NEWS

Formula 1: Vettel passa all’Aston Martin

Pubblicato 10 settembre 2020

Sfumato il rinnovo con la Ferrari, Vettel ha firmato per la scuderia che dal 2021 prenderà il posto dell'attuale Racing Point.

Formula 1: Vettel passa all’Aston Martin

L’ASTON TORNA IN F1 - Dopo aver rilevato nel 2018 la scuderia Force India, poi ribattezzata Racing Point, il miliardario canadese Lawrence Stroll (con interessi nel mondo della moda) ha fatto un altro grande passo nel mondo dei motori: attraverso il fondo Yew Tree Overseas, da lui creato, a inizio 2020 si è assicurato il 16,7% della gloriosa casa inglese Aston Martin, diventandone presidente. Stroll ha ambiziosi programmi per l’Aston Martin e ne ha annunciato il ritorno in Formula 1: sarà al via dal campionato 2021, dopo avervi corso nel 1959 e 1960, e darà il nome alla scuderia Racing Point. 

4 VOLTE IRIDATO - Ma Stroll non si è fermato qui e ha voluto dare prestigio alla sua scuderia ingaggiando un big del circus: è il pilota tedesco Sebastian Vettel, quattro volte campione del mondo, che a fine stagione terminerà la sua avventura alla Ferrari e dal prossimo anno sarà al volante dell’Aston Martin. Il 33enne Vettel ha firmato un contratto per una stagione, con la possibilità di prolungarlo per quelle successive.  

PUNTA IN ALTO - L’ingaggio di Vettel, che correrà al fianco di Lance Stroll, figlio di Lawrence, fa capire che l’Aston Martin punterà in alto già dalla prossima stagione, quando proverà a migliorare i già ottimi risultati della Racing Point: complice la stretta collaborazione con la “tritatutto” Mercedes, dalla quale arriva il sistema ibrido, la Racing Point è attualmente al quarto posto della classifica costruttori e ha ottenuto, grazie a Stroll, la terza posizione nel Gp d’Italia, il miglior risultato della sua storia.





Aggiungi un commento
Ritratto di fastidio
10 settembre 2020 - 12:57
5
Visto come sta andando questa stagione probabilmente sarà una scelta migliore per lui..
Ritratto di probus78
10 settembre 2020 - 13:37
Attualmente in F1 Aston Martin/Racing Point è già più competitiva della Ferrari, viste anche le affinità tecniche con la Mercedes campione lo scorso anno. L'ingaggio di Vettel lo vedo davvero un grosso colpo di Aston Martin in chiave marketing (il tedesco darà ulteriore visibilità alle nuove Aston stradali attualmente tra le più interessanti supercar in assoluto) ma anche per sviluppare ulteriormente la prossima F1 e far crescere ulteriormente un team giovane dalle grandi ambizioni. Credo Vettel possa giovarsi enormemente della nuova stimolante avventura e ritrovare gli stimoli attualmente persi.
Ritratto di Luca478
10 settembre 2020 - 13:48
Concordo pienamente, l’esperienze di Vettel e l’affidabilità della monoposto, porteranno ottimi risultati in F1 e ulteriore visibilità al brand.
Ritratto di Elix69
10 settembre 2020 - 13:41
Stanotte non ci dormirò....poi penserò ai due mondiali persi per suoi errori (principalmente) e mi addormenterò come un bambino.....probabilmente l'anno prossimo con la sua A.M. svernicerà diverse volte la F. e questo sarà una gran soddisfazione per lui.
Ritratto di Miti
10 settembre 2020 - 21:45
1
Ti do assolutamente ragione. Il più stupido investimento se posso chiamarlo così in materia di pilota. Solo lamentarsi. Che la macchina non va bene. Che ci può pure stare. Ma non ho mai percepito assolutamente un suo impegno per davvero. Meglio che se ne va. Spero che con la sua partenza questo brutto capitolo si chiude. Ovviamente con la partenza anche di tutte le persone dal box Ferrari che non valgono nulla. Non do nomi perché penso che le sappiamo tutti.
Ritratto di Flynn
10 settembre 2020 - 22:52
6
Beh dai, almeno e’ stato molto più diplomatico di Prost quando guidava la 642...
Ritratto di Miti
12 settembre 2020 - 10:20
1
Per me il pilota "fa" la macchina. Da l'impulso di andare avanti come si deve. Muore la in macchina facendo giro dopo giro. Al infinito fin quando qualcosa si muove. E se gli ingegneri non vanno o i vertici impuntarsi è mandarli via. Non sottostante la forza decisionale di un campione in formula uno. Io a lui non ho visto questo. Lui saliva in auto per correre solo. Andava bene no ...no. Sarà per la prossima. E la prossima andava peggio. E così via. La vita di un pilota non può essere solo salire in macchina e farti la gara. Aspettando risultati. Non ho mai visto questa incisività in lui.
Ritratto di Miti
12 settembre 2020 - 10:22
1
Volevo dire " non sottovalutare la forza " scusate
Ritratto di Andre_a
10 settembre 2020 - 15:13
9
Era il segreto di pulcinella della F1...
Ritratto di papajimG
10 settembre 2020 - 15:49
Oltre la Ferrai, pure Vettel e' stato messo in discussione gli ultimi anni, per gli errori fatti, per l'impossibilita' di reggere la pressione, per aver perso il momentun di un campione. Guidare con una monoposto assai competitiva (chiamiamola mini-Mercedes?, oltre che pink-Merc), non avra' piu' scuse... sara' interessante vedere a che livello sta (ormai) come pilota
Pagine

NEWS FORMULA 1