PROVATE PER VOI

Peugeot 3008: si viaggia comodi ma a caro prezzo

Prova pubblicata su alVolante di
settembre 2009
  • Prezzo (al momento del test)

    € 25.900
  • Consumo medio rilevato

    15,2 km/l
  • Emissioni di CO2

    137 grammi/km
  • Euro

    4
Peugeot 3008
Peugeot 3008 1.6 HDi 16V Tecno
L'AUTO IN SINTESI

È una crossover con una linea fuori dagli schemi, piacevole da guidare e con un motore abbastanza parco nei consumi. Ha interni eleganti ed è confortevole, ma il prezzo è salato.

Posizione di guida
4
Average: 4 (1 vote)
Cruscotto
4
Average: 4 (1 vote)
Visibilità
3
Average: 3 (1 vote)
Comfort
4
Average: 4 (1 vote)
Motore
4
Average: 4 (1 vote)
Ripresa
3
Average: 3 (1 vote)
Cambio
4
Average: 4 (1 vote)
Frenata
4
Average: 4 (1 vote)
Sterzo
4
Average: 4 (1 vote)
Tenuta di strada
4
Average: 4 (1 vote)
Dotazione
3
Average: 3 (1 vote)
Qualità/prezzo
2
Average: 2 (1 vote)
PERCHÉ COMPRARLA
Una crossover pratica per chi ama farsi notare

Ha una linea che non passa inosservata, ma non è soltanto una vettura per farsi guardare: la crossover francese è molto pratica, offre abitabilità per cinque adulti e ha un baule versatile. Inoltre, ha interni lussuosi ed è bene equipaggiata, ma anche più cara delle concorrenti, senza contare che il  prezzo sale se ci si lascia tentare da interessanti optional. Spinta da un turbodiesel 1.6 sufficientemente vivace e poco assetato, si rivela confortevole e anche gratificante da guidare: si apprezzano soprattutto l’elevata tenuta di strada e la precisione di sterzo e cambio

La Peugeot 3008 condivide il motore 1.6 turbodiesel con la famigliare 308 SW, dalla quale deriva. Ma ha la carrozzeria più alta, e sebbene la lunghezza non sia esagerata (4,4 metri) l’aspetto è quello di una vettura imponente. Ha una linea fuori dagli schemi, con il frontale massiccio e aggressivo: a prima vista potrebbe sembrare una Suv, ma in realtà va a inserirsi nel neonato segmento delle crossover.

Chi volesse utilizzarla su qualche facile sterrato può equipaggiarla con il Grip Control (optional), un sistema che abbina gomme M+S (quelle studiate per fango e neve) a uno speciale sistema antislittamento. Si tratta di un dispositivo per ottimizzare la trazione (che comunque resta solo anteriore) e il comportamento della vettura sui terreni a bassa aderenza, regolabile su cinque “posizioni”: standard, neve, fango, sabbia ed ESP escluso.

Il motore della Peugeot 3008 non è tanto grosso per una vettura del genere, ma con i suoi 109 cavalli si rivela vivace e rende la guida piacevole. La maneggevolezza è molto buona, lo sterzo preciso e la tenuta di strada sempre sicura: l’ESP, che è di serie, interviene di rado. Ottima l’abitabilità: c’è spazio per cinque adulti e il bagagliaio è capiente. Le sospensioni efficienti e la valida insonorizzazione dell’abitacolo la rendono la Peugeot 3008 confortevole anche nei lunghi viaggi autostradali.

L’allestimento Tecno è caro: le rivali costano meno. Ma la dotazione comprende comunque tutto ciò che serve per il comfort e per la sicurezza. Volendo, si può avere l’Head Up Display (optional), un sistema che proietta sul parabrezza la velocità e la distanza dal veicolo che precede. Per risparmiare si può scegliere la Premium, che è già abbastanza accessoriata, mentre per coloro che non vogliono farsi mancare nulla c’è la ricca Outdoor.

