PROVATE PER VOI

Jeep Renegade: è comoda, fruscii a parte

Prova pubblicata su alVolante di
ottobre 2018
Pubblicato 17 maggio 2019
  • Prezzo (al momento del test)

    € 25.000
  • Consumo medio rilevato

    11,8 km/l
  • Emissioni di CO2

    139 grammi/km
  • Euro

    6
Jeep Renegade
Jeep Renegade 1.0 T3 120 CV Limited
L'AUTO IN SINTESI

Il nuovo 1.0 turbo a benzina da 120 CV è molto silenzioso per essere un tre cilindri, ma poco vivace (specie in ripresa dai bassi regimi). Inoltre, anche a causa dell’aerodinamica della carrozzeria di questa personale e simpatica suv, i consumi non sono bassi. Invariati gli altri pregi e difetti della Jeep Renegade: ha un abitacolo arioso ed è ben molleggiata. Inoltre, ha rivestimenti e montaggi di qualità: non costa poco, ma spesso le rivali meno care non hanno finiture così curate. Piccolo, di contro, il baule, e non mancano fruscii in velocità.

Posizione di guida
3
Average: 3 (1 vote)
Cruscotto
5
Average: 5 (1 vote)
Visibilità
3
Average: 3 (1 vote)
Comfort
3
Average: 3 (1 vote)
Motore
3
Average: 3 (1 vote)
Ripresa
2
Average: 2 (1 vote)
Cambio
4
Average: 4 (1 vote)
Frenata
3
Average: 3 (1 vote)
Sterzo
3
Average: 3 (1 vote)
Tenuta di strada
3
Average: 3 (1 vote)
Aiuti alla guida
4
Average: 4 (1 vote)
Qualità/prezzo
3
Average: 3 (1 vote)
PERCHÈ COMPRARLA
Comoda, ma i fruscii non mancano

Nel corso del 2018, la Jeep Renegade è stata aggiornata nei dettagli estetici e degli interni (nuovo sistema multimediale e comandi rivisti) ma la novità più importante ha riguardato i motori. Insieme alla Fiat 500X, infatti, è la prima vettura del gruppo FCA a montare i nuovi piccoli turbo a benzina che progressivamente sostituiranno i datati 1.4 (con o senza turbo) e il 1.6 da 110 cavalli. Sono il 1.0 a tre cilindri dell’auto in prova, che ha 120 CV, e il 1.3 quadricilindrico, con 150 o 179 CV. Il “mille” è silenzioso, trasmette poche vibrazioni ed è abbinato a un preciso cambio manuale: dai 1500 giri riprende senza indecisioni, per dare il meglio fra i 2000 e i 5000. Tecnicamente raffinato, ha il filtro antiparticolato e la distribuzione di tipo MultiAir: le valvole di aspirazione non sono mosse da un albero a camme, ma azionate idraulicamente, grazie a una centralina che decide sia quando sia quanto farlo.

Le prestazioni della Jeep Renegade sono, però, solo discrete: lo “0-100” rilevato è peggiore di un secondo rispetto al dichiarato e la velocità massima inferiore di 6 km/h. Piuttosto alti i consumi, specie in autostrada; colpa in parte della carrozzeria squadrata, che è anche causa di fruscii. Per il resto, il comfort è di buon livello: le sospensioni “incassano” con efficacia le buche, le poltrone sono comode e l’abitacolo arioso. Il mordente dei freni non è da record, ma l’impianto è ben modulabile e resistente alla fatica.

La Jeep Renegade Limited provata offre materiali migliori nell’abitacolo, “clima” bizona e tanti sistemi di sicurezza (come il cruise control adattativo e  frenata automatica e mantenimento in corsia); optional il controllo dell’angolo cieco. L’Euro NCAP non ha ripetuto i suoi test in occasione dell’aggiornamento; in quelli effettuati al lancio del modello, nel 2014, la Renegade aveva ottenuto 5 stelle. Ma c’è da dire che il giudizio era meno severo di quello attuale.

