PROVATE PER VOI

Opel Astra Sports Tourer: non lo diresti, ma il “pepe” c’è

Prova pubblicata su alVolante di
luglio 2016
  • Prezzo (al momento del test)

    € 27.100
  • Consumo medio rilevato

    18,9 km/l
  • Emissioni di CO2

    112 grammi/km
  • Euro

    6
Opel Astra Sports Tourer
Opel Astra Sports Tourer 1.6 BiTurbo CDTI Innovation
L'AUTO IN SINTESI

Wagon moderna, confortevole e dall’abitacolo quasi lussuoso (con solo qualche piccola economia poco giustificabile), l’Opel Astra Sports Tourer Innovation ha una dotazione ricca, nonché un elenco di optional interessanti e poco usuali in questa categoria. Le dimensioni esterne considerevoli (l’auto è lunga 470 cm) si riflettono solo in parte nelle dimensioni del bagagliaio, che è ampio in assoluto, ma superato in capienza da quello di alcune rivali. Il 1.6 biturbo da 160 cavalli, il più potente fra i diesel disponibili, è un motore da “cinque stelle”: garantisce andature fluide, prestazioni di prim’ordine e consumi molto ridotti; bene anche tenuta di strada e manovrabilità del cambio (solo manuale). 

Posizione di guida
5
Average: 5 (1 vote)
Cruscotto
4
Average: 4 (1 vote)
Visibilità
4
Average: 4 (1 vote)
Comfort
4
Average: 4 (1 vote)
Motore
5
Average: 5 (1 vote)
Ripresa
5
Average: 5 (1 vote)
Cambio
4
Average: 4 (1 vote)
Frenata
4
Average: 4 (1 vote)
Sterzo
4
Average: 4 (1 vote)
Tenuta di strada
4
Average: 4 (1 vote)
Qualità/prezzo
4
Average: 4 (1 vote)
PERCHÉ COMPRARLA
Doti in quantità e qualche difettuccio 

Di classica eleganza, pratica e comoda, l’ultima edizione di una delle wagon medie più diffuse e apprezzate si fa notare per gli accessori all’ultimo grido. Tra quelli di serie, citiamo il portellone ad azionamento elettrico che si apre anche senza dover usare le mani (basta spingere il piede sotto il paraurti) e l’assistenza a distanza OnStar (per le emergenze, ma anche per chiedere informazioni di ogni genere), mentre sono optional a 1.300 euro i fari a matrice di led, che si distinguono per l’eccezionale efficacia: la forma del fascio luminoso varia istante per istante, per garantire la massima visibilità senza abbagliare gli altri. La nuova Opel Astra Sports Tourer ha gli stessi ingombri del vecchio modello (è lunga 470 cm, tanti per la categoria) ma il nuovo progetto ha fatto risparmiare ben 115 kg. Una differenza che si fa notare, perché l’auto è docile e rapida tra le curve, e frena bene. Il peso non esagerato contribuisce a mettere in rilievo le doti del 1.6 biturbodiesel, che si accontenta di poco gasolio, spinge forte ed è ottimo per prontezza e omogeneità di risposta. Il bagagliaio ha una capienza buona in assoluto, e migliore che nel vecchio modello; ma alcune rivali fanno meglio, e il vano non è dei più sfruttabili. Questa versione BiTurbo a gasolio costa solo 600 euro più della 1.6 CDTI da 136 cavalli, ma (a differenza di questa’ultima) non si può avere col cambio automatico, e c’è solo nel più costoso allestimento Innovation. In ogni caso, il rapporto fra il prezzo, le finiture e la dotazione è soddisfacente: sono di serie anche il navigatore e i sensori di parcheggio anteriori e posteriori. Chiudiamo evidenziando che solo l’Astra berlina è stata sottoposta ai test Euro NCAP. Tuttavia, i risultati (lusinghieri: cinque stelle) possono essere considerati validi anche per la Sports Tourer.

