PROVATE PER VOI

Suzuki Swift: scivola solo su qualche dettaglio

Prova pubblicata su alVolante di
gennaio 2015
  • Prezzo (al momento del test)

    € 18.100
  • Consumo medio rilevato

    15,4 km/l
  • Emissioni di CO2

    111 grammi/km
  • Euro

    5
Suzuki Swift
Suzuki Swift 1.2 Dualjet B-Top 5 porte 4WD S&S
L'AUTO IN SINTESI

Spaziosa in rapporto alle dimensioni, ma poco dotata in fatto di bagagliaio, con la trazione 4x4 a inserimento automatico questa Suzuki Swift va sicura anche sui fondi scivolosi. Il motore è il noto 1.2 a benzina aggiornato nel sistema di alimentazione (ha due iniettori per cilindro), un po’ pigro in ripresa in rapporto ai suoi 90 CV ma davvero parco nei consumi. Anche se qualche particolare interno è migliorabile, i contenuti tecnici e la ricca dotazione della B-Top giustificano il prezzo. 

Posizione di guida
3
Average: 3 (1 vote)
Cruscotto
3
Average: 3 (1 vote)
Visibilità
3
Average: 3 (1 vote)
Comfort
3
Average: 3 (1 vote)
Motore
3
Average: 3 (1 vote)
Ripresa
2
Average: 2 (1 vote)
Cambio
4
Average: 4 (1 vote)
Frenata
3
Average: 3 (1 vote)
Sterzo
3
Average: 3 (1 vote)
Tenuta di strada
4
Average: 4 (1 vote)
Dotazione
3
Average: 3 (1 vote)
Qualità/prezzo
4
Average: 4 (1 vote)
PERCHÉ COMPRARLA
Integrale in incognito
Di tre centimetri più alta della versione a trazione anteriore, la Swift 4WD non ha aspirazioni da piccola suv, ma garantisce un surplus di sicurezza sui fondi viscidi. È equipaggiata con una versione “evoluta” del 1.2 a benzina, con due iniettori per cilindro: ha 90 CV, e si fa apprezzare più per i bassi consumi che per la grinta. Spazioso l’abitacolo, ma non altrettanto il bagagliaio, e ricca in rapporto al prezzo la dotazione: nella B-Top sono standard pure il “clima” automatico e il navigatore.
 
 
La Suzuki Swift 4WD sfrutta la trazione integrale per offrire una maggiore mobilità e un superiore grado di sicurezza sui fondi viscidi. Il sistema 4x4 è a gestione automatica e, in normali condizioni di aderenza, invia il 90% della coppia alle ruote davanti; ma in caso di necessità – e senza che il guidatore faccia o si accorga di nulla – può trasferire all’asse posteriore fino al 50% della forza motrice.
 
Su strada bagnata o innevata i vantaggi si sentono, ma la vettura è equipaggiata di gomme normali e non sono previsti dispositivi specifici per la marcia in fuori strada, come per esempio i differenziali bloccabili. D’altronde, la luce a terra maggiorata di 3 cm (per un totale di 17 cm) rispetto alle Swift “normali” consente di affrontare senza patemi qualche sterrato, ma non di avventurarsi su fondi troppo accidentati.
 
Rispetto a quello che muove il corrispondente (e meno costoso) modello a trazione anteriore, il 1.2 a benzina della Suzuki Swift 4WD è stato aggiornato nel sistema di alimentazione, che impiega due iniettori per cilindro (giustificando la denominazione DualJet). Eroga 90 CV invece dei 94 della versione originaria, ma ha due Nm di coppia in più e vanta consumi davvero contenuti.
 
Fra i pregi di questa giapponese c’è l’abitabilità, generosa in rapporto ai 385 cm di lunghezza della carrozzeria, però alcuni dettagli dell’abitacolo sono da rivedere e lo spazio per i bagagli è poco. Ricca la dotazione della B-Top, con “clima” automatico e navigatore di serie. Per risparmiare c’è la B-Cool, priva pure della regolazione in profondità del volante e con freni dietro a tamburo anziché a disco.
VITA A BORDO
3
Average: 3 (1 vote)
Viaggi comodo, ma con poco bagaglio
Qualche dettaglio è da rivedere – per esempio, lo scomodo pulsante nel cruscotto che gestisce lo schermo digitale – ma per il resto l’abitacolo non delude: le plastiche sono rigide ma correttamente assemblate, i vari comandi al posto giusto e lo spazio non manca, nemmeno nella zona posteriore e in altezza. Tuttavia, date le compatte dimensioni della carrozzeria, la scelta di privilegiare l’abitabilità ha avuto riflessi negativi sulla capacità del bagagliaio, che è al limite della sufficienza.
 
