NEWS

Con le Alfa Romeo, dallo Stelvio alla Costa Azzurra

22 maggio 2018

Si è conclusa a Monte Carlo la Stelvio Cup, manifestazione organizzata dall’Alfa Romeo per i suoi clienti di 4C, Giulia e ovviamente Stelvio.

Con le Alfa Romeo, dallo Stelvio alla Costa Azzurra

TRE ITALIANE SUR LA COTE - Le strade del Principato di Monaco, tutte attrezzate di box e tribune per l’imminente Gran Premio di Formula 1, hanno accolto settanta Alfa Romeo e i loro equipaggi al termine di un itinerario iniziato a Bormio, ai piedi dello Stelvio. Sono stati i protagonisti della seconda edizione della Stelvio Cup, raid alpino ispirato dall'Alfa Romeo Stelvio (foto qui sopra), appunto, e aperto anche alla Giulia (qui sotto) e alla 4C, come dire i modelli del nuovo volto del marchio.

PERSONALITÀ DELLE VETTURE - I l’introduzione al percorso è stata l’ascesa al Passo dello Stelvio, che con i suoi 2.270 metri è il più altro d’Italia. Una location emozionante per il paesaggio e non di meno per il piacere della guida che sa offrire con i suoi 75 tornanti che si susseguono sui 20 chilometri di salita che portano al passo. Una esperienza che ha fatto mettere in luce le doti delle tre vetture: prestazioni, distribuzione dei pesi, soluzioni tecniche e rapporto peso/potenza.

PASSANDO NEL LUOGO DELLE ORIGINI - Dallo Stelvio il gruppo di “Alfisti” ha puntato su Milano, in omaggio al fatto che il capoluogo lombardo fu nel 1910 la culla del marchio del Biscione; non per nulla Alfa è l’acronimo di azienda lombarda fabbrica automobili, denominazione che il fondatore Romeo volle abbinare al proprio nome per battezzare la nuova creatura. Da Milano poi le Stelvio, Giulia e 4C hanno preso la direzione del mare, avendo come meta del viaggio il Principato di Monaco, con il suo mix di grattacieli e palazzi Liberty a fare da cornice a esclusività ed eleganza. In bella mostra nel Principato-salotto (in questi giorni fagocitato dalle infrastrutture necessarie per far correre le Formula 1) le Alfa Romeo Stelvio Quadrifoglio e Giulia Quadrifoglio hanno trovato ammiratori competenti, vivendo da vicino il mondo delle corse. Ha colpire è stata la linea e le finiture molto grintose e i più informati hanno sottolineato come i due modelli non siano solo immagine, grazie al motore V6 2.9 biturbo che con 510 CV rende le due auto quanto mai grintose. 

PASSIONE VECCHIA E NUOVA - La Stelvio Cup ha tra l’altro consentito di far familiarizzare clienti Alfa Romeo dal profilo differente. Ovviamente c’erano gli alfisti di vecchia data, che hanno portato la loro carica di passione, espressa con ricordi e aneddoti relativi ai modelli del passato. Ma accanto ad essi non pochi sono stati i nuovi supporter del marchio. Giovani che apprezzano il design delle vetture Alfa Romeo e ancor di più la filosofia che esprimono con la loro linea e con la loro personalità meccanica.

VIDEO
Alfa Romeo Stelvio
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
439
111
55
34
56
VOTO MEDIO
4,2
4.21295
695
Aggiungi un commento
Ritratto di gjgg
22 maggio 2018 - 18:20
1
Chissà quando portano la Urus al ring per la sfida al trono...
Ritratto di gjgg
22 maggio 2018 - 20:22
1
Bisogna vedere a gamme complete come andranno le cose. Pare che nel progetto Giulia/Stelvio si potrebbe ANCORA inserire (eventualmente come terza vettura, una coupé) una motorizzazione da circa 650HP con un ibrido molto indirizzato al versante prestazionale (di ispirazione formula 1), tipo overboost. Ora se si considera che la Giulia Quadrifoglio "normale" fa al ring lo stesso tempo della più veloce delle Audi R8 (la V10 plus, 610Hp, 200.000€) , con questa versione da 650HP se fossi in Aventador non starei tanto tranquillo vedendola spuntare dagli specchietti. Alla fine anche della Giulia prima che uscisse si tutti pensava che chissà se avrebbe retto già solo il passo di una Insignia Opc, e invece in alcuni circuiti gira più veloce della M4 Gts da oltre 130 mila euro.
Ritratto di gjgg
22 maggio 2018 - 20:26
1
Bisogna vedere a gamme complete come andranno le cose. Pare che nel progetto Giulia/Stelvio si potrebbe ANCORA inserire (eventualmente come terza vettura, una coupé) una motorizzazione da circa 650HP con un ibrido molto indirizzato al versante prestazionale (di ispirazione formula 1), tipo overboost. Ora se si considera che la Giulia Quadrifoglio "normale" fa al ring lo stesso tempo della più veloce delle Audi R8 (la V10 plus, 610Hp, 200.000€) , con questa versione da 650HP se fossi in Aventador non starei tanto tranquillo vedendola spuntare dagli specchietti. Alla fine anche della Giulia prima che uscisse si tutti pensava che chissà se avrebbe retto già solo il passo di una Insignia Opc, e invece in alcuni circuiti gira più veloce della M4 Gts da oltre 130 mila euro.
Ritratto di gjgg
22 maggio 2018 - 21:02
1
Per la moglie a questo punto meglio la Stelvio (giusto per non avere 2 Giulie in famiglia). Per il figlio invece ci si potrebbe accaparrare finché si fa ancora in tempo una delle ultime Mito, c'è anche in versione per neopatentati. Se non erro
Ritratto di Leonal1980
23 maggio 2018 - 08:27
3
Uno spot pubblicitario insomma, ti auguro quando avrai la patente di poterla acquistare, per la grande passione che dimostri.
Ritratto di gjgg
23 maggio 2018 - 08:48
1
In verità aspetto ancora un po' per far incrementare le promozioni in virtù della fuoriuscita dal mercato e poi mi ci vado ad affacciare in concessionaria. Magari qualche "antica" bicilindrica (tolta poi dal listino) Km0 a 10 mila euro o poco più potrebbe capitare come affarone. In alternativa vedremo cosa proporrebbero con la 120HP a GpL. Appena so qualcosa giro l'informazione
Ritratto di Ercole1994
22 maggio 2018 - 17:56
Che piaccia, oppure no, le Alfa attuali, sono davvero notevoli. Non saranno tecnologiche fino al midollo, ma in quanto ad emozioni alla guida, non sono seconde a nessuno!
Ritratto di Boys
22 maggio 2018 - 21:25
1
concordo Ercole...
Ritratto di Giuliopedrali
22 maggio 2018 - 22:14
Pensa quelle proprio del 1994... Ne avevo una (boxer) dava i brividi alla schiena! Queste di oggi sono emozionanti rispetto alle auto di oggi, che è tutto dire...
Ritratto di Leonal1980
22 maggio 2018 - 22:26
3
Questo è indiscutibile Ercole
Pagine