NEWS

Hyundai Tucson: arriva la 1.6 ibrida, ed è già in “promo”

03 aprile 2019

La Hyundai Tucson 1.6 CRDi è ora disponibile nella variante mild-hybrid 48V. Interessante la promozione al lancio.

Hyundai Tucson: arriva la 1.6 ibrida, ed è già in “promo”

EMISSIONI E CONSUMI RIDOTTI - Nella gamma della Hyundai Tucson arriva un’altra versione ibrida: dopo la 2.0 CRDi (vedi qui) si dota di un sistema mild hybrid, anche la più richiesta 1.6 CRDi con il 1600 turbodiesel da 116 o 136 CV, abbinabilie al cambio manuale o a quello robotizzato a doppia frizione DCT. La parte elettrica è composta da un motorino di avviamento da 16 CV e da una batteria agli ioni di litio da 48 volt e 0,46 kWh, posizionata sotto il bagagliaio: si affianca alla normale batteria a 12 V destinata ai sistemi di bordo. L’energia elettrica viene immagazzinata, in rilascio e in frenata, dal motore elettrico che funziona come generatore; in fase di ripartenza, invece, lo stesso supporta il 1.6 turbodiesel migliorando l’accelerazione e riducendo i consumi. Inoltre, sempre per favorire il risparmio di carburante, la funzione di Stop&Start estesa: spegne il motore in decelerazione già a partire dai 30 km/h. Grazie a questi accorgimenti la casa dichiara una riduzione dei consumi fino all’11% rispetto alla versione turbodiesel non elettrificata. 

DUE ANNI SENZA RATE - Al lancio, accompagnato da un weekend “porte aperte” il 13 e 14 aprile, la nuova Hyundai Tucson 1.6 CRDi ibrida da 116 CV è disponibile nel ricco allestimento XPrime con Techno Pack, completo, tra l’altro, di navigatore, retrocamera, cerchi da 18”, sistema di ricarica wireless per i cellulari e mantenimento in corsia. Il prezzo di listino è di 31.750 euro (mentre una 1.6 CRDi “normale” con la stessa dotazione costerebbe 30.450 euro); tuttavia, fino al 30 aprile 2019, scegliendo la promozione “Doppio Zero” è in offerta a 27.150 euro. Questa formula, valida in caso di permuta o rottamazione, prevede, a fronte un anticipo di 11.060 euro, due anni senza rate e una maxirata finale di 17.755 euro, che rappresenta anche il valore finale garantito nel caso si scelga di restituire o sostituire la vettura. Inoltre l’omologazione come ibrida consente di accedere alle agevolazioni previste per le auto ibride: riduzione della tassa di circolazione (in base alla regione di residenza) e accesso alle alcune ztl di alcuni comuni. Per chi ama un look più sportivo, la nuova Hyundai Tucson 1.6 CRDi ibrida è disponibile anche con il pacchetto N-Line, con grintosi dettagli estetici, oltre a un assetto specifico (vedi qui).

A PROPOSITO DI “GREEN”… - Tra i modelli a basso impatto ambientale della gamma Hyundai c’è la la versione 100% elettrica della Kona. Lanciata la scorsa estate (leggi qui il primo contatto), sta avendo un grande successo. Se si aggiunge anche il fatto che è tra i modelli a beneficiare del bonus statale fino a 6.000 euro, si spiegano l’allungamento dei tempi di consegna. Per venire incontro ai clienti che decidono di acquistarla, la Hyundai ha quindi annunciato che fornirà gratuitamente una Kona a benzina o a gasolio dall’ordine dell’auto a batteria alla sua consegna.

Hyundai Tucson
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
135
122
68
49
66
VOTO MEDIO
3,5
3.479545
440




Aggiungi un commento
Ritratto di deutsch
3 aprile 2019 - 18:01
4
qualcosa si muove forse l'elettrificazione. non adoro i mild hybrid preferendo i full ma un passo alla volta fanno capolino nei listini
Ritratto di Gwent
3 aprile 2019 - 20:08
2
Un volante ma tanto amore per Hyundai.
Ritratto di oretaxa
3 aprile 2019 - 20:05
Fioccano ibridi! Finalmente.
Ritratto di zero
3 aprile 2019 - 21:38
Ibrido leggero, la strada giusta: il giusto mix tra efficienza, leggerezza e fruibilità in ogni situazione. Credo che nel giro di qualche anno diventerà lo standard su qualunque modello.
Ritratto di Tecno World
3 aprile 2019 - 22:18
Da quasi 3 anni ho un tucson 1.7 con dct e ne sono abbastanza soddisfatto a parte la scarsa reattività in ripartenza (causata dalla gestione del cambio, decisamente sorniona anche in modalità sport). Mi piace il marchio Hyundai, che ritengo un valido compromesso tra qualità e prezzo. Come futura vettura, tra almeno altri tre anni, vorrei qualcosa di ampiamente elettrificato. Vedremo quali saranno le loro proposte per allora.
Ritratto di mike53
4 aprile 2019 - 10:28
Anch'io ne ho una identica da quasi 3 anni con cambio doppia frizione e devo dire che, in particolare in mod sport, è molto reattiva e fluida. La versione XPossible con tetto apribile e cerchi da 19" ha portato il prezzo a quasi 34k euro e, anche se è un'ottima crossover, non mi sembrano pochi.....
Ritratto di Tecno World
4 aprile 2019 - 10:32
Io mi ritrovo spesso a dover passare in prima "manualmente", dato che anche rallentando a 2km/h l'auto tiene la seconda e se devo ripartire di slancio (es una rotonda) avverto un lag troppo pronunciato (come se facesse slittare la frizione, anziché attaccare subito e partire). Per il resto sono soddisfatto, anche se hai ragione sul prezzo, ho quell'allestimento anche io e non è economico.
Ritratto di Gordo88
3 aprile 2019 - 23:34
I vantaggi del mild hybrid sono più per le agevolazioni fiscali che per l effettivo risparmio di carburante ( ci vorrebbero 200k km per colmare solo col il minor consumo i 1300 euro di differenza)
Ritratto di Delfino1
4 aprile 2019 - 08:01
concordo pienamente: più sarà diffuso il mild hybrid e quanto prima sarà rivisto il sistema degli incentivi, che credo verrà riservato al solo full hybrid (ma anche in questo caso al ribasso visto che ce ne sono in giro abbastanza) e all' elettrico puro...
Ritratto di Santhiago
4 aprile 2019 - 14:03
Percentuale di minor consumo che fra l'altro è facilmente ottenibile da alcune modifiche della tecnica di guida con un cambio manuale, e che invece si perdono con l'automatico e con i sistemi ibridi. Se si guadagna qualcosa da una parte, lo si perde dall'altra.
Pagine