NEWS

Citigoᵉ iV: la prima elettrica della Skoda

23 maggio 2019

Lunga 360 cm, la citycar Citigoᵉ iV ha un motore da 83 CV e batterie da 36,8 kWh: con un “pieno” percorre 265 km.

Citigoᵉ iV: la prima elettrica della Skoda

265 KM CON UNA CARICA - Nei suoi 124 anni di storia la Skoda non aveva mai lanciato un'automobile elettrica. A "rompere il ghiaccio" arriverà all’inizio del 2020 la Skoda Citigoe iV, una citycar derivata dalla Skoda Citigo a benzina in grado di percorrere fino a 265 km con una carica, a sufficienza per affrontare anche brevi trasferimenti fuori porta. La Citigoe iV (la sigla iV identifica da ora in avanti le Skoda ibride o elettriche) rimane però una vettura da città, e non soltanto per le dimensioni estremamente contenute, a partire dalla lunghezza di 360 cm: questa citycar infatti non supera i 130 km/h di velocità massima e non è un "fulmine" nemmeno nello scatto da fermo, perché lo "0-100" viene portato a termine in 12,5 secondi.

LE PILE NON RUBANO SPAZIO - La Skoda CitigoiV è spinta da un motore elettrico con 83 CV di potenza, alimentato da 108 piccole batterie agli ioni di litio (la loro capacità è di 36,8 kWh): si trovano sotto il pavimento dell’auto, per abbassare il baricentro e migliorare così le doti di guida, e sono contenute all'interno di un involucro lungo 170 cm, largo 110 cm e spesso 30 cm. Le batterie della Skoda CitigoiV si possono ricaricare dalla presa elettrica di casa, ma in questo caso bisogna mettere in conto 12 ore e 40 minuti per un “pieno”. I rifornimenti diventano più svelti collegando le pile ad una wallbox da parete o ad una colonnina per strada (la Citigoe iV supporta ricariche con potenza fino a 40 kW): in questi casi, rispettivamente, si impiegano 4 ore e 1 ora per passare dallo 0% all’80% della carica.

PASSA INOSSERVATA - Dall’esterno è facile scambiare la Skoda CitigoiV per le versioni a benzina della citycar boema, perché a distinguere l’elettrica pensa la mascherina anteriore verniciata nel colore della carrozzeria. Le due auto cambiano inoltre per dettagli minori: la Skoda Citigoelettrica ha la targhetta iV nel portellone e ruote specifiche. Fra le novità c’è anche un sistema per controllare dallo smartphone alcune funzioni di bordo, come l’accensione del “clima”, programmabile a distanza quando l’auto è in carica: in questo modo non si “spreca” l’energia delle batterie per riscaldare o raffrescare l’interno.

Skoda Citigo
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
35
20
40
39
134
VOTO MEDIO
2,2
2.1903
268


Aggiungi un commento
Ritratto di treassi
23 maggio 2019 - 19:27
Il gruppo Vag ne lancerà una elettrica per tutte le tasche ogni 2-3 mesi da dicembre in poi... chi non crede nell'elettrico mentalmente è già indietro di 10 anni...
Ritratto di BRIXIO85
23 maggio 2019 - 19:49
Vero, peccato che da noi la mancanza di infrastrutture ne boicotterà l'avanzata. Considerato il grado di civiltà del nostro paese, appena metti una colonnina i beduini di turno te la vandalizzano e si portano via rame e accessori vari. In Italia, fatte salve le aree di provincia e le ZTL, l'elettrica è una propulsione inpensabile. Skoda è evidentemente un brand sul quale il gruppo spinge; evidentemente fa molto mitteleuropa civilizzata e mette subito le cose in chiaro in termini di target commerciale.
Ritratto di treassi
23 maggio 2019 - 20:42
Sicuramente le prime ad avere successo saranno queste city-car, che usate nell'ambito cittadino puoi tranquillamente gestire/ricaricare nei box auto o negli spazi condominiali. Chi vive e lavora in città fa circa 20 km al giorno e basta solamente ricaricare la percentuale consumata senza avere l'assillo di cercare una colonnina..
Ritratto di Giuliopedrali
24 maggio 2019 - 17:35
Si però tutti invidieranno i super crossover elettrici post Tesla magari cinesi, quelli creeranno davvero la moda, il must.
Ritratto di Andrea Zorzan
23 maggio 2019 - 20:10
Chissà il prezzo. Una macchina con molti limiti, ma decisamente più sensata della Smart a quattro posti.
Ritratto di paleoprog
23 maggio 2019 - 20:23
il prezzo lo hanno annunciato oggi nella presentazione e nessuno lo scrive , è proprio una guerra all'auto elettrica quella che tutte le riviste specializzate fanno, è MENO di 20.000 euro, la produzione comincia entro l'anno, metto il video https://www.youtube.com/watch?v=JQHDy5cClUY
Ritratto di BRIXIO85
23 maggio 2019 - 22:17
Min 19:57 "...and at a fair price, well below under (credo volesse enfatizzare...) twenty thousand euro." Poi ci sono gli incentivi, le esenzioni, ecc. Un elemento di non poco conto che è stato, spero accidentalmente, omesso. Grazie per il contributo. Avrei titolato l'articolo (senza presunzione, per carità): Citigo iV: la prima Skoda elettrica e offerta a meno di 20'000 euro. Boom! E clickbait a valanga, considerato che l'elettrica più venduta d'europa, la Nissan Leaf, parte da circa 38.000 euro...
Ritratto di NeroneLanzi
24 maggio 2019 - 09:26
Guerra all’auto elettrica? Per ogni macchina elettrica venduta ci sono due o tre articoli che parlano di auto elettriche. Fanno il 30% della comunicazione online con lo 0,7% di quota di mercato.
Ritratto di BRIXIO85
24 maggio 2019 - 19:25
Ecco, il 30% sarà la percentuale di auto elettrice circolante nel 2025, nei paesi civili non certo in Italia. In Italia ne circolerà lo 0,7%. Quindi in definitiva, restando nel nostro cortiletto asfittico e incivile, quanto a sproporzione tra le percentuali hai proprio ragione. Fatti una bella pizza va', portata con lo scooter e con tanto di lattina in omaggio; dài fondo alle finanze e allunga pure un euro di mancia al sottoschiavo che te la porta... Goditi la vita in acciseland.
Ritratto di NeroneLanzi
24 maggio 2019 - 21:32
È il mercato bellezza. Se la gente non le compra o gliele paghi tu o non ci fai nulla. Se volessi raggiungere un circolante del genere da noi ti servirebbe annullare le vendite di ICE per 6 anni e vendere 2,5 milioni BEV all’anno. In un mercato che ormai non fa più manco 2 milioni in totale. Ci sono effettivamente mercati in cui si vendono ma è tutto proporzionale a quanti soldi ti dá lo stato. Certo non le fai decollare col libero mercato.
Pagine