VITA A BORDO
4
Average: 4 (1 vote)
Ospitale, ma con qualche sbavatura

Plancia e comandi
La prima impressione è positiva: l’abitacolo dell’Opel Astra Sports Tourer è ampio e luminoso, la plancia a sviluppo orizzontale moderna (ben inserito lo schermo centrale a sfioramento di 8”) senza esasperazioni; eleganti gli  inserti lucidi neri sottolineati da un profilo color alluminio satinato. Tendenzialmente sportiva, ma personalizzabile a piacere, la posizione di guida si avvantaggia dalla presenza di tasti e levette facili da raggiungere e disposti con ordine; gradevoli i comandi del “clima” bizona, con l’indicazione digitale della temperatura nel centro delle manopole. Optando per i rivestimenti in morbida pelle si ottengono anche dei sedili speciali, particolarmente confortevoli, oltre che riscaldabili; il tutto costa 1.800 euro. L’insieme è quasi lussuoso, ma nell’abitacolo si notano anche delle piccole economie. Come i portaoggetti (pur numerosi) privi di rivestimento antirumore, il cassetto non illuminato, le cinture di sicurezza non regolabili in altezza e l’assenza delle bocchette dell’aria regolabili per chi sta sul divano.

Abitabilità
L’Opel Astra Sports Tourer accoglie senza problemi quattro persone, anche di statura superiore alla media. Per stare in tre sul divano occorre stringersi un po’, ma l’imbottitura è abbastanza soffice anche al centro; non troppo ingombrante il tunnel.

Bagagliaio
Il vano, dalla capienza discreta per la categoria (540 litri a divano su), ha una forma regolare e misura ben 108 cm dal portellone allo schienale, ma è poco sviluppato in altezza (43 cm); il sottofondo non è rivestito. L’accessibilità è ottima: la soglia di carico è a 61 cm da terra e a filo del pianale, e di serie c’è anche il portellone a comando elettrico. Il pacchetto Versatility (250 euro) include le levette per abbassare a distanza il sedile posteriore e, soprattutto, il divano in tre parti reclinabili (invece delle due proposte di serie). Buona la capienza quando si viaggia solo in due: 1630 litri.

COME VA
5
Average: 5 (1 vote)
Veloce in relax

In città
I 470 cm di lunghezza della Opel Astra Sports Tourer non sono di aiuto quando si tratta di trovare un parcheggio, ma la guida nel traffico è rilassante: merito dello sterzo leggero e del 1.6 pronto e “pastoso”, che consente di limitare l’uso del cambio (comunque ben manovrabile). Ridotti i consumi (17 km/litro), mentre in manovra tornano utili i sensori di distanza, dato che la visibilità non è delle migliori.

Fuori città
Confortevole ed economa (lungo il nostro percorso di prova abbiamo percorso 22,2 km/litro), l’Astra ha una buona maneggevolezza, uno sterzo preciso e una tenuta di strada decisamente rassicurante. Il 1.6 contribuisce non poco al piacere e alla facilità di guida: oltre a garantire delle prestazioni notevoli, “gira” fluido e con poco rumore e in salita e nei sorpassi si fa apprezzare per l’immediatezza di risposta.

In autostrada
La notevole coppia motrice e la sesta piuttosto corta (alla massima velocità consentita in autostrada il 1.6 è a 2400 giri) garantiscono riprese decise, e senza influire molto sul rumore (smorzato) e sui consumi (bassi: abbiamo misurato 16,7 km/litro marciando a 130 km/h costanti effettivi). L’auto è molto stabile, e la sicurezza beneficia del sistema che aiuta a restare nella propria corsia e di quello che avvisa in caso di scarsa distanza di sicurezza.

PERCHÉ SÌ

Comodità
L’auto è silenziosa, i sedili optional sostengono molto bene il corpo e sullo sconnesso non si “salta” troppo.

Dotazione
Il prezzo non è esagerato, e include molti accessori di pregio; interessanti alcuni optional.

Guida
È una wagon maneggevole e rassicurante in ogni condizione. Bene anche la frenata è valida.

Motore
Pronto e poco rumoroso, garantisce ottimi risultati nelle prestazioni e nei consumi. 

PERCHÉ NO

Cambio automatico
Per averlo, va scelta la meno potente versione da 136 cavalli.

Ingombri
L’Astra non è più spaziosa delle concorrenti, eppure è più lunga (la differenza arriva fino a 16 centimetri); nei parcheggi, non aiuta.

Portaoggetti
Sono un po’ trascurati, come finitura e come funzionalità (il cassetto nella plancia è senza luce).

Vano sottobaule
Manca un rivestimento: usandolo, si possono danneggiare la verniciatura e il carico.