 
Plancia e comandi
Le plastiche (rigide ma montate con precisione) di tonalità scura e la semplicità del design rendono l’abitacolo della Suzuki Swift 4WD alquanto rigoroso, e non ci sono dettagli che rivelano di essere a bordo della versione “integrale”: essendo totalmente automatica, oltre che priva di soluzioni specifiche per la guida off-road, la gestione della trazione non richiede pulsanti o manopole. I comandi, inclusi quelli nelle razze del volante, sono facili da usare, come anche il navigatore (con schermo di 7” e grafica ben curata). Funzionali e leggibili con facilità i quattro quadranti analogici del cruscotto, tuttavia per raggiungere il pulsante che comanda lo schermo multifunzione si deve infilare una mano fra le razze del volante: una soluzione scomoda, e praticabile in sicurezza soltanto a vettura ferma. 
 
Abitabilità
Lo spazio a bordo è maggiore di quello offerto da rivali più lunghe, e abbonda pure in altezza. Le poltrone davanti sono correttamente sagomate, dotate di imbottitura rigida e tutt’altro che scomode, anche se rimane perfettibile il sistema di regolazione a leva dell’inclinazione dello schienale, poco progressivo. Largo e accogliente il divano, che ha la seduta piatta e all’occorrenza può ospitare senza troppi sacrifici anche un terzo occupante. Parecchi e ben fatti i vani portaoggetti, fra i quali uno – dotato di coperchio – è ricavato sopra la consolle.
 
Bagagliaio
La presenza del differenziale “aggiuntivo” fra le ruote posteriori della Suzuki Swift 4WD non ne ha intaccato la capacità, ma il vano – proprio come nelle Swift a trazione anteriore – è davvero piccolo: appena 211 litri. A titolo di paragone, la Panda 4x4 (370 cm di lunghezza) ne offre 225. Reclinando le due sezioni asimmetriche del divano, il volume a disposizione raggiunge i 902 litri (contro gli 870 della 4x4 italiana) e la profondità utile cresce da 43 a 142 cm; tuttavia, in tal caso si devono fare i conti con un gradino di 17 cm che si forma nel pavimento.
COME VA
3
Average: 3 (1 vote)
Agile, ma non sportiva
Comandi leggeri e carrozzeria lunga meno di quattro metri permettono di affrontare la città senza pensieri, ma il lunotto è poco esteso e nei parcheggi in retromarcia i sensori – optional – si rivelano utili. Sicuro il comportamento fra le curve: le sospensioni solide favoriscono l’agilità e la tenuta di strada è elevata, ma per la guida brillante lo sterzo non è abbastanza diretto. Il 1.2 a benzina, abbinato a un cambio di notevole precisione, non è un motore grintoso ma vanta un’erogazione omogenea; inoltre, i suoi consumi sono mediamente bassi, e tendono a salire un po’ soltanto in autostrada. 
 
 
In città
Compatta com’è, nel traffico la Suzuki Swift 4x4 risulta facile da guidare, complici i comandi leggeri da azionare. Qualche limite, però, si incontra nelle manovre in retromarcia: il lunotto piccolo non consente di quantificare esattamente lo spazio disponibile dietro la vettura, e per ovviare all’inconveniente conviene sborsare l’extra richiesto per i sensori di distanza. Del motore si apprezzano la prontezza ai regimi inferiori e la vivacità a quelli medi (migliorate rispetto alla variante da 94 CV), oltre ai consumi tutt’altro che elevati (14,5 km/l).
 
