NEWS

I 35 anni della Seat Ibiza ad Auto e Moto d’Epoca 2019

Pubblicato 25 ottobre 2019

Oltre alla storica utilitaria sono presenti anche modelli che guardano al futuro: la Seat El Born e le Cupra.

I 35 anni della Seat Ibiza ad Auto e Moto d’Epoca 2019

PRIMA VOLTA A PADOVA - Giovedì 24 ottobre ha aperto al pubblico Auto e Moto d’Epoca 2019, una fra le principali fiere in Italia dedicate ai veicoli del passato. Fra le novità dell’edizione 2019 c’è la Seat, alla prima partecipazione, che ripercorre i 35 anni dell’utilitaria Seat Ibiza e ne espone tre esemplari: sono la Ibiza 1.5 GLX del 1984, la brillante Ibiza SXI del 1988 e la Ibiza Cupra del 1996, versione sportiva prima in assoluto a “fregiarsi” del logo Cupra (diventato un marchio indipendente nel 2018).

LA PRIMA “VERA” SEAT - La Seat Ibiza non è solo il modello più venduto della casa spagnola, con oltre 5,4 milioni di esemplari, ma è anche il primo realizzato in modo indipendente dalla Seat nel 1984. Il costruttore spagnolo affidò lo stile della Ibiza al celebre designer italiano Giorgetto Giugiaro, che realizzò un’utilitaria a 3 o 5 porte lunga 368 cm dalle forme squadrate, mentre la tedesca Karmann si occupò dell’industrializzazione e la Porsche ricevette l’incarico di mettere a punto i motori. Questi ultimi erano dei 4 cilindri a benzina di 1.2, 1.5 e 1.7 litri a carburatori; nel 1989 il 1.5 e il 1.7 guadagnarono l'iniezione elettronica e il primo era disponibile anche con iniezione multi-point, che portava la potenza a 100 CV, montato sulla più “cattivella” Ibiza SXI. Nella gamma era presente anche un diesel 4 cilindri 1.7 con 56 CV.


Allo stand Seat non solo passato ma anche futuro: qui sopra la Cupra Tavascan una concept car che prefigura un modello di serie con motore elettrico. Cupra è il marchio a sè stante della Seat dedicato alle auto più lussuose e sportive.

NEL 2017 LA QUINTA EDIZIONE - La seconda generazione della Seat Ibiza debuttò nel 1993 e fu sviluppata sotto la supervisione del Gruppo Volkswagen, che portò a termine l’acquisizione della Seat nel 1990. Le forme, sempre ad opera di Giugiaro per la Italdesign, sono più arrotondate, mentre fra i motori arriva il “pepato” 2.0 da 150 CV della Ibiza Cupra, realizzata per celebrare i successi dell’utilitaria nei rally. La terza generazione del 2002, derivata meccanicamente della Volkswagen Polo, ha linee tondeggianti e si riconosce per la mascherina squadrata fra gli arcuati fari. Cresce la lunghezza: arriva a 396 cm, 8 cm in meno della quarta generazione. Quest’ultima fa il suo debutto nel 2008 e si caratterizza per le linee filanti e grintose, con la mascherina prominente e scalfature a dare una sensazione di movimento alle fiancate. Arriva per la prima volta la Seat Ibiza Wagon. Il 2017 è l’anno della quinta generazione, solo a 5 porte, con linee più curate e interni di maggiore qualità.

VIDEO
Seat Ibiza
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
91
55
66
20
41
VOTO MEDIO
3,5
3.494505
273




Aggiungi un commento
Ritratto di Illuca
25 ottobre 2019 - 20:31
Mi ricordo qua dp fu presentata... A quel tempo Seat aveva in listino la Ronda.. La Malaga e la Marbella...roba inguardabile. Oggi invece fanno prodotti di qualità a prezzi corretti, La loro fortuna é stata quella di passare da FCA a VAG.... Fosse successo ad Alfa o Lancia non staremmo qui a celebrarne i funerali, anzi... M
Ritratto di Melancholia
26 ottobre 2019 - 11:32
Inguardabili? La Marbella era la Panda con un frontale vagamente R5 e modanature più pronunciate, magari un po' appesantita rispetto al modello da cui traeva origine ma del quale conservava immutata la linea di base disegnata da Giugiaro per la prima Panda. La Ronda era forse anche più piacevole della stessa Ritmo seconda serie mentre la Malaga era una Regata più moderna o comunque di gusto più europeo, anche in questo caso a mio avviso più piacevole. La Fiat tornò avanti con la Regata II Atto del 1986 la quale miglioro'nettamente la linea di cintura della prima Regata rendendola assai più dinamica, la prima Regata invece vista di profilo risultava essere troppo piatta e squadrata, del tutto priva di tensione. Questo naturalmente imho e con rispetto parlando. Un saluto. Il Gwent.
Ritratto di Illuca
26 ottobre 2019 - 13:24
Caro Gwent forse non ti é chiaro il concetto "de gustibus" Se poi, letti alcuni tuoi commenti, credi di poter pontificare sempre e comunque, beh, rilassati Buona giornata
Ritratto di Melancholia
26 ottobre 2019 - 20:48
Siamo solo qui per aprirci la mente, non per pontificare. Un saluto. Il Gwent.
Ritratto di impala
26 ottobre 2019 - 21:08
... quanto ha pagato la seat per questa pagina di pubblicita ???
Ritratto di Fr4ncesco
27 ottobre 2019 - 04:53
2
Ma la Malaga non derivava dalla Ibiza?
Ritratto di bravehearth
26 ottobre 2019 - 20:51
Sarà, ma con tutte le belle auto che ci sono a Padova la Seat Ibiza che ci azzecca?!?!
Ritratto di Giuliopedrali
26 ottobre 2019 - 21:25
Invece e qui sta il punto, a Padova in questi giorni si uno si riempie gli occhi di Ferrari 250 GT, Bizzarrini 5300 GT, Mercedes 230 SL Pagoda, Aston Martin DB4 Zagato e Maserati 5000GT Scia di Persia, però una "banale" Seat Ibiza di 30 anni fa forse è stata la vera rivelazione, un design fuori del tempo, perfetto e giovanile ancora oggi, viva Giugiaro!
Ritratto di bravehearth
28 ottobre 2019 - 17:24
ahahahahaha
Ritratto di Fr4ncesco
25 ottobre 2019 - 22:33
2
A saperlo che la prima Ibiza era motorizzata Porsche, l'avrei vista in un ottica differente :D. Comunque le ho trovate sempre buone utilitarie.
Pagine