NEWS

BMW: una piattaforma solo per le elettriche?

Pubblicato 30 giugno 2020

Alcuni manager della casa tedesca starebbero spingendo per lo sviluppo di una piattaforma specifica dedicata alle auto elettriche.

BMW: una piattaforma solo per le elettriche?

ALL’APPOSTO - La BMW è una di quelle case automobilistiche che, pur essendo proiettata verso le auto elettriche (e ibride), non ha ancora sviluppato internamente una piattaforma modulare specifica destinata esclusivamente alle vetture a batteria (eccezion fatta per la i3, nell'immagine qui sopra, che però è stata ingegnerizzata su uno specifico chassis dove sono stati utilizzati anche materiali compositi). Una strategia diametralmente apposta rispetto alla connazionale Volkswagen che invece ha sviluppato la ID.3 sulla piattaforma modulare MEB.

QUALCOSA STA CAMBIANDO - Tuttavia, stando a quanto riportato dal presidente del consiglio di fabbrica della sede di Monaco di Baviera, Manfred Schoch, in un’intervista alla rivista Der Spiegel, la situazione potrebbe presto cambiare perché diversi manager stanno spingendo verso una nuova strategia che vede lo sviluppo di una piattaforma modulare dedicata per le auto elettriche. Una decisione che avrebbe del clamoroso, visto che la BMW fino ad oggi ha optato per piattaforme ibride, equipaggiabili sia con motori termici che elettrici, come ad esempio quella utilizzata sulla suv elettrica iX3.

MOLTI VANTAGGI - Questo tipo di piattaforme specifiche per le auto elettriche hanno molti vantaggi, oltre a quello della possibilità di essere adattate vari modelli di auto variando parametri come passo, carreggiate e altezza da terra (ma questo già avviene con le auto a motore termico). Il principale è quello di consentire un ottimale sfruttamento degli spazi (packaging) che consentono di ottenere un abitacolo più grande e una maggiore autonomia, grazie alla possibilità di stipare batterie più capienti nel pavimento della vettura. Inoltre si può limitare il peso perché la piattaforma non deve essere progettata per sostenere i pesanti e complessi organi meccanici delle auto con motore termico.

MA QUANTO COSTA... - Tuttavia le piattaforme dedicate alle auto elettriche hanno anche un grande svantaggio: i costi di sviluppo sono mostruosamente elevati, e bisogna avere la possibilità di spalmarli su centinaia di migliaia di esemplari di auto prodotti ogni l’anno perché l’investimento sia profittevole. Tanto è vero che il Gruppo Volkswagen, con una decisione senza precedenti, ha concesso anche ad altri costruttori (come la Ford) la possibilità di utilizzare la sua piattaforma MEB.
 



Aggiungi un commento
Ritratto di Giulio Ossini
1 luglio 2020 - 05:37
La fine dell'auto come la conoscevamo poveri noi
Ritratto di Giulk
2 luglio 2020 - 10:35
La fine di molte compagni produttrici di auto, già ora le vendite vanno male tra 2 o 3 anni falliranno in molti, bell'affare l'elettrico per le auto :)