NEWS

Alfa Romeo Tonale: il motivo del ritardo è un altro?

Pubblicato 14 aprile 2021

Emergono nuove indiscrezioni sulla fase finale del progetto 965, ovvero l’Alfa Romeo Tonale, e il relativo spostamento ai primi mesi del 2022.

Alfa Romeo Tonale: il motivo del ritardo è un altro?

LE DATE DI LANCIO - L’Alfa Romeo Tonale è quasi realtà, ma nella fase finale del suo sviluppo arriva una revisione del progetto. Come riporta la pagina Facebook Alfa Romeo Project, normalmente ben informata (presumibilmente da qualcuno all’interno dell’azienda), il ritardo di cui avevamo accennato qui è dovuto ad un contenimento dei costi voluto dai vertici del gruppo Stellantis. La gola profonda svela anche ulteriori dettagli, come la presentazione della Tonale (qui sopra in una foto spia risalente al 2019, qui per saperne di più) che dovrebbe avvenire a settembre 2021, con l’apertura dei preordini a novembre e la consegna dei primi esemplari in allestimento “launch edition” a febbraio 2022. Alla fine dello stesso mese inizieranno le consegne delle versioni di serie con motore termico, il 30 marzo quelle della versione ibrida ricaricabile e il 1 aprile 2022 quelle delle versioni ibride leggere. 

PIANALE MODIFICATO - Novità anche per quel che riguarda l'avvantaggiamento del progetto 965, ovvero l’Alfa Romeo Tonale, dal punto di vista produttivo: la linea di montaggio pilota nello stabilimento di Pomigliano d’Arco sarebbe già completata e i primi muletti dovrebbero essere pronti entro maggio. La Tonale sarà sviluppata sulla versione modificata del pianale Small US Wide utilizzato dalla Compass, opportunamente alleggerito, allargato e irrigidito. Le sospensioni anteriori e posteriori saranno di tipo McPherson. 

I MOTORI - Per quanto riguarda i motori dell'Alfa Romeo Tonale, che sarà lunga circa 450 cm, dobbiamo aspettarci il 4 cilindri turbo a benzina 1.3 T4, in versione con e senza sistema mild hybrid, e lo stesso motore abbinato al sistema ibrido con batterie ricaricabili (derivato da quello della Compass). Inoltre non dovrebbe mancare il 4 cilindri turbodiesel 2.0 Multijet, anche in questo caso con e senza sistema mild hybrid. Secondo le indiscrezioni ci sarà anche un 2.0 T4 a benzina.

IL SISTEMA MULTIMEDIALE - Il sistema multimediale dell'Alfa Romeo Tonale sarebbe infine stato sviluppato con l’ausilio dell’azienda specializzata Harman (di proprietà di Samsung), con cui la FCA aveva siglato un accordo di collaborazione nel 2019.

Alfa Romeo Tonale
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
145
35
44
38
41
VOTO MEDIO
3,7
3.67657
303




