PROVATE PER VOI

Peugeot 508: dinamica nella guida e nell’aspetto

Prova pubblicata su alVolante di
dicembre 2018
Pubblicato 17 settembre 2019
  • Prezzo (al momento del test)

    € 41.150
  • Consumo medio rilevato

    15,5 km/l
  • Emissioni di CO2

    124 grammi/km
  • Euro

    6d-TEMP
Peugeot 508
Peugeot 508 2.0 BlueHDi 180 CV GT Line EAT8

L'AUTO IN SINTESI

In questa nuova edizione, la Peugeot 508 si conferma una berlina accogliente e ben rifinita. Rispetto al modello precedente, ha un aspetto più ricercato e uno slancio da coupé. Però, l’andamento discendente del tetto abbassa il soffitto nella parte posteriore dell’auto, penalizzando l’abitabilità. In compenso, la nuova Peugeot 508 aggiunge la praticità del portellone (prima assente), da cui si accede a un baule dalla capienza apprezzabile. Passi in avanti anche nella guida, più gradevole e agile grazie anche alla versione più potente del 2.0 diesel, quella da 177 CV, disponibile esclusivamente con il valido cambio automatico a otto rapporti. L’allestimento GT Line dell’auto in prova è fra i più costosi, ma include una ricca dotazione di serie.

Posizione di guida
3
Average: 3 (1 vote)
Cruscotto
4
Average: 4 (1 vote)
Visibilità
3
Average: 3 (1 vote)
Comfort
4
Average: 4 (1 vote)
Motore
4
Average: 4 (1 vote)
Ripresa
4
Average: 4 (1 vote)
Cambio
4
Average: 4 (1 vote)
Frenata
4
Average: 4 (1 vote)
Sterzo
4
Average: 4 (1 vote)
Tenuta di strada
4
Average: 4 (1 vote)
Aiuti alla guida
4
Average: 4 (1 vote)
Qualità/prezzo
3
Average: 3 (1 vote)

PERCHÈ COMPRARLA

Addio alla banalità

La Peugeot 508 è un tradizionale berlina con dimensioni generose (475 la lunghezza), ma dal look ricercato con le sue linee fluide, che dissimulano la presenza del portellone e si fanno sfuggenti nella parte posteriore. Caratterizzato pure l’affilato frontale, dove spiccano le originali luci diurne verticali. Anche l’abitacolo, ben fatto, ha una personalità spiccata, con la plancia “a gradini” (dà ariosità), vistosi tasti nella consolle disposti come quelli per la tastiera dei pianoforti, oltre alla strumentazione interamente digitale e al volante esagonale alto 32 cm e largo 35 (soluzioni queste ultime due che, però, non sono sempre pratiche). Il tetto panoramico in cristallo e apribile (optional) dell’auto del test aggiunge luminosità all’interno, ma la sua presenza fa rinunciare alle pratiche maniglie nel soffitto.

Nella guida la Peugeot 508 è spigliata, sicura e ha uno sterzo preciso. I 177 cavalli del 2.0 a gasolio (c’è anche con 163 CV) sono pronti, brillanti e ben si accordano al dolce e piuttosto svelto cambio automatico a otto rapporti (l’unico disponibile). Per quanto riguarda l’allestimento GT Line, non è fra quelli più economici, ma include nel prezzo molti accessori, fra cui il navigatore e gli aiuti alla guida, anche per muoversi in modalità semi-autonoma. Se le condizioni lo consentono, e tenendo le mani sul volante, l’auto rimane in corsia, accelera e frena da sola seguendo il flusso del traffico. Fra gli optional, non mancano dispositivi all’avanguardia, quali il Night vision: rileva gli ostacoli anche in assenza di luce. Massimo punteggio, ovvero cinque stelle, per la Peugeot 508 nei crash test dell’Euro NCAP realizzati nel 2018. In particolare, l’auto ha ottenuto risultati di rilievo nella protezione contro gli impatti laterali.

VITA A BORDO

4
Average: 4 (1 vote)
Originalità e praticità non sempre fanno rima

Plancia e comandi
La strumentazione digitale della Peugeot 508 è racchiusa nel sottile cruscotto in posizione rialzata nella plancia. Fornisce in modo chiaro molte informazioni, che vengono mostrate in modi diversi a piacimento del guidatore. Con gli originali tasti color alluminio nella consolle si accede ai menù dei servizi di bordo, che si gestiscono dal maxi schermo tattile (10”). Tuttavia, operazioni semplici, come variare la temperatura del “clima”, richiedono più passaggi e possono distrarre dalla guida. Discreto l’impianto multimediale, completo di Android Auto e Apple CarPlay, ma privo di connessione internet e Wi-Fi di bordo.