VITA A BORDO
4
Average: 4 (1 vote)
Convincono abitabilità e finiture, non il baule

Plancia e comandi
Dentro la Jeep Renegade dominano i colori scuri, ravvivati da dettagli color alluminio; materiali e montaggi convincono, inclusi i morbidi inserti in vinile nei pannelli porta specifici per la Limited, e ci sono tanti richiami alla storia della Jeep, come la classica mascherina disegnata nelle cornici degli altoparlanti. Le tasche nelle porte sono poco capienti, ma il numero dei vani portaoggetti è abbondante e il cassetto destro è abbastanza ampio e ha la serratura a chiave; non è refrigerabile. Inoltre i comandi, quasi tutti grandi, sono facili da trovare e da azionare. Lo schermo centrale potrebbe essere un po’ più in alto, ma il nuovo sistema multimediale è ricco e intuitivo: ha di serie la radio Dab, Android Auto e Apple CarPlay. Nel pacchetto Infotainment ci sono poi il monitor di 8,4’’ anziché 7, e il navigatore. Riuscito anche il cruscotto, dalla grafica chiara e giovanile: tra i due elementi a lancetta c’è uno schermo di 7’’ (di serie per la Limited) ben definito e configurabile.

Abitabilità
Persino col tetto apribile in vetro (un optional che riduce lo spazio verticale disponibile) l’agio sopra la testa rimane generoso: in quattro si viaggia bene, e in cinque non si sta scomodi. Ben profilati i sedili: si sta comodamente seduti in alto e ci sono ampie regolazioni (cinture di sicurezza incluse); optional, quelle elettriche delle poltrone.

Bagagliaio
Il vano della Jeep Renegade è piccolo, dispone di poco spazio sotto la cappelliera e la situazione peggiora con la ruota di scorta (optional), che elimina la possibilità di posizionare il fondo 13 cm più in basso. Solo reclinando 
lo schienale e considerando di caricare fino al soffitto, grazie alla forma squadrata della carrozzeria diventa tra i più capienti della categoria.

COME VA
3
Average: 3 (1 vote)
Molto fluida, ma non beve poco

In città
Nei primi metri lo scatto della Jeep Renegade è vivace, senza ritardi: al semaforo non si sfigura. Ma soprattutto, il tre cilindri è regolare nel funzionamento e silenzioso; lo Stop&Start non interviene spesso, e anche per questo motivo non abbiamo percorso più di 11,1 km/l. La posizione di guida alta aiuta a vedere lontano e in manovra danno una mano i sensori di distanza (di serie anche davanti). Nelle svolte strette a sinistra, però, il montante anteriore spesso disturba parecchio. Valide le sospensioni.

Fuori città
Lo sterzo della Jeep Renegade, non molto diretto ma preciso, risponde in modo apprezzabile. Forzando il ritmo si manifesta un progressivo ma evidente rollio in curva, che sconsiglia di “correre”. In ripresa dai bassi giri il motore è pronto ma non spinge molto: spesso è necessario scalare (ben manovrabile il cambio). La frenata si modula con facilità e i consumi rilevati si attestano a 14,9 km/l.

In autostrada
A 130 km/h in sesta marcia, il 1.0 lavora in silenzio a 3100 giri. La carrozzeria squadrata della Jeep Renegade, però, è causa di evidenti fruscii e fa lievitare i consumi: a 130 km/h si percorrono appena 9,8 km/l. Il cruise control adattativo (di serie) si gestisce facilmente, con i grandi tasti nel volante. Stabile e sincera, anche nei curvoni autostradali l’auto infonde sicurezza.

PERCHÈ SÌ

Abitabilità
La carrozzeria squadrata e il tetto piatto rendono arioso l’abitacolo.

Cruscotto
Ricco di informazioni, nella Limited ha pure un monitor ben leggibile e configurabile.

Motore
È silenzioso, ha un ridotto ritardo di risposta ai bassi giri e non trasmette troppe vibrazioni. 

Sistema multimediale
È completo, rapido e intuitivo; quello di 8,4’’ con gps e hi-fi vale il supplemento di prezzo richiesto.