SCHEDA TECNICA
Cilindrata cm3 1598
No cilindri e disposizione 4 in linea
Potenza massima kW (CV)/giri 118 (160)/4000
Coppia max Nm/giri 350/1500-2250
Emissione di CO2 grammi/km 112
Distribuzione 4 valvole per cilindro
No rapporti del cambio 6 + retromarcia
Trazione anteriore
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori dischi
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 470/181/151
Passo cm 266
Peso in ordine di marcia kg 1360
Capacità bagagliaio litri 540/1630
Pneumatici (di serie) 225/40 R17

 

I NOSTRI RILEVAMENTI
VELOCITÀ MASSIMA   Rilevata Dichiarata
in 6a a 4100 giri   220 km/h 220 km/h
       
ACCELERAZIONE Secondi Velocità di uscita Dichiarata
0-100 km/h 8,3   8,9 secondi
0-400 metri 16,1 142,6 km/h non dichiarata
0-1000 metri 29,3 180,4 km/h non dichiarata
       
RIPRESA Secondi Velocità di uscita Dichiarata
1 km da 40 km/h in 5a 33,7 176,3 km/h non dichiarata
1 km da 60 km/h in 6a 30,8 168,9 km/h non dichiarata
da 40 a 70 km/h in 5a 9,7   non dichiarata
da 80 a 120 km/h in 6a 9,4   non dichiarata
       
CONSUMO   Rilevato Dichiarato
In città   17 km/litro 19,2 km/litro
Fuori città   22,2 km/litro 27 km/litro
In autostrada   16,7 km/litro non dichiarato
Medio   18,9 km/litro 23,8 km/litro
       
FRENATA   Rilevata Dichiarata
da 100 km/h   36,7 metri non dichiarata
da 130 km/h   61,5 metri non dichiarata
       
ALTRI VALORI   Rilevati Dichiarati
A 130 km/h effettivi il tachimetro indica   135 km/h non dichiarata
Diametro di sterzata tra due marciapiede   10,9 metri 11,4

 

Opel Astra Sports Tourer
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
33
30
35
11
19
VOTO MEDIO
3,4
3.36719
128
Aggiungi un commento
Ritratto di Ivan92
9 febbraio 2017 - 16:06
6
Considerando il prezzo la trovo una vettura molto valida, soprattutto con questo motore, i rilevamenti ottenuti sono di tutto rispetto e i consumi sono più che soddisfacenti. Inoltre esteticamente sia dentro che fuori è gradevole. Nel complesso quindi il rapporto qualità/prezzo rispetto alle principali rivali e molto buono.
Ritratto di IloveDR
9 febbraio 2017 - 17:12
4
non metto in dubbio che sostanzialmente sia un'ottima auto, ma l'estetica delle auto odierne è sempre più spesso pessima...
Ritratto di Francesco110
9 febbraio 2017 - 17:34
A dimostrazione che i diesel da 100cv/l o più sono i migliori: leggeri, bassi consumi (soprattutto per una sw) e con prestazioni più che adeguate. Naturalmente non sono un estimatore dei diesel, ma ancor meno di quelli fati male, come tutti quei maledetti 68cv diesel che circolano o i 2 litri ed oltre per poi estrarne 150 cv per non dire 120.
Ritratto di Pellich
9 febbraio 2017 - 17:36
Gran bel motore! Brava Opel .. tuttavia, pur se ben fatta e accessoriata, nel complesso la trovo piuttosto anonima ..
Ritratto di The Krieg
9 febbraio 2017 - 18:14
Design vecchio vecchio vecchio vecchio vecchio vecchio e vecchio
Ritratto di 488gtb
11 febbraio 2017 - 13:02
Anche a me dal punto di vista estetico ha fatto la stessa impressione. Ne ho vista una ieri di colore grigio scuro e l'ho trovata veramente brutta, penso che sia molto più riuscita la precedente versione wagon.
Ritratto di roberto deramo
9 febbraio 2017 - 23:01
Esteticamente mi piaceva più prima quella cromatura laterale mi ricorda troppo i carri funebri sul motore mi sembrerebbe valida!
Ritratto di monodrone
10 febbraio 2017 - 10:15
Sull'automobile non mi esprimo. Il colore di questo modello è imbarazzante. Nonno style.
Ritratto di anthony78
12 febbraio 2017 - 15:35
Ottima auto, ottimo motore da 160cv come potenza e bassi consumi, addirittura meglio delle rivali come la Golf del 2.0 tdi da 150cv. le vendite va a gonfie vele e, continua a vendere... La linea è bella e moderna, complimenti alla Opel.
Ritratto di carletto86
2 marzo 2017 - 10:33
Non fosse per quel frontale scialbo e anonimo in stile Chevrolet Lacetti, la comprerei in versione berlina ad occhi chiusi, peccato perché Opel poteva fare il canto del cigno con questa macchina, quel 1.6 polverizza tanti 2.0 come nulla fosse!
Pagine