NEWS

Formula 1 2015: per la Ferrari sarà ancora dura

23 dicembre 2014

Nella consueta conferenza stampa di fine anno il presidente della Ferrari ha illustrato le novità organizzative per la Formula 1.

Formula 1 2015: per la Ferrari sarà ancora dura
RENDEZ VOUS DI FINE ANNO - Cambiano i vertici ma le tradizioni restano, e anche il neo presidente della Ferrari Sergio Marchionne ha mantenuto l’appuntamento di fine anno con la stampa specializzata. Un incontro in cui da sempre si delinea ciò che sarà la stagione seguente. E per il 2015 le novità non mancano davvero. Assieme a Marchionne c’era infatti Maurizio Arrivabene, da pochi giorni nuovo direttore delle attività sportive della Ferrari e team principal della scuderia di Formula 1. L’incontro natalizio di Maranello-Fiorano è stata la prima occasione per Arrivabene (a sinistra nella foto) di incontrare la stampa nella sua nuova veste.
 
2015 FIGLIO DEL DISASTRO 2014 - Marchionne ha parlato sia della stagione 2014 che del futuro. Per l’anno appena concluso ha detto chiaramente che è stato un disastro, senza omettere di indicare le responsabilità della debacle: la gestione della Scuderia, cioè Montezemolo, Domenicali e Mattiacci. Chiara l’analisi degli errori fatti: “Per come è andata la stagione, e col seno di poi, ritengo che si sia sbagliato a voler mandare avanti contemporaneamente i lavori per la vettura del 2014 e per quella del 2015. Il risultato è che oltre all’andamento negativo del 2014 ora siamo in ritardo con la monoposto per l’anno prossimo”.
 
REGOLE INCOMPRENSIBILI - Marchionne ha anche parlato dei regolamenti della Formula 1, affermando che devono essere semplificati e resi più comprensibili. E sull’argomento non si è risparmiato una battuta: “A leggerle queste regole sembrano scritte da quattro amici al bar". Maurizio Arrivabene si è presentato dicendo subito che non ci si deve attendere da lui miracoli o magie. “Non sono Mago Merlino” ha detto, per continuare sottolineando che a contare è il lavoro di squadra, e che alla Ferrari ci sono le competenze che servono per fare bene. 
 
L’EQUIPE TECNICA - La conferenza stampa incontro ha visto la partecipazione dello staff Ferrari così come delineato dalle ultime decisioni in fatto struttura operativa, cioè le prime prese da Arrivabene. Nuovo direttore tecnico è James Allison, da cui dipendono i due ingegneri Simone Resta e Mattia Binotto, entrambi cresciuti professionalmente nella Scuderia Ferrari. Resta è chief designer e Binotto direttore della power unit, cioè la parte motoristica, di cui aveva assunto la responsabilità a fine luglio quando si era dimesso il precedente responsabile Luca Marmorini.
 
NUOVO ARRIVO - Nella direzione power unit ci saranno anche Lorenzo Sassi, chief designer. La direzione di ingegneria di Pista saranno gestite ad interim dallo stesso James Allison. A proposito dello staff, all’incontro di Natale a Maranello-Fiorano c’è stata anche la conferma dell’arrivo alla Scuderia di Jock Clear, proveniente dalla Mercedes, dove era ingegnere di macchina del neocampione di Lewis Hamilton.
 