PERCHÈ NO

Baule
Col divano in uso non è ampio. La situazione peggiora con la ruota di scorta (optional) che elimina il fondo ad altezza variabile.

Consumi
Le migliori rivali bevono meno (alcune hanno fatto anche 17 km/l in media); specialmente in autostrada, dove l’aerodinamica conta.

Fruscii
Sopra i 100 km/h il parabrezza quasi verticale e i grandi specchi fanno un “concertino” sgradevole.

Ripresa
Dopo i rallentamenti, a meno di scalare marcia, ci vuole del tempo per recuperare velocità.

SCHEDA TECNICA
Carburante benzina
Cilindrata cm3 999
No cilindri e disposizione 3 in linea
Potenza massima kW (CV)/giri 88 (120)/5750
Coppia max Nm/giri 190/1750
Emissione di CO2 grammi/km 139
Distribuzione 4 valvole per cilindro
No rapporti del cambio 6 + retromarcia
Trazione anteriore
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori dischi
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 424/181/167
Passo cm 257
Posti 5
Peso in ordine di marcia kg 1245
Capacità bagagliaio litri 351/1297
Pneumatici (di serie) 225/55 R18

 

I NOSTRI RILEVAMENTI
VELOCITÀ MASSIMA   Rilevata Dichiarata
in 5a a 5100 giri   179,8 km/h 185 km/h
       
ACCELERAZIONE Secondi Velocità di uscita Dichiarata
0-100 km/h 12,2   11,2 secondi
0-400 metri 18,4 123,2 km/h non dichiarata
0-1000 metri 33,8 154,0 km/h non dichiarata
       
RIPRESA Secondi Velocità di uscita Dichiarata
1 km da 40 km/h in 5a 40,5 138,6 km/h non dichiarata
1 km da 60 km/h in 6a 36,5 133,0 km/h non dichiarata
da 40 a 70 km/h in 5a 13,5   non dichiarata
da 80 a 120 km/h in 6a 19,5   non dichiarata
       
CONSUMO   Rilevato Dichiarato
In città   11,1 km/litro 13,7 km/litro
Fuori città   14,9 km/litro 18,9 km/litro
In autostrada   9,8 km/litro non dichiarato
Medio   11,8 km/litro 16,4 km/litro
       
FRENATA   Rilevata Dichiarata
da 100 km/h   38,9 metri non dichiarata
da 130 km/h   64,6 metri non dichiarata
       