VITA A BORDO
5
Average: 5 (1 vote)
Un elegante salotto per cinque

L’abitacolo della Peugeot 3008 ha un aspetto lussuoso, è ampio e con il soffitto alto aumenta la sensazione di spaziosità. Le poltrone davanti, separate dal voluminoso tunnel centrale, sono grandi, ben profilate e comode nei lunghi viaggi; accogliente anche il divano posteriore: tre adulti non stanno per nulla stretti e c’è molto posto anche per le gambe. Buona la qualità dei materiali, sia per quanto riguarda il tessuto dei sedili, sia per le plastiche utilizzate nella plancia. Elegante anche la strumentazione, ben leggibile malgrado qualche riflesso di troppo. Il baule è davvero capiente e dotato di una ribaltina che forma una soglia a filo del fondo: facile caricare oggetti pesanti

Plancia e comandi
Movimentata e avvolgente, la plancia della Peugeot 3008 ha una consolle molto inclinata che, senza soluzione di continuità, si fonde nel massiccio tunnel centrale. Plastiche e tessuti sono di ottima qualità, e il livello di finitura è elevato: non mancano tocchi di eleganza costituiti da dettagli color alluminio, e neppure un comodo maniglione a destra della leva del cambio, dove il passeggero può aggrapparsi nei percorsi accidentati. I comandi sono numerosi, ma si individuano abbastanza facilmente e risultano a portata di mano (anche il freno di stazionamento, elettrico, che si aziona tramite una levetta sul tunnel centrale). La strumentazione è completa e si legge bene, malgrado il display del computer di bordo sia molto piccolo e, talvolta, i “vetri” degli strumenti generino qualche fastidioso riflesso.

Abitabilità
Le poltrone anteriori sono ampie e si regolano con facilità. La sagomatura è pronunciata e trattiene bene il corpo in curva, e l’imbottitura è solida ma tutt’altro che scomoda, neppure nei lunghi viaggi. Sulla Peugeot 3008 si sta bene pure dietro: il divano è abbastanza largo per ospitare tre adulti senza che stiano “spalla a spalla”; lo spazio è sufficiente anche per le gambe e per i piedi, dal momento che il pavimento è piatto e che l’ingombrante tunnel centrale termina con un piccolo ripiano fra i sedili anteriori, dove sono alloggiate le bocchette posteriori dell’impianto di climatizzazione.

Bagagliaio
Grande e funzionale, permette di stivare bagagli a piacimento anche se il divano (stranamente) non è scorrevole: può essere solo abbattuto, anche parzialmente e in modo asimmetrico, senza peraltro creare gradini nel fondo. Per accedere, si può scegliere se aprire tutto il portellone oppure solo la ribaltina inferiore (che può sostenere un peso di ben 200 kg): in questo secondo caso, la soglia di carico scende da 90 a 70 cm e, soprattutto, diventa complanare al pavimento del baule. Quest’ultimo è rimovibile (pesa 3,5 kg) e può essere posizionato su tre livelli d’altezza per suddividere il vano in due scomparti, di cui quello inferiore “nascosto”. Non manca una torcia elettrica inserita in un supporto che funge anche da base di ricarica.

COME VA
5
Average: 5 (1 vote)
Una viaggiatrice piacevole da guidare e poco assetata

La Peugeot 3008 è agile e non eccessivamente lunga: nel traffico urbano si muove con disinvoltura. Lo sterzo è leggero e la posizione di guida rialzata aiuta a percepire gli ingombri, anche in manovra. Le sospensioni sono morbide quel tanto che basta sullo sconnesso, ma pure sufficientemente “solide” quando si abbandona la città e si affrontano i percorsi misti: la vettura si corica poco in curva e tiene bene la strada. Il 1.6 turbodiesel, a dispetto del notevole peso che deve “muovere”,  è abbastanza brillante e consuma poco. In autostrada se ne apprezzano la souplesse e la silenziosità

In città
La sua imponenza indurrebbe a pensare che la città non sia il suo regno. Invece, la Peugeot 3008 nel traffico se la cava bene perché offre una buona visibilità (merito dell’abitacolo rialzato) e, a conti fatti, non risulta neppure troppo lunga quando si tratta di parcheggiare (ma i sensori di distanza si pagano a parte). Inoltre, è abbastanza agile, ha lo sterzo leggero in manovra e un pedale della frizione che non richiede troppo sforzo, per cui non affatica la gamba sinistra quando si è in coda.

Fuori città
Fra le curve la Peugeot 3008 è gustosa da guidare, ha un’elevata tenuta di strada ed è “coerente” nelle traiettorie (l’ESP interviene di rado); inoltre, le sospensioni ben tarate limitano il rollìo senza compromettere il comfort. Il motore è abbastanza brillante e si sfrutta bene, anche grazie al cambio efficiente (sebbene l’escursione della leva sia un po’ troppo ampia). Certo, il peso si sente e non si può pretendere uno sprint da sportiva: nei sorpassi a pieno carico è meglio scalare marcia, ma in condizioni normali le capacità di ripresa sono più che sufficienti. Contenuti anche i consumi.

