NEWS

L'Alfa Romeo Giulietta in pensione a fine 2020

di Paolo Alberto Fina
Pubblicato 02 aprile 2020

La Giulietta non avrà un’erede diretta, al suo posto arriverà nel 2021 la suv compatta Alfa Romeo Tonale.

L'Alfa Romeo Giulietta in pensione a fine 2020

HA UNA CERTA ETÀ - Svelata nel 2010, l’Alfa Romeo Giulietta è fra le auto più longeve oggi sul mercato. La sua carriera però volge al termine, come hanno confermato a un giornale inglese fonti interne all'azienda: la compatta del Biscione uscirà di scena a fine 2020. La decisione era attesa, a maggior ragione considerati i numeri di vendita sempre più bassi, legati anche al fatto che il costruttore ne ha fermato lo sviluppo estetico e tecnologico: nel 2019 la Giulietta ha totalizzato 15.690 immatricolazioni in Europa, contro le 78.911 del 2011 (il suo anno migliore). 

CI SARÀ LA TONALE - L'Alfa Romeo Giulietta non avrà un’erede diretta, come confermato dalle modifiche al piano industriale dell’Alfa Romeo introdotte nel 2019 (qui la news) che prevede la cancellazione anche di altri modelli: la suv più grande della Stelvio, la GTV e la 6C. Ma questo non significa che l’Alfa Romeo abbandonerà la categoria delle auto compatte: al suo posto ci sarà la suv Tonale, in produzione dalla seconda metà del 2021, un modello più in linea con i mutati gusti del pubblico e disponibile anche con un sistema ibrido dotato di batterie ricaricabili dall’esterno.

Alfa Romeo Giulietta
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
530
266
173
153
218
VOTO MEDIO
3,6
3.55
1340




Aggiungi un commento
Ritratto di Challenger RT
3 aprile 2020 - 01:12
La gente sogna il SUV. Soprattutto i clienti del segmento C che quasi sempre comprano quello che comprano gli altri. Per chi vuole una vera Alfa resta la Giulia Quadrifoglio e, non potendo, la 2000 oppure una delle tante Alfa Romeo d'Epoca dalla Giulia alla 75... Io con una 8C 2900 B non ci girerei...
Ritratto di supermax63
3 aprile 2020 - 02:48
Sì, sì certo Giulia Quadrifoglio a 95000 Euro
Ritratto di Giuliopedrali
3 aprile 2020 - 08:59
Le Alfa dagli anni 90 si belle auto ma niente più, prima uscivano le Alfa e 5 -10 ani dopo tutte le imitazioni...
Ritratto di Challenger RT
3 aprile 2020 - 15:14
Intendevo fino alla 75 (prodotta tra il 1985 e il 1992) quindi sono escluse quelle con progetto in comune con Fiat.
Ritratto di PEPY67
3 aprile 2020 - 10:47
2
Beato te che riesci a spuntare questi affari dalle cifre così ridicole..... penso siano in molti a pensare di concludere un affare simile oggi in Italia ....!!!!!
Ritratto di Oxygenerator
4 aprile 2020 - 09:59
@ Nigani Forse perché non è un affare. Se un’auto come AR Giulia passa da 87.000 € a meno di 50.000 € in soli 10.000 km, vuol dire che è un’auto che non vale molto. Probabilmente molto sovra prezzata all’inizio e poi si avvicina al reale valore del mezzo.
Ritratto di PEPY67
3 aprile 2020 - 10:44
2
Esatto in alfa si sono ammattiti e poi si lamentano dell’invenduto !!! Se mito e giulietta a suo tempo hanno venduto è perché oltre che belle erano alla portata delle tresche di molti .....
Ritratto di Challenger RT
3 aprile 2020 - 15:21
Infatti ho menzionato anche la 2000 Turbo benzina 200 cv che costa 46.500 euro da scontare.
Ritratto di Oxygenerator
4 aprile 2020 - 09:50
@ Challenger RT Mi scusi ma secondo lei, con le restrizioni che ci sono alla circolazione delle auto, uno si prende un’Alfa Romeo d’epoca? Se è per un discorso ludico, va bene. Ma come auto, cioè un mezzo che uso tutti i giorni per muovermi, andare al lavoro etc etc, se prendo una vettura simile, non posso uscire neanche dal garage. Ed i consumi ? Non oso immaginare un 2000 benzina di 20 anni fa cosa consuma. Ci vogliono anche delle soluzioni pratiche e praticabili. Non è che chi compra il segmento C vuole la macchina uguale agli altri, è che le proposte son quelle, io ho una Lexus CT , ma le altre scelte potevano essere nell’ordine di gusto personale, Audi A3, Classe A, Toyota Auris, Volvo V40, Honda Civic, Bmw 1, VW Golf, C4 Cactus, In fin dei conti le proposte saranno poco più di queste. È poi logico che si vedano in giro sempre le stesse macchine. Tipo e Giulietta non mi piacciono. Ma non mi piacciono nemmeno la Giulia e lo Stelvio. E non credo di essere un caso isolato.
Ritratto di Andre_a
4 aprile 2020 - 20:13
9
@Oxygenerator: i blocchi del traffico mi sembra che colpiscano anche auto piuttosto nuove, soprattutto se diesel, mentre le auto d’epoca spesso sono esentate, inoltre non tutti abitano in zone soggette a limitazioni del traffico. Riguardo ai consumi, rispetto alle prestazioni e alle dimensioni sono sicuramente alti, ma in valore assoluto un’auto d’epoca (secondo la legge attuale 20 anni non bastano più) non è lontana da un moderno suv. Detto questo anch’io sconsiglierei l’auto d’epoca come auto da tutti i giorni, ma per altri motivi. Uno è la sicurezza: molte non hanno abs o air bag, la mia non ha neanche le cinture di sicurezza. L’altro è l’affidabilità: le auto d’epoca si rompono, tutte, e quando lo fanno ci vuole tanto tempo per trovare i pezzi di ricambio. Per chi deve essere ogni mattina puntuale a lavoro direi che è un problema.
Pagine