NEWS

Fiat: crescono immatricolazioni e ricavi

26 luglio 2011

Nel secondo trimestre del 2011, la divisione auto ha registrato ricavi per 776 milioni di euro e 22,4 miliardi di utile della gestione ordinaria. Risultati possibili grazie alle forti vendite in Brasile, al successo in Europa della Giulietta e dei veicoli commerciali. Bene Maserati e Ferrari.

SI CONFERMA LA CRESCITA - Il gruppo Fiat (nella foto in alto il Lingotto) ha diffuso il conto economico per il secondo trimestre 2011, il primo a includere anche i “numeri” della Chrysler, della quale la Fiat detiene la maggioranza con il 53,5% (leggi qui per saperne di più). Rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso, l'utile della gestione ordinaria è stato di 776 milioni di euro: include i 150 milioni di euro registrati da Chrysler per il mese di giugno. Se si escludono le attività del gruppo americano, l’utile della gestione ordinaria di Fiat è aumentato di 89 milioni di euro, il 16,6% in più rispetto allo stesso periodo del 2010. I ricavi del gruppo Fiat, invece, nel primo semestre del 2011 sono stati pari a 22,4 miliardi di euro: scendono a 19,2 miliardi di euro se si esclude la Chrysler, ma comunque in crescita del 6,8% rispetto ai primi sei mesi dell'anno scorso.

CRESCONO ALFA ROMEO E COMMERCIALI - Per quanto riguarda Fiat Group Automobiles, che comprende i marchi Fiat, Alfa Romeo, Lancia e Fiat Professional (veicoli commerciali leggeri), nel secondo trimestre i ricavi sono aumentati, +2,7%, raggiungendo i 7,6 milioni di euro e le immatricolazioni sono cresciute del 2,5%: sono state registrate complessivamente 568.400 nuove vetture e veicoli commerciali leggeri. Come già evidenziato nel primo trimestre del 2011 (leggi qui per saperne di più), i positivi risultati sono dovuti in larga parte alle forti vendite in Brasile, al successo che sta ottenendo la Giulietta in Europa, al “leadership” di Fiat Professional e, non ultima, la crescita delle vendite dei modelli del gruppo Chrysler in Europa. Delle 568.400 vetture complessive del secondo trimestre, 116.300 sono veicoli commerciali leggeri (il 17,2% in più dello stesso periodo del 2010) e 452.100 sono automobili, 7.900 delle quali del gruppo Chrysler. Nonostante il mercato europeo dell'auto sia ancora sofferente, a giugno le immatricolazioni si sono contratte del 8,1% (leggi qui per saperne di più), l'Alfa Romeo grazie alla Giulietta ha incrementato di circa il 30% le immatricolazioni nel secondo trimestre, facendo registrare un +48% con 75.855 auto dall'inizio dell'anno. Un andamento positivo, seguito anche da Fiat Professional che, nel secondo trimestre, in Europa, con 64.700 veicoli è cresciuta del 23,8% rispetto allo stesso periodo del 2010.

FIAT E LANCIA PRONTE A “RIPARTIRE” - La Fiat, la cui quota di mercato in Europa è scesa dal 6,1% al 5,4% resta in attesa del lancio della nuova Panda (leggi qui per saperne di più), anche se i segnali positivi non mancano: l'attuale modello, di cui sono stati prodotti 2 milioni di esemplari dal debutto, continua ad essere la citycar più venduta in Europa, mentre gli ordini per la crossover Freemont hanno già superato le aspettative di vendita per l'intero 2011 (leggi qui la news). La Lancia, invece, ha mantenuto stabile la propria quota dello 0,7%, beneficiando della commercializzazione della nuova Ypsilon, iniziata solo nell’ultima parte del trimestre: a tutt’oggi ne sono state ordinate oltre 15.000. Secondo le previsioni del gruppo Fiat nel 2012, primo anno completo di vendite, si dovrebbero raggiungere le 120.000 unità.

