NEWS

La Fiat scalda i motori per la “campagna di Cina”

30 aprile 2012

Nel Paese del Drago il Ligotto non vende neanche mille vetture l’anno, che diventano 35.000 sommando quelle della Chrysler. Marchionne punta ad arrivare a 300.000 automobili nel 2014, ma gli analisti sono scettici.

DEVE RECUPERARE IL RITARDO - Sergio Marchionne sembra essersi finalmente accorto della Cina. Lo testimonia l’imminente lancio della Fiat Viaggio (nelle foto), presentata in questi giorni al Salone di Pechino. Alcuni osservatori, però, sono scettici. E si chiedono: non sarà troppo tardi? La domanda è legittima. In quello che è ormai il maggiore mercato dell’auto al mondo, l’anno scorso il Lingotto non ha venduto neanche mille veicoli, che diventano circa 35.000 sommando le immatricolazioni a marchio Chrysler. Bazzecole, a confronto dei 2,55 e 2,26 milioni di vetture vendute, rispettivamente, da General Motors e Volkswagen. E dire che la Cina potrebbe giocare un ruolo di primo piano per la tenuta dei conti del gruppo italo-americano, “sofferente” per la crisi del mercato europeo e fin troppo dipendente dalle vendite in Brasile e Stati Uniti. Eppure, l’intero mercato dell’Asia non pesa che per il 5% sui profitti del gruppo.

Fiat viaggio nuove 3

OBIETTIVI IRRAGGIUNGIBILI? - La Fiat Viaggio tenta di recuperare il tempo perduto. Costruita a partire da giugno in Cina, nella nuova fabbrica di Changsha (nella provincia di Hunan), e in consegna a partire dal terzo trimestre dell’anno, la nuova berlina è studiata ad hoc per il mercato cinese. Obiettivo: venderne almeno 170.000 l’anno. In tutto, il gruppo Fiat-Chrysler conta così di piazzare, all’ombra della Grande Muraglia, sulle 300.000 vetture l’anno nel 2014. Troppe, secondo gli analisti della IHS Automotive: per loro, sarà difficile che la casa italo-americana superi quota 200.000, visto il ritardo con cui s’è mossa e tenuto conto che il Dragone non cresce più ai ritmi mozzafiato degli anni passati. Una buona affermazione in Cina è comunque di vitale importanza per il Lingotto: senza, sarà difficile che possa tagliare il traguardo dei 100 miliardi di euro di fatturato nel 2014 (quest’anno, l’obiettivo è arrivare a 77 miliardi).



Aggiungi un commento
Ritratto di Montreal70
30 aprile 2012 - 18:35
Meglio tardi che mai. Si paga la scarsa lungimiranza dell'avvocato. Per il gruppo italiano l'affermazione nel mercato cinese cambierebbe tutto. Senza immagine però, hanno poche chances. Bisogna investire in Lancia e Alfa, i cinesi sono molto propensi a pagare cari i prodotti di lusso europei.
Ritratto di IloveDR
30 aprile 2012 - 18:40
4
anch'IO!!!
Ritratto di vagirimo
1 maggio 2012 - 19:38
4
E anch'IO!!!
Ritratto di mustang54
30 aprile 2012 - 18:41
2
la Fiat con la Ferrari??
Ritratto di Cinque porte
30 aprile 2012 - 19:06
Concordo in pieno! :)
Ritratto di gig
1 maggio 2012 - 09:36
Anche io!
Ritratto di vagirimo
1 maggio 2012 - 19:39
4
una bella idea!
Ritratto di osmica
30 aprile 2012 - 18:52
Ambizioso è dire poco. Buon per la Fiat ma dubito che riesca a raggiungere l'obiettivo.
Ritratto di Bmw Xdrive
30 aprile 2012 - 18:57
secondo me sono obbiettivi.............. irraggiungibili!!!!!!!!! mi dispiace per la fiat. :-)
Ritratto di Mercedes-E
2 maggio 2012 - 14:25
me se si impegna ce la potrebbe fare , ma non si mettono con voglia quindi
Pagine