Abitabilità
La disponibilità di spazio è discreta. Chi siede davanti ha tutto l’agio necessario, anche se il tunnel fra i sedili è piuttosto invadente. Dietro, invece, chi è più alto di 180 cm sfiora con la testa il soffitto. La posizione di guida ha estese regolazioni tuttavia, per ridurre il disagio della corona che ostacola la visione di alcuni strumenti, il piccolo volante esagonale va tenuto in basso (specie se non si è alti).

Bagagliaio
La bocca di accesso garantita dall’estesa apertura del portellone è comoda e il vano, più sviluppato in profondità che in altezza, è rifinito con attenzione. Considerata la lunghezza dell’auto, la capienza non è il massimo: 487 litri, che salgono a 1537 ripiegando il divano (non si formano gradini).

COME VA

4
Average: 4 (1 vote)
Si guida volentieri

In città
Si può contare sulla fluidità di motore e cambio della Peugeot 508, oltre che sul volante tutt’altro che pesante. Specie in presenza di pneumatici ribassati (235/40 R 19 quelli dell’auto in prova), sono consigliabili le sospensioni “intelligenti” (optional): aiutano a filtrare bene le buche. Meno soddisfacente la visuale all’indietro: colpa della linea discendente del tetto e dell’inclinazione del lunotto (ma la retrocamera è di serie). Soddisfacente il consumo rilevato di 12 km/l.

Fuori città
Si può viaggiare in relax: il motore gira regolare e il cambio è morbido nei passaggi di marcia. Con la più sportiva delle quattro modalità di guida (le altre sono Eco, Confort e Normal) rispondono con maggiore prontezza e, complici lo sterzo preciso, la maneggevolezza della vettura e i freni efficaci, ci si può anche divertire. Basso il consumo di 17,9 km/l.

In autostrada
Il comfort è elevato: a 130 km/h il motore lavora a 1800 giri (in ottava marcia) e la sua “voce”, come gli altri rumori esterni, non disturbano i passeggeri. Ok anche la stabilità: nei curvoni presi a forte velocità l’auto non si scompone affatto. E, dopo i rallentamenti, la prontezza del motore e del cambio garantiscono una ripresa decisa. Niente male la percorrenza di 15,6 km/l.

PERCHÈ SÌ

Aiuti alla guida
La maggior parte, come il cruise control adattativo e il mantenimento in corsia, sono di serie. A pagamento dispositivi poco diffusi, come quello che individua gli ostacoli nell’oscurità.

Comfort
L’abitacolo ha sedili accoglienti e tiene lontani rumori e buche. 

Guida
È gradevole. L’auto non manca di agilità, è brillante e lo sterzo preciso. 

Originalità
Fuori e dentro la Peugeot 508 ha una forte personalità.

PERCHÈ NO

Abitabilità posteriore
La carrozzeria filante lascia poco spazio sopra la testa di chi  è seduto sul divano.

Comandi
Riuniti nel monitor tattile della consolle, quelli secondari non sono dei più immediati da utilizzare.

Maniglie
Quelle nel soffitto vengono eliminate quando si sceglie il tetto apribile (optional).

Volante
Le sue dimensioni e la sua forma obbligano a dei compromessi nella posizione di guida, per non disturbare la lettura del cruscotto.

SCHEDA TECNICA

Carburante gasolio
Cilindrata cm3 1997
No cilindri e disposizione 4 in linea
Potenza massima kW (CV)/giri 130 (177)/3750
Coppia max Nm/giri 400/2000
Emissione di CO2 grammi/km 124
Distribuzione 4 valvole per cilindro
No rapporti del cambio 8 (automatico) + retromarcia
Trazione anteriore
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori dischi
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 475/185/140
Passo cm 279
Peso in ordine di marcia kg 1535
Capacità bagagliaio litri 487/1537
Pneumatici (di serie) 235/45 R18

 

I NOSTRI RILEVAMENTI

VELOCITÀ MASSIMA   Rilevata Dichiarata
in 7a a 3750 giri   228,5 km/h 235 km/h
       
ACCELERAZIONE Secondi Velocità di uscita Dichiarata
0-100 km/h 9,0   8,3 secondi
0-400 metri 16,5 137,4 km/h non dichiarata
0-1000 metri 29,9 180,3 km/h non dichiarata
       
RIPRESA IN DRIVE Secondi Velocità di uscita Dichiarata
1 km da 40 km/h 27,9 180,7 km/h non dichiarata
1 km da 60 km/h 26,5 181,5 km/h non dichiarata
da 40 a 70 km/h 28,8   non dichiarata
da 80 a 120 km/h 6,2   non dichiarata
       
CONSUMO   Rilevato Dichiarato
In città   12,0 km/litro 16,9 km/litro
Fuori città   17,9 km/litro 25,6 km/litro
In autostrada   15,6 km/litro non dichiarato
Medio   15,5 km/litro 21,3 km/litro
       
FRENATA   Rilevata Dichiarata
da 100 km/h   34,5 metri non dichiarata
da 130 km/h   59,0 metri non dichiarata
       