In autostrada
I sedili della Peugeot 3008 sono comodi e l’abitacolo è spazioso, ma soprattutto efficacemente insonorizzato: non si viene disturbati né dai fruscii aerodinamici, né dal rumore del motore (che in sesta marcia “lavora” a regimi molto contenuti, il che giova pure ai consumi: si sfiorano i 15 km/l). Apprezzabile anche il lavoro delle sospensioni: i rattoppi vengono digeriti senza contraccolpi né scompensi d’assetto. In velocità si apprezzano pure la precisione dello sterzo e, in caso di improvvisi rallentamenti, il “mordente” e la resistenza dell’impianto frenante.

QUANTO È SICURA
5
Average: 5 (1 vote)
Nei crash test ha fatto il pieno di stelle

La Peugeot 3008 è un auto sicura: al di là delle notevoli tenuta di strada e frenata, offre una dotazione di serie davvero completa, che prevede gli airbag per la testa anche per i posti dietro, nonché i consueti controlli elettronici di trazione e stabilità; questi ultimi possono essere integrati con il Grip Control (400 euro), un sistema che facilita la guida sui fondi a bassa aderenza. Nei crash test EuroNcap ha riportato un punteggio globale di cinque stelle, il massimo previsto dal capitolato 2009

In caso di impatto, a proteggere gli occupanti intervengono ben otto “cuscini d’aria”: quelli per la testa sono previsti anche per i passeggeri posteriori. Che la Peugeot 3008 sia una vettura ben progettata sotto il profilo della sicurezza passiva lo confermano i nuovi crash test EuroNcap 2009, dove la crossover francese ha ottenuto un voto globale di 5 stelle (il massimo) con un rating dell’86% nella protezione degli occupanti, dell’81% per i bambini assicurati a seggiolini Isofix e del 31% per la salvaguardia dei pedoni in caso di investimento. I sistemi attivi di assistenza alla guida hanno avuto una valutazione del 97%: ESP e controllo della trazione sono di serie e, volendo, possono essere “affiancati” dal Grip Control (optional a 400 euro), che permette di migliorare il comportamento della vettura su fondi difficili di diversa tipologia (come neve, fango o sabbia). L’equipaggiamento contempla anche i fendinebbia e il regolatore della velocità.

NE VALE LA PENA?
4
Average: 4 (1 vote)
Una proposta “trasversale” in grado di accontentare molti

Esteticamente fuori dal coro, la Peugeot 3008 è ben dotata ma costa più cara delle rivali. Ha la versatilità di una famigliare e qualche pretesa da Suv: anche se non è una 4x4, con il Grip Control (optional), si difende anche sui terreni scivolosi. Ha un motore silenzioso e parco nei consumi, un po’ piccolo di cilindrata ma abbastanza generoso: non manca di souplesse nei lunghi viaggi autostradali né di brìo nella guida sul misto, dove peraltro si apprezzano anche le buone qualità della guida

Chi è stufo delle solite famigliari, e non vuole comprare una vera Suv, potrà essere attratto dalla Peugeot 3008, magari acquistandola con il Grip Control per muoversi in sicurezza anche sulla neve. Se l’estetica non passa inosservata, è nella praticità e nell’abitabilità che la crossover francese ha i suoi punti forti: si viaggia comodi in cinque senza problemi di spazio, neppure per i bagagli. Abbastanza parca nei consumi e piacevole da guidare, è una vettura curata anche sotto il profilo della sicurezza: oltre a essere bene equipaggiata, ha ottenuto eccellenti risultati nei crash test. Il suo difetto è il prezzo: per quanto la dotazione sia ricca e gli interni molto ricercati, deve vedersela con fior di concorrenti che costano meno.
 

PERCHÉ SÌ
 
 

Comfort
Ha un abitacolo grande ed efficacemente insonorizzato, le sospensioni fanno bene il loro dovere e i sedili sono conformati e imbottiti in modo da risultare confortevoli anche dopo parecchie ore di guida.

Consumi
In autostrada e nei tragitti extraurbani consuma poco più di un’utilitaria, e neppure in città – dove il peso rilevante la penalizza un po’ – è eccessivamente assetata: il 1.6 turbodiesel ha davvero un ottimo rendimento.
Guida
La carrozzeria alta non compromette l’agilità e l’assetto è equilibrato: fra le curve la vettura risulta precisa (anche grazie alle buone qualità dello sterzo), ha una notevole tenuta di strada ed è piacevole da guidare.

Interni
L’abitacolo è esteticamente ricercato ma non vistoso, e non pecca in praticità grazie alla dovizia di vani e piccoli ripostigli. Le plastiche e i tessuti sono di qualità e gli assemblaggi curati nei dettagli.