ALTRI VALORI   Rilevati Dichiarati
A 130 km/h effettivi il tachimetro indica   131 km/h non dichiarata
Diametro di sterzata tra due marciapiede   11,6 metri 11,7
Jeep Renegade
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
264
146
82
51
131
VOTO MEDIO
3,5
3.53561
674
Aggiungi un commento
Ritratto di Ivan92
17 maggio 2019 - 19:03
8
Uno dei motori più inefficienti di sempre, il consumo autostradale rapportato alla potenza è semplicemente imbarazzante. Riesce a fare meglio pure una sportiva come la Porsche 911 Carrera S (992) da 450 cv.
Ritratto di gbvalli
17 maggio 2019 - 19:13
Il consumo esagerato in pratica la estromette dal mercato.
Ritratto di Giuliopedrali
17 maggio 2019 - 19:26
Io sarò uno che disprezza le Jeep però questa compatta non mi dispiace. Siccome ha avuto successo conosco più di qualcuno che ce l'ha, dicono che non fosse per il consumo e il bagagliaio risicato non sarebbe male, ma in pratica trovo più soddisfatti i possessori di 500X o L.
Ritratto di 72Luca
18 maggio 2019 - 09:51
Non condivido affatto cosa sostieni ti dicano della Renegade, da possessore di una 1.6 MJT posso sostenere l'esatto contrario! i consumi reali (con il mio stile di guida non proprio parsimonioso si attestano sui 5,7 litri per 100 km a fronte di prestazioni tutto sommato brillanti; il bagagliaio è di forma regolare e si sviluppa bene in altezza (cosa rara) e non è affatto piccolo. ho guidato per un paio di giorni una 500X di cortesia e in confronto è claustrofobica e con un bagagliaio molto meno sfruttabile. bisogna provare le macchine e non scrivere tanto per scrivere, altrimenti il commento non ha nessun valore.
Ritratto di NITRO75
18 maggio 2019 - 12:58
Ok eccomi…..avuta per 3 anni, una 1,6 mjet OE. Data via dalla disperazione in cui per tre anni è stata praticamente un anno e mezzo in officina, tra l'altro tutte officine autorizzate e tutti emeriti incapaci in quanto ogni volta non se ne cavava un ragno dal buco, sempre ovviamente a costi da auto premium (70 euro l'ora di manodopera). In tre anni ti elenco cosa mi è accaduto: sostituito specchietto lato guida dopo un mese per rottura del meccanismo di ripiegamento, sostituite 2 guarnizioni giroporta anteriori in quanto tagliate, sostituite 2 guarnizioni riscontro porte posteriori (con relativo vetro in quanto a detta "loro" non si possono cambiare solo le guarnizioni ma va tolto tutto il vetro), sostituita cuffia cambio in quanto forata (non da me ma non potendolo dimostrare me l'hanno fatta pagare), sostituita centralina keyless in quanto chiudeva ed apriva le porte come voleva (una volta chiudendola al ritorno ho trovato chiusa solo quella lato guida ed il resto tutto aperto….OTTIMO). A circa 20000 km inizia a fare un rumore pessimo in retromarcia…..mah.....oltre a consumi fuori dal normale (11 km/l) ed una fiacchezza pachidermica. Segnalo che lo S&S non ha mai funzionato se non per brevi periodi. In tutto questo compare l'aggiornamento S45 per i diesel (che nel resto del mondo si chiama Dieselgate ma in Italia è stato mascherato così) e leggendo di gente che si è trovata la vettura rovinata, mi spavento alquanto, ma la mia è esente dalla procedura. Boh! Scaduta la garanzia biennale (per il rinnovo maximum care mi sono stati chiesti 1800 euro), è iniziato il calvario. Prima il termometro esterno è impazzito segnando 44 gradi …….. a Febbraio. Questo ha comportato una gestione totalmente manuale del clima, in quanto il tutto è regolato automaticamente dal sensore esterno e quindi mi trovavo con il clima accesso sul freddo con fuori 5 gradi: soluzione sensata sarebbe stato cambiare solo il sensore, invece no, tutto lo specchietto lato passeggero…..250 euro a carico mio. Nel frattempo le guarnizioni hanno ricominciato a distruggersi e sgretolarsi, un po' come la mia voglia di tenerla. La botta finale è arrivata a Novembre 2017….albero di Natale con tutte le spie accese e motore in protezioni velocità max 80 km/h. Da Novembre l'ho ritirata a Gennaio dell'anno dopo, con turbina sostituita in quanto difettosa e mai diagnosticata da questi fantastici centri ufficiali Jeep; ovviamente intervento a carico mio (circa 2000 euro). Detto ciò a giugno ho chiuso la mia vicenda tragica liberandomi della Renegade ed abbandonando non tanto la vettura che ancora oggi mi piace molto, ma un sistema di gestione che non ti permette di poter dialogare con le officine e ti costringe ad avere a che