NEWS

Alfa Romeo Tonale: prodotta a Pomigliano dalla seconda metà del 2021

Pubblicato 25 febbraio 2020

Lo conferma Pietro Gorlier, responsabile per il mercato europeo della FCA. Investito 1 miliardo per rinnovare la fabbrica.

Alfa Romeo Tonale: prodotta a Pomigliano dalla seconda metà del 2021

DAL 2021 - Svelata a marzo 2019 sotto forma di prototipo (foto qui sopra), la suv compatta Alfa Romeo Tonale è fra le auto più attese della FCA, perché andrà ad inserirsi in una fascia del mercato in grande espansione, la stessa delle rivali Audi Q3, BMW X1 e Volvo XC40. Questo modello entrerà in produzione della seconda metà del 2021 nello stabilimento campano Gianbattista Vico di Pomigliano d’Arco. Lo ha confermato Pietro Gorlier, coo Emea Region della FCA, nel corso di un evento per i 40 anni della Panda, costruita nella stessa fabbrica.

AL VIA LA RISTRUTTURAZIONE - Per adattare l'impianto di Pomigliano d’Arco alla produzione dell’Alfa Romeo Tonale la FCA investirà 1 dei 5 miliardi di euro allocati per rilanciare le sue attività in Italia: i lavori sono partiti dal reparto di verniciatura, ma andranno modificati tutti i reparti. Nelle previsioni della FCA, la produzione dell’Alfa Romeo Tonale e della Fiat Panda sarà in grado di garantire la piena occupazione dei lavoratori a Pomigliano, che non dovranno più ricorrere agli ammortizzatori sociali.

> Alfa Romeo Tonale: le foto spia senza veli

Alfa Romeo Tonale
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
143
35
43
38
41
VOTO MEDIO
3,7
3.67
300




Aggiungi un commento
Ritratto di Pernic
25 febbraio 2020 - 23:10
1
Non si viaggia di sola linea e motore. L’ultimo aggiornamento infotainment doveva uscire tre anni fa e oggi ancora non ci sono fari a almeno a matrice di led! Essere al passo coi tempi vuol dire essere già in ritardo! Bisogna innovare.
Ritratto di Pavogear
25 febbraio 2020 - 23:43
Beh anche se è arrivato tardi, ad oggi la Stelvio è al pari delle rivali anche dal punto di vista dell' infotaimemt (a dirla tutta nemmeno prima era messa male, solo che ormai di pretende di avere la strumentazione della Nasa all' interno di un'auto). Poi ok, mancano ancora i fari a led, ma non credo siano una cosa fondamentale quando si sceglie un'auto. Per quanto riguarda l'ultima frase invece se da una parte hai ragione, d'altra è anche vero che nemmeno nessuna delle rivali sta portando chissà quali innovazioni
Ritratto di Pernic
26 febbraio 2020 - 09:02
1
Concedimi questi esempi: HYUNDAI/KIA - cambio predittivo; MAZDA - Skyactiv-X; OPEL - fari Intellilux; Ibrido in genere; ecc. Giusto per citare alcune tecnologie un passo avanti e senza entrare nel futuro. Prestazioni e linea ora, per me, contano poco (il grande Fratello ci osserva!)
Ritratto di remor
26 febbraio 2020 - 09:36
Il fatto è che cambi predittivi e motori skyactiv sono tutte cose che finché restano su jappo e ancor "peggio" coreane qui non interesseranno a nessuno (non facendo tendenza). Tant'è che non penso uno preferirebbe mai (almeno qui su av) a circa 60.000e una Stinger con eventuale cambio predittivo oltre a già motore V6, trazione posteriore, 330Cv ecc.ecc. a una paricircacifra A5 40 TDI S line edition S tronic (ossia una 4 cilindri turbodiesel 190cv, trazione anteriore, e senza oltretutto cambio predittivo). Penso
Ritratto di Pavogear
26 febbraio 2020 - 10:19
Sul cambio predittivo di Hyundai/Kia ho qualche dubbio che ho già espresso nell'articolo ma oltre non posso andare perché voglio approfondire quando usciranno più informazioni. Per quanto riguarda il resto ti do ragione, ma i marchi che in questo momento stanno innovando non sono i marchi principali con cui se la vede Alfa Romeo, quindi il discorso è relativo anche se giusto. Per quanto riguarda l'ibrido in genere invece non è che siano tanto indietro. Non lo propongono e ma arriverà con la Tonale, e insieme su Giulia e Stelvio, ma le altre case non sono molto più avanti. O meglio, hanno il mild-hybrid che per me è una buona cosa, ma a leggere i tre quarti dei commenti che ci sono pare che sia una presa in giro e dunque mi viene da pensare che non venga visto come un vero ibrido. Full-hybrid e plug-in sono giusto qualche modello. Di elettriche non ne parlo visto che tanto sono limitate a qualche modello ma soprattutto non lo considero innovazione. Quindi in sostanza, paradossalmente, Alfa Romeo è indietro se la consideriamo a livello di Opel, Mazda, Hyundai ma a pari livello se la confrontiamo con triade e Jaguar
Ritratto di carmelo.sc
25 febbraio 2020 - 18:33
stelvio vecchia? what???
Ritratto di Sushiko
26 febbraio 2020 - 11:06
La Stelvio è un'auto stravecchia
Ritratto di GeorgeNN
26 febbraio 2020 - 17:27
Stelvio auto stravecchia??? ahahahah brutta l'invidia.... E' che non puoi permettertela...
Ritratto di Jonny1
25 febbraio 2020 - 23:17
La Stelvio è bella ed ha successo, e questa avrà successo anche lei se sarà veramente così.
Ritratto di Giuliopedrali
25 febbraio 2020 - 18:12
tramsi : giustissimo! Per questa volta non posso che darti stra ragione.
Pagine