Aggiungi un commento
Ritratto di Lorenz99
14 aprile 2021 - 11:52
QUINDI NON PER FARLA MIGLIORE, MA PIÙ ECONOMICA.... COMINCIASSERO AD INVESTIRCI SOPRA SERIAMENTE, O LA VENDANO A VW O TATA. PERCHÈ NON HA SENSO SPRECARE L'HERITAGE DELLA CASA CHE HA VINTO IL PRIMO MONDIALE DI F1 E CREATO ICONE DI STILE E MECCANICA. BISOGNA INVESTIRCI. SE LEXUS NATA SULLA CARTA, È STATO UN SUCCESSO IN USA, SE SKODA CON UNA REPUTAZIONE PESSIMA OGGI È LEADER IN MOLTI MERCATI E FA GRANDI NUMERI, NON VEDO PERCHÈ ALFA NON POSSA INSIDIARE CON UN PIANO DI INVESTIMENTI SERIO ED IMPORTANTE IL MERCATO PREMIUM.
Ritratto di Blueyes
14 aprile 2021 - 11:56
1
finalmente un commento intelligente. Hai detto bene, Lexus creata dal nulla e di successo, Skoda da marchio scrauso a semi premium, Alfa? Sempre snobbata dalla proprietà e trattata come un peso, come se non l'avessero avuto gratis dallo stato a suo tempo tra l'altro. Ci vuole la volontà e li SORDI per far andare bene un marchio, ma temo che mancheranno anche con la "nuova" gestione.
Ritratto di Quello la
14 aprile 2021 - 13:01
Ciao blueyes, sarà anche un commento intelligente, ma, che avrà mai da urlare tanto ogni volta, sto Lorenz?
Ritratto di Alfiere
14 aprile 2021 - 15:14
Deve avere qualche problema cognitivo perchè sono mesi che glielo scriviamo.
Ritratto di Check_mate
14 aprile 2021 - 12:10
1
È sempre mancata la volontà. E, se guardiamo il tutto dal lato della grande forbice di appassionati del marchio che tutt’oggi alfa può vantare, questo appare ancora più incomprensibile. Anche se, va detto, molti di loro hanno una semplice passione ereditata. E tra loro mi ci metto anch’io, cresciuto con le parole al miele che mio padre spende ancora oggi per la sua Giulia, si, quella Giulia, la prima Giulia insomma. Auto che solo guardandole (oggi con un po’ di simpatia) creano racconti. Il trattamento a lei riservato è incomprensibile. Specie poi alla luce delle dichiarazioni susseguitesi, mi dite che volete rilanciare alfa come marchio all’altezza del blasone e la prima cosa che fate è posticipare, ancora, la sua vettura cardine per contenimento dei costi?! Allora ditelo, è tutto semplicemente una barzelletta.
Ritratto di Claus90
14 aprile 2021 - 16:51
Nulla di nuovo sul ritardo, ormai è da secoli in ritardo la casa del Biscione, inutile ricordarsi dei successi di mezzo secolo fa che quasi nessuno ricorda, peccato che non si continui con la meccanica raffinata di Stelvio e Giulia, a dimostrazione che a a nessuno interessa di Alfa, poi producono la Giulia GTA controversie assurde, vanno solo a destabilizzare i clienti che nell'incertezza di acquistare la tonale vanno su una sicura ed affidabile BMW X2
Ritratto di Check_mate
14 aprile 2021 - 17:57
1
Sono d'accordo. Alfa pare destinata ad essere viva solo nei ricordi. La piattaforma della Giulia, su questa, sarebbe stata di gran livello. Anche se, a giudicare le sue rivali dirette, nessuna tra Mercedes, Audi, BMW volendo anche Hyundai e Lexus monta un pianale TP. BMW l'ha abbandonato ormai da un lustro buono. Quindi la scelta di ricollocarla con una TA non sarebbe neanche così male. Ma le tempistiche sono allucinanti. Ed inaccettabili.
Ritratto di AndyCapitan
14 aprile 2021 - 18:58
1
....affidabile bmw x2 ?.... ma...son dei gran bidoni pure le crucche oggi come oggi....quindi la tonale la faranno al risparmio con i cruscotti fiat tipo provenienti dalla turchia????...o con pezzi serbi rimanenti dalla 500 L?....ahahah
Ritratto di Check_mate
14 aprile 2021 - 19:04
1
@Andy, personalmente in famiglia, dopo tre “crucche” non ci siamo mai trovati male. Così come dopo due jap o dopo due Fiat. Dipende sempre da molti aspetti...
Ritratto di Oxygenerator
14 aprile 2021 - 16:32
@ Lorenz99 Perchè per farlo, non sarebbe più l’alfa degli “ alfisti “ . Il vero errore sta nel considerare alfa una cosa che non è mai stata, cioè premium. Alfa era la versione sportiva e costava poco di più della fiat. Di colpo, dopo 12 anni di soli, mito e giulietta, prezzarne una a 50.000 € e l’altra a 70.000, ha un pò spiazzato la gente.
Pagine