PERCHÉ NO
 
 

Accelerazione 
Il motore, sebbene vivace, ha una cilindrata ridotta in rapporto alla stazza: in accelerazione abbiamo misurato tempi superiori a quelli (ottimistici) dichiarati dalla Casa, e neppure la ripresa è brillantissima.

Divano 
Da una crossover progettata all’insegna della versatilità ci saremmo aspettati che il divano potesse scorrere longitudinalmente, come accade, per esempio, per la meno costosa 308 SW (con cui la 3008 condivide la base meccanica).

Linea
Nella ricerca dell’originalità a tutti i costi si sono perse l’armonia e l’eleganza. Il frontale imponente e le fiancate alte fanno sembrare piccoli i finestrini e le ruote: nel complesso la linea è “pesante”.

Prezzo 
La dotazione è completa, ma ci sono interessanti optional che fanno venire la tentazione di arricchirla facendo ulteriormente lievitare il prezzo, peraltro già superiore a quello delle rivali.

SCHEDA TECNICA
VELOCITÀ MASSIMA   Rilevata Dichiarata
in 6a a 4300 giri   182,7 km/h 180 km/h
       
ACCELERAZIONE Secondi Velocità di uscita Dichiarata
0-100 km/h 13,7   12,2 secondi
0-400 metri 18,8 115,5 km/h non dichiarata
0-1000 metri 34,9 148,7 km/h non dichiarata
       
RIPRESA Secondi Velocità di uscita Dichiarata
1 km da 40 km/h in 5a 38,0 145,2 km/h non dichiarata
1 km da 60 km/h in 6a 34,6 141,9 km/h non dichiarata
da 80 a 120 km/h in 6a 15,2   non dichiarata
       
CONSUMO   Rilevato Dichiarato
In città   12,8 km/litro 15,3 km/litro
Fuori città   16,7 km/litro 22,7 km/litro
In autostrada   14,9 km/litro non dichiarato
Massimo   8,2 km/litro non dichiarato
Medio   15,2 km/litro 19,6 km/litro
       
FRENATA   Rilevata Dichiarata
da 100 km/h   39,3 metri non dichiarata
da 130 km/h   66,6 metri non dichiarata
       
ALTRI VALORI   Rilevati Dichiarati
A 130 km/h effettivi il tachimetro indica   134 km/h non dichiarata
Diametro di sterzata tra due marciapiede   11,1 metri 10,9
Cilindrata cm3 1560
No cilindri e disposizione 4 in linea
Potenza massima kW (CV)/giri 80(109)/4000
Coppia max Nm/giri 240 (260)/1750
Emissione di CO2 grammi/km 137
Distribuzione 4valvole per cilindro
No rapporti del cambio 6 + retromarcia
Trazione anteriore
Freni anteriori dischi autoventilati
Freni posteriori dischi
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 437/184/164
Passo cm 261
Peso in ordine di marcia kg 1425
Capacità bagagliaio litri 432/1241
Pneumatici (di serie) 225/50R 17
I NOSTRI RILEVAMENTI
VELOCITÀ MASSIMA   Rilevata Dichiarata
in 6a a 4300 giri   182,7 km/h 180 km/h
       
ACCELERAZIONE Secondi Velocità di uscita Dichiarata
0-100 km/h 13,7   12,2 secondi
0-400 metri 18,8 115,5 km/h non dichiarata
0-1000 metri 34,9 148,7 km/h non dichiarata
       
RIPRESA Secondi Velocità di uscita Dichiarata
1 km da 40 km/h in 5a 38,0 145,2 km/h non dichiarata
1 km da 60 km/h in 6a 34,6 141,9 km/h non dichiarata
da 80 a 120 km/h in 6a 15,2   non dichiarata
       
CONSUMO   Rilevato Dichiarato
In città   12,8 km/litro 15,3 km/litro
Fuori città   16,7 km/litro 22,7 km/litro
In autostrada   14,9 km/litro non dichiarato
Massimo   8,2 km/litro non dichiarato
Medio   15,2 km/litro 19,6 km/litro
       
FRENATA   Rilevata Dichiarata
da 100 km/h   39,3 metri non dichiarata
da 130 km/h   66,6 metri non dichiarata
       
