NEWS

Formula 1: i test in Bahrain promuovono Red Bull e Ferrari

Pubblicato 23 febbraio 2024

La tre giorni di test in vista della stagione 2024 hanno messo in mostra una super Red Bull e una Ferrari che comunque ha convito.

Formula 1: i test in Bahrain promuovono Red Bull e Ferrari

MANCA POCO - La tre giorni in Bahrain ha ribadito quello che sostanzialmente molti tifosi italiani speravano non si avverasse: l’egemonia dell’accoppiata Red Bull e Verstappen sarà quasi impossibile da mettere in discussione. Nel contempo si è vista una Ferrari comunque piuttosto in forma, in vista del primo Gp che si svolgerà il 2 marzo 2024 proprio in Bahrain. Le squadre hanno preferito concentrare l’attività in pista nelle ultime due ore di prove, sfruttando le temperature più basse dovute al calare del sole.

IL PRIMO GIORNO - La prima giornata si è chiusa con Max Verstappen che ha fatto registrare un tempo di 1’31”344, oltre un secondo inferiore rispetto a Lando Norris, al secondo posto con la McLaren. Confrontando il tempo ottenuto lo scorso anno dallo stesso olandese, ossia, 1’32”837, ci si rende conto che il risultato è davvero pazzesco. Verstappen, tra l’altro, ha percorso 142 giri, dimostrando un ottimo passo gara. Insomma, le speranze per gli avversari appaiono veramente risicate. Norris secondo fotografa piuttosto bene le potenzialità della McLaren, che ha schiuso la scorsa stagione in crescendo. Sainz, con la prima delle due Ferrari, si è piazzato in terza posizione, facendo molto meglio di Leclerc, che ha chiuso settimo. La Racing Bulls, quarta con Ricciardo, ribadisce la bontà della monoposto che, ricordiamo, è una sorta di “fotocopia” della Red Bull della passata stagione.

IL SECONDO GIORNO - Il secondo giorno a Sakir si è chiuso con un’ottima Ferrari prima con Sainz, che ha rotto l’egemonia della Red Bull della prima giornata. Alle spalle del ferrarista la prima Red bull di Perez (tempo ottenuto con gomme C3) che precede la Mercedes di Hamilton (gomme C3). Sesta l’altra Ferrari di Leclerc. Lo spagnolo della Ferrari ha fatto registrare 1’29”921 a metà della sessione pomeridiana, montando le Pirelli C4, mescola non disponibile la prossima settimana per il Gp, più morbida rispetto alla C3. Bene anche nel secondo giorno di test la Racing Bulls con Daniel Ricciardo, quinto e con 88 giri macinati.

IL TERZO GIORNO - Nell’ultimo giorno a disposizione è stata la Ferrari di Leclerc a piazzarsi al primo posto, segnando un tempo di 1’30’’322, con 74 giri alle spalle. Secondo posto per Russell (Mercedes), terzo per Zhou (Sauber). Quarto posto per Verstappen, quinto per Tsunoda su Racing Bulls e davanti all’ottimo Albon con la Williams. L’Aston Martin e l’Alpine in questa prima tornata di test hanno un po’ deluso le aspettative, con tempi lontani dai migliori. In difficoltà anche la Haas, che si è parzialmente rialzata nell’ultima giornata, grazie all’undicesimo posto di Hulkenberg, dopo aver terminato i primi due giorni all’ultimo posto.

BENE LA FERRARI - L’ultimo giorno ha messo in evidenza un’ottima Ferrari (Sainz in mattinata aveva fatto segnare il primo tempo) e una Red Bull molto veloce, specie sul passo gara. La sensazione è che la nuova Ferrari SF-24 sia più guidabile rispetto a quella del precedente anno e molto più prevedibile nel comportamento nelle curve. Inoltre, un’altra nota positiva è sicuramente il passo gara, vero e proprio punto dolente della passata stagione, quando le pole position conquistate da Leclerc non si sono trasformate in vittorie. Per conoscere il reale potenziale di tutte le monoposto c’è comunque l’incognita benzina, in quanto il dato della benzina imbarcata durante i test non è noto.

> LEGGI ANCHEFormula 1: tutte le monoposto del 2024



Aggiungi un commento
Ritratto di elitropi cristian
24 febbraio 2024 - 20:25
Nei test prima del mondiale,LA Ferrari ê giâ campione del mondo. Poi,appena inizia il mo diale,diventano campioni gli altri ! Dal lontano 2007....purtroppo

PROSSIMO GP

Autodromo Enzo e Dino Ferrari F1 2024
ORARI
domenica 19 maggio
Gara15:00

NEWS FORMULA 1