Ecco le nuove Lancia

14 febbraio 2011

La Lancia si presenta in forze al Salone di Ginevra di inizio marzo, che terrà a battesimo la nuova Ypsilon, più grande e a cinque porte, oltre alle “americane” Flavia, Thema e Grand Voyager. Ma anche la Delta sfoggia un nuovo frontale.

 

LANCIA YPSILON: UNA “DELTINA”

Dopo tanti avvistamenti (i muletti camuffati stanno effettuando gli ultimi test nel Nord Europa), la Lancia più attesa si svela. La nuova Ypsilon conferma le nostre precedenti ricostruzioni e si presenta con uno stile che la identifica subito come la sorella minore della Delta, grazie alle sue linee mosse e “importanti”. Il muso è dominato dalla griglia copriradiatore a listelli orizzontali (che diventerà una costante di tutta la produzione della casa), mentre i fari non impressionano per l’originalità (ma possono essere allo xeno: una rarità per la categoria). Dietro, l’auto si rivela molto più personale, con un portellone a “u” molto inclinato e con caratteristici fanali a led che risalgono lungo i parafanghi. Le maniglie posteriori, invece, risultano nascoste dentro i montanti. All’interno, la Lancia Ypsilon mantiene la strumentazione centrale dell’attuale modello a tre porte (che rimarrà in vendita almeno fino a dicembre), con la leva del cambio in posizione alta, e bene a portata di mano.

Lancia ypsilon 02

Lancia ypsilon 04

Lunga 384 centimetri, larga 167, alta 151 e con un passo di 239 cm, questa nuova Lancia Ypsilon sarà in vendita a partire da giugno a circa 12.500 euro (da settembre in Gran Bretagna e Irlanda, dove sarà commercializzata col marchio Chrysler). Si potrà scegliere fra due motori a benzina (un 1.2 da 69 CV e il bicilindrico turbo 0.9 TwinAir da 85 CV, quest’ultimo anche in abbinamento con il cambio robotizzato), un turbodiesel (1.3 da 95 CV) e un propulsore a benzina/Gpl (sempre il 1.2 da 69 CV). Al lancio, però, saranno solo tre i motori, combinabili con 17 tinte di carrozzeria (di cui quattro bicolori) e tre livelli di allestimento (Silver, Gold e Platinum). A seconda delle versioni, infine, saranno disponibili anche accessori come il tetto apribile Gran Luce, il navigatore “Blue&Me-TomTom2” o il “Magic Parking” (un sistema semiautomatico di parcheggio).


LANCIA THEMA: TUTTA UN'ALTRA STORIA

Lancia thema

L’erede della Thesis riprende il nome della fortunata berlina lanciata nel 1984, ma è un’americana al 100%: si tratta della Chrysler 300, presentata all’ultimo Salone di Detroit (vedi qui) e che in Europa verrà venduta col marchio italiano sul cofano. Lunga 508 cm, alta 151 cm, larga 189 e con il passo di 305 cm, da vera “ammiraglia” la Lancia Thema avrà la trazione posteriore e motori solo a sei cilindri a V. Oltre al 3.6 a benzina da 292 cavalli abbinato a un cambio automatico a otto rapporti (con questo motore la casa dichiara una velocità massima di 230 km/h, un’accelerazione da 0 a 100 km/h in 6,4 secondi e un consumo medio di 12 km/l), questa Lancia potrà contare anche su un tre litri a gasolio da 190 e da 224 cavalli. In entrambi i casi, il cambio sarà ancora un automatico, ma a cinque marce. L’auto arriverà nelle concessionarie dopo l’estate, con prezzi a partire da circa 45.000 euro.


LANCIA GRAND VOYAGER: PENSA ALLE FAMIGLIE

Lancia grand voyager

Anche la maxi-monovolume Lancia Grand Voyager verrà venduta in Europa nell'autunno con marchio italiano e non più con quello Chrysler: cambierà solo il logo sulla carrozzeria e prenderà il posto dell’ormai anziana Phedra. Due i motori annunciati: un 3.6 a benzina da 283 CV (abbinato a un cambio automatico) e l’attuale 2,8 litri a gasolio da 163 CV (ovviamente omologato Euro 5); lunga ben 514 cm, la vettura manterrà i sedili della terza fila ripiegabili a scomparsa sotto il piano di carico. Sarà disponibile da ottobre da circa 31.000 euro.


LANCIA FLAVIA: È IN FORSE

Lancia flavia

Un altro modello americano che potrebbe arrivare sui nostri mercati riprendendo uno dei nomi storici della casa italiana è la Lancia Flavia. In America si chiama Chrsyler 200 ed è una comoda berlina a quattro porte e tre volumi, lunga 487 cm e con uno stile molto classico, frutto di un pesante restyling della Sebring. La sua messa in vendita nel Vecchio Continente non è stata ancora decisa e a Ginevra sarà presente nello stand Lancia proprio per sondare le reazioni del pubblico. Esteticamente, rispetto alla gemella d’oltreoceano cambia ancora una volta soltanto il logo sul muso: alla Lancia assicurano che, se fosse dato il “semaforo verde”, questa Flavia potrebbe arrivare nelle concessionarie in soli sei mesi. Se così sarà, la vedremo anche in versione cabriolet, con quattro posti “veri” e la capote in tela.


