PROVATE PER VOI

Hyundai Ioniq: lei è svelta, il pieno lento

Prova pubblicata su alVolante di
giugno 2017
  • Prezzo (al momento del test)

    € 36.750
  • Consumo medio rilevato

    *
  • Emissioni di CO2

    - grammi/km
  • Euro

    -
Hyundai Ioniq
Hyundai Ioniq EV 28 kWh Comfort
L'AUTO IN SINTESI

Oltre alle versioni ibride ("normale" e ricaricabile dalla presa), la Hyundai Ioniq si può avere anche in questa variante "full electric": è spinta esclusivamente da un motore a corrente trifase da 120 CV, alimentato da batterie agli ioni di litio poste sotto il divano e sotto il piano di carico (la cui capacità si riduce a 350/1410 litri, contro i 443/1505 della ibrida). Il peso degli accumulatori è ampiamente compensato dall'eliminazione del motore termico: la Hyundai Ioniq EV è più leggera della variante ibrida non ricaricabile (1420 kg anziché 1505). E infatti l'auto si guida molto bene anche sul misto. Niente male (per un'elettrica) anche l'autonomia rilevata: 201 km in media, che salgono a 238 km se ci si limita a un utilizzo cittadino.

Posizione di guida
4
Average: 4 (1 vote)
Cruscotto
4
Average: 4 (1 vote)
Visibilità
2
Average: 2 (1 vote)
Comfort
4
Average: 4 (1 vote)
Motore
4
Average: 4 (1 vote)
Ripresa
4
Average: 4 (1 vote)
Frenata
3
Average: 3 (1 vote)
Sterzo
3
Average: 3 (1 vote)
Tenuta di strada
3
Average: 3 (1 vote)
Qualità/prezzo
3
Average: 3 (1 vote)
PERCHÉ COMPRARLA
È ANCHE SUPERGARANTITA

Ecco una media a cinque porte decisamente fuori dal coro: non solo per l'originale frontale (la mascherina è "cieca", visto che non servono prese d'aria per un motore termico o per un radiatore del liquido di raffreddamento) e per la filante coda, con il lunotto diviso di due parti (a discapito, però, della visibilità posteriore). La Hyundai Ioniq EV si distingue soprattutto in movimento: si viaggia con un sibilo, tanto che a bassa velocità è possibile attivare (premendo un tasto sulla plancia) un segnale sonoro per farsi sentire da pedoni e ciclisti. Come in tutte le auto elettriche, lo scatto è buono fin da bassissimi regimi, e i 120 CV del motore trifase sono più che sufficienti anche ad andature sostenute. Certo, fuori città l'autonomia cala e, in media, arriva a 200 km: che, comunque, non sono male per un'elettrica. Limitandosi all'uso urbano, invece, con un pieno di corrente si percorrono quasi 40 km in più. Il problema è che per il rifornimento da una comune presa domestica abbiamo impiegato 17 ore: la casa, invece, ne dichiara 12 (4,5 utilizzando le colonnine di ricarica pubbliche, o 30 minuti con quelle rapide a 50 kW). Molto interessante, invece, la garanzia sulle batterie: otto anni, contro i cinque sul resto della vettura (per questo stesso periodo la casa coreana prevede anche l'assistenza stradale e i controlli gratuiti). Sul fronte della sicurezza, la Hyundai Ioniq EV ha di serie sei airbag, la frenata automatica di emergenza e l’allarme in caso di uscita accidentale dalla corsia di marcia. Non è invece disponibile un sistema anti-colpo di sonno, mentre i sensori per l'angolo cieco dei retrovisori sono previsti solo per l'allestimento Style. Nei crash test EuroNCAP (realizzati nel 2016) la vettura ha ottenuto cinque stelle: spiccano i 90 punti su 100 per la protezione degli adulti a bordo e l'82% nei dispositivi di sicurezza e di assistenza alla guida. 

