NEWS

EuroNcap: cinque stelle per l'Alfa Romeo Giulietta e la BMW Serie 5

3 giugno 2010

Seconda sessione di test del 2010 per l'ente indipendente che verifica la sicurezza delle auto. Oltre alle due berline è stata testata la Mazda CX-7, che si è fermata a quattro stelle.

ALTRE TRE - L'EuroNcap, l'ente indipendente che verifica la sicurezza delle auto, ha messo “sotto torchio” altri tre modelli: l'Alfa Romeo Giulietta, la BMW Serie 5 e la Mazda CX-7. Ad ottenere le ambite cinque stelle, il massimo del punteggio, sono state però solo le prime due: la suv giapponese si è fermata a quattro. Nella precedente sessione di test, svoltasi a marzo, l'unica auto ad ottenere le cinque stelle era stata la Toyota Verso (guarda qui i risultati dei test).

NUOVE REGOLE - Ricordiamo che, rispetto all'anno scorso, l'EuroNcap ha deciso di rendere i test più severi: nel 2009 sono state tante le auto ad ottenere le cinque stelle (guarda qui le migliori del 2009). In particolare, sono state alzate le soglie di valutazione dei vari test ai quali viene sottoposta ogni singola vettura: per la protezione degli adulti si passa da 75 a 80%, per la protezione dei bambini da 70 a 75% e nell'investimento del pedone da 25 a 40%.

COME LE GIUDICANO - Il punteggio finale di un'auto sottoposta ai test dell'EuroNcap viene espresso con delle stelle, fino a cinque, che indicano il massimo livello di sicurezza raggiungibile con la tecnologia oggi disponibile. Questo punteggio è calcolato sui risultati ottenuti da tre test d'impatto differenti, che misurano: protezione per gli adulti, per i bambini e per i pedoni. Questi, insieme all'equipaggiamento di sicurezza, determinano la valutazione complessiva. I punteggi si esprimono in percentuale. Se, ad esempio, una vettura ottiene il 90% sulla protezione dei bambini, significa che offre un grado di sicurezza molto vicino al massimo disponibile secondo la tecnologia odierna. Vediamo come si sono comportate le prime cinque auto sottoposte ai crash test del 2010.

> ALFA ROMEO GIULIETTA

loading.......

La nuova berlina a cinque porte dell'Alfa Romeo ha ottenuto le cinque stelle, riscattando gli scarsi risultati (3 stelle) della 147. Secondo l'EuroNcap, la Giulietta nell'impatto frontale, quello dove la 147 aveva ottenuto il punteggio inferiore, offre una buona protezione sia per il guidatore che per il passeggero, anche alle gambe, le zone di solito meno protette. Un giudizio positivo che si ritrova anche nel test dell'urto laterale contro la barriera e nel più severo test di impatto contro il palo: la protezione per il busto rimane più che adeguata. Superato anche il test per il colpo di frusta, grazie agli appoggiatesta attivi. Bene, infine, la protezione per i bambini e dei pedoni in caso d'investimento. In quest'ultimo test la berlina del Biscione si avvantaggia della recente progettazione, anche se la protezione per la testa e le gambe dell'investito, specialmente se un adulto, possono essere ancora migliorate. Come le indicazioni se l'airbag del passeggero è stato attivato: necessario se si installa un seggiolino sul sedile anteriore.

Euroncap alfa romeo giulietta 05

> BMW SERIE 5

loading.......

Come l'Alfa Romeo Giulietta, anche la Serie 5, fresca di progettazione ottiene il massimo dei punteggi sia per la protezione degli adulti (95%), sia per quella dei bambini (83%). La berlina della BMW, però, riesce a far ancora meglio nel test dell'investimento del pedone grazie al cofano motore “attivo”. In caso di urto, grazie a delle piccole cariche esplosive (come per gli airbag) il cofano si solleva: così si crea un'area di assorbimento prima che il pedone urti le parti del motore molto rigide. Nonostante questo, l'EuroNcap fa notare che il risultato (78%) potrebbe essere ulteriormente migliorato: la parte frontale del cofano protegge poco le gambe del pedone. Bene, invece, il resto del cofano e il paraurti.

Euroncap bmw serie 5 2010 04

 
> MAZDA CX-7

loading.......

La Mazda CX-7 è un'auto sicura ma, essendo in commercio da ormai tre anni, non può vantare gli stessi accorgimenti delle auto di più recente progettazione e per questa ragione deve accontentarsi delle “sole” 4 stelle. Secondo quanto emerge dai test dell'EuroNcap, per gli adulti, nell'urto frontale la parte bassa della plancia può ferire le gambe dei passeggeri, nel test del palo si evidenziano possibili danni alle costole e, in caso di tamponamento, i poggiatesta non riescono a contenere al meglio il rischio di colpo di frusta. Un'ulteriore conferma arriva dal test dell'investimento del pedone: il paraurti offre una buona protezione alle gambe di chi viene travolto, ma altrettanto si può dire per il cofano. Buona, invece, la protezione per i bambini, ritenuta più che adeguata anche se l'airbag del passeggero non è disattivabile e il pericolo che deriva dal posizionare un seggiolino non sono abbastanza chiari.