Fuori città
I 90 cavalli non sono certo scalpitanti, ma nelle strade aperte il quattro cilindri convince con la sua fluidità e si conferma davvero economo (i 19,2 km/l rilevati non sono troppo distanti dai 22,7 ufficiali); d’altra parte, va anche detto che il preciso e rapido cambio manuale aiuta a sfruttarne il potenziale. A livello di maneggevolezza, i tre centimetri di altezza in più rispetto alle altre versioni non si sentono: le sospensioni sono solide e, anche se si affrontano le curve con grinta, il coricamento laterale della carrozzeria è contenuto. Davvero elevata la tenuta di strada, ma chi ama la guida sportiva troverà lo sterzo un po’ troppo demoltiplicato.
 
In autostrada
A 130 km/h il 1.2 della Suzuki Swift 4WD ha un buon margine: con il quinto rapporto inserito lavora a 4000 giri, mentre la velocità massima (165,3 km/h, di un’inezia superiore a quella dichiarata) si raggiunge a 5000 giri tondi tondi; i consumi sono meno favorevoli che nelle altre condizioni (12,1 km/l), ma rimangono accettabili. Bene la stabilità, che si mantiene buona anche nelle frenate violente (validi, pur se non da record, gli spazi d’arresto); per contro, le sospensioni rigide lasciano percepire le giunzioni e i rattoppi dell’asfalto, e alle andature elevate la precisione dello sterzo diminuisce un po’.
QUANTO È SICURA
5
Average: 5 (1 vote)
Gli airbag sono sette
Assieme alla trazione integrale, che migliora l’aderenza sui fondi “critici”, la Suzuki Swift 4x4 offre una dotazione di serie che – come nel resto della gamma – comprende l’Esp, sette airbag e la la pedaliera collassabile; nel prezzo della B-Top sono compresi pure il cruise control, le luci diurne a led e i fendinebbia. Cinque, dunque il massimo, le stelle ottenute nei crash test Euro NCAP nel 2010 (quando le procedure di verifica ancora non tenevano conto della presenza di ausili di guida oggi importanti ai fini della valutazione). 
 
 
La Suzuki Swift ha ottenuto le cinque stelle corrispondenti al massimo punteggio Euro NCAP nei crash test eseguiti nel 2010 (anno di lancio del modello, poi sottoposto a restyling a metà 2013): all’epoca, sulla formazione del giudizio ancora non influiva la presenza di ausili alla guida di ultima generazione quali la frenata automatica d’emergenza in città o l’avviso di abbandono della propria corsia di marcia (non previsti per questa utilitaria). Sono elevati anche i “voti” riferiti agli ambiti specifici: 94% per la protezione dei passeggeri, 82% per i bambini trasportati su seggiolini Isofix, 62% per la tutela dei pedoni in caso di investimento e 71% per l’efficacia dell’elettronica di assistenza. Per l’intera gamma, la dotazione di sicurezza prevede l’Esp, i sensori di pressione per le gomme, gli attacchi Isofix e sette airbag: oltre alle coppie frontali (con elemento destro disattivabile), laterali e per la testa (queste ultime estese alla zona posteriore dell’abitacolo), c’è quello per le ginocchia del guidatore; a limitare l’eventualità di lesioni agli arti inferiori di quest’ultimo in caso d’impatto, troviamo anche la pedaliera collassabile. Oltre a poter contare sulla maggiore sicurezza sui fondi a bassa aderenza garantita dalla trazione integrale, scegliendo la Swift 4x4 in allestimento B-Top si ottengono pure il cruise control, i retrovisori elettrici riscaldabili, il vivavoce Bluetooth, i fendinebbia e le luci diurne a led.
NE VALE LA PENA?
3
Average: 3 (1 vote)
Utilitaria “con una marcia in più”
Al livello di maneggevolezza, di facilità di guida e di abitabilità non offre nulla di meno rispetto alle versioni a trazione anteriore, e anche i difetti sono gli stessi (il principale è la scarsa capienza del baule). In più, la Swift 4x4 ha un sistema di trazione integrale che interviene solo quando serve e che incrementa mobilità e sicurezza in condizioni di aderenza critiche, senza far lievitare troppo il prezzo e i consumi di benzina. Ricca la dotazione, che per la B-Top comprende pure il navigatore.
 
