Per Alfa Romeo Giulia e Stelvio un allestimento in stile F1

25 febbraio 2019

Le Quadrifoglio da 510 CV hanno i colori delle monoposto di Kimi Raikkonen e Antonio Giovinazzi, oltre a dettagli in fibra di carbonio.

Per Alfa Romeo Giulia e Stelvio un allestimento in stile F1

"PROFUMO" DI CORSE - L’Alfa Romeo mostra le prime novità per il Salone dell’auto di Ginevra 2019. Il costruttore ha realizzato la serie speciale Alfa Romeo Racing per le Giulia Quadrifoglio e Stelvio Quadrifoglio, un allestimento in edizione limitata che si ispira alle monoposto della scuderia Alfa Romeo Racing di Formula 1. Le due auto hanno la livrea bianca e rossa delle monoposto, oltre a dettagli sportivi come i sedili con guscio in fibra di carbonio e cuciture rosse, i cerchi in lega ad effetto brunito di 19” (di 20” per la Stelvio), i dischi freno in materiale composito e lo scarico sportivo in titanio della Akrapovic, che fa “cantare” meglio il motore V6 2.9 da 510 CV. Sono di serie per le Giulia e Stelvio Alfa Romeo Racing anche il dettaglio in fibra di carbonio nel pomello del cambio, il volante rivestito in pelle e Alcantara (anch’esso con un dettaglio in fibra di carbonio) e lo stemma all’interno con il logo del team. Per la Giulia Quadrifoglio è in fibra di carbonio anche il tetto.

LE ALTRE SIAMO NOI - Al Salone di Ginevra ci saranno anche le Alfa Romeo Giulia Ti e Alfa Romeo Stelvio Ti (foto qui sopra) con il propulsore turbo a benzina da 280 CV abbinato al cambio automatico a 8 rapporti e alla trazione integrale Q4. Non mancherà anche l’Alfa Romeo Giulietta in versione 2019 (qui per saperne di più), invariata nell’aspetto ma con la novità dell’allestimento Executive, con la mascherina, i gusci degli specchi, le maniglie e l’inserto nel fascione posteriore ad effetto satinato. Sono compresi nel prezzo lo schermo nella plancia di 6,5”, i cerchi di 18” e il tetto panoramico, oltre all’accensione automatica di fari e “tergi”, i sensori di prossimità e gli specchi ripiegabili elettricamente. Con il 2019 arrivano per la Giulietta anche il colore verde Visconti e gli interni in pelle color cioccolato.

Alfa Romeo Stelvio
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
476
128
59
37
78
VOTO MEDIO
4,1
4.140105
778


Aggiungi un commento
Ritratto di Pavogear
25 febbraio 2019 - 20:01
Giulia e Stelvio con questa livrea sono semplicemente bellissime
Ritratto di Rikolas
25 febbraio 2019 - 23:38
La Giulia si, la Stelvio non c'entra nulla con la storia del Biscione, è solo un banalissimo Suv, categoria che con la sportività non c'entra nulla. Spero di vedere invece una Giulia Coupè e una bella spider Duetto, queste sarebbero degne Alfaromeo
Ritratto di Fr4ncesco
26 febbraio 2019 - 00:52
2
In questo contesto storico c'entra col marchio, visto che il business core dell'Alfa Romeo non sono né le GT né le berlinette a motore centrale, ma sono vetture familiari con connotazioni sportive e lo Stelvio lo è. Se negli anni '50 andavano di moda i SUV, l'Alfa post bellica avrebbe fatto un SUV. Inoltre i modelli pre-bellici, alti, "boxy" e 2 volumi erano molto più simili per proporzioni ad un SUV che ad una berlina e non per questo le Alfa prima della Giulietta non erano Alfa Romeo.
Ritratto di Rikolas
26 febbraio 2019 - 08:41
Ma non c'entra nulla con la sportività tipica del marchio, negli anni '50 non si sarebbero mai sognati di fare dei "furgoni" sportivi, allora eravamo un po' più intelligenti rispetto a oggi, le auto sportive erano davvero auto sportive. Oggi è diventato solo business e moda, il che è abbastanza triste. Io auspico invece un ritorno in grande sitle del marchio Alfaromeo, riproponendo modelli davvero sportivi. La Giulia e la 4C sono stati un ottimo inizio, la Stelvio non l'avrei neanche pensata (non a marchio Alfa), mancano nel listino coupè e spider dal sapore vintage, gli appassionati chiedono la Duetto da circa 20 anni ma non vi è traccia. Speriamo che i nuovi vertici aziendali capiscano qual è il vero DNA del Biscione e dei suoi appassionati.
Ritratto di Orso_Grigio
26 febbraio 2019 - 11:36
Rikolas, anche io non sono un grande estimatore dei suv (con qualche eccezione) ma capisco che le aziende automobilistiche non sono ne enti no-profit ne associazioni di beneficenza ma industrie che devono generare profitto. Il mercato vuole suv? Allora è giusto che Alfa, Porsche, Lamborghini offrano ANCHE suv. Il cliente Porsche, magari comprerà anche un Macan, ma sicuramente non smetterà di acquistare Boxster e 911 solo perchè nel listino trova (o trovava) un suv diesel. Inoltre il "furgone" è nel dna Alfa che ha iniziato a produrre veicoli commerciali già negli anni 50....
Ritratto di Clementina Milingo
26 febbraio 2019 - 22:29
Rinkolas tu non l'hai mai saputo che il motto di Alfa Romeo dalla notte dei tempi è "l'auto da famiglia che vince le corse" e oggi l'auto da famiglia per antonomasia è il SUV.
Ritratto di Belli Ivan
26 febbraio 2019 - 12:28
In realtà Alfa romeo ha fatto anche camion e furgoni, e se fa un suv che da la paga a quasi tutti gli altri non vedo cosa cambi, d'altronde tutto è relativo, allora anche la giulia è un pachiderma sottosterzante rispetto alla 4c
Ritratto di neuro
27 febbraio 2019 - 06:08
le avrei prefertite con qualche CV in più.
Ritratto di Leonal1980
5 marzo 2019 - 09:21
4
super tamarre
Ritratto di Magnificus
25 febbraio 2019 - 20:01
Allestimento un po’ pacchiano..invendibile
Pagine