ALTRI VALORI   Rilevati Dichiarati
A 130 km/h effettivi il tachimetro indica   131 km/h non dichiarata
Diametro di sterzata tra due marciapiede   10,8 metri non dichiarato
Peugeot 508 2.0 BlueHDi 180 CV GT Line EAT8
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
24
10
6
4
5
VOTO MEDIO
3,9
3.89796
49
Aggiungi un commento
Ritratto di Sampei8
17 settembre 2019 - 13:45
1
Davvero una berlina ben riuscita.
Ritratto di Wikowako
17 settembre 2019 - 14:00
Mai avrei pensato che su un'auto di 4,75 metri di lunghezza non si riuscisse a trovare una posizione comoda alla guida. Poi ci sono salito sopra. Ne capisco perché dovrei adattarmi io all'auto dopo aver speso 40k euro. Bella e impossibile.
Ritratto di remor
17 settembre 2019 - 14:21
Da una parte devo dire che esteticamente la trovo riuscita e nelle rare occasioni vista attira lo sguardo, e per cui mi appare strano di vederne davvero poche per strada, probabilmente al limite dello zero se non con le scritte in evidenza della concessionaria. Presumibilmente il segmento ha un po' ceduto il passo. Dall'altra, rispetto a quella qui provata propenderei per una delle versioni meno potenti e quindi meno costose (altrimenti ci si affaccia in zona premium); penso la diesel 130Cv sia sufficiente. Idem per il muoversi con allestimenti molto più basilari, sempre in ottica anche risparmio, perché effettivamente in questi segmenti presumo (forse tranne alcune tedesche) già dalla versione base ci sia tutto quanto effettivamente serve. Viceversa tutte ste nuove cose previste per gli allestimenti superiori, che la macchina potrebbe anche andare senza guidarla di persona per ora mi sembrano né carne né pescie. Nel senso che, ad esempio, o so che qualsiasi sia la situazione che affronterà la macchina se la cava da sé oppure che me ne faccio di lasciare potenzialmente fare a lei per tot tempo e strada ma poi devo essere comunque sempre pronto a riprenderla, con quindi la necessità di una continua e fra l'altro certa soglia di attenzione. Secondo me alla fine stressa più che guidarsela sempre da sé. Idem mettersi in coda a qualcuno e copiarne lo stile di guida tramite sensori di distanza, a me capita spesso che chi sta davanti mi sembra faccia inutili frenate accelerate e quindi mi darebbe piuttosto fastidio. Il night vision infine non ho capito se rileva gli oggetti fuori dal campo laterale dei fari o se invece aiuterebbe che ne so se uno che, essendo oramai succube degli adas, si dovesse abituare ad andare in giro di notte a fari spenti. Alla fine i fari, oggi più che mai, mi sembra che dritto davanti illuminino a dovere, lateralmente in effetti al buio un aiuto in più farebbe comodo.
Ritratto di marcoveneto
17 settembre 2019 - 14:36
Bella è bella, ma non ne ho mai vista una in giro, se non fosse per un esemplare targato "Belgio" nelle zone del Lago di Garda.
Ritratto di Gwent
17 settembre 2019 - 14:42
2
Le preferisco, praticamente in tutto, la nuova Volvo S60 perché è davvero fantastica ed anche esteticamente, almeno per me, molto più originale e ricca di personalità, questa Peugeot dietro ricorda, sempre imho, la IS (la fanaleria, a parte il fatto che sia nera, è quasi identica) e non mi piace la plancia perché quando mi ci sono seduto su una versione sw, non sono riuscito a trovare una posizione di guida che mi facesse stare comodo. In ogni caso attualmente ritengo la S/V60 la migliore e più bella segmento D del mondo però questo naturalmente imho e con rispetto parlando. Un saluto. Il Gwent.
Ritratto di BioHazard
17 settembre 2019 - 22:49
E a quel prezzo una Lexus IS è tutta un'altra cosa! E questa propone ancora un diesel che non brilla nemmeno per prestazioni (9s nello 0-100 ormai li fanno quelli da 140CV, una Serie 3 con diesel poco più potente sta sotto gli 8s), mentre la Lexus è ibrida.
Ritratto di Mc9
18 settembre 2019 - 07:48
Quoto. Ma per la S60 D4, con gli optional di questa 508, ci vogliono almeno 5 000€ in più
Ritratto di ziobell0
17 settembre 2019 - 15:06
Molto bella, ma da noi è rara come una Ferrari California. E in Francia non ne ho viste così tante...le berline 3 volumi sono rare
Ritratto di andrea120374
17 settembre 2019 - 15:13
2
C'è a chi piace, ho provato diverse nuove Peugeot ma quei cruscotti sono ergonomicamente i peggiori, sembra di guidare la macchina a batterie di mio figlio. Fosse il contrario tutti lì farebbero così
Ritratto di Andrea Zorzan
17 settembre 2019 - 15:21
Bella, ma i consumi non sono certo bassi, vista la tipologia.
Pagine