IL PARADISO? 4 VITTORIE - Detto che il prossimo campionato 2015 sarà molto difficile. Arrivabene non ha negato una sorta di quadro delle aspettative per il 2015. “Se vincessimo due gran premi sarebbe un successo - ha detto il nuovo team principal della Ferrari - se ne vincessimo tre, sarebbe un trionfo”. E a quel punto è intervenuto Marchionne che ha aggiunto: “Con quattro saremmo in Paradiso”. 
Aggiungi un commento
Ritratto di alecns
23 dicembre 2014 - 12:14
Montezemolo c'era anche quando la Ferrari vinceva, dare la colpa a lui mi sembra un po' assurdo. P.S.: "il seno di poi"? Spero che "poi" sia una bella ragazza almeno...
Ritratto di Fojone
23 dicembre 2014 - 12:59
solo per mettere le mani avanti, e incolpare chi è stato recentemente defenestrato anche dei probabili insuccessi futuri....
Ritratto di napolmen2
23 dicembre 2014 - 13:15
..le regole sono quelle.....
Ritratto di money82
23 dicembre 2014 - 14:57
1
Senza aiutino dei governi è difficile vincere vero?
Ritratto di Gordo88
23 dicembre 2014 - 15:06
Dalle loro parole sembra che la situazione sia peggiore dello scorso anno, come si fa a dire che già vincere 2 gp sarebbe un successo?? Se non altro sono contento che nella direzione tecnica ci siano 2 italiani e che un ingegnere sia stato "rubato" alla mercedes, buon lavoro ragazzi!!
Ritratto di Blade Runner
23 dicembre 2014 - 15:19
Mar...pionne non si smentisce; ritiene di essere il deus ex machina, l'unico in grado di risolvere tutti i problemi e soprattutto insulta chi, negli anni ha vinto più degli altri team e che ha portato la Ferrari auto ad essere il brand più forte del mondo. Ingrato. Vorrei vedere cosa avrebbe fatto il canado-abruzzese senza gli aiuti di Obama e cosa farebbe la Fiat senza i miliardi 2,5 per cominciare) che la Ferrari ha pagato. Maglioncino è come quei ragazzi furbi che sposano ricche ereditiere per sentirsi di far parte in un mondo che altrimenti non gli apparterrebbe, un Mar...pionne insomma. Sono curioso di vedere cosa riuscirà a fare il furbetto; intanto ha messo le mani davanti.
Ritratto di maparu
23 dicembre 2014 - 19:02
.....mi sembra il discorso senza senso di un adolescente. Se sai cos'è un mutuo allora puoi capire che il prestito di Obama è già stato restituito con gli interessi e che Fca sta proprio grazie a Ferrari cercando di abbattere i debiti del gruppo. Fino a prova contraria la Ferrari con il miglior pilota al mondo, lo spagnolo Alonso negli ultimi 5 anni a raccolto una delusione dietro l'altra. Marchionne non ha bisogno di mettere le mani avanti, è l'unico CEO italiano capace di vedere il futuro e meno male che esiste.
Ritratto di Blade Runner
23 dicembre 2014 - 20:17
Se la poteva risparmiare; io non sono un adolescente ed il discorso è assolutamente corretto ed esatto. Lei non conosce la realtà delle cose e parla a vanvera; lei non ricorda tutte le vittorie ed i campionati vinti dalla gestione Montezemolo. Ferrari è per la FCA la gallina dalle uova d'oro, uno spreco di risorse per tenere in piedi quel bidone (non sono parole mie, ma si informi) della Fiat. Quanto al futuro, Mar..pionne vede e pensa solo al suo e quello degli azionisti; dell'Italia e degli italiani se ne frega. Sposta all'estero le produzioni e le tasse, chiude le fabbriche in Italia ha ridotto a niente l'automobile italiana e questo sarebbe i CEO da ammirare? Lo ammiri pure, se questo la gratifica, vedremo cosa sarà stato capace di fare il suo eroe. Mi stia bene e buon Natale
Ritratto di maparu
23 dicembre 2014 - 22:49
Se Maserati, Alfa e Fiat Chrysler con 250.000 dipendenti nel mondo per te sono un bidone è meglio che cambi forum. Quanto agli azionisti che c'è di male; sono risparmiatori e lo sono anch'io. Io guardo al futuro e penso alla prossima vittoria e poi il Montezemolo credimi con la sua buona uscita non se la passa male. Buon Natale
Ritratto di money82
24 dicembre 2014 - 12:56
1
Marchionne ha fatto un lavoro incredibile a livello globale, è stato in grado di sfruttare le poche possibilità che il mercato dell' auto aveva a disposizione, vista la crisi globale. La sua rivoluzione nel mondo delle auto però sta disintegrando il nostro paese e la nostra storia automobilistica pezzo dopo pezzo...fiat, alfa romeo, lancia...cosa ne rimane? "Senza cuore saremmo solo macchine"...lo richiama pure lo spot alfa ma sinceramente è ben distante dalla filosofia aziendale/numerica del gruppo, grande imprenditore di sicuro ma non un grande uomo e lo conferma ulteriormente questa ennesima intervista penosa nei confronti di un uomo come Montezemolo che ha fatto veramente la storia della Ferrari.
Pagine

PROSSIMO GP

Autodromo Hermanos Rodriguez F1 2018
Autodromo Hermanos Rodriguez
ORARI
Venerdì 26 Ottobre
Prove 117:00 - 18:30
Prove 221:00 - 22:30
Sabato 27 Ottobre
Prove 317:00 - 18:00
Qualifiche20:00 - 21:00
Domenica 28 Ottobre
Gara20:00

NEWS FORMULA 1