianto si affatica abbastanza presto e non è dei più potenti. 

Honda Jazz
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
35
24
25
20
33
VOTO MEDIO
3,1
3.058395
137

Photogallery