 
Considerato che il sovrapprezzo rispetto alla versione a due ruote motrici è tutt’altro che eccessivo, per chi vive in zone dove nevica spesso, si reca frequentemente in montagna o vuole concedersi qualche diversione su facili sterrati, la Suzuki Swift 4WD è una scelta accessibile e conveniente. Anche perché la presenza della trazione integrale incide pochissimo sui consumi: abbiamo rilevato una media di 15,4 km/l a fronte dei 15,9 ottenuti nella prova del modello a trazione anteriore (di 85 kg più leggero) con motore da 94 CV. Al di là dei vantaggi legati alle peculiarità della trasmissione – che, ricordiamo, è a gestione completamente automatica e non richiede interventi da parte del guidatore – questa versione presenta gli stessi pregi e gli stessi difetti delle altre: ha un abitacolo ampio e ben fatto ancorché non ricercato, ma non brilla per capacità di carico (è stata data la preferenza allo spazio disponibile per i passeggeri posteriori) e andrebbe migliorata in qualche dettaglio. Anche mettendo in preventivo l’aggiunta dei sensori di distanza (utili), il prezzo richiesto per la B-Cool è proporzionato: oltre ai cerchi in lega di 16” e a una dotazione di sicurezza che non richiede (né consente) integrazioni, di serie per questa “ricca” versione ci sono pure il “clima” automatico e il navigatore. Pollice in alto anche per la garanzia, che dura tre anni (o 100.000 km) invece dei due previsti per legge.
PERCHÉ SÌ
Abitabilità
Nonostante sia lunga appena 385 cm, la Suzuki Swift è accogliente per quattro adulti di corporatura robusta: l’agio per le gambe e per la testa non manca nemmeno per chi viaggia sul divano. 
 
Cambio 
Veloce e preciso negli innesti (anche grazie alla breve corsa della leva), è un manuale a cinque marce che non stonerebbe in una piccola sportiva. Inoltre, è abbinato a una frizione tutt’altro che “pesante” da azionare.
 
Consumi
Il 1.2 DualJet si è dimostrato davvero efficiente: i consumi di questa Suzuki sono più bassi di quelli di qualsiasi altra 4x4 a benzina, con percorrenze degne di vetture di cilindrata e prestazioni simili, ma a trazione anteriore.
 
Tenuta di strada
Senza dover ricorrere a una gommatura esagerata (monta pneumatici 185/55 R 16), e nonostante l’assetto rialzato rispetto a quello delle sorelle “normali”, la Suzuki Swift 4WD è incollata all’asfalto. E sul bagnato emergono i vantaggi della trazione integrale. 
PERCHÉ NO
Baule
Con il divano in uso, lo spazio per di bagagli è addirittura inferiore a quello disponibile nella Panda 4x4 (che è ancora più corta della Swift). Scomodo il gradino di 17 cm che si forma quando si reclina lo schienale.
 
Dettagli
Poco pratico il pulsante del computer di bordo collocato nel cruscotto (per raggiungerlo, si deve infilare la mano fra le razze del volante), imprecisa la regolazione a scatti dello schienale delle poltrone.
 
Ripresa
Ai regimi inferiori, il quattro cilindri è pigro: se serve lo sprint per superare un altro veicolo, bisogna mettere mano al cambio. E altrettanto vale dopo i rallentamenti nella marcia in autostrada.
 
Visibilità posteriore
Penalizzata dalle piccole dimensioni del lunotto e dagli estesi lamierati dei montanti posteriori, mette in difficoltà nelle manovre: nonostante la carrozzeria corta, sono consigliabili i sensori di parcheggio posteriori (optional).
SCHEDA TECNICA
Cilindrata cm3 1242
No cilindri e disposizione 4 in linea
Potenza massima kW (CV)/giri 66 (90)/6000
Coppia max Nm/giri 120/4400
Emissione di CO2 grammi/km 111
Distribuzione 4 valvole per cilindro
No rapporti del cambio 5 + retromarcia
Trazione anteriore
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori dischi
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 385/170/154
Passo cm 243
Peso in ordine di marcia kg 1045
Capacità bagagliaio litri 211/902
Pneumatici (di serie) 185/55 R16

 

 

I NOSTRI RILEVAMENTI
VELOCITÀ MASSIMA   Rilevata Dichiarata
in 5a a 5000 giri   165,3 km/h 165 km/h
       
ACCELERAZIONE Secondi Velocità di uscita Dichiarata
0-100 km/h 12,8   13,4 secondi
0-400 metri 18,6 120 km/h non dichiarata
0-1000 metri 34,4 149,8 km/h  
       