ALTRI VALORI   Rilevati Dichiarati
A 130 km/h effettivi il tachimetro indica   134 km/h non dichiarata
Diametro di sterzata tra due marciapiede   11,1 metri 10,9
Cilindrata cm3 1560
No cilindri e disposizione 4 in linea
Potenza massima kW (CV)/giri 80(109)/4000
Coppia max Nm/giri 240 (260)/1750
Emissione di CO2 grammi/km 137
Distribuzione 4valvole per cilindro
No rapporti del cambio 6 + retromarcia
Trazione anteriore
Freni anteriori dischi autoventilati
Freni posteriori dischi
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 437/184/164
Passo cm 261
Peso in ordine di marcia kg 1425
Capacità bagagliaio litri 432/1241
Pneumatici (di serie) 225/50R 17
Peugeot 3008
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
41
37
31
27
41
VOTO MEDIO
3,1
3.056495
177
Aggiungi un commento
Ritratto di Peppe
3 novembre 2009 - 15:07
La linea di quest'auto è un po pesante, ma è molto originale! Per il resto, è un ottima vettura: eccellenti i motori (specialmente il 2.0 HDi) e gli interni, davvero ben fatti, originali e spaziosi. Riguardo al prezzo, beh a me non sembra eccessivamente alto, comunque chi compra una Peugeot dovrebbe sapere che trova robustezza ed affidabilità al 100%
Ritratto di Peppe
6 novembre 2009 - 14:23
.. ha vinto il premio Auto Europa; vuol dire che in fondo è molto apprezzata!
Ritratto di bubu
11 novembre 2009 - 18:22
l'ho sentito pure io che ha vinto quel premio ma sinceramente non so come ha fatto...non c'è uno che dice che è belle perchè è proprio bruttina
Ritratto di vincenzo77
3 novembre 2009 - 18:29
Da un'auto messa da poco in commercio ci si aspetta motori euro 5... il prezzo è eccessivo ma in promozione sin dal lancio diventando abbordabile. Una grossa pecca di questa vettura è l'allestimento premium che non si può arricchire nemmeno dei fendinebbia...
Ritratto di Alessandro
4 novembre 2009 - 15:30
La definisco il top del brutto stile Peugeot,e pensare che 10 anni fà arrivarono le prime 206.Una grande vettura con una linea sportiveggiante anche se gli interni non erano un gran che.
Ritratto di Fabrizio da Palermo
9 novembre 2009 - 12:09
come ti capisco, è troppo sproporzionata.
Ritratto di bubu
4 novembre 2009 - 18:05
io appena l'ho vista sul sito non mi è piaciuta... l'ho vista dal vivo di dietro è proprio assurda...davanti forse è solamente accettabile....comunque questo crossover della pegeout non è riuscito benissimo.... quasi per niente se volgiamo proprio.... io non la comprerei mai....
Ritratto di Stevie
6 novembre 2009 - 22:52
I motori attuali sono stati tutti omologati Euro 5!! Per quanto riguarda l'auto, in generale, secondo me è bellissima. Inizialmente l'estetica sconcerta, ma è normale per auto che portano linee nuove e soluzioni mai viste. Poi ci fai l'occhio e più la guardi e più ti piace... almeno questo è stato l'effetto che ha fatto a me. Gli interni lasciano a bocca aperta, le plastiche di ottima qualità. L'efficienza dei motori è ai massimi livelli, l'abitabilità e la guida... se la provi non vorresti più scendere. Ovviamente sono pareri personali e i gusti, se permettete, possono non coincidere ma sono soggettivi e tutti da rispettare ;)
Ritratto di Peppe
9 novembre 2009 - 20:23
A prima vista non è piaciuta nemmeno a me, poi guardandola bene ha cominciato ad affascinarmi. Gli interni sono di qualità elevata e molto originali. La versione che comprerei? 2.0 Hdi 150 CV Outdoor nera (per far risaltare meno le plastiche del frontale e perchè comunque è il colore che le "dona" di più a mio parere) con gli specchietti cromati: una favola!
Ritratto di Maestrocua
8 novembre 2009 - 16:57
Ho acquistato la 3008 Tecno con cambio robotizzato a Luglio e ho fatto 7500 Km. Sinora ho riscontrato un grosso (per quanto stupido) difetto: la console centrale è così aderente ai sedili anteriori che è praticamente impossibile agganciare le cinture di sicurezza senza spellarsi le nocche delle mani! Specialmente se si trasporta una persona anziana ci sono davvero grosse difficoltà ad aiutarla ad allacciare la cintura. Bastava fare i ganci di allaccio più lunghi di 10 cm! Peccato... per il resto finora sono soddisfatto, specie del cambio che ti permette molta flessibilità (puoi agire sulle levette +/- in qualunque momento). per la linea poi, questione di gusti: però la funzionalità è garantita.
Pagine