LANCIA DELTA: CAMBIA MUSO E METTE UN NUOVO MOTORE

lancia__delta_ginevra_2011.jpg

Per adeguarsi al resto della famiglia, anche la Delta si è concessa un “ritocchino”: da metà marzo, anche questo modello Lancia avrà una nuova calandra a listelli orizzontali, anziché verticali come il modello attualmente in vendita. Negli stessi giorni debutterà un nuovo motore: il 1.6 a gasolio da 105 cavalli. Un quattro cilindri che, secondo la casa, permette alla Delta di accelerare da 0 a 100 km/h in 10,7 secondi e di toccare i 186 km/h, emettendo 120 grammi per chilometro di CO2.

Lancia Ypsilon 0.9 Gold
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
4
0
0
0
0
VOTO MEDIO
5,0
5
4
Aggiungi un commento
Ritratto di fastidio
14 febbraio 2011 - 10:05
3
la foto di 3/4 posteriore è spaventosa..sicuramente con quella forma galleggia! forse era il caso di non fotografarla dal basso perchè così è troppo bomboniera. Bisogna vederla dal vivo ma così non mi entusiasma per nulla..
Ritratto di Gianluigi74
14 febbraio 2011 - 13:39
Tutti (o quasi) a criticare la nuova y per partito preso, come se in fiat avessero dovuto presentare una sorta di mini ferrari da corsa, mentre si tratta di una city car di 3,84 mt, con target prettamente cittadino e femminile ad un prezzo che grosso modo è la metà di una MINI. Stavo leggendo i commenti degli utenti di autocar.co.uk che sono nella stragrande maggioranza positivi o molto positivi per questa che loro definiscono come categoria super-mini, ovvero piccola utilitaria. Leggendo i commenti inglesi e quelli italiani si è tentati di pensare che la lancia sia un marchio britannico, difeso e apprezzato dai sudditi di sua maestà e sbertucciato dai cugini poveri dello stivale. Invece è il contrario!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! Siamo veramente dei fessi. Qualcuno si è accorto dell'importanza di fiat solo quando, per biechi calcoli ricattatori, marchionne e agnelli hanno buttato sul tavolo l'ipotesi di levarsi di torno... (e giustamente dico io a questo punto!) Nonostante per ora la produzione sia alquanto limitata, 600k contro il 1.400k a piano avanzato, già oggi il 10/15% del prodotto interno lordo italiano gravita intorno alla fiat; battaglia persa quella di fiat, finchè siamo così faranno benissimo a fuggire da sto paese di..
Ritratto di fastidio
14 febbraio 2011 - 14:16
3
critico la nuova y in quanto per me in queste foto è decisamente brutta..non critico per partito preso in quanto apprezzo molte auto italiane (500, bravo, mito, ecc..)..nessuno vuole una mini ferrari ma nemmeno una bomboniera..era (ed è) così bella la vecchia y che questa sembra uscita da un fumetto! Quindi il tuo commento è inutile...a proposito la mini parte da 15000 euro questa da 12500..il doppio di 12500 fa 25000 e con quella cifra se proprio vuoi fare il paragone prendi una mini cooper s da 180 cavalli contro i 65 della y base) quindi anche questa parte di commento è sbagliata..
Ritratto di Gianluigi74
14 febbraio 2011 - 14:20
vorrà dire che l'inutilità del mio commento è inferiore soltanto alla tua.
Ritratto di fastidio
14 febbraio 2011 - 14:24
3
ti sbagli il mio era un commento personale sulla linea dell'auto, il tuo invece è stato fatto presupponendo che io ho detto che non mi piace solo perchè è italiana..quindi un commento inutile visto che non mi conosci e che io appunto non ho detto nulla riguardo all'italianità del modello!
Ritratto di Gianluigi74
14 febbraio 2011 - 14:32
se non sbaglio l'hai descritta come una spaventoso pezzettino di c@cc@ galleggiante, perche questa è la traduzione del galleggia come uno s....o, che si capisce da quello che hai scritto. Libero te di scrivere, libero io di criticare, inutili le tue considerazioni, quanto le mie.
Ritratto di fastidio
14 febbraio 2011 - 14:42
3
incredibile...anche nel tuo ultimo commento mi hai messo in bocca parole che non ho detto!! che dire finiamola qui così non disturbiamo gli altri...mi viene da ridere perchè non posso dire che questa auto non mi piace ma tu puoi creare mille invenzioni intorno al mio commento! se ti piace sono contento per te però dillo in un commento a parte e non riferirti al mio , comperati 5 y e se mai ti incontrerò in giro riderò dal sedile della mia mini..
Ritratto di ayrton
15 febbraio 2011 - 08:24
non per farmi gli affari vostri, ma fastidio ha scritto che sembra un balenottero e non quello che hai scritto te, ed in effetti la foto di 3/4 non le da giustizia perché la rende pesante sotto quella angolazione. Sembra una barca in quella foto (e sorpresa, anche quella galleggia). Comunque finiamola di fare polemiche anche per quello che riguardano i gusti estetici. Se una cosa piace, piace a prescindere dal fatto che sia italiana, inglese, tedesca, etc...Sono gusti personali e vanno rispettati. Poi come dice "fastidio" bisogna aspettare di vederla dal vivo per esprimere un giudizio definitivo. E basta con le polemiche nazionaliste. Questo è un sito automobilistico e sinceramente ritengo che si debba parlare solo di macchine, dal punto di vista estetico, qualitativo e delle prestazioni.
Ritratto di fastidio
15 febbraio 2011 - 09:49
3
grazie del supporto ayrton!
Ritratto di carlo1967
14 febbraio 2011 - 15:10
Scusa , ma per caso tu la trovi bella? A me non piace. Parere personale ovviamente. Ciao.
Pagine