Euroncap mazda cx7

Aggiungi un commento
Ritratto di SteVr
3 giugno 2010 - 18:02
... Sono dei motori decenti: ho provato per 25 km la 1.4Turbo MultiAir 170cv (GRAZIE MIKE!!!)e francamente ne sono rimasto deluso: passi per l'abitacolo strettino specie dietro e con la testa che va a toccare i vetri laterali - eppure, mica sono alto, 1.85 metri -, in fin dei conti si tratta di un'Alfa e non di una Dacia tutto spazio e baule (anch'esso non molto grande), ma salire su un'Alfa da 170cv, con una tecnologia (il MultiAir) che da tempo te la propinano come incredibile e "un'invenzione fantastica", per di più con turbocompressore, ... ... E rimanere delusi dalle prestazioni, ci vuole pproprio tutta!!!! Infatti, sinceramente, come auto l'ho trovata brillante sì, anche abbastanza pronta seppur a non tutti i regimi, però francamente da un'Alfa ci si aspetta molta più cattiveria, molto più slancio, più "rabbia" del motore, un sound più marcato ... E sì che l'esemplare provato aveva pure i 18" sotto ... Ecco, questo sì, l'ho trovata abbastanza confortevole, non molto silenziosa, ma comunque le sospensioni, nonostante i cerchi da 18" con pneumatici super ribassati, fanno un buon lavoro! Quindi, in definitiva, direi che come auto la sostanza c'è, manca qualcosa in termini di materiali, di immagine (specie nel frontale), di abitabilità ma sopratutto di motore. E, se il 1.4 T MultiAir l'ho trovato "stanco" come motore, figurarsi il 1.4 Turbo normale da soli 120cv ... Si, si poteva fare meglio, decisamente!
Ritratto di tolo147
3 giugno 2010 - 18:34
per l'alfa, un bel passo in avanti rispetto alla mia 147 che nel crash test si deformava più di una moneta messa sulle rotaie del treno. E' un ottimo pianale quello della giulietta, è un'auto moderna, non c'è da stupirsi per le 5 stelle, sicuramente anche i tecnici non sono rimasti sorpresi dall'ottimo risultato ottenuto. Passiamo ora alla mito, se leggi tra le mie prove c'è proprio la 1,4 multiair 170 cavalli ovvero la sportivetta quadrifoglio verde; concordo per il discorso dello spazio, sono alto esattamente come te e ho trovato l'abitacolo piuttosto angusto, le prestazioni non mi hanno affatto deluso, forse perchè il mio approccio con questa piccola sportiva è stato sin dall'inizio della prova diverso dal tuo. Mi spiego subito, fin dall'inizio non mi sono aspettato un'accelerazione bruciante e un comportamento rabbioso, l'ho provata considerandola come una piccola sportiva con un target che va dai 18 ai 25 anni nata più per farsi vedere e togliere qualche sfizio al pilota piuttosto che per correre in pista. Come comportamento la vettura è eccellente, a mio avviso la tenuta è superiore rispetto alla mia 147 equipaggiata con cerchi da 17 pollici, il comfort sulla QV non è di casa, ma si sa, chi la compra neanche ci pensa. Grande difetto è la spinta che gia a 6mila giri è tagliata dal limitatore e il sound fin troppo educato. Il 1,4 tjet non è stanco, io me lo ricordo sulla GP e dava parecchie soddisfazioni, sia chiaro, non è un propulsore sportivo (neppure il 170 cavalli lo considero molto sportivo) ma sa divertire. Su una quadrifoglio verde era meglio apportare qualche modifica anche estetica come fanno tutte le case per le versioni sportive, invece l'alfa si è limitata a cerchi bruniti e doppio terminale che comunque non comunica molta sportività, stesso discorso vale per la giulietta QV, per queste versioni io opterei per sedili sportivi più profilati magari con poggiatesta integrato, volante piccolo tagliato in basso, un accenno di estrattore, terminali più corti che non escano troppo dalla coda, mascherina anteriore con grigli a nido d'ape e magari prese d'aria maggiorate;)
Ritratto di ita80
3 giugno 2010 - 18:50
concordo
Ritratto di ita80
3 giugno 2010 - 18:51
abbiamo capito che sei amante delle opel ma ti voglio dire una cosa non conta quello che provi tu ma contano i numeri e i numeri sono a favore dell'alfa, una macchina che ci mette da 0-100 8 secondi non si può dire che sia meno prestante di una che ce ne mette 10 anche se ho sentito dire cose del genere... voi ancora di più comprati la giulietta qv 1.8 turbo 235cv € 29.000 e così ti diverti....
Ritratto di mpresti
5 giugno 2010 - 12:30
Mha che dire! Io non ho provato la 1.4 Mair, ma da 170cv ci si aspetta tanto! Ho letto la prova di alvolante della mito con lo stesso motore, certo è più leggera, ma le prestazione erano decisamente abbondanti per una 1400. Sulla Giulietta è logico che perda qualcosa ma la cosa non può essere tragica come dici. Penso invece che la gommatura da 18 possa penalizzare lo scatto considerando che di serie ha il 16, è come allungare i rapporti oltre ad avere un'impronta a terra più larga. Saluti
Ritratto di distrag
5 giugno 2010 - 10:17
con quei soldi non puoi mica pretendere una ferrari. spendi qualcosina di più e prenditi l'a3. quella non deluderà
Ritratto di mpresti
5 giugno 2010 - 12:31
E che versione? La diretta concorrente 1400 benzina cavalli ne ha 160, restera' ancora più deluso.
Ritratto di giovanni76bo
3 giugno 2010 - 18:42
perchè non fanno mai i crash test encp di macchina cinesi?
Ritratto di tolo147
3 giugno 2010 - 18:43
il risultato farebbe perdere anche i pochi clienti che hanno
Ritratto di patacca100
5 giugno 2010 - 15:00
in ogni nazione cè la società per i crash test in cina cè la cncap che più o meno ha gli stessi criteri dell'euroncap. infatti auto a 5 stelle anche la cncap ne vede poche...
Pagine