RIPRESA Secondi Velocità di uscita Dichiarata
1 km da 40 km/h in 4a 37,9 141,5 km/h non dichiarata
1 km da 60 km/h in 5a 37,6 125,6 km/h non dichiarata
da 40 a 70 km/h in 4a 9,7    
da 80 a 120 km/h in 5a 23,8    
       
CONSUMO   Rilevato Dichiarato
In città   14,5 km/litro 18,2 km/litro
Fuori città   19,2 km/litro 22,7 km/litro
In autostrada   12,1 km/litro non dichiarato
Medio   15,4 km/litro 20,8 km/litro
       
FRENATA   Rilevata Dichiarata
da 100 km/h   38,4 metri non dichiarata
da 130 km/h   66,3 metri non dichiarata
       
ALTRI VALORI   Rilevati Dichiarati
A 130 km/h effettivi il tachimetro indica   135 km/h non dichiarata
Diametro di sterzata tra due marciapiede   11 metri  

 

 

Suzuki Swift
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
68
86
57
17
20
VOTO MEDIO
3,7
3.66532
248
Aggiungi un commento
Ritratto di Mattia Bertero
3 giugno 2015 - 18:11
3
Mi è sempre piaciuta questa piccola di casa Suzuki fin dalla prima serie. Anche questa la trovo molto bella e filante. Anche gli interni mi piacciono nonostante sia tutt'altro che originale però è assemblato davvero bene. Questa versione 4x4 può andare bene chi abita o deve percorrere strade sterrate semplici in tutta sicurezza. Il 1.2 sembra un ottimo motore (ancora un 4 cilindri aspirato), di sicuro più silenzioso di un tre e con più fluidità di erogazione. Il prezzo lo reputo giusto per la dotazione offerta, non costa poco ma si ha praticamente di tutto. Il bagagliaio è un po' piccolino anche rapportato alle dimensioni esterne.
Ritratto di Ivan92
3 giugno 2015 - 18:18
6
Opterei per una Suzuki Jimny se volessi una 4WD.
Ritratto di AlexTurbo90
3 giugno 2015 - 20:58
è più "specialistica" se si vuole fare del fuoristrada serio! Diciamo che questa va bene un po' per tutto...
Ritratto di AlexTurbo90
3 giugno 2015 - 21:03
più "pesante"!
Ritratto di M93
3 giugno 2015 - 19:05
Onesta segmento B, fatta per durare e con un rapporto prezzo/dotazione molto interessante: pur non essendo economica in senso stretto, ha un equipaggiamento molto completo. Un plus praticamente unico, data per la categoria, è dato dalla trazione integrale
Ritratto di emanuel99
3 giugno 2015 - 19:29
Simpatica e valida utilitaria,interessante la versione 4x4
Ritratto di Sepp0
3 giugno 2015 - 19:31
...l'unica Suzuki comprabile assieme al Jimny.
Ritratto di AlexTurbo90
3 giugno 2015 - 21:02
Un utilitaria sicuramente molto valida, ma io prenderei in considerazione solo la versione normale 2W, allo stesso prezzo per fare cose più "specialistiche" terrei d' occhio la Panda 4x4 o, per restare in casa Suzuki, la Jimny
Ritratto di Flavio Pancione
3 giugno 2015 - 21:25
7
Non c'è nemmeno chissa che potenza da gestire...
Ritratto di Flavio Pancione
3 giugno 2015 - 23:44
7
Hanno problemi di stabilitá.. Nemmeno sul bagnato.
Pagine
Annunci

Suzuki Swift usate

Prezzo minimoPrezzo medio
Suzuki Swift usate 20136.9709.77011 annunci
Suzuki Swift usate 20146.2008.2309 annunci
Suzuki Swift usate 20157.9008.8908 annunci
Suzuki Swift usate 20168.9009.7704 annunci
Suzuki Swift usate 20184.80012.5205 annunci

Suzuki Swift km 0 per anno

Prezzo minimoPrezzo medio
Suzuki Swift km 0 201713.80013.8102 annunci
Suzuki Swift km 0 201810.80014.2605 annunci
Suzuki Swift km 0 20199.00011.1503 annunci