VITA A BORDO
4
Average: 4 (1 vote)
LA CURA NON MANCA

Plancia e comandi
Diversi particolari fanno capire a colpo d'occhio che ci si trova a bordo di un'auto elettrica. Anzitutto l'assenza della leva del cambio, sostituita dai pulsanti per selezionare la marcia avanti, la "retro", la posizione di parcheggio e la folle. Un profilo color rame (il principale materiale utilizzato nella fabbricazione dei cavi elettrici) attorno alle bocchette dell'aria e al bracciolo è un richiamo alla “natura” della Hyundai Ioniq EV. Morbida e ben assemblata la plancia, e moderno il cruscotto digitale configurabile. Tra i comandi non mancano il selettore delle modalità di guida, il freno a mano elettronico e due pratiche levette dietro al volante: aumentano (quella di sinistra) o diminuiscono (a destra) l'effetto del freno motore, e il conseguente recupero di energia nei rallentamenti per ricaricare le batterie.

Abitabilità
Come nelle altre versioni della Hyundai Ioniq, lo spazio è abbondante davanti. Sul divano, invece, è buono l'agio per le gambe ma non quella in altezza: colpa dell'andamento del soffitto, che scende verso la parte posteriore dell'auto. 

Bagagliaio
Rispetto ad altre vetture elettriche di pari categoria, la Hyundai Ioniq EV offre una capacità di carico nella media: 350 litri a divano in posizione d'uso, 1410 reclinandolo. Tuttavia, rispetto alla versione ibrida la capacità cala di 93 litri, e in altezza si perdono 12 cm... "Furbo" il nascondiglio per il tendalino sotto il piano di carico.

COME VA
4
Average: 4 (1 vote)
PIACE SOPRATTUTTO NEL TRAFFICO

In città 
Come altre auto elettriche, la Hyundai Ioniq EV ha un bello sprint fin dai primi metri e si muove silenziosa (utile il suono, attivabile con un tasto, per farsi sentire da pedoni e ciclisti). Buono il comfort su binari, pavé e buche e niente male l'autonomia, di 238 km, da noi rilevata. 

Fuori città
Sul misto la Hyundai Ioniq EV mostra qualche limite: lo sterzo non è precisissimo, pur avendo una piacevole consistenza, variabile in base alle modalità di guida (Eco, Normal o Sport). Buona, comunque, l’agilità, mentre la frenata, pur potente, non è molto ben modulabile (quella elettrica si sovrappone al lavoro dei dischi).

In autostrada
L'assenza di rumori dal motore elettrico fa sentire qualche fruscio, ma il comfort resta buono. Per contro i consumi lievitano, e l'autonomia scende sotto i 200 km. Ai problemi di visibilità dovuti al lunotto, la Comfort aggiunge il fatto di non poter avere i sensori per gli angoli ciechi dei retrovisori (di serie per la Style). 

PERCHÉ SÌ

Garanzia 
È di cinque anni la copertura sui difetti dell’auto (nello stesso periodo si hanno l’assistenza stradale e i controlli gratuiti) e addirittura di otto anni quella sulle batterie.
 
Guida 
Il motore elettrico da 120 cavalli ha un bel brio in città, dove si apprezza anche la buona maneggevolezza dell’auto.

Recupero di energia 
Efficace il sistema che reintegra le batterie in frenata: grazie alle intuitive levette al volante si può aumentare l'intensità del freno motore, e quindi la potenza di ricarica nei rallentamenti.

PERCHÉ NO

Baule 
Rispetto alla versione ibrida, la capacità di capacità di carico della Hyundai Ioniq EV si riduce di circa un quinto. Inoltre, il fondo più in alto riduce la distanza tra il fondo stesso e il tendalino a soli 36 cm.

Ricarica dalla presa 
Per fare il pieno di corrente da una comune presa domestica abbiamo impiegato 17 ore (cinque in più di quanto promette la casa).

Visibilità posteriore 
Il lunotto è molto inclinato, e per giunta diviso in due: si vede davvero poco (ma in manovra rimediano i sensori e la retrocamera, entrambi di serie). Quando piove, si sente la mancanza della spazzola tergicristallo.

