NEWS

La Ford Fiesta dice addio al diesel

Pubblicato 14 ottobre 2020

A settembre 2020 è stata interrotta la produzione della Ford Fiesta dotata del motore turbodiesel. In gamma restano i benzina, Gpl e ibrido leggero.

La Ford Fiesta dice addio al diesel

IN VIA D'ESTINZIONE - Sono rimaste ben poche le utilitarie dotate di motore diesel: troppo costoso farle restare al passo con le sempre più stringenti normative per contenere le emissioni, a fronte di una sempre minore richiesta da parte del pubblico. Infatti, secondo la società di ricerca Jato Dynamics, l’anno scorso il 10% delle utilitarie aveva il motore a gasolio, contro il 25% del 2015. E nello scorse settimane un’altra illustre rappresentate della categoria ha “perso” il motore a gasolio: la Ford Fiesta, una delle utilitarie più vendute in Europa.

UNA MINORANZA - Come riferisce il sito internet AutoNews, da settembre 2020 la casa americana ha smesso di produrre la Ford Fiesta con il diesel 1.5 TDCi presso la fabbrica di Colonia. La riduzione delle vendite non ne giustificava più l’esistenza: nel 2019 solo il 2% delle Fiesta consegnate in Europa erano diesel. È però ancora possibile acquistare gli esemplari presenti negli stock delle concessionarie. 

TRE ALIMENTAZIONI - Attualmente, la Ford Fiesta è offerta con il benzina aspirato 4 cilindri 1.1 da 75 CV, anche nella versione alimentata a Gpl, oltre che con il più moderno turbo a benzina 3 cilindri 1.0 ibrido leggero capace di 125 CV di potenza.

Ford Fiesta
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
117
96
53
41
50
VOTO MEDIO
3,5
3.52941
357




Aggiungi un commento
Ritratto di Giuliopedrali
14 ottobre 2020 - 15:49
Tanto per dire, e non è l'unica, se ne annunciano già parecchie che rinunciano al diesel a volte anche al benzina, come per esempio le Volvo della prossima generazione.
Ritratto di Ale 01
14 ottobre 2020 - 16:04
Solo il 2% mi sembra davvero troppo poco. Ma non ne vendevano più diesel che benzina almeno in Italia?
Ritratto di marcoveneto
14 ottobre 2020 - 16:29
Si infatti, pare strano pure a me...Sembra quasi una giustifica ...
Ritratto di Ale 01
14 ottobre 2020 - 16:42
Esatto, stessa impressione.
Ritratto di deutsch
14 ottobre 2020 - 22:51
4
Sul mercato totale non forse nelle utilitarie
Ritratto di Challenger RT
14 ottobre 2020 - 16:14
Finalmente hanno tolto l'inutile ed inquinantissimo diesel che tanti danni ha provocato e purtroppo continuerà a provocare fin quando non obbligheranno i vecchi proprietari alla rottamazione coatta!
Ritratto di flavio84
14 ottobre 2020 - 16:18
Sempre secondo quello che co inculcanp nel cervello:a parità di classe euro, sembra che molti diesel inquinino meno dei benzina!
Ritratto di Challenger RT
14 ottobre 2020 - 17:56
Esattamente il contrario. A parità di classe Euro i diesel inquinano molto più dei benzina proprio perchè le singole normative Euro permettevano limiti più larghi per loro. Infatti adesso che i limiti sono equiparati i diesel non riescono a soddisfarli se non con litri di urea (ADBlue) e filtri sempre più sottili che dopo un po' non servono più a niente! La diffusione dei diesel è stata una follia basata esclusivamente sulla degenerata scelta di molti governi europei, Italia in primis, che per motivi ideologici hanno tassato meno il gasolio pur sapendo che era pericoloso per la salute. La gente pur di risparmiare si mangerebbe l'amianto!
Ritratto di ziobell0
15 ottobre 2020 - 09:36
x challenger: sono da sempre d'accordo con te sul diesel, che ora ed in futuro porterà danni ben peggiori del coronavirus
Ritratto di pierfra.delsignore
19 ottobre 2020 - 13:37
4
Il motore diesel per utilizzo cittadino era una follia altamente inquinante e che crea pure problemi di carattere di manutenzione. Il diesel va bene per quello che è stato concepito, lunghissima percorrenza autostradale a gas costante, in quel contesto inquina pure meno di auto a benzina, ogni motorizzazione è nata per un certo tipo di utilizzo.
Pagine