NEWS

Intesa Audi-Enel per la mobilità elettrica

22 gennaio 2018

I futuri acquirenti dell’Audi e-tron potranno acquisire dalle concessionarie i pacchetti per fare il “pieno” a casa e nelle colonnine pubbliche.

Intesa Audi-Enel per la mobilità elettrica

PACCHETTI PER LA RICARICA DOMESTICA - Dopo il protocollo d’intesa siglato lo scorso 7 dicembre, i rappresentanti di Audi ed Enel rafforzano l’accordo voluto per favorire la transizione alla mobilità elettrica e, naturalmente, per avere vantaggi commerciali. Audi, prossima al debutto nel settore con la suv a batterie Audi e-tron (nella foto sopra la concept che l'anticipa), vuole fornire ai futuri acquirenti la possibilità di avere un unico interlocutore per soddisfare le esigenze di ricarica della vettura a zero emissioni. Nelle concessionarie dei quattro anelli si potranno, dunque, trovare una serie di servizi dedicati a privati, professionisti e aziende per facilitare l’uso del modello elettrico. In particolare, si potranno verificare le condizioni per l’installazione di una wall box domestica per il “rifornimento” a casa, richiedere l’eventuale aumento di potenza della rete casalinga e fare applicare la wall box presso l’abitazione. Inoltre, ai clienti Audi è offerta la possibilità di accedere alle colonnine pubbliche dell’operatore energetico con un profilo dedicato sulla app e-go. 

I PIANI CON LA “SCOSSA” DI ENEL E AUDI - L’intesa è stata siglata a Cortina d’Ampezzo in concomitanza della firma tra Enel e il Comune della località montana per l’installazione di colonnine pubbliche tradizionali e “fast” sul proprio territorio. Una scelta, quella dell’amministrazione locale veneta, finalizzata a rendere accessibile ai veicoli elettrici la città in vista dei Campionati Mondiali di Sci Alpino del 2021, in programma proprio a Cortina. Nell’occasione, i responsabili di Enel e di Audi hanno anche ricordato i propri piani futuri nel settore. Enel è intenzionata a installare oltre 2.500 colonnine su tutto il territorio nazionale, numero che crescerà a 7.000 entro il 2020 e a 14.000 per il 2022. Un progetto che prevede pure l’applicazione di 180 stazioni a ricarica veloce entro la fine dell’anno, 43 delle quali sarebbero già disponibili lungo le tratte Roma-Milano, Milano-Torino e Milano-Genova, nonché sul percorso che collega Roma a Firenze, Bologna, Modena e Ferrara. Quanto ad Audi, dopo il debutto in autunno della suv a trazione integrale e-tron, la gamma a batterie dovrebbe essere allargata nei prossimi 7 anni con più di 20 modelli tra elettrici puri e ibridi plug-in.  

Aggiungi un commento
Ritratto di Leonal1980
23 gennaio 2018 - 09:17
3
L'interesse di dimastrare che ce l'han più grande!
Ritratto di giorgionash
25 gennaio 2018 - 10:41
mah.... tutta questa moda dell'elettrico non la capisco... e per me le auto elettriche sono di tecnologia scadente per 3 motivi: ore e ore di ricarica per pchi chilometri di autonomia; ore e ore di ricarica a un costo sicuramente superiore del benzina/diesel; e le centrali elettriche che inquinano di più per far fronte alle richieste di fornitura elettricità per ricaricare milioni (o miliardi) di auto elettriche... E questa tecnologia inquina più dei motori termici... moda imposta dalla Merkel-Ue-Germania per salvare il futuro della vag con auto elettriche.... spero in un altro risultato che merita quella "casa"....