SCHEDA TECNICA
Motore elettrico trifase  
Potenza massima kW (CV)/giri 88 (120)/n.d.
Coppia max Nm/giri 295/n.d.
Tipo di batteria ioni di litio
Tensione-capacità 360 V - 28 kWh
Tempo max di ricaricA 12 ore (a 220 V)
Autonomia 280 km
Trazione anteriore
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori dischi
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 447/182/145
Passo cm 270
Posti 5
Peso in ordine di marcia kg 1420
Capacità bagagliaio litri 350/1410
Pneumatici (di serie) 205/55 R16
I NOSTRI RILEVAMENTI
VELOCITÀ MASSIMA   Rilevata Dichiarata
    167,9 km/h 165 km/h
       
ACCELERAZIONE Secondi Velocità di uscita Dichiarata
0-100 km/h 9,6   9,9 secondi
0-400 metri 17 132,1 km/h non dichiarata
0-1000 metri 31,4 163,9 km/h non dichiarata
       
RIPRESA Secondi Velocità di uscita Dichiarata
1 km da 40 km/h 29,2 162,9 km/h non dichiarata
da 40 a 70 km/h 2,6   non dichiarata
da 80 a 120 km/h 7,4   non dichiarata
       
AUTONOMIA   Rilevato Dichiarato
in città   238 km non dichiarato
percorso misto   201 km 280 km
       
CONSUMO      
in città   8,5 km/kWh non dichiarato
percorso misto   7,2 km/kWh 10 km/kWh
       
FRENATA   Rilevata Dichiarata
da 100 km/h   36,5 metri non dichiarata
da 130 km/h   61,3 metri non dichiarata
       
ALTRI VALORI   Rilevati Dichiarati
A 130 km/h effettivi il tachimetro indica   134 km/h non dichiarata
Diametro di sterzata tra due marciapiede   11,1 metri 10,6

 

Hyundai Ioniq
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
31
43
37
12
28
VOTO MEDIO
3,2
3.245035
151
Aggiungi un commento
Ritratto di federicos
6 novembre 2017 - 22:50
17 ore per avere 200 km di autonomia? Full hybrid no grazie.
Ritratto di Nellaccio
6 novembre 2017 - 23:22
40k con tre/ quattro optional obbligatori, si ricarica in un giorno e mezzo , ci percorrerai in realtà 150km se va bene , darà le stesse emozioni di un buon aspirapolvere senza filo , e ' una Hyundai ... qualche altro motivo per acquistarla..?
Ritratto di manuel1975
7 novembre 2017 - 00:21
macchina troppo pesante e tecnologia che non ha senso. spesa inutile.
Ritratto di Stefano1985
7 novembre 2017 - 09:16
tra dieci anni ciao petrolio
Ritratto di v8sound
7 novembre 2017 - 11:33
Si come no. Convinto tu...
Ritratto di Rikolas
7 novembre 2017 - 11:57
È una barezelletta vero?
Ritratto di otttoz
7 novembre 2017 - 09:53
chi ha il fotovoltaico di proprietà carica gratis ma ne deve comprare due per averne una sempre carica!
Ritratto di v8sound
7 novembre 2017 - 11:37
chi ha il fotovoltaico a casa (4-5 kWp) la dovrebbe lasciare attaccata alla presa mediamente per 3 gg per effettuare una ricarica "gratis". Peccato che nella fattispecie tornerebbe a pagare per intero i consumi per le utenze domestiche...
Ritratto di GuidoFiatDal19xx
7 novembre 2017 - 22:14
3 gg d'estate, d'inverno anche una settimana. Bisogna che il cielo sia sempre sereno , non ci sia nebbia , brutto tempo, ma anche solo nuvoloso. L'impianto poi dovrebbe essere gratis, cioè pagato con denaro pubblico o pagato con soldi propri?
Ritratto di v8sound
8 novembre 2017 - 09:06
E' già una media giornaliera considerando la produzione annua.
Pagine