fare con dei burocrati. In ogni caso, vero che in precedenza provenivo da una vettura più grossa e potente, ma sinceramente il bagaglio della Renegade è ridicolo e consideriamo che io non avevo la ruota di scorta e quindi il piano posizionato sul livello basso. Anche così certi attrezzi legati alla mia professione non ci stavano e mi costringevano ad abbattere i sedili; incredibile come invece nella vettura che ho ora (ben più piccola) ci stia tutto ed avanzi spazio. A titolo puramente informativo, in quanto non può essere un dato ufficiale ma ufficioso, in tre anni e 32000 km ho bucato per ben 3 volte. Ribadisco che Renegade è un buon progetto, ma a mio avviso si è voluto allungare il brodo tralasciando aspetti importanti; ad esempio il motore 2000 mjet è il più idoneo, mentre il resto è stato fatto per contenere i costi e seguire le mode del momento (la gpl, o il millino a benzina). Affrontando la questione robustezza, la Renegade è un elefante dalle zampe di argilla, in quanto sembra inarrestabile ma purtroppo è tutta apparenza. Più di un conoscente ha rotto semiassi, sterzi, ed alberi di trasmissioni pensando di poter fare cose da fuoristrada, ma purtroppo la sua natura non è quella, quella è una immagine commerciale appioppatale per le vendite. Forse la serie attuale sarà anche migliorata ma purtroppo, e questo sfugge ai più, sono sparite un sacco di cose che erano presenti nei vari MY precedenti: as esempio nel bagagliaio c'è una luce soltanto anziché due, è sparita la presa di corrente a 12 volt, lo sportello carburante non è più collegato alle centralizzate e così resta aperto sempre, varie guarnizioni e tamponi tolti in ragione di non si sa bene cosa, illuminazione interna a led eliminata e tanti altri piccoli accessori. Inoltre anche le novità non sono esenti da problemi. I nuovi impianti Uconnect continuano ad imbizzarrirsi e a bloccarsi (come i vecchi del resto) rendendo così inutilizzabile anche il climatizzatore, e più preoccupante, l'enorme moria di frizioni con pochissimi km. Che aggiungere, in bocca al lupo e fate l'estensione di garanzia, e poi liberatevene dopo 5 anni.
Ritratto di 72Luca
18 maggio 2019 - 14:13
Corpo di mille balene che "sf*ga!" Comunque qualche problema elencato da te lo ho avuto anche io come le guarnizioni porte anteriori sostituite; a volte il sistema segnala anomalie inesistenti (S&S e il sistema di sensori parcheggio anteriori). per il resto, ogni esperienza è fine a se stessa, ribadisco che il bagagliaio per me (posizione pianale in basso) non è affatto risicato, non dimentichiamo che è lunga solo 424 cm; il millesei multijet non è affatto fiacco (e questo è un dato oggettivo che puoi riscontrare in qualsiasi prova di qualsiasi testata del settore in primis questa) e i consumi sono buoni. sottolineo altresì che non difendo Jeep, che in senso assoluto mi ha molto poco soddisfatto soprattutto per la mediocrità del post-vendita e la "evanescenza" delle officine e per questi aspetti non mi riavranno come cliente quando venderò il mio Renny anche se ha fatto 92000 km in tre anni e mezzo senza gravi problemi.
Ritratto di NITRO75
18 maggio 2019 - 16:14
Ecco bravo evanescenza delle officine è il termine esatto. Vedo che siamo sulla stessa lunghezza d'onda. A me mi hanno già perso da un anno ormai.
Ritratto di napolmen4
19 maggio 2019 - 06:12
...per dirne una...come mai nelle foto ne ha 2 di luci bagagliaio!?....e come mai ha anche una pila luce ricaricabile notturna!?......per dirne una...
Ritratto di Giuliopedrali
19 maggio 2019 - 10:13
72Luc,a semplicemente è quello che dicono i proprietari, cioè magari con la 500X si aspettavano più un auto da città, questa Renegade più da viaggio e alla fine sono un pò delusi.
Ritratto di napolmen4
17 maggio 2019 - 19:36
il nostro?....sai quanto gli frega in jeep del mercato italiano?
Pagine
Annunci

Jeep Renegade usate

Prezzo minimoPrezzo medio
Jeep Renegade usate 201413.40015.44016 annunci
Jeep Renegade usate 20159.90016.270132 annunci
Jeep Renegade usate 201614.50017.650106 annunci
Jeep Renegade usate 20171.50019.060137 annunci
Jeep Renegade usate 201815.90020.950152 annunci
Jeep Renegade usate 201932920.020110 annunci

Jeep Renegade km 0 per anno

Prezzo minimoPrezzo medio
Jeep Renegade km 0 201515.90017.7002 annunci
Jeep Renegade km 0 201719.40024.17031 annunci
Jeep Renegade km 0 201817.20022.090205 annunci
Jeep Renegade km 0 201920221.3501394 annunci