NEWS

Enel X e Audi: la soluzione per le ricariche domestiche

Pubblicato 20 ottobre 2020

Enel X ha ideato “Ready for e-tron home”, un’offerta dedicata ai possessori della suv Audi e-tron che consente di ripristinare la batteria sfruttando la rete elettrica domestica.

Enel X e Audi: la soluzione per le ricariche domestiche

FACILITARE LA RICARICA - I rifornimenti alle auto elettriche possono essere effettuati sia alle colonnine che a casa, mediante le wallbox che impiegano il collegamento alla rete elettrica. Le prime si utilizzano quando si lontano da casa e possono offrire una potenza e una velocità di ricarica tale da fare “il pieno” in pochi minuti, le seconde offrono invece una velocità inferiore poiché sono pensate per sfruttare la notte, quando l’auto non viene utilizzata (secondo i dati attuali, la percentuale di ricariche nel proprio garage o posto auto è utilizzata dall’80% degli utenti). Sono sempre più numerose le aziende che propongono soluzioni flessibili in grado di soddisfare le esigenze degli utenti che hanno necessità di ricaricare la loro auto elettrica in casa. Ne fa sicuramente parte l’offerta proposta da Enel X (storico partner del Gruppo Volkswagen), che per i possessori della suv elettrica Audi e-tron, ha ideato in esclusiva l’offerta Ready for e-tron home, dedicata alla ricarica da casa.

I PACCHETTI PROPOSTI - Il pacchetto Ready for e-tron home include il sopralluogo domestico, la consulenza per l’aumento della potenza elettrica dell’impianto di casa, la predisposizione del sistema di ricarica e la possibilità di scegliere la JuiceBox di Enel X con cavo integrato in tre diverse configurazioni di potenza in corrente alternata (AC): 7,4 kW monofase (costa 854 euro), 11 o 22 kW trifase (922 euro). Optando per la JuiceBox da 7,4 oppure 11 kW, è possibile fare il “pieno” all’Audi e-tron in una notte, mentre la soluzione da 22 kW riduce le tempistiche a circa quattro ore. 

È inoltre possibile scegliere la versione della wallbox JuiceBox Pro Cellular che permette di gestire la ricarica anche da remoto utilizzando l’apposita applicazione per smartphone; in quest’ultimo caso il prezzo sarà di 1.037 euro per la versione base da 7,4 kW, fino ad arrivare a 1.140 per la variante a 11 o  22 kW. Prezzi che possono scendere sfruttando la detrazione fiscale del 50% delle spese di acquisto, che arriva al 110% grazie al Superbonus previsto dal Decreto Rilancio.

In alternativa, grazie al servizio Charging Service, è possibile ricaricare l’elettrica della casa tedesca nell’infrastruttura del provider Enel X sfruttando la corrente continua (DC) con potenze fino a 150 kW, che assicurano un ripristino all’80% dell’accumulatore in meno di mezz’ora. Infrastruttura che è destinata a crescere. Enel X, che ha già installato in Italia oltre 10.500 punti di ricarica, prevede la messa in posa nel nostro paese di ulteriori 28.00 punti entro il 2022, con l’obiettivo di coprire capillarmente tutte le regioni italiane.

L’INFRASTRUTTURA CRESCE - Nell’ambito di questo piano di crescita rientrano sia il progetto EVA+ che Ionity. Il primo, co-finanziato dalla commissione Europea, a cui il gruppo Volkswagen partecipa con la stessa Audi e con Volkswagen, insieme ad altri costruttori, prevede l’installazione di 180 punti di ricarica veloce lungo le tratte extraurbane italiane (le prime 110 infrastrutture sono già attive, assicurando “un pieno” in circa due ore). Il consorzio Ionity (nato nel 2017 su iniziativa di Porsche, Audi, BMW, Daimler e Ford) punta invece alla predisposizione di un’infrastruttura ultrafast in Italia: 20 siti che ospiteranno fino a 6 colonnine ciascuno, in grado di ricaricare i modelli Audi e-tron in circa 30 minuti. Il progetto può già contare su 12 stazioni attive e ha l’obiettivo di ampliare la rete europea di ricarica rapida a 400 stazioni di ricarica entro il 2020.

Audi e-tron
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
146
99
40
15
63
VOTO MEDIO
3,7
3.688705
363




Aggiungi un commento
Ritratto di Giuliopedrali
20 ottobre 2020 - 18:45
Audi per batterie e powertrain elettrico si alleerà con FAW, Toyota lo sta facendo con BYD... Impressionante l'editoriale su 4R di carlo Cavicchi, dopo aver snobbato le auto cinesi fino ad un secondo fa, ora la prestigiosa e antica rivista concorrente si chiede chi sarà il primo a essere semplicemente annientato dalla concorrenza cinese appena questi toccano il suolo occidentale: i coreani ? I giapponesi ? Noi ?...
Ritratto di Challenger RT
21 ottobre 2020 - 00:57
Inizieremo a vedere cavi di decine di metri calati per ricaricare l'auto dalle finestre degli appartamenti?
Ritratto di Oxygenerator
21 ottobre 2020 - 11:33
Caspiterina. Adesso è realtà. Ci saranno più colonnine che audi e tron vendute, da ricaricare.
Ritratto di troy bayliss
23 ottobre 2020 - 11:23
1
caspita..io nn capisco tutto questo astio forte contro audi. Io che l'ho avuta rimpiango ancora il giorno che l'ho venduta....adesso ho giulietta da 9 anni e continuo a rimpiangerla
Ritratto di Oxygenerator
23 ottobre 2020 - 13:25
Nessun astio, ne ho avute 8 e tutt’ora ho una Q 2 benzina di 2 anni. No è il costo delle elettriche in generale che mi fa girare le @@