IL LUSSO TIRA SEMPRE
- Per quanto riguarda Maserati e Ferrari, anche per il secondo trimestre si registra una crescita delle vendite grazie agli Usa e alla Cina, due tra i mercati principali per le due case. Il Tridente da aprile a giugno ha realizzato ricavi pari a 168 milioni di euro, in leggero calo rispetto ai 174 del 2010, ma ha consegnato 1.746 auto contro le precedente 1.697, il 2,9% in più e chiuso con un utile della gestione ordinaria di 9 milioni di euro, uno in più dell'anno scorso. La casa del Cavallino Rampante, invece, nel secondo trimestre registra ricavi pari a 589 milioni di euro (+20,4%) e un utile della gestione ordinaria di 82 milioni di euro (erano 77 nel 2010), grazie alla crescita del 16,8% delle auto consegnate: 1.886 in totale.

Aggiungi un commento
Ritratto di Tecnofolle88
26 luglio 2011 - 20:02
Grande Fiat! E siamo solo agli inizi ;-)
Ritratto di mustang54
26 luglio 2011 - 20:43
2
sta al Brasile come la Fiat sta all'Italia, praticamente è come se fosse brasiliana al 100%
Ritratto di wiliams
26 luglio 2011 - 21:33
Ottimo,questo vuol dire che MARCHIONNE stà facendo un eccellente lavoro.Avanti così.
Ritratto di perché no
27 luglio 2011 - 00:10
La strada é ancora lunghissima...ora che i conti cominciano ad essere meno preoccupanti, bisogna puntare su due obiettivi fondamentali: migliorare i prodotti e rinforzare la rete di vendita, vero tallone d' achille del gruppo. Spero che in pochi anni il gruppo riesca a raggiungere gli obiettivi...sarebbe un bel segno di riscatto per tutto il paese
Ritratto di bubu
27 luglio 2011 - 10:04
da quanto tempo volevo sentire e leggere queste notizie.. finalmente fiat sta andando bene, ma sicuramente è solo l'inizio.. nonostante tutto forse marchionne sta riuscendo a salvarla la fiat... speriamo davvero bene!! speriamo che sui prossimi modelli lancia si faranno 100mila vole l'esame di coscenza, almeno in fatto di stile LANCIA! vedremo.. comunque per adesso non abbastanza contento!
Ritratto di Zack TS
27 luglio 2011 - 10:37
1
eh beh d'altronde sono le macchine migliori del mondo (cit.)
Ritratto di Gianluigi74
27 luglio 2011 - 12:12
La verità pura e semplice è esattamente questa!!!!!!!! Non so a te ma a me risulta che ferrari, maserati siano marchi del gruppo fiat e sinceramente bisogna essrere in malafede per non ammettere l'evidenza!!!!!
Ritratto di Zack TS
27 luglio 2011 - 13:11
1
guarda che è una citazione (ho scritto cit.) di una persona che conosco (l'ha detto mentre parlavamo della sua stilo wagon multijet), non c'è nessun sarcasmo.....e comunque è riferito alla fiat in se, non al gruppo (quindi non è riferito a ferrari/maserati). P.S. sapevo di ricevere una risposta così, attaccare la fiat è anticostituzionale qua dentro
Ritratto di Franchigno
27 luglio 2011 - 12:11
Capisco farsi prendere dal entusiasmo ma definirle le migliori macchine del mondo,a meno chè non ti riferisci a Ferrari e Maserati, le comuni FIAT ne hanno ancora di strada da fare per essere le migliori.Comunque c'è qualcosa che non quadra perchè e notizia di oggi che la FIAT a venduto circa il 7% in meno...Dov'è la verità?.
Ritratto di Franchigno
27 luglio 2011 - 12:45
Non so se hai risposto al mio post.Se sì, mettere insieme Maserati,Ferrari,con ad esempio una FIAT Evo mi sembra che non stà ne in cielo ne in terra,non è sarcasmo ma la semplice verità.Ad ogni modo quì in Italia la FIAT stà vendondo il 7% in meno quindi il resto rimangono chiacchere da bar.E sinceramente che in Nord America e Brasile stanno vendendo come Italiano non me ne può fregare di meno.
Pagine